No Border Fest: un campo di volontariato in Italia sul tema delle migrazioni e delle frontiere

No Border Fest: un campo di volontariato in Italia sul tema delle migrazioni e delle frontiere

Il campo:

Dal 16 al 25 giugno SCI Italia organizza a Roma, presso La Città dell’Utopia, un campo di volontariato a supporto del “NO BORDER FEST”, una tre giorni di discussioni, musica ed eventi culturali dedicati al tema delle migrazioni, della libertà di movimento e lotta contro le diverse forme di razzismo.

Ci sono diversi eventi, iniziative, corsi e workshop organizzato attorno a tre tematiche principali: interculturalità, stili di vita sostenibili e cittadinanza attiva.

Tipologia di lavoro:

Il Festival si concentra sui temi più importanti emersi negli ultimi mesi riguardo il contesto delle migrazioni internazionali, con particolare attenzione alla situazione di Roma e dell’Italia.

Gli argomenti principali di questa edizione sono: la questione dei confini; migrazioni nel contesto globale; connessioni tra diritti dei cittadini e inclusione / esclusione sociale.

Un’attenzione particolare sarà inoltre dedicata ai seguenti argomenti: diritti dell’istruzione e educazione interculturale, razzismo democratico e fascismo istituzionale.

Attività:

I/Le volontari/e si impegneranno in supporto alla costruzione e alla preparazione delle scenografie e degli spazi, sia interni che esterni al casale.

I/Le volontari/e saranno anche coinvolti nelle attività di promozione del Festival ed avranno un ruolo attivo durante i giorni dell’evento. Inoltre, i volontari contribuiranno con alcune attività manuali al progetto “La Città dell’Utopia”, partecipando anche alla pulizia finale del casale.

Parte studio:

Ci sarà anche una parte studio, su questioni legate ai temi della migrazione e dei diritti e durante lo svolgimento del campo i volontari incontreranno anche l’organizzazione locale Laboratorio 53, partner del Festival, che da diversi anni collabora attivamente con i richiedenti asilo e rifugiati a Roma.

Alloggio:

I volontari saranno ospitati nell’ostello sociale di Casale Garibaldi nella sede “La Città dell’Utopia”. Ci saranno stanze miste, per un massimo di 7 volontari per camera. Lenzuola e coperte saranno fornite dallo staff , il bagno sarà condiviso da tutti i volontari, mentre per quanto riguarda invece la gestione degli spazi, verrà messa a disposizione una cucina dove i/le volontari/e cucineranno e mangeranno tutti insieme. 

Requisiti:

I/Le volontari/e dovranno dimostrare interesse nei temi della migrazione e della giustizia sociale, saper gestire  lavori di gruppo, ed essere attivi nell’organizzazione di eventi, esprimendo abilità manuali e artistiche.

Le lingue parlate durante il campo di lavoro saranno: inglese, italiano, spagnolo, ma sarà anche possibile parlare il catalano, bulgaro, greco e ucraino.

Leggi la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

 

 

Coordinare un campo di volontariato promuovendo lo Yoga come stile di vita: un progetto a Roma

Coordinare un campo di volontariato promuovendo lo Yoga come stile di vita: un progetto a Roma

Il campo

La Città dell’Utopia è un progetto di attivisti sviluppato da SCI-Italia a Roma, nel quartiere di San Paolo che si pone come obiettivo primario quello di promuovere una cittadinanza attiva e lo sviluppo sostenibile.

In particolare le attività si svolgono attraverso corsi, laboratori ed eventi che mirano al giudizio critico all’inclusione sociale.

Il progetto Edu-Yoga  nasce dall’idea che, attraverso la meditazione, sia possibile creare una maggior sintonia nel rapporto con gli altri e con l’ambiente circostante.

 

Le attività

I/Le volontarie saranno impegnati in attività pratiche e teoriche di yoga riguardanti la meditazione e la concentrazione, la respirazione e le corrette posizioni di rilassamento, in un ottica di stile di vita comunitaria ed allo stesso tempo ecosostenibile.

I/le volontari/e dovranno inoltre avere cura degli spazi messi a disposizione, partecipando alla gestione e alla manutenzione ordinaria del Casale che li ospiterà.

Ti piacerebbe coordinare un campo come questo?

Il campo si svolgerà a Roma dall’8 al 15 settembre, presso il Casale Garibaldi, Via Valeriano 3F, qui la scheda completa del campo.
Compila il form online per candidarti; se vuoi ricevere informazioni, contattaci all’indirizzo workcamps@sci-italia.it o chiama la Segreteria Nazionale al numero 06 5580644.

Per ulteriori informazioni sulla formazione per coordinatori, clicca qui.

