Doposcuola di inglese e matematica per i bambini: un campo in Sud Africa

Doposcuola di inglese e matematica per i bambini: un campo in Sud Africa

Dall’8 al 20 gennaio 2018 un campo in Sud Africa, a Mabopane, nei pressi di Pretoria, per organizzare e gestire un doposcuola dedicato a corsi di inglese e matematica per i bambini e le bambine della comunità locale.

I/le volontari/e del campo, insieme ad alcuni membri della comunità, daranno supporto al percorso di apprendimento dell’inglese e della matematica, materie fondamentali per lo sviluppo dei/delle bambini/e. Nel corso delle lezioni, è loro compito comprendere se il percorso scolastico dei bambini si sta svolgendo in maniera adeguata e, laddove ci fossero carenze, cercare di intervenire offrendo nozioni di educazione sociale, economica, comunitaria, familiare, religiosa.

Grazie a questo progetto i/le volontari/e avranno l’opportunità di conoscere e lavorare con diverse comunità e interagire con i/le bambini/e; avranno inoltre l’opportunità di essere ospitati/e dalle famiglie durante il periodo del campo, immergendosi completamente nella cultura locale.

I/le volontari/e del campo saranno impegnati principalmente nell’attività di insegnamento dell’inglese e della matematica ma avranno la libertà si sviluppare anche attività ludiche (oltre che didattiche) per i/le bambini/e.

Come parte studio, si elaboreranno in gruppo i percorsi didattici del doposcuola e si viaggerà in quattro differenti scuole elementari, nelle quali si svolgerà il doposcuola. Insegnanti ed educatori saranno ad disposizione e supporto del gruppo nell’organizzazione delle attività.

La lingua del campo è l’inglese, quelle locali (per citarne solo alcune) il Sotho, lo Zulu e il Tshwana.

Leggi la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

IVS GB è in cerca di un/a volontario/a per 12 mesi di progetto a Belfast

IVS GB è in cerca di un/a volontario/a per 12 mesi di progetto a Belfast

Hosting organization: IVS Great Britain
Area tematica: bambini, ragazzi e persone anziane
Luogo: Belfast, Irlanda del Nord
Durata: 6-12 mesi
Candidatura: la candidatura dovrà avvenire attraverso la propria sending organization. In seguito si verrà ricontattati per un colloquio conoscitivo.

Lingua:
# del progetto: Inglese

Il Quaker Cottage è un luogo protetto e di cura per famiglie svantaggiate, il cui obiettivo è la promozione della fiducia in se stessi e di percorsi di comprensione e cooperazione tra membri della stessa famiglia; è un luogo dove accrescere e sviluppare le proprie competenze personali, la comprensione e il rispetto reciproco. I/le volontari/e internazionali vivono e lavorano all’interno del Quaker Cottage di Belfast, un centro diurno speciale che fornisce supporto a famiglie con minori opportunità segnalate dai servizi sociali. Spesso queste famiglie hanno subito dei traumi molto forti in passato o hanno difficoltà ad affrontare la quotidianità. La maggior parte degli utenti del centro vive in aree colpite dal conflitto interno al Nord dell’Irlanda.

ATTIVITÀ:

  • supporto al Childrens Program Volunteer, un progetto che riguarda i bambini 0-8 anni nel quale si segue con percorsi individuali ciascun bambino/a. Questi bambini e bambine provengono da contesti in cui hanno subito alti livelli di violenza, e il loro comportamento è spesso negativo. È per questo necessario che il/la volontario/a abbia un’ottima attitudine alla tolleranza e alla comprensione;
  • supporto al Teenage Program Volunteer, che sviluppa ulteriormente il percorso individuale e lo lega a quello di gruppo, con ragazzi e ragazze 13-25 anni;
  • supporto allo staff per l’adempimento di mansioni amministrative;
  • gestione quotidiana del centro, come cucinare e pulire;
  • guidare il minibus per lo spostamento degli utenti.

REQUISITI:

  • avere esperienze pregresse di lavoro con bambini/e e ragazzi/e;
  • essere disposti/e a svolgere turni di cucina e di pulizia;
  • possedere la patente B;
  • avere competenze ed idee da utilizzare per attività ludiche (arte, letteratura, giardinaggio, musica, danza, etc.)

