Accoglienza e rigenerazione: un Minicampo nella periferia di Milano

Accoglienza e rigenerazione: un Minicampo nella periferia di Milano

minicampo volontariato chiaravalle accoglienza e rigenerazioneDal 29 al 31 marzo 2019, il primo di due minicampi di lavoro presso Casa Chiaravalle, una cascina nella periferia di Milano confiscata alle mafie e trasformata in un progetto dedicato all’accoglienza e alla coesione sociale. L’iniziativa è promossa da SCI-Lombardia e la rete Passepartout.

L’associazione e il contesto

Casa Chiaravalle è un bene confiscato alla criminalità organizzata e gestito da Passepartout, un consorzio di imprese sociali che si occupa da anni di accoglienza diffusa. L’accoglienza si rivolge a persone in stato di bisogno di qualunque provenienza. L’obiettivo è generare (o rigenerare) convivenza e interazione sociale attraverso la relazione abitativa sui territori e la mescolanza delle culture e delle esperienze.

Situata nella periferia meridionale di Milano e circondata dalla campagna, Casa Chiaravalle è dunque una cascina, con sette ettari di terreno agricolo e 2 ettari di bosco, che attualmente ospita al suo interno donne richiedenti asilo e nuclei familiari in difficoltà abitativa.
Casa Chiaravalle, luogo che ha come suo cuore il tema dell’accoglienza, intende tuttavia diventare punto di riferimento vivace sul territorio, spazio attrattivo e aperto alla città di Milano. Si intende sviluppare infatti un’imprenditorialità etica e sostenibile e proporre parimenti un’ambiziosa idea di cultura. Una cultura capace non solo di essere inclusiva ma che faccia del rispetto per le differenze e della cura di luoghi e persone un motore potente e fertile di vitalità. In sintesi Casa Chiaravalle vuole essere un luogo capace, attraverso una peculiare declinazione estensiva del concetto di accoglienza, di generare  una “comunità di pratica” ossia una comunità che si sente tale perché ognuno come singolo e come gruppo è chiamato a partecipare all’impresa comune.

Una comunità che si lega attraverso un fare, un mettere in opera, un cimentarsi, un mettersi in gioco, attraverso l’idea che trasformare il mondo che viviamo è trasformare noi stessi.

Obiettivi del campo e attività previste

Casa Chiaravalle intende valorizzare al meglio una delle risorse più preziose che la contraddistinguono, ossia quella di possedere un incantevole bosco collocato così vicino alle porte della città. Si vuole fare in modo che questo bosco, circoscritto in un’ area delimitata di due ettari d’estensione, possa ospitare diverse iniziative didattiche rivolte ai bambini e alle scuole, accogliere campi estivi, famiglie e gruppi scout e campi internazionali.

Le attività saranno quindi principalmente rivolte alla presa in cura del bosco, pulizia del sottobosco, potatura, sistemazione sentieri e argini, rimozione rifiuti, recinzioni, semina piantumazione. Sono inoltre previsti dei momenti di racconto e di confronto con gli operatori e gli ospiti di Casa Chiaravalle, sulla storia di accoglienza e sulle prospettive future.

Ricordiamo che questo è il primo di due appuntamenti e il lavoro svolto dalle volontarie e dai volontari in questo weekend servirà per poter svolgere i lavori che sono previsti per il secondo minicampo che si terrà dal 3 al 5 maggio.

È possibile partecipare anche a solo uno dei due minicampi.

Vitto e alloggio

I volontari e le volontarie dormiranno in tenda nel giardino di Casa Chiaravalle. È necessario munirsi di sacco a pelo e torcia per la notte (le tende e i materassini sono forniti dall’associazione). I pasti sono forniti dalla cucina di Casa Chiaravalle, i volontari e le volontarie mangeranno in sala e avranno così l’opportunità di entrare in dialogo con le ospiti e gli ospiti della struttura. Il contributo richiesto ai volontari sarà di aiutare nella sistemazione della sala una volta terminato il pasto. Sono disponibili due bagni e una doccia. E’ importante portare con sé vestiti comodi, scarpe / scarponcini e guanti da lavoro

Requisiti di partecipazione

Per partecipare al minicampo è richiesta la tessera di iscrizione allo SCI 2019 che consente di partecipare alle attività dell’associazione e fornisce inoltre un’assicurazione di base durante il minicampo (sarà possibile fare la tessera direttamente sabato mattina per chi ne è sprovvisto). L’età minima è 16 anni.
È richiesto inoltre un contributo di 10 euro per supportare le attività di Casa Chiaravalle e la gestione del minicampo.

