fbpx

Testimonianze sul workcamp “Stile di vita sostenibile a Bracciano”

Il campo di agricoltura e stili di vita sostenibile alla Collina dei Venti, ha concluso un anno particolarmente complesso, rispetto al passato, per il volontariato internazionale. Si è svolto dal 4 al 14 ottobre 2020 a Vigno di Valle.

La Collina dei Venti è un progetto che tratta di agricoltura sostenibile presso la Fattoria Fortebraccio, e ha come progetto futuro l’apertura di un centro di accoglienza per le donne vittime di violenza.

Quest’anno il campo è stato organizzato per generare il massimo di autoproduzione presso la Fattoria Fortebraccio, tenuta da Vinc e Stella, storici attivisti e volontari dello SCI Italia. Insieme ai volontari tedeschi, italiani e il coordinatore francese, hanno partecipato al buon proseguimento di attività manuali e di incontro con la comunità locale. Ecco le differenti attività svolte.

Workshop insieme al panificatore Luca, che ci ha raccontato la storia dei semi antichi in confronto a quelli moderni, insegnandoci a fare l’impasto per il pane e la cottura del pane e dei biscotti:

           

Raccolta d’uva dal viticoltore per il succo d’uva, pressato e pastorizzato a 70 °C :

 

 

Visita di un agricoltore lattiero vicino a Bracciano, workshop sul processo di fermentazione della ricotta, primo sale, pecorino:

 

Il sabato è stato il giorno dell’evento annuale presso La Collina dei Venti, ha visto coinvolti sia i volontari e la comunità locale, clienti, amici, famiglie. Abbiamo condiviso la pizza in un ambiente leggero e amichevole:

 


 

Testimonianza di Valentin, coordinatore SCI del campo:

Per me è stata una sfida molto importante coordinare questo campo: inizialmente mi sentivo un po’ stressato dalle responsabilità, poi in realtà le cose si sono svolte in modo fluido e sereno.

Vinc e Stella mi hanno subito fatto sentire a mio agio, e ho potuto gestire il gruppo. Sfortunatamente a causa delle restrizioni abbiamo avuto soltanto cinque volontari/volontarie, ma forse è stato ancora più vivo e simpatico. Il confronto tra culture, età e stile di vita diversi ci ha permesso di capire alcune delle nostre prese di posizione. Tra cene sempre animate con amici, musica, giochi e buon cibo e la parte più lavorativa nell’orto, si è creato un bell’equilibrio e tutti i partecipanti sono stati veramente felici di ritrovarsi in quel posto meraviglioso.

Raccomando questo campo a chiunque voglia investire in un progetto vivo, e ringrazio ancora lo SCI insieme alla Fattoria Fortebraccio per questo momento che non dimenticherò mai.

 

Grazie a Valentin, Stella e Vinc