Cambiamento climatico e ecologismo: campo di volontariato in Islanda

Cambiamento climatico e ecologismo: campo di volontariato in Islanda

cambiamento climatico campo volontariato islandaIl campo

Dal 28 gennaio all’8 febbraio 2019 un campo in Islanda, organizzato dal nostro partner SEEDS Iceland, per conoscere gli effetti del cambiamento climatico.

I/le partecipanti dal campo avranno quindi la possibilità di approfondire le questioni ed esso legate, su scala globale e locale. Se sei preoccupato/a, ad esempio, dal cambiamento climatico, così come dal problema dello smaltimento dei rifiuti, o della tutela degli animali ed altre questioni ambientali, questo è il progetto che fa per te.

È importante sapere che questo è un campo basato sul confronto: tutti/e i/le partecipanti sono infatti invitati/e a portare la loro esperienza e le proprie idee. Il principale focus del campo sarà imparare dai differenti aspetti della questione ambientale attraverso workshop, discussioni e visite guidate.

Attività

Gli argomenti trattati saranno principalmente le energie rinnovabili, gli sprechi alimentari e le pratiche sostenibili che possono essere messe in campo. Ad esempio, ogni anno l’Islanda è visitata da oltre 2 milioni di turisti, che puntualmente lasciano il segno del loro passaggio, dovuto a leggerezza e incuria. Questo campo ti aiuterà a diventare un viaggiatore attento e consapevole dell’impatto che ha sull’ambiente.

I/le partecipanti avranno inoltre la possibilità di visitare progetti locali ecologisti, come uno dei centri di riciclaggio dei rifiuti o la centrale elettrica geotermica.

Infine, laddove le condizioni climatiche lo permetteranno, i/le volontari/e saranno coinvolti/e in attività di tutela ambientale, portate avanti dai/dalle volontari/e del posto.

Alloggio

I/le volontari/e alloggeranno presso una casa a Reykjavík, completa dei servizi (bagni con docce), cucina, e lavatrice. Le camere sono condivise ed è necessario portare il proprio sacco a pelo. Il gruppo si organizzerà in turni per la preparazione dei pasti, forniti dal partner locale. Tutti/e sono invitati/e a portare prodotti tipici del proprio paese per condividere cene internazionali!

La lingua del campo è l’inglese.

Leggi la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Manutenzione del parco ecologico per promuovere uno stile di vita sostenibile: un campo in Marocco

Manutenzione del parco ecologico per promuovere uno stile di vita sostenibile: un campo in Marocco

Il campo

Dal 20 gennaio al 3 febbraio 2019 un campo di volontariato in Marocco, per supportare la manutenzione del parco ecologico e contribuire al dibattito sull’ecologia nella vita quotidiana.

Il campo è organizzato dall’associazione EVO (Espace Volontaire Oujda), fondata nel 2003 a Oujda, in Marocco. È composta da un gruppo di giovani locali che ha scelto di impegnarsi in progetti di volontariato. Infatti, negli anni ha accumulato molta esperienza di lavoro sociale, in particolare nell’organizzazione di campi. Inoltre, è riuscito a creare reti sociali sul territorio, coinvolgendo centri giovanili, organizzazioni locali e partner internazionali. In altre parole, il loro obiettivo è quello di creare un’atmosfera di solidarietà e impegno, in particolare in materia di protezione ambientale e tutela del patrimonio artistico-archeologico. Per queste ragioni, l’obiettivo di questo campo è la manutenzione del parco ecologico e la creazione di dibattito attorno al tema dell’ecologismo.

Attività

I/le volontari/e si impegneranno in lavori manuali e di giardinaggio. In primo luogo, ripareranno i materiali in legno rovinati dall’erosione del tempo. Inoltre, lavoreranno per la manutenzione del parco ecologico in tutti i suoi spazi verdi.

Inoltre, avranno anche l’opportunità di visitare la città di Oujda e i suoi dintorni, grazie al supporto del team di volontari/e locali.

Come parte studio, i/le volontari/e approfondiranno, attraverso dei dibattiti, la questione ecologica nella vita di tutti i giorni; molte di queste discussioni verranno affrontate con il pubblico che quotidianamente attraversa il parco. Il parco ecologico si estende per circa 25 ettari ed è considerato un sito unico in tutto il Marocco.

Alloggio

I/le volontari/e alloggeranno presso un dormitorio condiviso presso il centro giovanile, in camere da 3 o 4 letti. È richiesto di portare le proprie lenzuola e asciugamani, oltre ai vestiti da lavoro.