Il minicampo è aperto a 12 volontari/e.

Come raggiungere il minicampo

Casa Chiaravalle si trova in via Sant’Arialdo 69 a Milano.
Si può raggiungere con i mezzi pubblici: utilizzando l’autobus 140 da piazza Mistral direzione S. Donato (Martiri di Cefalonia) per 4 fermate fino alla fermata “Cimitero di Chiaravalle”. Piazza Mistral si trova a 3 minuti a piedi dalla stazione del treno Milano Rogoredo e la fermata del Cimitero di Chiaravalle è a 4 minuti a piedi da Casa Chiaravalle.
Utilizzando l’autobus 77 da via Martini direzione Via unica Poasco Via Don Milani (S. Donato) per 10 fermate fino alla fermata “Cimitero di Chiaravalle”. La fermata di Via Martini è a 3 minuti a piedi dalla fermata “Corvetto” della metropolitana M3.
Casa Chiaravalle è facilmente raggiungibile anche in bicicletta da Milano con la possibilità di passare attraverso il parco della Vettabbia, o in macchina con la possibilità di parcheggio di fronte al cimitero di Chiaravalle.

L’arrivo di venerdì 29 è previsto per le ore 19 circa. Dopo le presentazioni mangeremo assieme e ci sarà una presentazione delle attività che verranno svolte nei giorni successivi. Le attività finiranno domenica verso le ore 16.

Le iscrizioni dovranno pervenire scrivendo a: lombardia@sci-italia.it entro il 25 marzo.

Minicampo a Lauriano per tutelare la biodiversità ambientale 10/11 novembre

Minicampo a Lauriano per tutelare la biodiversità ambientale 10/11 novembre

Il Servizio Civile Internazionale Gruppo Piemonte, in collaborazione con l’associazione CORNALIN (COltivare Risorse NAturali Lavorando INsieme), organizza un  minicampo presso Lauriano (TO) il fine settimana del 10 e 11 novembre 2018.

L’associazione fondiaria CORNALIN si occupa nel comune di Lauriano (TO) del recupero di terreni abbandonati allo scopo di conservare la biodiversità, tutelare il territorio da un punto di vista paesaggistico e garantire la fruibilità dei terreni stessi.

Ad oggi c’è l’idea di avviare un progetto di ortoterapia (rivolta non solo a persone svantaggiate, ma aperta a tutti), corsi di frutticultura e laboratori didattici.

L’obiettivo principale del minicampo sarà quello di fornire supporto manuale e logistico alla preparazione del progetto; durante il minicampo ci sarà anche il modo di approfondire le tematiche dell’ortoterapia, della frutticultura, della gestione dei terreni incolti.

Per partecipare è prevista una quota di 10€ (per coprire le spese di vitto ed alloggio), oltre a 20€ di tessera annuale SCI.

Quando:

Da sabato 10 a domenica 11 novembre 2018 (c’è la possibilità di arrivare già dal venerdì sera).

Dove:

Lauriano (TO) – Tonengo (TO).

Costi:

Quota campo di 10 € più tessera associativa SCI 2018 (20€).

Numero massimo partecipanti:

10 volontari/e.

Alloggio:

Si pernotterà all’interno della struttura dell’associazione Cornalin (portare il sacco a pelo!).

Cosa portare:

Vestiti da lavoro, guanti e scarponcini / stivali da lavoro.

Informazioni e iscrizioni:

Entro mercoledì 7 novembre a minicampi@sci-piemonte.it

Minicampo di volontariato a Maccagno (VA), presso l’ecovillaggio di Monte Venere

Minicampo di volontariato a Maccagno (VA), presso l’ecovillaggio di Monte Venere

SCI Lombardia e l’Associazione Montevenere vi invitano a partecipare ad un fine settimana di volontariato: un minicampo di lavoro a Maccagno (VA) presso l’ecovillaggio di Monte Venere, da venerdì 5 a domenica 7 ottobre 2018.

