fbpx

“ITALIA-KURDISTAN: Andate e ritorni”: iniziativa presso il Centro Studi Sereno Regis

“ITALIA-KURDISTAN: Andate e ritorni”: iniziativa presso il Centro Studi Sereno Regis

“ITALIA-KURDISTAN: Andate e ritorni”, venerdì 1 dicembre | ore 18.00 Storie di persone che, dal Kurdistan, sono venute in Italia e dall’Italia sono andate in Kurdistan; storie umane di attivismo, di sopravvivenza e di desiderio di scambio e di conoscenza. Ci avviciniamo alla conoscenza di un contesto complesso attraverso le vive voci di persone che sono state dall’una e dall’altra parte scoprendo l’internazionalismo che vogliamo praticare tutti i giorni, dal basso… Ore 18.00: Daniele Pepino introduce la serata: “Italia-Kurdistan: una

Leggi di più

Campo di volontariato a Diyarbakir: in cucina per i bambini della guerra

Campo di volontariato a Diyarbakir: in cucina per i bambini della guerra

Dal 14 al 23 marzo, un campo di volontariato a Diyarbakir, nella Regione Curda della Turchia, con l’obiettivo di raccogliere insieme fondi per i bambini dell’area, cucinando insieme piatti internazionali da vendere poi a Sur, il centro antico della città. Il denaro raccolto verrà utilizzato per acquistare materiali per i centri dell’infanzia di Sur e alimenti per i bambini yazidi dei campi profughi di Diyarbakir. Dopo il duro attacco dell’ISIS ai curdi yazidi del Sinjar, nel Kurdistan iracheno, migliaia di

Leggi di più

Kurdistan, bambini del Sur e bambini del Sole: il racconto di Francesca

Kurdistan, bambini del Sur e bambini del Sole: il racconto di Francesca

Il racconto della volontaria Francesca Fulgoni, che nell’ottobre 2016 ha partecipato a un campo di volontariato SCI nel distretto di Sur e nel campo profughi di Fidanlik, Diyarbakir. Il progetto prevedeva giochi di strada e laboratori con i bambini. Bambini del “Sur” e bambini del “Sole” Sono partita per il campo di volontariato a Diyarbakir, senza quasi conoscerne la posizione. Sì Turchia, ma dove? Sì Kurdistan, ma dove? Diyarbakir, “Amed” in curdo, città centrale della Regione Curda, si trova a

Leggi di più

“I curdi non hanno amici, ma montagne”: sguardo sul Kurdistan di Umut Suvari

“I curdi non hanno amici, ma montagne”: sguardo sul Kurdistan di Umut Suvari

Articolo di Umut Suvari, di Youth and Change Association, partner di SCI-Italia in Kurdistan. Read the English version. Nel 2014, quando il mondo aveva appena iniziato a conoscere e ad essere colpito dalle “feroci storie” dell’ISIS, la gente curda è stata colpita dritta al cuore dal tentativo di massacro/genocidio degli Yazidi provenienti da Sinjar, in Iraq, e da Kobanê, Rojava, Kurdistan. I curdi di Kobanê hanno avuto la possibilità di autodifendersi ma, sfortunatamente, gli Yazidi non hanno avuto né la

Leggi di più

“Kurds have no friends. But mountains”: an article by Umut Suvari

“Kurds have no friends. But mountains”: an article by Umut Suvari

In 2014 when the World just started to hearing and suffering from ‘savagery stories’ of ISIS, Kurdish people felt it right in their hearts because of the massacre/genocide attempt of Yazidis from Sinjar, Iraq and Kobanê, Rojava Kurdistan. Kurdish people from Kobanê had a chance of self-defence but unfortunately Yazidis neither have that chance for self-defence nor they were protected by the Kurdistan Region of Iraq security forces. Yazidis were left alone. Thousands were killed, thousands more girls and women

Leggi di più

Il Kurdistan resiste: riflessioni di un’attivista curda

Il Kurdistan resiste: riflessioni di un’attivista curda

Articolo di Ozlem Tanrikulu, UIKI-Onlus, Ufficio d’Informazione del Kurdistan in Italia. Bakur (“Nord”) è il nome dato dai curdi all’insieme del territorio delle province turche dell’Anatolia sudorientale. Tale area nella seconda metà dello scorso anno è stata flagellata da operazioni militari. Tuttavia l’attività militare si è caratterizzata per una serie di prolungati coprifuoco che, talora per settimane, hanno impedito una vita regolare alla popolazione di origine curda di Cizre, Silvan, Diyarbakir-Sur, Sirnak, Yuksekova, Nusaybin e altre città. Molti civili si

Leggi di più

Vita a Diyarbakir: Refugee Solidarity training

Vita a Diyarbakir: Refugee Solidarity training

L’articolo è stato scritto dalle volontarie e dai volontari che nell’ottobre 2016 hanno partecipato al training internazionale “Refugee Solidarity”, a Diyarbakir, nella Regione Curda della Turchia. Ci svegliamo ogni giorno nella Guest House. Roj bash! I compagni curdi hanno preparato la colazione e ci mettiamo a tavola mentre chiacchieriamo, tra le risate, sulle nostre differenze linguistiche. Heval, compagno in curdo. A Diyarbakir sono sempre pronti a offrirti e a condividere il tè. La loro è l’ospitalità di un popolo che condivide la

Leggi di più

Kurdistan, campo di volontariato con i bambini di Sur [20-30 ottobre]

Kurdistan, campo di volontariato con i bambini di Sur [20-30 ottobre]

SCI-Italia torna in Kurdistan con un nuovo campo di volontariato, dal 20 al 30 ottobre 2016. Il campo si svolgerà nella Regione Kurda in Turchia, un’area profondamente segnata da anni di conflitti. I volontari e le volontarie lavoreranno nel distretto di Sur di Diyarbakir con i bambini e le bambine dell’area. Con loro, si faranno giochi di strada e laboratori. Una giornata sarà dedicata a pitturare e risistemare le pareti del centro per bambini. E’ inoltre prevista una parte studio incentrata sulla

Leggi di più

SCI-Italia a Radio Città Fujiko

SCI-Italia a Radio Città Fujiko

Sabato 23 gennaio su Radio Città Fujiko, alla puntata dedicata al Kurdistan, si è parlato delle attività di SCI-Italia e dei numerosi campi di volontariato che ogni anno portiamo avanti. Tra questi, il campo che si è concluso il mese scorso nel Kurdistan turco, a Diyarbakir, con i rifugiati Yazidi, fuggiti dal monte Sinjar a seguito dell’attacco dell’ISIL. Sono intervenuti gli attivisti di SCI-Italia Marco e Francesco, Alberto (attivista e volontario che ha preso parte al campo in Kurdistan) e Martina

Leggi di più

Campo profughi in Kurdistan, il racconto di Alberto

Campo profughi in Kurdistan, il racconto di Alberto

Dal 16 al 26 dicembre si è tenuto, nel campo profughi di Diyarbakir, nel Kurdistan turco, un campo di volontariato organizzato da SCI-Italia in collaborazione con “Genclik ve degisim, Youth and Change Association”. All’interno dell’area, gestita dalle municipalità curde, vivono circa 4mila rifugiati, 1.500 dei quali sono bambini, per la maggior parte Yazidi, fuggiti dal monte Sinjar a seguito dell’attacco dell’ISIL. Alberto, uno dei volontari, racconta la sua esperienza.   È sera, dopo 5 ore di volo atterro a Diyarbakir.

Leggi di più