La lingua del campo è l’inglese, quella locale il francese.

Leggi la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Proteggere l’ambiente per promuovere la pace: un campo in Indonesia

Proteggere l’ambiente per promuovere la pace: un campo in Indonesia

Il campo

Dal 15 al 28 gennaio 2019 un campo di volontariato in Indonesia per proteggere l’ambiente dalle devastazioni prodotte dal cambiamento climatico.

Il campo si svolgerà a Mangkang, un villaggio di pescatori e agricoltori situato ad ovest di Semarang. Questo progetto è divenuto negli anni una tradizione; infatti, il nostro partner IIWC continua a promuoverlo per rispondere al bisogno di conservare la biodiversità, in particolare presso la zona costiera a nord del mare Java.

In quest’area, più di 1 chilometro di costa è a rischio di abrasione marittima, conseguenza della deforestazione delle mangrovie. Considerando che un tempo quest’area era popolata da un’incredibile quantità di pesci e gamberetti, ad oggi è evidente l’emergenza della scomparsa di tutte queste specie. In particolare, anche i pescatori locali sono costretti a spingersi sempre più lontano per riuscire a trovare del pesce e guadagnarsi quindi la sopravvivenza. Per tutti questi motivi, proteggere l’ambiente in questa zona sta diventando sempre più fondamentale.

Le attività

I/le volontari/e del campo svolgeranno diverse attività, come ad esempio piantare le mangrovie ed altre specie floristiche sulla costa; organizzare attività di sensibilizzazione sulla questione ambientale e sulla gestione dei rifiuti con la popolazione locale, in particolare con i bambini; infine, organizzare campagne informative per la città.

Alloggio

I/le volontari/e alloggeranno presso la casa per volontari di IIWC; è richiesto di portare il proprio sacco a pelo. Il gruppo dei/delle volontari/e si organizzerà autonomamente per i pasti e le pulizie.

La lingua del campo è l’inglese.

Leggi la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Supportare l’organizzazione della festa della cultura Mapuche: un campo in Cile

Supportare l’organizzazione della festa della cultura Mapuche: un campo in Cile

Il campo

Dal 12 gennaio 2018 al 3 febbraio 2019 un campo di volontariato in Cile per supportare l’organizzazione della tradizionale festa della cultura Mapuche.

La “Community Fair Walung de Kurarewe”, è una comunità composta principalmente da donne Mapuche, piccoli produttori e artigiani dell’Araucanía (sud del Cile), che cerca di generare una propria economia, indipendente, in solidarietà e in armonia con l’ambiente.

L’obiettivo di questa comunità è infatti il dare vita ai Küme Mongen (buon vivere), ovvero momenti di valorizzazione delle conoscenze ancestrali attraverso la coltivazione di prodotti originali e la loro trasformazione: pinoli dall’Araucaria, frutti della foresta, quinoa; ma anche prodotti di artigianato, l’incentivo alla trasmissione dell’antica conoscenza culinaria e curativa, la lavorazione dei prodotti e via dicendo.

Dal 2005, inoltre, sviluppa laboratori di agroecologia, trafkintu (scambi) di sementi, fiere stagionali di produttori e artigiani, trawun (incontri) sulla cura del territorio e altre attività.

Le attività

I/le volontari/e del campo supporteranno l’organizzazione dell’evento annuale più importante per la comunità: la Feira Walung (festa del raccolto), che cade nel periodo di febbraio. Infatti, il lavoro che viene svolto per la sua realizzazione è anche un momento speciale di incontro e discussione su questioni sociali ed economiche.

In particolare, gli obiettivi del campo sono i seguenti: supportare l’organizzazione degli spazi e la costruzione delle strutture destinate ad ospitare la Fiera, nonché svolgere la pulizia del luogo e l’assemblaggio degli stand per i produttori; supportare le attività di trasformazione dei prodotti tipici della zona (marmellate, sottovuoti, etc.); svolgere attività di promozione e sensibilizzazione sulla cultura Mapuche durante lo svolgersi della Feira.

Come parte studio, i/le volontari/e approfondiranno la storia e la cosmovisione della cultura Mapuche, come anche i problemi attuali da cui la comunità è colpita. Inoltre, verrà studiata la storia della Feira Walung, poiché la sua organizzazione è strettamente legata alle attività di difesa del territorio e della sovranità alimentare in Kurarewe.

Alloggio

I/le volontari/e alloggeranno presso le case dei membri della comunità, o in tende messe a disposizione dall’organizzazione presso il sito della fiera.

