Tutela ambientale: un minicampo di volontariato in Val Codera dall’ 11 al 13 Maggio

Tutela ambientale: un minicampo di volontariato in Val Codera dall’ 11 al 13 Maggio

L’associazione e il contesto

L’Associazione Amici della Val Codera ONLUS, con sede a Codera, è impegnata da 35 anni nella tutela ambientale e nella promozione ecosostenibile della Val Codera.
La valle si trova nelle Alpi Retiche (provincia di Sondrio), è scavata nel granito ed è ancora selvaggia ed intatta.
L’obiettivo principale delle attività dell’associazione è la tutela e la valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale della valle (tipico esempio di civiltà alpina) a beneficio dei residenti e di un turismo di tipo culturale ed ambientale che sappia apprezzare le peculiari attrattive del luogo. Le attività si svolgono soprattutto nei dintorni del borgo di Codera, situato a 800 metri e raggiungibile solo a piedi con 2 ore circa di cammino dal fondovalle.

Per maggiori informazioni: www.valcodera.com

Attività previste

Le attività previste nel minicampo riguarderanno soprattutto il recupero e la pulizia di prati da sfalcio abbandonati, la cura di terreni coltivati a patate, fagioli e granoturco, la pulizia e il recupero della viabilità pedonale antica.
A Codera è presente un piccolo Ecomuseo della Valle in cui sono ricostruiti ambienti interni tipici delle case di montagna alpine e sono presenti inoltre reperti etnologici, geologici e
storici che ricostruiscono la storia della valle e dei suoi abitanti.
I/le volontari/e SCI, accompagnati/e da volontari/e dell’Associazione Locale, potranno così prendere consapevolezza della storia e dell’ecosistema di questa valle, rimasta ancora totalmente intatta e lontana dal turismo di massa.

Informazioni logistiche

Vitto e alloggio: I/Le volontari/e saranno ospitati presso il Rifugio Osteria Alpina, situato a Codera. Sarà necessario portare un sacco a pelo.
I pasti saranno consumati presso il Rifugio e i/le volontari/e daranno una mano nella preparazione degli stessi.
Portare vestiti comodi, scarpe da trekking e guanti da lavoro.

Come raggiungere il minicampo

Il ritrovo è previsto a fondovalle per le ore 17,15 / 17,30 (massimo) a Novate Mezzola (SO) all’inizio del sentiero per Codera.
Come arrivare al sentiero?
Novate Mezzola si trova sulla SS36 che da Milano arriva al Passo dello Spluga; il viaggio in macchina da Milano dura circa 1 ora e 30 minuti. 
Una volta arrivati in paese si seguono le indicazioni per Val Codera: una strada asfaltata in salita porta in circa 15 minuti al parcheggio da cui parte il sentiero vero e proprio per Codera.
Si può arrivare anche in treno con la linea Milano- Lecco- Chiavenna.

Saliremo insieme al borgo di Codera camminando per circa 2 ore nei boschi.
Il dislivello è dl circa 600 metri; il sentiero è facile, ma occorre comunque avere scarponi (o scarpe comode da montagna), acqua e una giacca impermeabile con sè in caso di pioggia.
L’arrivo al villaggio è previsto per le ore 19,30 circa: dopo le presentazioni inizieremo qualche attività / preparazione cena.
Le attività finiranno domenica verso le 16.00

Requisiti di partecipazione

Per partecipare al minicampo è richiesta la tessera di iscrizione allo SCI (20 euro) che consente di partecipare alle attività dell’associazione per tutto il 2018 e fornisce inoltre un’assicurazione di base durante il minicampo (sarà possibile fare la tessera direttamente sabato mattina per chi ne è sprovvisto).
E’ richiesto inoltre un contributo di 15 euro per supportare le attività dell’associazione Amici della Val Codera e la gestione del minicampo.

Il minicampo è aperto a 10 volontari. 

Le iscrizioni dovranno pervenire scrivendo a: lombardia@sci-italia.it entro il 6 maggio.
Vi aspettiamo!

Un campo in Val Codera per promuovere l’ambientalismo

Un campo in Val Codera per promuovere l’ambientalismo

Dal 27 luglio al 5 agosto 2018 un campo per l’ambientalismo nella Val Codera, immersa tra le Alpi Retiche e scolpita nel granito: un presidio naturale, selvaggio e incontaminato nonostante i danni dovuti al cambiamento climatico e allo sviluppo industriale della città di Novate Mezzola, che ha causato l’erosione del suolo e delle rocce ai piedi della vallata.

L’associazione “Amici della Val Codera”, la cui sede è raggiungibile solo a piedi in due ore da Novate Mezzola, è impegnata da 35 anni a promuovere un approccio alla valle ecologista e sostenibile, all’insegna dell’ambientalismo; attraverso il recupero e la pratica di antichi metodi agricoli, essa protegge e migliora l’ambiente e il patrimonio culturale della valle, rispettando gli abitanti e promuovendo un turismo eco-sostenibile rispettoso della montagna e delle sue bellezze.

I/le volontari/e del campo si impegneranno a ripulire e sistemare i campi abbandonati, incrementando la coltura di patate, fagioli e cavoli, costruendo sistemi di irrigazione, eliminando le piante infestanti, raccogliendo la legna e molto altro, sotto la guida dell’associazione.

La parte studio sarà centrata sulla storia delle popolazioni che abitavano la catena alpina e sulle ragioni che hanno portato allo spopolamento, causando la perdita dell’identità culturale, tradizionale e storica della vallata. Ai/alle volontari/e è richiesto di portare degli esempi di sviluppo sostenibile dei loro paesi, sia in contesto urbano che naturale, per scambiarsi esperienze e soluzioni legate al cambiamento climatico e alle “resistenze ambientali” che mirano a far accrescere la consapevolezza tra le persone.

La lingua del campo è l’inglese, quella locale l’italiano.

Leggi la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.