fbpx

Attivarsi sul territorio attraverso un weekend/giornata di Mini-Campo di volontariato

 

Nel “vocabolario del volontariato” per la parola Mini-Campo mi viene in mente: 

  • “Weekend o giornata di attività di volontariato”, 
  • “Periodo breve ma intriso di attività, in piccolo, di un campo di volontariato”,
  • “Conoscere il territorio per capire come attivarsi”,
  • “Fare gruppo e svolgere attività, in maniera divertente e consapevole / sostenibile”,
  • “Fare qualcosa di bello e costruttivo non solo manualmente, ma anche attraverso la parte studio”,
  • “Viaggiare alla scoperta del territorio in cui si vive e non solo”,
  • “Scrigno di esperienza e condivisione, che ti migliora. Quello che gli / le altr* ti trasmettono”. 

Sì, ma alla fine cos’è un Mini-Campo di volontariato? E’ tanti aspetti del volontariato che racchiude varie tematiche e progetti. E’ un modo di conoscere la storia e l’impegno, nel tempo, di un’Associazione / Cooperativa / Rete – Consorzio locali.

Quello che stiamo vivendo in questo 2020 lato sanitario, economico, politico e sociale tocca da vicino il Volontariato in termini di movimento, svolgere attività, stare assieme, condividere diversi momenti e portare avanti delle idee / fare rete.

Quest’anno seguendo il protocollo Covid in sicurezza abbiamo continuato a sviluppare dei progetti con alcune Associazioni locali, in Lombardia, per esempio…vi raccontiamo qualcosa (anche per immagini): 

 

Weekend 22 al 23 Febbraio 2020 con Vivai-Pronatura loc. Rocca Brivio  di San Giuliano Milanese (Milano)

“Non c’è Crescita senza la Conoscenza! Dopo il primo #MiniCampo 2019, ecco qualche scatto delle attività del secondo #MiniCampo a San Giuliano Milanese (primo della Stagione #MiniCampi 2020) con gli amici e amiche dell’Associazione VIVAI-PRONATURA. I segreti della flora autoctona lombarda, proteggendo la biodiversità impariamo dalla natura! Un grazie a Franco e Gloria (volontar* storici) di Vivai-ProNatura per la parte studio.” 

Per saperne di più su VIVAI-PRONATURA…Nata nel 1987 come gruppo spontaneo presso il Parco Nord Milano e nel 1991 a Pozzo d’Adda, è stata costituita come Associazione di volontariato con lo scopo statutario di difesa della biodiversità. “Vivai-Pronatura” nasce, dunque, come Associazione ambientalista, attraverso il recupero, per mezzo di un vivaio, di semi e piante autoctone destinate ai gestori di aree protette anche con Regioni confinanti www.vivaipronatura.it (in vivaio i / le volontar* lavorano con semi raccolti in natura nella Regione Lombardia). L’Idea di Associazione è nata dal modo di fare vivaismo, ovvero evitare l’utilizzo improprio di semi e piante che metterebbe in pericolo la biodiversità. E’ una ONLUS e l’attività che impegna maggiormente è la conduzione del Vivaio ProNatura: stazione sperimentale per la tutela della flora autoctona della Lombardia.

 

 

Weekend 26 al 27 Settembre 2020 con Amici della Val Codera loc. Novate Mezzola (Sondrio)

“Cos’è un mini-campo di volontariato al borgo #Codera con l’Associazione #AmiciDellaValCodera ? Quest’anno…sistemare un eco-contenitore per il compostaggio dei rifiuti organici, dopo la pulizia e manutenzione del verde, pronto all’uso del Rifugio – Osteria Alpina del borgo Codera.

La raccolta delle patate di una varietà locale…prodotto fondamentale di un’economia di montagna dalla terra del borgo Codera.  Durante l’estate l’Associazione Amici della Val Codera ha tenuto un corso di costruzione e manutenzione del “muro a secco”.  Quanto può essere eterna una storia? Grazie a Roberto (uno dei fondatori dell’Associazione locale da 40 Anni) che condivide la memoria storica del borgo Codera e della Valle attraverso #EcoMuseo e #civiltadelcastagno”. 

Per saperne di più su AMICI DELLA VAL CODERA… L’Associazione Amici della Val Codera – odv (organizzazione di volontariato) si prefigge la salvaguardia dell’ambiente naturale ed umano della Val Codera attraverso azioni di rivitalizzazione e di recupero del paesaggio umano della valle, con attività di tipo agricolo (coltivazione di orti e di appezzamenti con varietà tradizionali di vegetali, apicoltura biologica, pollaio, recupero di appezzamenti abbandonati), di tipo ambientale (ricostruzione di muri di sostegno a secco, manutenzione di fabbricati tradizionali, recupero e manutenzione di sentieri e stradine di Codera) e di tipo culturale (gestione e manutenzione del museo di valle, manifestazioni culturali e ricreative nel corso dell’anno).

 

 

Weekend 3 al 4 Ottobre 2020 con Consorzio Passepartout a Casa Chiaravalle (Milano) 

“Weekend in cui non ci ha fermato nemmeno il meteo: la pioggia ha smesso di cadere ed è spuntato il sole e le attività all’aperto sono iniziate.  Anche quest’anno un altro #Minicampo presso #CasaChiaravalle, Milano, dove insieme a #ConsorzioPassepartout abbiamo raccolto ed accatastato legname e bambù, ripulendo il terreno per prepararlo alle prossime attività!

Consorzio Passepartout nasce dall’unione di quattro cooperative sociali del milanese “La Cordata”, “Genera”, “Tuttinsieme” e “Fuoriluoghi”.  Non è mancata la parte studio, parlando di temi e progetti legati a Casa Chiaravalle e nello specifico alle pratiche di accoglienza di famiglie senza dimora.

Grazie Marco (operatore pedagogico del Consorzio) e Casa Chiaravalle per quello che fanno sul territorio e per come lo fanno, che spesso fa la differenza!” 

Per saperne di più su CONSORZIO PASSEPARTOUT – CASA CHIARAVALLE…Casa Chiaravalle è un bene pubblico confiscato 10 anni fa alla criminalità organizzata e gestito dal 2017 da Passepartout, un consorzio di imprese sociali nato per promuovere ed attuare un’accoglienza di qualità per singoli e famiglie di diversa provenienza in stato di bisogno. L’obiettivo del progetto di Casa Chiaravalle è generare o rigenerare convivenza e interazione sociale attraverso la relazione abitativa sui territori e la mescolanza delle culture e delle esperienze. In sintesi Casa Chiaravalle vuole essere un luogo capace, attraverso una visione ampia del concetto di accoglienza, di generare  una “comunità di pratica” che si sente tale perché ognun* come singolo e come gruppo è chiamat* a partecipare al bene comune, con l’idea che trasformare il mondo in cui viviamo è trasformare noi stess*. 

 

Quante attività e storie che si possono vivere in un weekend … vero? Ecco il Mini-Campo è un assaggio di campo di volontariato ed è importante per il lato esperienziale. Si può dare un’idea di Mini-Campo, però ciò che resta insostituibile è “provarlo” !

 

Anche con piccole azioni 

svolte nell’arco di una giornata o weekend

assieme possiamo fare la differenza

 

 


 

Grazie Marzia

 

Per saperne di più su Marzia (autore di questo articolo) e la sua esperienza di attivismo e volontariato con lo SCI dal 2016, clicca QUI