Leggi la scheda di descrizione del progetto.

I/Le volontari/ie interessat@ a partecipare a questo progetto in Irlanda del Nord sono invitati/e a segnalarlo all’indirizzo ltv@sci-italia.it. Lo SCI Italia contatterà il/i partner ospitanti per chiedere la disponibilità e la tempistica. A questo punto il/la volontario/a compilerà l’application form e verrà contattato nel minor tempo possibile per un colloquio via Skype. Se il/la volontario/a viene accettato/a, verserà la quota di iscrizione e la tessera a SCI Italia, e provvederà a finalizzare gli ultimi accordi sulle tempistiche di arrivo e di visto se necessario.

Supportare un festival dedicato ai bambini: un campo in Inghilterra

Supportare un festival dedicato ai bambini: un campo in Inghilterra

Dal 26 marzo al 3 aprile 2018 un campo per supportare lo svolgimento del festival pasquale The Easter Kids’ Village, un ritiro per famiglie della durata di 5 giorni.

Ripartendo dal successo del Kids Village al festival One World Health and Wellbeing, anche in questa occasione si vuole proporre uno spazio sicuro per bambini e bambine di ogni età per giocare, imparare e creare. Gestito da un consorzio di genitori e da un gruppo di facilitatori con molti anni di esperienza alle spalle in materia di educazione, drammaturgia e arte terapia, il festival garantisce uno spazio che da un lato rassicura le famiglie, dall’altro incoraggia bambini e genitori a conoscersi e creare connessioni tra loro. I/le volontari/e supporteranno lo svolgimento dei workshop dei facilitatori e le attività che avranno luogo durante il festival (preparare le stanze, raccogliere la legna, cucinare, gestire la logistica, e molto altro).

I/le volontari/e del campo saranno responsabili per il montaggio e lo smontaggio delle strutture del festival (tende e padiglioni) e, durante lo svolgimento dello stesso, avranno il ruolo di agevolare gli spostamenti tra un’area e l’altra. La maggior parte del tempo sarà impegnata nel lavoro con i bambini e le bambine e nel supporto alla logistica del festival.

La parte studio sarà incentrata sul tema dell’educazione infantile.

La lingua del campo è l’inglese.

Leggi la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Arte e musica per i bambini della strada: un campo in Indonesia

Arte e musica per i bambini della strada: un campo in Indonesia

Dal 1 al 14 febbraio 2018 un campo in Indonesia presso il Mercato Tradizionale di Johar, nella città di Semarang.

Il campo si colloca all’interno del progetto “Rumpin (Rumah Pintar) Bangjo” che, dal 2010, si occupa dell’istruzione e delle attività quotidiane svolte dai bambini e le bambine che vivono nella zona del Mercato Tradizionale di Johar, i/le quali soffrono della carenza di istruzione adeguata e provengono da contesti problematici, in quanto passano la maggior parte del loro tempo in un’area insalubre, fisicamente e psicologicamente. Il progetto Rumpin è stato fino ad ora portato avanti con un programma di educazione non-formale: arte, musica, costruzione personale, e via dicendo.

I/le volontari/e del campo svolgeranno attività ludiche con i/le bambini/e basate sulla costruzione di un evento musicale. Si occuperanno di pianificare l’evento, promuoverlo nella popolazione locale e prepareranno insieme ai bambini la performance finale.

Come parte studio, si apprenderà come insegnare ai bambini e alle bambine nozioni di arte, musica, disegno e come lavorare in gruppo.

La lingua del campo è l’inglese, quella locale l’indonesiano.

Leggi la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Un campo in Thailandia presso la comunità di Lang Ai Mee

Un campo in Thailandia presso la comunità di Lang Ai Mee

Dal 1 al 14 febbraio 2018 un campo presso la comunità di Lang Ai Mee, situata nella provincia montuosa di Nakorn Sri Tammarat, nel sud della Thailandia.