L’associazione e il contesto

L’associazione Montevenere fonda i suoi principi sul movimento della decrescita felice e lo sviluppo sostenibile. Tra le finalità associative che si vogliono promuovere, oltre ad un esempio concreto di uno stile di vita alternativo basato sulla semplicità, autoproduzione e rispetto della natura e dai tempi da essa imposti, vi sono l’educazione ambientale e la promozione di un turismo ecosostenibile.

L’ecovillaggio, sito in località Montevenere di Maccagno (500 m s.l.m. e raggiungibile tramite sentieri e mulattiere da Maccagno Inferiore), si presta da anni alla collaborazione con scuole, gruppi scout, associazioni interessate a promuovere la sostenibilità ambientale.

Attività

Si affiancheranno gli abitanti della comunità nei lavori del quotidiano necessari per il sostentamento, come ad esempio nelle attività di pulizia di orto e sentieri, taglio della legna, raccolta delle castagne, preparazione di prodotti da forno, piccoli lavori di bioedilizia.

Parte studio: non mancheranno momenti di racconto (e di confronto) sulla nascita dell’associazione e della storia dell’ecovillaggio e dei motivi che hanno spinto a certe scelte di vita i suoi abitanti.

Informazioni Pratiche

Vitto e alloggio: è possibile soggiornare all’interno dell’ecovillaggio presso una piccola baita adibita come dormitorio. è necessario munirsi di sacco a pelo e torcia per la notte.

Il vitto è fornito dall’ecovillaggio e i/le volontar* contribuiranno attivamente nella preparazione dei pasti e alle pulizie. Si cucina con le stufe economiche a legna o con il forno a legna.. cibi semplici e genuini. I pasti saranno vegetariani e principalmente a km 0 e biologico.

Come bagno si utilizza una compost toilette all’esterno (bagno a secco).

Preferibilmente portare saponetta naturale / biodegradabile (niente shampoo o balsami) perché l’acqua viene usata per irrigare o dispersa nell’ambiente.

Requisiti di partecipazione

Per partecipare al minicampo è richiesta la tessera di iscrizione allo SCI (20 euro) che consente di partecipare alle attività dell’associazione e fornisce inoltre un’assicurazione di base durante il minicampo (sarà possibile fare la tessera direttamente sabato mattina per chi ne è sprovvisto).

È richiesto inoltre un contributo di 15 euro per supportare le attività dell’associazione Montevenere e la gestione del minicampo.

Il minicampo è aperto a 15 volontari/e.

Portare vestiti comodi, scarpe / scarponcini e guanti da lavoro.

Come raggiungere il minicampo

Con il treno è possibile arrivare alla stazione di Maccagno. Dalla stazione è facilmente raggiungibile l’imbocco del sentiero (111A) che porta a loc. Monte Venere (10 minuti a piedi) . L’inizio del sentiero è ubicato a fianco delle scuole medie di Maccagno e del parco daini in via Oliari

L’arrivo di venerdì 5 è previsto per le ore 18 circa. Dopo le presentazioni inizieremo qualche attività e la preparazione della cena.

Le attività termineranno domenica verso le ore 16.

Le iscrizioni dovranno pervenire scrivendo a: lombardia@sci-italia.it entro il 1 Ottobre 2018.

Minicampo in movimento: due giorni a supporto di un progetto di inclusione e promozione sociale

Minicampo in movimento: due giorni a supporto di un progetto di inclusione e promozione sociale

Il campo:

Da venerdì 28 a domenica 30 settembre 2018 un minicampo a supporto del progetto della Casa in Movimento.

Il progetto nasce nel settembre 2002 a Cologno Monzese, nell’hinterland di Milano, dall’incontro di diversi gruppi giovanili e altre associazioni del territorio, per la semplice ragione che non c’era nessun luogo dove potersi incontrare, discutere e agire insieme. C’era infatti il sentimento diffuso di voler intervenire a livello locale per far fronte a problemi globali.

Per questo è nato il progetto della Casa in Movimento, che vuole essere un luogo dove persone e attività diverse interagiscono per assumere un ruolo attivo e di trasformazione nella città, in maniera da farla diventare un po’ più accogliente, giusta, vivibile. Oggi la Casa in Movimento è sede di due associazioni: l’Associazione Cultura Popolare (ACP) e il Laboratorio contro la guerra Infinita.