La lingua del campo è lo spagnolo.

Leggi la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Praticare la permacultura nel settore ortofrutticolo: un campo in Togo

Praticare la permacultura nel settore ortofrutticolo: un campo in Togo

Il campo

Dal 10 al 23 dicembre 2018 un campo di volontariato in Togo, presso la comunità di Kpalimé, per supportare un progetto agricolo basato sulla permacultura.

Tale progetto è infatti parte di un approccio di sviluppo sostenibile, che rispetta la conservazione della biodiversità e la promozione della coltivazione di prodotti biologici. Attraverso la messa in pratica di tali principi, l’obiettivo dell’Ong ASTOVOT è la promozione della cultura sul biologico e l’accessibilità di tali prodotti per la popolazione locale.

L’orto in cui il progetto si sviluppa, difatti, rappresenta un luogo di scambio di esperienze sui valori della produzione biologica e sul consumo sostenibile di prodotti locali.

Le attività

Gli obiettivi del campo sono, in particolare, la preservazione della biodiversità e il miglioramento dell’ambiente circostante, lo sviluppo di differenti generi di colture biologiche, l’incoraggiamento al consumo di tali prodotti da parte della popolazione locale.

Oltre a questo, le attività principali del progetto riguarderanno la cura e il mantenimento dell’orto (togliere le erbacce, preparare il terreno, selezionare le sementi, fabbricare il compost, creare un sistema di irrigazione, potature e così via). Inoltre, ai/alle volontari/e del campo è richiesto di svolgere delle attività pedagogiche per i bambini e le bambine locali nell’orto stesso.

Alloggio

Le condizioni dell’alloggio sono generalmente rudimentali. I/le volontari/e alloggeranno presso una casa fornita di più camere da letto, situata in prossimità del sito del progetto. Se possibile, è richiesto di portare con se materassino, sacco a pelo e repellente per zanzare.

La cucina invece sarà gestita dallo stesso gruppo dei volontari. L’acqua potabile è disponibile. L’accesso ad internet e all’elettricità è molto limitato.

Lingua

Le lingue del campo sono l’inglese e il francese. In particolare, la conoscenza del francese è molto utile per poter comunicare più facilmente con la popolazione locale.

Leggi la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Supportare un festival dedicato all’arte del fuoco: un campo in Estonia

Supportare un festival dedicato all’arte del fuoco: un campo in Estonia

Il campo

Dal 2 al 12 febbraio 2019 un campo di volontariato in Estonia, a supporto della tradizionale competizione degli artisti del fuoco.

La Fire Artist’s Association è stata fondata per promuovere la conoscenza relativa alle arti del fuoco, per poter offrire a tutti la possibilità di imparare a confrontarsi e performarsi con esso. Infatti, l’associazione realizza queste attività in totale sicurezza, garantendo elevati standard di sicurezza per tutti gli artisti, in stretta cooperazione con le unità di soccorso locali.

In particolare, il progetto di punta dell’associazione è la Competizione degli Artisti del Fuoco: alle origini, questa competizione era un piccolo evento locale, mentre oggi è diventato un festival di respiro internazionale. Ogni anno il festival si svolge in Estonia, supportato da volontari locali e internazionali, presso lo storico parco Kadriorg situato nel cuore di Tallinn, splendido esempio di architettura barocca nordeuropea.

Attività

Nel corso della settimana del campo, i/le volontari/e svolgeranno attività pratiche di manutenzione del parco, parallelamente a quelle di preparazione del festival. Ai/alle volontari/e si richiede di essere creativi e di prendere parte attivamente all’allestimento, apportando idee ed energie proprie.

Durante il festival, i/le volontari/e svolgeranno attività di accoglienza al pubblico e aiuteranno nel trasporto dei materiali.

Si ricorda che il campo si svolgerà in un luogo molto freddo e pieno di neve, quindi è importante portare scarpe, giacca e vestiti pesanti!

Alloggio

I/le volontari/e alloggeranno presso lo studio della Fires Artists Association, situato nei pressi del parco. È necessario portare il proprio sacco a pelo. I pasti verranno preparati in gruppo a turno.

Requisiti

Essere aperti e comunicativi, svelti a prendere l’iniziativa e trovare soluzione a problemi disparati. In aggiunta, è importante essere rispettosi degli usi e costumi locali. È richiesta una lettera di motivazioni.

La lingua del campo è l’inglese.