 

XI Festival Internazionale della Zuppa di Roma – 15 Aprile 2018

XI Festival Internazionale della Zuppa di Roma – 15 Aprile 2018

Domenica 15 aprile 2018, presso il Casale Garibaldi sede de La Città dell’Utopia (Via Valeriano 3F, San Paolo, Roma,) si terrà lundicesima edizione del Festival Internazionale della Zuppa di Roma, un evento rivolto agli abitanti di tutta Roma e non solo.

Il Festival Internazionale della Zuppa ha origine nel lontano 2001 nella città di Lille. Da allora ha ottenuto una grande diffusione in tutta Europa: è arrivato a Berlino, Cracovia, Barcellona, Madrid, Francoforte, Bologna e, grazie al Servizio Civile Internazionale, dal 2008 anche a Roma, presso La Città dell’Utopia, nel cuore del quartiere San Paolo.

La zuppa è un piatto presente in tutte le tradizioni culinarie del mondo, come un filo conduttore che lega tra loro culture differenti senza però renderle uguali, anzi sottolineando la propria unicità. La zuppa è un piatto semplice e popolare, può essere preparata con gli ingredienti più umili e basilari e risultare comunque unica e gustosissima: come una comunità in cui ciascuno apporta il suo contributo per il raggiungimento di un risultato comune, senza che nessuno prevarichi sull’altro/a.

Quest’anno abbiamo deciso di dedicare il Festival a tutto ciò che riguarda il cibo in relazione alle lotte per la terra. Crediamo che parlare di zuppa voglia dire parlare di cibo e parlare di cibo vuol dire inevitabilmente difendere pratiche che uniscano tutela dei prodotti della terra, dell’ambiente e dei territori. In un contesto in cui è sempre più diffusa la violenza di chi fa profitto sull’ambiente, inquinando, usando pesticidi, inaridendo o sfruttando i terreni e chi vi lavora, è sempre più necessario attuare pratiche di resistenza basate sulla agroecologia, sull’armonia uomo-natura, sulla condivisione di culture, saperi e semi.

La terra non è un supermercato e il cibo non è una merce, proprio per questa ragione vogliamo lasciare spazio durante il Festival a chi riesce a praticare attivamente forme altre di relazione tra cibo e terra, da Mondeggi Bene Comune al connettivo terra/TERRA di cui siamo parte attiva.

Anche quest’anno i temi del riuso e del riciclo saranno fondamentali, messi in pratica attraverso l’utilizzo di bibite alla spina e acqua gratis per ridurre gli imballaggi e una raccolta differenziata ben impostata.

Il Festival Internazionale della Zuppa di Roma è un evento a cui possono partecipare tutti: associazioni, collettivi, famiglie e singoli cittadini. Vi aspettiamo sia come assaggiatori che come cuoche e cuochi!

I cuochi partecipanti si contenderanno quattro ambiti premi: il mestolo d’oro, il mestolo d’argento, il cucchiaio di legno e il premio del riciclo assegnato dalla giuria bambini. Le zuppe in gara potranno inoltre formare dei “Network Zuppeschi”, ovvero dei gruppi di zuppe che si coalizzeranno per vincere il premio “N”.

A questo link il modulo di pre-iscrizione della vostra zuppa.

Ad arricchire la giornata ci saranno concerti, artisti di strada, laboratori per tutte le età, spettacoli di teatro e giochi per grandi e piccini.

La terra si rivolta con la zappa, il mondo con la zuppa!


Questo il programma completo della giornata:

dalle 10.00 – “”Non è un barattolo!” Ciclo e riciclo di alluminio per la creazione di strumenti musicali, laboratorio di gioco e divertimento per bimbe/i (a cura dell’Associazione Eduraduno) – 10.15: apertura del laboratorio

Ore 11.30 –  “Non è un barattolo…in concerto!” con il Frente Murguero Romano

Ore 12.00 – Apertura iscrizione delle zuppe in gara presso lo Zuppen Desk

Ore 12.30 – Assaggi di Sbandata! La Titubanda presenta il festival internazionale delle bande di strada attiviste giunto alla quinta edizione e in programma a Roma dal 28 giugno al 1 luglio.

Ore 13.30 – Pranzo a cura della Biosteria dell’Utopia

Ore 15.00Evì Evàn Rebetiko in concerto

Ore 15.30 – Chiusura Zuppen Desk

Ore 15.45VazzaNikki in concerto

Ore 16.00 – Assaggi Zuppeschi: Gara delle Zuppe con ricchi premi e cotillón

Ore 17.00 – “El Trio Churro”, spettacolo a cura di Chien Barbu Mal Rasè

Ore 17.45 – Premiazioni

Ore 18.00 – Festa di chiusura con “Zuppa Libera DJ set” (dub, reggae, rock’n’roll)

Contatti

fb: Festival Internazionale della Zuppa di Roma

fb: La Città dell’Utopia

e-mail: festival.zuppa@sci-italia.it

tel: 3465019887