L’ACP nasce nel 1992 per organizzare lavoro di base con bambini, adolescenti, donne, realtà svantaggiate del territorio. L’obiettivo è di rendere tutte le persone coinvolte capaci di contribuire al progetto di trasformazione della propria condizione e del contesto. Attualmente i progetti dell’ACP sono la Scuola popolare donne migranti e la Scuola di arabo per bambin* e ragazz* di seconda generazione.

Il Laboratorio contro la guerra Infinita nasce nel 2003 in seguito all’esperienza condivisa da diversi soggetti locali del G8 di Genova. Realtà affini per pratiche e obiettivi, ma soprattutto unite dalla forte esigenza di avere uno spazio autogestito per continuare a fare attività di movimento e controinformazione. Insieme al purtroppo non più attivo circolo di Legambiente e all’Associazione Cultura Popolare, è stato promotore di una campagna per coinvolgere la cittadinanza di Cologno e fare  pressione sull’amministrazione comunale per ottenere uno spazio tra quelli del Comune a delle condizioni accettabili per le attività associative, tutte gratuite e portate avanti da volontari. Molte sono le iniziative portate sul territorio: serate di controinformazione, cineforum, spettacoli teatrali, presentazione di libri, gruppi di studio e serate di aggregazione.

Attività

Lavori di manutenzione di una parte dei locali della Casa, come ad esempio: tinteggiatura delle pareti, montaggio mobili, piccoli interventi di manutenzione, allestimento angoli per attività specifiche delle associazioni.
Parte studio: la storia della Casa e gli strumenti per incoraggiare partecipazione collettiva e coesione sociale in un contesto periferico.

Informazioni Pratiche

I/le volontari/e alloggeranno presso le case degli/delle attivist* situate sul territorio di Cologno Monzese o comuni limitrofi. A partire dalla giornata di sabato i pasti saranno garantiti dalle diverse realtà che animano la Casa in Movimento.

Requisiti di partecipazione

Per partecipare al minicampo è richiesta la tessera di iscrizione allo SCI (20 euro), che consente di partecipare alle attività dell’associazione per tutto il 2018 e fornisce inoltre un’assicurazione di base durante il minicampo (sarà possibile fare la tessera direttamente all’inizio del minicampo per chi ne è sprovvisto).
È richiesto inoltre un contributo di 10 euro per supportare le attività della Casa in Movimento e la gestione del minicampo.

Partecipanti

Il minicampo è aperto a 10 volontari/e.

Cosa portare

Portare vestiti e scarpe comodi per lavorare (NB: potrebbero facilmente sporcarsi durante le fasi di tinteggiatura), guanti da lavoro.

 Come raggiungere il minicampo

La Casa in Movimento si trova a Cologno Monzese in via Neruda 5, sotto la scuola elementare. Si può raggiungere:

  • Con i mezzi pubblici; dalla fermata Cologno Nord della linea verde della metropolitana: usciti dal treno andate verso l’uscita alla vostra destra, e una volta fuori dalla stazione proseguite dritto per circa 500 metri fin quando alla vostra destra vedete un parcheggio. Imboccate la via che vedete sulla vostra destra e proseguite per una cinquantina di metri, finché sulla vostra destra non vedete un’insegna arancione con la scritta “Casa in Movimento”.
  • In automobile; dalla tangenziale est, uscendo all’uscita 12 Cologno Nord: una volta fuori dalla tangenziale alla prima rotonda  che incontrate invertite il senso di marcia, girate a destra al primo incrocio e salite sul cavalcavia che incontrate. Una volta giù, sulla vostra destra trovate un parcheggio di fronte a una scuola. Potete posteggiare lì, e imboccare da lì via Neruda, la via che costeggia il parcheggio. Dopo pochi metri ci trovate alla vostra destra.

L’arrivo è previsto per le ore 21:00 del venerdì. Dopo le presentazioni dello SCI e della Casa, inizieremo qualche attività di conoscenza reciproca. Le attività finiranno domenica verso le ore 16:00.

Le iscrizioni dovranno pervenire scrivendo a lombardia@sci-italia.it entro il 21 Settembre 2018.