Leggi la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Insegnare le lingue ai bambini per avviarli verso un mondo plurale: un campo in Russia

Insegnare le lingue ai bambini per avviarli verso un mondo plurale: un campo in Russia

Il campo

Dal 2 al 9 gennaio 2019 un campo di volontariato in Russia per insegnare le lingue ai bambini e alle bambine.

Questo campo si svolge ogni anno sulle rive del lago Shap, immerso in una foresta di pini. Insieme alla scuola di lingua, partner locale SCI, il campo viene organizzato insieme all’organizzazione Youth Volunteer Center «Sodrujestvo» dal 2013.

Attività

Durante il campo, i/le volontari/e internazionali affiancheranno quelli/e locali per organizzare attività culturali e educative per i bambini (tra gli 8 e i 15 anni). Verranno ideati ed organizzati workshop interculturali su tematiche differenti (i paesi di provenienza dei volontari internazionali, l’ecologismo, le risorse idriche, l’antirazzismo e i diritti umani, e così via). In particolare, attraverso giochi e sessioni creative si punterà all’insegnamento delle lingue straniere. Inoltre, ai/allele volontari/e è richiesto di organizzare e svolgere varie attività ludiche per i/le partecipanti.

Oltre a questo, nel tempo libero si organizzeranno visite presso le località urbane e naturalistiche più vicine.

Come parte studio, verranno approfondite le tecniche di comunicazione del linguaggio interculturale.

Alloggio

I/le volontari/e alloggeranno nello stesso centro che ospita i bambini. Le camerate sono miste. I pasti saranno forniti dalla mesa.

Requisiti

Per partecipare a questo campo, è richiesto di portare con se il proprio casellario giudiziario. Inoltre, si richiede di avere esperienza di attività con i bambini e di impegnarsi con passione e creatività.

La lingua del campo è l’inglese.

Leggi la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Un campo in Thailandia per insegnare l’inglese ai bambini

Un campo in Thailandia per insegnare l’inglese ai bambini

Il campo

Dal 10 al 23 febbraio 2019 un campo di volontariato in Thailandia, per promuovere l’insegnamento dell’inglese ai bambini e le bambine della scuola Wat Pho Thawad.

Wat Pho Thawad è una piccola scuola situata a Baan Kokpho, un villaggio buddista di circa 450 abitanti situato nella provincia di Phatthalung, nel sud del paese. Il direttore della scuola condivide i valori del network SCI, ed infatti lo scorso anno ha deciso di ospitare un primo campo sperimentale. Poiché è stato un vero successo, si è deciso di invitare nuovamente volontari/e internazionali a tornare.

In particolare, ha funzionato bene l’esperimento di insegnare l’inglese ai bambini e alle bambine del villaggio. I/le volontari/e potranno quindi supportare l’organizzazione di lezioni di inglese e di altre attività ricreative per i 49 bambini della scuola (5-12 anni). Viste le piccole dimensioni della comunità, questi bambini non hanno a disposizione insegnanti di lingue straniere, né sono abituati alla presenza di stranieri. Quindi il campo è un’opportunità di imparare tanto, sia per i bambini che per gli stessi volontari internazionali, i quali si immergeranno in una cultura completamente diversa dalla propria.

Attività

I/le volontari/e organizzeranno lezioni informali di inglese, insieme ad altre attività ludiche e creative; oltre a questo, supporteranno la creazione di materiale per la scuola così come alcuni lavori di manutenzione dell’edificio scolastico.

Come parte studio, i/le volontari/e si impegneranno a diventare parte della comunità del villaggio di Baan Kokpho, aiutando le bambine e i bambini a prendere familiarità con le persone straniere, imparando da un’atmosfera multiculturale.

Alloggio

I/le volontari/e alloggeranno presso l’edificio scolastico o presso il tempio (a seconda del numero di volontari). Sono garantiti materassi e cuscini, ma è necessario portare il proprio sacco a pelo. I pasti saranno preparati e consumati insieme agli abitanti locali.

Lingua

Solo poche persone nel villaggio conoscono l’inglese, quindi si richiede di essere disponibili ad apprendere qualche nozione di base in Thai ed essere in grado di comunicare con il linguaggio del corpo.

Requisiti

I/le volontari/e devono essere pronti a vivere l’esperienza di un contesto locale; è richiesta forte adattabilità ad un contesto con pochi comfort. Si richiede inoltre di essere ben predisposti a lavorare con i bambini.