La comunità di Lang Ai Mee è in cerca di volontari e volontarie che possano supportare le loro attività quotidiane di tutela e conservazione della relazione armoniosa tra la comunità, l’ambiente e il resto del mondo. La collocazione geografica della comunità è nel cuore della foresta, situata sullo spartiacque del fiume Cha Uat, e per questo motivo agli/alle abitanti della comunità spetta il compito di preservare la pulizia dell’ambiente circostante, così che scorra acqua pulita fino a valle. Hanno combattuto contro la decisione del governo di dichiarare l’area Parco Naturale (decisione che avrebbe avuto come conseguenza la scomparsa della comunità) con fermezza e determinazione. Ad oggi, dimostrano attivamente di essere in grado di prendersi cura dell’ambiente, anche attraverso momenti di apprendimento dedicati ai bambini e promuovendo l’accoglienza e lo scambio di volontari/e internazionali.

I/le partecipanti del campo saranno impegnati/e in attività ludiche ed educative con i bambini; si prenderanno cura della foresta e del fiume, attraverso interventi di conservazione dell’ambiente; aiuteranno la popolazione locale nella costruzione di scuole e parteciperanno alle attività quotidiane della comunità.

Come parte studio, verranno svolte sessioni di lingua e scambio con la comunità ospitante.

La lingua del campo è l’inglese, quella locale il Thai.

Leggi la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Dall’Italia ad Ambon: un messaggio d’amore per gli oceani

Dall’Italia ad Ambon: un messaggio d’amore per gli oceani

La lettera è stata scritta da Angelica Radicchi (partita come volontaria presso il campo “Seeds of Peace”, svoltosi lo scorso luglio in Indonesia, presso la città di Ambon) e pubblicata su un quotidiano locale come appello alla popolazione ad accrescere una sensibilità ecologista relativa all’inquinamento della plastica nell’oceano.
Angelica, un giorno portata in visita da un amico indonesiano in una “delle spiagge più belle di Ambon”, rimane fortemente colpita dal fatto che sia completamente ricoperta di plastica e rifiuti. Insieme, si rimboccano le maniche e iniziano a ripulire quello che possono con le forze che hanno. Postando alcune foto su Facebook per denunciare lo stato della spiaggia, vengono notate da due giornalisti di un quotidiano locale, che le chiedono quindi un’intervista.
L’articolo è stato scritto in inglese e tradotto in indonesiano. Lo pubblichiamo oggi nella versione italiana.

Sono arrivata ad Ambon il 15 luglio per lavorare come volontaria per il progetto “Seeds of Peace”, il quale aveva come obiettivo raccogliere insieme bambini e bambine musulmani e cristiani nell’attività di semina delle piante, volta ad insegnare loro l’importanza della condivisione e del mantenimento della pace. Ho passato momenti bellissimi con tutti gli amboniani e con quei bambini e bambine davvero brillanti che mi hanno fatto sentire a casa, anche se da casa ero lontana migliaia di chilometri. Inoltre, grazie al lavoro svolto dal coordinatore del progetto, sono riuscita a visitare molti posti belli; ma, sfortunatamente, durante il mio soggiorno mi sono ritrovata anche a confrontarmi con delle questioni molto spinose. Una tra queste è l’inquinamento causato dalla quantità di plastica presente nell’oceano. Questo gigantesco problema è il motivo per cui ora sono di fronte al mio portatile e scrivo quest’appello rivolto a tutta la popolazione di Ambon. Proprio perché sono tanto grata per tutto l’amore che ho ricevuto dalla vostra comunità, dove ho vissuto e ho incontrato persone splendide, vorrei fare un gesto in ritorno raccontandovi la mia esperienza e ciò che penso che possiate fare per la vostra terra bellissima.

Un giorno ho visitato uno dei posti più belli di Ambon: la spiaggia Natsepa. Era completamente coperta di bottiglie di plastica, buste di plastica, scarpe, e molto altro. Ho deciso di raccoglierne un po’ e di postare le foto su Facebook con la speranza di diffondere la consapevolezza sulle conseguenze del gettare l’immondizia nell’oceano. A causa di questo comportamento irresponsabile, molti pesci e molti uccelli mangiano accidentalmente la plastica: molti poi muoiono, o finiscono sulla nostra tavola. I pesci spesso scambiano le buste di plastica per delle meduse e per questo le mangiano. Una bottiglia di plastica impiega circa 200 anni a decomporsi: ciò significa che che le bottiglie che usiamo quando siamo vivi staranno ancora galleggiando nell’oceano quando saremo morti ormai da tempo.