Tutela ambientale: un minicampo di volontariato in Val Codera dall’ 11 al 13 Maggio

Tutela ambientale: un minicampo di volontariato in Val Codera dall’ 11 al 13 Maggio

L’associazione e il contesto

L’Associazione Amici della Val Codera ONLUS, con sede a Codera, è impegnata da 35 anni nella tutela ambientale e nella promozione ecosostenibile della Val Codera.
La valle si trova nelle Alpi Retiche (provincia di Sondrio), è scavata nel granito ed è ancora selvaggia ed intatta.
L’obiettivo principale delle attività dell’associazione è la tutela e la valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale della valle (tipico esempio di civiltà alpina) a beneficio dei residenti e di un turismo di tipo culturale ed ambientale che sappia apprezzare le peculiari attrattive del luogo. Le attività si svolgono soprattutto nei dintorni del borgo di Codera, situato a 800 metri e raggiungibile solo a piedi con 2 ore circa di cammino dal fondovalle.

Per maggiori informazioni: www.valcodera.com

Attività previste

Le attività previste nel minicampo riguarderanno soprattutto il recupero e la pulizia di prati da sfalcio abbandonati, la cura di terreni coltivati a patate, fagioli e granoturco, la pulizia e il recupero della viabilità pedonale antica.
A Codera è presente un piccolo Ecomuseo della Valle in cui sono ricostruiti ambienti interni tipici delle case di montagna alpine e sono presenti inoltre reperti etnologici, geologici e
storici che ricostruiscono la storia della valle e dei suoi abitanti.
I/le volontari/e SCI, accompagnati/e da volontari/e dell’Associazione Locale, potranno così prendere consapevolezza della storia e dell’ecosistema di questa valle, rimasta ancora totalmente intatta e lontana dal turismo di massa.

Informazioni logistiche

Vitto e alloggio: I/Le volontari/e saranno ospitati presso il Rifugio Osteria Alpina, situato a Codera. Sarà necessario portare un sacco a pelo.
I pasti saranno consumati presso il Rifugio e i/le volontari/e daranno una mano nella preparazione degli stessi.
Portare vestiti comodi, scarpe da trekking e guanti da lavoro.

Come raggiungere il minicampo

Il ritrovo è previsto a fondovalle per le ore 17,15 / 17,30 (massimo) a Novate Mezzola (SO) all’inizio del sentiero per Codera.
Come arrivare al sentiero?
Novate Mezzola si trova sulla SS36 che da Milano arriva al Passo dello Spluga; il viaggio in macchina da Milano dura circa 1 ora e 30 minuti. 
Una volta arrivati in paese si seguono le indicazioni per Val Codera: una strada asfaltata in salita porta in circa 15 minuti al parcheggio da cui parte il sentiero vero e proprio per Codera.
Si può arrivare anche in treno con la linea Milano- Lecco- Chiavenna.

Saliremo insieme al borgo di Codera camminando per circa 2 ore nei boschi.
Il dislivello è dl circa 600 metri; il sentiero è facile, ma occorre comunque avere scarponi (o scarpe comode da montagna), acqua e una giacca impermeabile con sè in caso di pioggia.
L’arrivo al villaggio è previsto per le ore 19,30 circa: dopo le presentazioni inizieremo qualche attività / preparazione cena.
Le attività finiranno domenica verso le 16.00

Requisiti di partecipazione

Per partecipare al minicampo è richiesta la tessera di iscrizione allo SCI (20 euro) che consente di partecipare alle attività dell’associazione per tutto il 2018 e fornisce inoltre un’assicurazione di base durante il minicampo (sarà possibile fare la tessera direttamente sabato mattina per chi ne è sprovvisto).
E’ richiesto inoltre un contributo di 15 euro per supportare le attività dell’associazione Amici della Val Codera e la gestione del minicampo.

Il minicampo è aperto a 10 volontari. 

Le iscrizioni dovranno pervenire scrivendo a: lombardia@sci-italia.it entro il 6 maggio.
Vi aspettiamo!

Un minicampo su tutela e mantenimento dell’ecosistema locale, presso la comunità “Al Gallo” di Murisengo (AL)

Un minicampo su tutela e mantenimento dell’ecosistema locale, presso la comunità “Al Gallo” di Murisengo (AL)

ll Servizio Civile Internazionale – Gruppo Piemonte, in collaborazione con la Cooperativa Sociale Pantarei, organizza un minicampo presso la Comunità “Al Gallo” di Murisengo (AL) nel weekend del 17 e 18 Marzo 2018.