Leggi la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

In cerca dell’aurora boreale a colpi di scatto: un campo in Islanda

In cerca dell’aurora boreale a colpi di scatto: un campo in Islanda

Il campo

Dal 7 al 16 gennaio 2019 un campo di volontariato in Islanda, alla ricerca dell’aurora boreale a colpi di scatti fotografici.

Questo è il 12esimo anno in cui SEEDS Iceland organizza una serie di campi di volontariato internazionale dedicati alla fotografia. Negli anni, moltissimi partecipanti da tutto il mondo arrivano in Islanda per immergersi nell’apprendimento della tecnica fotografica. Infatti, i coordinatori e le coordinatrici di questi campi hanno il compito di supportare l’apprendimento e lo sviluppo della tecnica dei/delle partecipanti, senza però dimenticare l’aspetto creativo. Attraverso workshop di valutazione condivisa, gli scatti migliori verranno poi selezionati per essere esposti in una mostra realizzata presso uno spazio pubblico della città.

Attività

Ai/alle partecipanti si richiede di essere pronti ad esplorare visivamente lo spazio urbano, raccogliendo scatti che poi verranno, di giorno in giorno, ridiscussi in sessioni collettive serali. In particolare, si richiede di essere ben predisposti ad apprendere e mettere in condivisione idee ed energie; inoltre, è richiesta adattabilità sul programma, poiché a causa delle condizioni climatiche potrebbero verificarsi cambiamenti.

Durante il campo, in particolare, verrà organizzata una gita notturna alla ricerca dell’aurora boreale, nelle campagne vicino Reykjavík.

Come parte studio, verrà approfondita la tecnica relativa alla fotografia notturna. 

Alloggio

I/le volontari/e alloggeranno presso una casa fornita di tutti i servizi a Reykjavík, situata a circa 4 chilometri dal centro cittadino. Le camere sono condivise così come i luoghi comuni. È necessario portare il sacco a pelo. Per la preparazione dei pasti i/le volontari/e si divideranno in turni. Per chi volesse, sono ben accetti prodotti tipici del proprio paese di provenienza.

Requisiti

Ai/alle partecipanti è richiesto di portare la propria macchinetta fotografica, completa di obiettivi e, laddove possibile, anche il personal computer.

La lingua del campo è l’inglese.

Leggi la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Un campo in Svizzera presso un atelier e centro culturale

Un campo in Svizzera presso un atelier e centro culturale

Il campo

Dal 6 al 19 gennaio 2019 un campo di volontariato in Svizzera in un centro culturale, situato presso la municipalità del Lichtensteig, nella regione Toggenburg.

Solo lo scorso anno, l’amministrazione municipale si è trasferita, lasciando vuoto l’edificio precedente. Tale stabile è situato nel cuore della cittadella medioevale, una superficie di oltre 700 metri quadri oggi disponibile allo sviluppo di progetti cittadini.

Infatti, il municipio è diventato un centro culturale, il “Rathaus für Kultur” (RFK). L’associazione che lo ha preso in gestione offre atelier e sale di coworking a prezzi accessibili alla cittadinanza, ha dedicato parte dello spazio ad essere una residenza d’artista e, inoltre, ha avviato una scuola d’arte per bambini, uno spazio per le mostre e un piccolo bar.

È un luogo dove viene promossa la partecipazione culturale dei e delle giovani, dando loro la possibilità (fisica e formativa) di sviluppare i propri progetti creativi.

Attività

I/le volontari/e partecipanti del campo saranno impegnati/e nei lavori di restauro e di rinnovo dello stesso stabile; allo stesso tempo, aiuteranno lo staff locale a rifornirsi delle forniture necessarie a far vivere i progetti culturali.

Come parte studio, si terrà un primo momento di condivisione e confronto delle aspettative dei/delle volontari/e partecipanti, in particolare le idee su attività creative legate al centro culturale stesso. Nella seconda parte, invece, si analizzerà a fondo la missione dello SCI relativa alla promozione della pace e il “Rathaus für Kultur”; vale a dire che si cercherà di riflettere sui progetti di inclusione sociale attraverso l’arte e la cultura e si raccoglieranno idee sui legami da costruire tra il centro culturale, le istituzioni cittadine e la cittadinanza locale.

Alloggio

I/le volontari/e alloggeranno presso un appartamento, fornito di tutti i servizi, e divideranno camere doppie. Materassi, lenzuola e coperte sono garantite. La colazione e la cena verrà preparata autonomamente dai/dalle volontari/e con il budget predisposto, mentre i pranzi saranno consumati presso il centro.

La lingua del campo è l’inglese, quella locale il tedesco.

Leggi la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.