A partire da quel momento, il coordinatore del campo ed io abbiamo deciso di dedicare parte dei nostri incontri con i bambini nelle scuole per spiegare l’impatto ecologico che ha la plastica nell’oceano. Abbiamo mostrato alcuni video realizzati da un biologo che apre la pancia piena di pezzetti di plastica di un uccello morto. Abbiamo poi spiegato come ridurre il consumo di plastica, ad esempio utilizzando una borraccia (che può essere di volta in volta riempita con acqua potabile) al posto delle bottigliette di plastica, o utilizzare buste di tela per fare la spesa invece che quelle di plastica del supermercato.

Mantenere l’ambiente pulito è importante per molte ragioni: la nostra salute, il rispetto per l’ecosistema marino, la bellezza delle spiagge e infine, ultimo ma non meno importante, un investimento importante per attrarre più turismo. Se volete che gli stranieri si innamorino dei vostri paesaggi favolosi, dovete innanzitutto amare la vostra terra e mantenerla bellissima e pulita. Potete lasciarvi ispirare da alcune organizzazioni indonesiane il cui obiettivo è proprio la protezione dell’ambiente. Nella mia opinione, tutte le scuole dovrebbero promuovere attività di volontariato per gli studenti, e non soltanto riguardo all’ambiente. Il volontariato insegna come essere solidali, come amare gli altri, e come essere buoni cittadini. Proprio per incoraggiare i bambini e i giovani ad essere bravi in questa missione, le scuole dovrebbero scegliere di premiare il loro impegno in una valutazione positiva al termine dell’anno scolastico. Ma sono certa che riuscirete a trovare molte altre vie per promuovere tali attività.

Quando mi è arrivata la proposta di scrivere una lettera a proposito della plastica per un giornale locale, ho pensato che avevo finalmente la possibilità di esprimere le mie idee a molti e molte di voi. Ho avuto la sensazione stupenda che avrei potuto contribuire a un cambiamento, anche se piccolo. Se questo è ciò che può fare una singola persona, che cosa sareste in grado di creare tutti e tutte insieme?

Insegnare l’inglese ai bambini e le bambine di Baan Kokpho, Thailandia

Insegnare l’inglese ai bambini e le bambine di Baan Kokpho, Thailandia

Dal 7 al 20 gennaio 2018 un campo in Thailandia per insegnare l’inglese presso la scuola del villaggio buddista Baan Kokpho, dove risiedono circa 450 abitanti.

Il direttore della scuola, vicino alla branca SCI locale per progetti portati avanti insieme e condivisione di valori quali l’interculturalità, la promozione della pace e dell’inclusione sociale, ha messo la stessa scuola a disposizione come partner per la realizzazione di campi di volontariato internazionale. I/le volontari/e sono i/le benvenuti/e per il supporto all’organizzazione di corsi di inglese ed altre attività ludiche per i 49 bambini e bambine dell’asilo e della scuola elementare (aventi tra i 5 e i 12 anni). La conoscenza dell’inglese di questi/e bambini/e è molto bassa e non sono abituati alla convivenza con stranieri; proprio per questo il campo sarà un’occasione di crescita e di confronto molto importante nel loro sviluppo.

I/le volontari/e del campo saranno impegnati/e ad impartire lezioni di inglese non formali e a svolgere sessioni di gioco con gli studenti della scuola; creeranno materiale didattico per gli/le insegnanti e i/le bambini/e; aiuteranno nella sistemazione degli spazi della scuola; svolgeranno attività con la comunità tutta del villaggio, come la pulizia del tempio e attività sportive.

Come parte studio, i/le volontari/e impareranno le tecniche di insegnamento dell’inglese e si immergeranno nella cultura tradizionale della comunità del villaggio di Baan Kokpho, imparando anche le basi della lingua Thai.

La lingua del campo è l’inglese, quella locale il Thai.

Leggi la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Giocare, imparare e crescere: un campo in Tanzania

Giocare, imparare e crescere: un campo in Tanzania

Dal 30 novembre al 16 dicembre 2017 un campo in Tanzania per supportare il progetto di apprendimento e crescita dei bambini di una comunità rurale a Zanzibar.