Gli obiettivi principali del minicampo riguarderanno la preparazione e la manutenzione dell’orto, la cura e la pulizia del sottobosco e dei sentieri adiacenti la Comunità.
Altro obiettivo fondamentale del minicampo è inoltre quello di socializzare e creare relazioni con gli ospiti della Comunità “Al Gallo”.

Per partecipare è prevista una quota di 5€ più la tessera socio SCI 2018 (20€)

Date: da Sabato 17 a Domenica 18 Marzo 2018 (ci sarà la possibilità di arrivare già dal venerdì sera)

Luogo: Cooperativa Pantarei – Cascina “Al Gallo” – via Torino 110, Murisengo (AL)

Quota campo: 5 € più tessera associativa SCI 2018 (20€)

Numero volontari: 10

Pernottamento: all’interno della struttura (portare materassino e sacco a pelo !!)

Cosa portare: Vestiti, guanti e scarpe da lavoro, materassino e sacco a pelo

Informazioni e iscrizioni: Entro mercoledì 14 Marzo a minicampi@sci-piemonte.it

“La Cooperativa PANTA REI  si propone di realizzare iniziative di appoggio educativo ed assistenziale attraverso l’organizzazione e la gestione di strutture e servizi volti a soddisfare i bisogni della collettività ed in particolare a favore di persone a vario titolo portatrici di disagio.

Ancora oggi, per scelta, la Cooperativa gestisce micro-strutture ritenendo che la dimensione “familiare” possa essere un modello capace di rispondere in modo più flessibile alle diverse esigenze degli ospiti ed anche di chi all’interno della Cooperativa lavora.
In particolare nella Comunità di tipo Famigliare denominata “Cascina al Gallo” è nato negli ultimi anni un progetto di “Ortoterapia”, intesa come attività terapeutica legata alla coltivazioni di ortaggi ma anche come cura e tutela del paesaggio e del territorio (ad esempio con la pulizia del sottobosco e dei sentieri adiacenti la comunità..)”

Minicampo a Granara (PR), venerdì 16 – domenica 18 marzo 2018

Minicampo a Granara (PR), venerdì 16 – domenica 18 marzo 2018

SCI Lombardia e Alekos Lab vi invitano a partecipare a un minicampo di volontariato a Granara (PR), da venerdì 16 marzo (sera) a domenica 18 marzo 2018.

Il contesto:

Granara è un ecovillaggio, un cantiere aperto, un insieme di case e persone abbarbicate nella Val di Taro, sull’Appennino Parmense, un intreccio di attività e associazioni operose. Ha una struttura organizzativa a rete, proprio come un ecosistema, di cui fanno parte diversi gruppi: Alekoslab, Centopassi, GATT, Teatro e Granara.

Negli anni sono state organizzate tantissime attività: dal Festival dedicato al Teatro e all’Ecologia ai campi di volontariato, dai seminari di studio sulle energie rinnovabili ai campi di immersione naturale per bambini e adolescenti.

Per maggiori informazioni: www.granara.org e www.alekoslab.org

Attività previste:

Le attività di lavoro saranno principalmente dedicate alla manutenzione della laguna e dell’area lacustre, oltre che alla preparazione dei pasti.

Parte studio:

Durante la visita a Granara verranno illustrate alcune questioni teoriche e pratiche relative all’ecologia e ai modi in cui sono state affrontate al villaggio.

Durante i momenti di lavoro verranno illustrate le soluzioni realizzate a Granara rispetto all’uso dell’acqua (fitodepurazione e raccolta acqua piovana).

Durante l’incontro serale si proporrà un confronto relativo alla produzione dell’energia rinnovabile, aspetto sul quale abbiamo esperienza sia tecnica, sia didattica.

Vitto e alloggio:

I volontari saranno ospitati presso l’ecovillaggio in una struttura pensata appositamente per gli ospiti. Sarà necessario portare un sacco a pelo.

A turno i volontari prepareranno i pasti.

Informazioni pratiche:

Per partecipare al minicampo è richiesta la tessera di iscrizione allo SCI (20 euro) che consente di partecipare alle attività dell’associazione per tutto il 2018 e fornisce inoltre un’assicurazione di base durante il minicampo.

E’ richiesto inoltre un contributo di 20 euro per supportare le attività dell’Ecovillaggio di Granara e la gestione del minicampo.