Sono ormai cinque anni che il progetto viene portato avanti in cooperazione col Dipartimento della Gioventù e gruppi appartenenti alla comunità locale, avente come finalità lo sviluppo dei bambini e delle bambine. In collaborazione con il Bambi Nursery School questo progetto si propone di offrire un’opportunità per i bambini provenienti da qualsiasi contesto socio-economico, etnia o religione, per permettere loro di sviluppare capacità e competenze utili per il loro percorso scolastico e crescita personale.

I/le volontari/e partecipanti svolgeranno attività rivolte a bambini della fascia di età compresa tra i 4 e gli 8 anni. Le attività saranno diverse tra loro, seguono alcuni esempi: rinnovo e pittura dell’edificio scolastico e delle aule; attività di gioco sia interne che all’aria aperta con la funzione di stimolare l’apprendimento e la coesione del gruppo (compito dei/delle volontari/e è di portare giochi nuovi dai propri paesi di provenienza); attività fisiche e sportive come giochi olimpionici, giardinaggio, composting etc; attività nella natura, come l’osservazione degli uccelli e degli animali in genere; attività di apprendimento scolastico, svolte affiancando gli/le insegnati nelle lezioni di materie quali la matematica e le lingue.

Come parte studio i/le volontari/e avranno la possibilità di fare l’esperienza della vita comunitaria condivisa con i/le bambini/e, approfondendo questioni inerenti all’educazione attraverso discussioni e visite a luoghi di interesse collettivo che vedranno coinvolte i/le partecipanti del progetto e membri della comunità ospitante.

La lingua del campo è l’inglese, quella locale il Kiswahili.

Leggi la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Un campo natalizio presso l’orfanotrofio di Bahtera Kasih

Un campo natalizio presso l’orfanotrofio di Bahtera Kasih

Dal 22 al 26 dicembre 2017 un campo in Indonesia, presso l’orfanotrofio di Bahtera Kasih.

Bahtera Kasih è un orfanotrofio protestante situato nella città di Semarang, la cui principale attività riguarda l’educazione religiosa dei bambini e delle bambine ospiti. In questo luogo risiedono 47 bambini/e, molti dei quali minori di 7 anni. L’orfanotrofio si trova nel piccolo villaggio Mijen, nella periferia di Semarang, ed è circondato dalla foresta. L’obiettivo del prossimo anno è l’apertura di un asilo nido chiamato Benih Bagi Bangsa.

I/le volontari/e del campo supporteranno l’organizzazione della festa natalizia nell’orfanotrofio, dedicata ai/alle bambini/e ospiti ma anche alla comunità locale. L’obiettivo sarà quindi organizzare una festa dedicata a grandi e piccini improntata sull’importanza dello scambio interculturale, la valorizzazione e il rispetto delle differenze.

La lingua del campo è l’inglese, quella locale l’indonesiano.

Leggi la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Insegnare ai bambini l’interculturalità: campo in Russia

Insegnare ai bambini l’interculturalità: campo in Russia

Dal 3 al 10 gennaio 2017 un campo invernale in Russia, in un centro ricreativo per bambini poco lontano da Cheboksary (la capitale della Repubblica di Chuvash).

I/le volontari/e internazionali lavoreranno insieme a quelli/e russi/e, supportando il lavoro di organizzazione di attività culturali ed educative per i/le bambini/e del centro (tra gli 8 e i 16 anni). Tra le attività, i/le partecipanti del campo organizzeranno: workshop di educazione all’interculturalità (basati sui paesi di origine dei volontari internazionali); insegnamento di lingue straniere; organizzazione di attività sportive, ludiche e teatrali.

Come parte studio, i/le volontari/e partecipanti acquisiranno capacità di organizzazione di attività educative e (inter)culturali per bambini e ragazzi, così come la capacità di impartire lezioni di lingua di base. Di ritorno, acquisiranno una conoscenza base della lingua e della cultura russa, in particolare della comunità etnica della Chuvashia, situata ad est di Mosca.

La lingua del campo è l’inglese.

Leggi la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

bool(false)