L’arrivo a Granara è previsto nella serata di venerdì per cena. Le attività termineranno alle 16:30 di domenica.

Le iscrizioni dovranno pervenire scrivendo a: lombardia@sci-italia.it entro il 10 marzo. Inoltre occorre compilare il form di tesseramento ad Alekos Lab a questo link.

Il numero massimo di volontari è di 11 persone.

In base alle adesioni e alle località di partenza ci organizzeremo con macchine e treni (la stazione più vicina all’Ecovillaggio è quella di Berceto sulla linea Parma – La Spezia) in modo da rendere il più agevole e il più sostenibile per tutti e tutte la salita all’Ecovillaggio.

Cliccando qui trovate il PDF con un approfondimento sull’Ecovillaggio di Granara e sulle attività previste durante il minicampo.

Vi aspettiamo!

Minicampo a La Città dell’Utopia (Roma), 3 e 4 febbraio 2018

Minicampo a La Città dell’Utopia (Roma), 3 e 4 febbraio 2018

Sabato 3 e domenica 4 febbraio 2018 il Servizio Civile Internazionale organizza un minicampo a La Città dell’Utopia, Roma.

La Città dell’Utopia è un laboratorio sociale e culturale che affronta i principali temi legati ad un nuovo modello di sviluppo locale e globale che sia equilibrato, sostenibile e giusto.

I/le volontari/e supporteranno le/gli attivisti de La Città dell’Utopia nel rifacimento del muretto antistante la Biosteria, nell’abbellimento del relativo spazio esterno con realizzazione di panche in pallet e nella sistemazione di alcuni spazi interni funzionali alle attività del Festival Internazionale della Zuppa di Roma, che si terrà domenica 15 aprile.

Date: da sabato 3 a domenica 4 febbraio 2017

Luogo: La Città dell’Utopia, via Valeriano 3F, Roma (metro San Paolo)

Costi: tessera associativa SCI 2018 (20€)

Numero volontari: 8

Pernottamento: i/le volontari/e dormiranno presso La Città dell’Utopia

Cosa portare: guanti da lavoro, scarpe da lavoro o pesanti

Informazioni e iscrizioni: entro mercoledì 31 gennaio a coordinamento@sci-italia.it

“Oasis of Care for Saharawi Children”: minicampo in Lombardia

“Oasis of Care for Saharawi Children”: minicampo in Lombardia

ll Servizio Civile Internazionale – Gruppo Lombardia, in collaborazione con l’Associazione Shanti Sahara, organizza un minicampo sabato 8 e domenica 9 luglio a Cernusco sul Naviglio (MI) con l’obiettivo di preparare e rendere operativa la struttura che accoglierà, per tutto il mese di luglio, 10 bambini/e Saharawi con bisogni speciali provenienti dai campi profughi di Tindouf (Algeria).

Shanti Sahara nasce per supportare il popolo Saharawi e rispondere all’emergenza sanitaria in corso nei campi profughi Saharawi dove, ogni anno, aumenta esponenzialmente il numero di bambini/e affetti/e da disabilità. Il progetto “Piccoli Ambasciatori di Pace” nasce per accogliere alcuni/e bambini/e Saharawi con bisogni speciali in Italia durante i mesi estivi, garantendo loro accesso a cure mediche non disponibili nei campi profughi. Ogni anno, tra luglio e agosto, Shanti Sahara ospita in provincia di Milano e Genova un gruppo di 10 bambini e bambine (dai 6 ai 14 anni) affetti da patologie e disabilità di vario tipo e gravità. Per ogni bambino/a, l’associazione offre accesso a servizi medici, garantisce un miglioramento delle condizioni igienico-sanitarie e un’alimentazione completa e bilanciata.

Le attività comprenderanno lavori di preparazione della sede tra cui:

  • Pulizia della sede (palestra, bagni, cucina/sala da pranzo, giardino);
  • Sistemazione e allestimento (letti, armadi, spogliatoi bambini + volontari, disposizione tavoli/sedie, prodotti da bagno, angolo giochi);
  • Lavaggio e asciugatura (lenzuola/asciugamani/ vestiti per bambini);
  • Preparazione degli armadi (suddivisione vestiti, biancheria intima, asciugamani, costumi, scarpine);
  • Last but not least: incontro con i bambini e le bambine Saharawi!

Sabato pomeriggio è prevista una riunione per vecchi e nuovi volontari/e dell’associazione, durante la quale saranno presentati gli aspetti sanitari più rilevanti relativi alle patologie dei bambini e al comportamento da tenere in caso di crisi. Inoltre, verrà brevemente presentata l’associazione, il contesto in cui opera e la storia del popolo Saharawi. I/le volontari/e del mini campo sono invitati/e a partecipare a questa parte formativa specifica se lo desiderano. Durante la giornata è inoltre previsto l’arrivo dei 5 volontari internazionali del Servizio Civile Internazionale che prenderanno parte alle attività di Shanti Sahara per due settimane. E sabato sera…pizzata e festa con tutti i presenti!

Domenica si continuerà con le attività di allestimento della sede in attesa dell’arrivo dei bambini e delle bambine, previsto per il pomeriggio. Dopo la fine delle attività, i/le partecipanti al mini-campo sono invitati a fermarsi a fare merenda insieme ai bambini e a tutti i volontari dell’associazione presenti per conoscersi meglio. Il primo incontro con i bambini Saharawi non si scorda mai, è un momento ricco di emozioni e di scambio. La partecipazione al mini-campo offre una possibilità incredibile: il nostro consiglio è di non perdersi la magia dell’incontro con questi bambini speciali.


Informazioni pratiche: ritrovo sabato 8 luglio alle ore 10:00, presso l’Istituto Comprensivo in Piazza Unità d’Italia 1, Cernusco sul Naviglio, 20063 (MI). Il campo terminerà intorno alle 17:00 di domenica 9 luglio.
E’ necessario portare: abbigliamento leggero e scarpe comode, asciugamani, lenzuola e prodotti ad uso personale. Repellente antizanzare fortemente consigliato.

Vitto e alloggio: i/le volontari/e alloggeranno all’interno della palestra dell’Istituto Comprensivo in Piazza Unità d’Italia 1, Cernusco sul Naviglio, 20063 (MI). L’associazione mette a disposizione materassi per dormire: è necessario portare le proprie lenzuola e un cuscino se gradito.

Requisiti di partecipazione: ai/alle volontari/e non è richiesta nessuna competenza specifica; è importante avere voglia di lavorare, imparare e confrontarsi con persone e culture nuove. Le uniche capacità richieste ai volontari sono: buona capacità di adattamento; sensibilità socio-culturale; flessibilità.

Numero di volontar* previst*: 5

Quota di partecipazione: 10€ più la tessera socio SCI 2017 (20€, sarà possibile farla in loco).

Informazioni e iscrizioni: entro il 3 luglio a lombardia@sci-italia.it

Qui per tutte le info logistiche.

Minicampo a Sant’Ambrogio (TO) presso la Cascina Pogolotti [10-11/06]

Minicampo a Sant’Ambrogio (TO) presso la Cascina Pogolotti [10-11/06]

Sabato 10 e domenica 11 giugno 2017 il Servizio Civile Internazionale (SCI)  – Gruppo Piemonte e l’associazione Principi Pellegrini – diVangAzioni organizzano un minicampo a Sant’Ambrogio (TO).

Nella giornata di sabato i/le volontari/e lavoreranno al miglioramento della captazione dell’acqua e della derivazione antincendio in prossimità della Cascina Pogolotti, lungo il sentiero dei Principi Pellegrini che conduce alla Sacra di San Michele. In seguito, verranno svolte attività di preparazione dei lavori per il campo SCI internazionale che si svolgerà in estate.
Nella giornata di domenica i/le volontari/e daranno supporto logistico allo svolgimento della manifestazione “La Sacra Riscoperta. Bellezza e sapori sulla Via dei Principi”, passeggiata alla scoperta dei sentieri che conducono alla Sacra.

Date: da sabato 10 a domenica 11 giugno 2017

Luogo: Cascina Pogolotti , Sant’Ambrogio (TO)

Quota campo: 5 € più tessera associativa SCI 2017 (20€)

Numero volontari: 6

Pernottamento: i volontari dormiranno presso la Cascina Pogolotti

Cosa portare: materassino e sacco a pelo, guanti e scarpe da lavoro

Informazioni e iscrizioni: entro mercoledì 7 giugno a minicampi@sci-piemonte.it