fbpx

Call aperta per il progetto “Un pasto quotidiano di pace e nonviolenza”

Call aperta per il progetto “Un pasto quotidiano di pace e nonviolenza”

cibo nonviolenza servizio civile internazionale“Un pasto quotidiano di pace e nonviolenza: i nostri valori devono e possono essere rappresentati nel consumo alimentare”, è un progetto promosso da SCI Germania diviso in tre parti: un training dal 16 al 23 novembre 2018 a Witzenhausen, Germania; un seminario dal 10 al 17 marzo 2019 a Roma, Italia; infine, un seminario conclusivo dal 24 al 29 settembre 2019 a Vienna, Austria.

SCI Italia cerca 2 partecipanti per il secondo training che si terrà a Roma dal 10 al 17 Marzo 2019.

Tutte le spese di vitto e alloggio sono coperte, mentre quelle di viaggio verranno rimborsate previa presentazione della documentazione fino ad un massimo di 80 euro.

Background del progetto

Prima mangiamo, poi facciamo tutto il resto” M.F.K. Fisher

Mangiare è una delle cose più importanti che facciamo, e certamente lo è altrettanto durante i campi di volontariato e gli scambi giovanili. Cucinare e mangiare unisce e fortifica un gruppo, riesce a mostrare quanto le persone siano simili o diverse, aiuta a sentirsi soddisfatti e felici. Molti valori possono essere rappresentati dalle modalità di consumo di cibo – e il cibo è connesso con la questione del cambiamento climatico, delle ingiustizie sociali, del capitalismo e dello sfruttamento.

Come SCI, da 100 anni a questa parte, abbiamo sempre lavorato verso l’obiettivo di promuovere una cultura di pace e nonviolenza; in particolare, il consumo di cibo e l’impatto che questo ha sulle ineguaglianze sociali e sulla sostenibilità della vita sul pianeta ne fa parte, ed è necessario affrontare la questione con un approccio olistico. Perciò, grazie al progetto “Un pasto quotidiano di pace e nonviolenza” vogliamo rafforzare un modello di consumo alimentare più sostenibile e giusto all’interno delle attività del network. Infatti, con questo progetto si mira ad accrescere la consapevolezza e la riflessione critica sulle attuali pratiche di consumo alimentare negli scambi giovanili, nei seminari, nelle formazioni e nei campi di volontariato SCI.

I/le partecipanti al progetti saranno 23, provenienti da 9 paesi europei (Austria, Croazia, Germania, Ungheria, Italia, Irlanda, Olanda, Polonia e Spagna), e si incontreranno 3 volte nel periodo compreso tra novembre 2008 e settembre 2019.

Risultati attesi

  • un libro di ricette e linee guida sul consumo alimentare durante i campi, le formazioni, i seminari, gli incontri internazionali e via dicendo;
  • una “cassetta degli attrezzi” con i metodi dell’educazione non formale per workshop e attività di gruppo sulla tematica del consumo alimentare sostenibile.

Cronologia del progetto

Lo sviluppo del progetto consisterà in 3 incontri internazionali, parallelamente ad attività locali:

  • “Preparare il nostro pasto” (https://sci-italia.it/pasto-pace-nonviolenza-call-training-germania/) – training: 16-23 novembre a Witzenhausen (vicino Göttingen);
  • “Condividere il nostro cibo” – seminario: 10-17 marzo 2019 a Roma;
  • “Valutazione, disseminazione e follow-up” – seminario: 24-29 settembre 2019 a Vienna.

Il training

“Condividere il nostro cibo” è il secondo appuntamento del progetto, un incontro di formazione e laboratorio che si svolgerà a Roma dal 10 al 17 Marzo 2019.

Il programma

Dopo aver rivisto in generale il lavoro svolto nel primo incontro in Witzenhausen, ci focalizzeremo sulle pratiche più efficaci e interessanti che si sono prodotte e attivate a seguito del training. Ci focalizzeremo sul tema della giustizia sociale e dei diritti umani e sul lavoro in relazione al settore della produzione alimentare e scopriremo temi quali la sovranità alimentare e la sua importanza nei percorsi pacifisti.

Una parte ampia del seminario sarà dedicata a lavorare attivamente sulle pubblicazioni che saranno l’obiettivo finale del training, un libro di ricette con linee guida sul consumo alimentare ed un vademecum dedicati ai metodi dell’educazione non formale per workshop e attività di gruppo sulla tematica del consumo alimentare sostenibile.

Dove

Il seminario si svolgerà presso la Città dell’Utopia, un progetto del Servizio Civile Internazionale Italia. La Città dell’Utopia è uno spazio reso vitale da molte attività promosse da attivisti/e e abitanti del quartiere, un laboratorio aperto in cui si svolgono diversi corsi e si ospitano, in modalità collaborativa, diverse associazioni dedicate alla promozione di una cultura dell’accoglienza e della condivisione. Ad esempio, è uno spazio in cui rifugiati ed richiedenti politici possono interagire e incontrare il quartiere, ma è anche un luogo in cui quotidianamente si promuovono iniziative legate alla produzione di un rapporto sostenibile (e gustoso) con l’alimentazione, attraverso gruppi di acquisto solidali, mercatini ed incontri. La Città dell’Utopia offre inoltre un servizio di ostello.

Dalla teoria alla pratica

Dopo il seminario a Roma è il momento di trasformare la teoria in pratica! Avrai l’oppotunità di supportare lo Sci-Italia nell’organizzazione dei training dedicati ai/alle Coordinatori/trici di campo e le attività di coordinamento dei campi di volontariato implementando pratiche inerenti la sostenibilità alimentare e la condivisione del cibo.

Profilo dei/delle partecipanti

  • avere più di 18 anni;
  • provare a raggiungere il training in treno o autobus, a causa del forte impatto climatico dell’aereo (in caso non ci fosse altro modo di viaggiare se non in aereo, si prega di contattare gli organizzatori);
  • essere attivi/e nella propria organizzazione di invio;
  • avere le competenze linguistiche necessarie per comunicare e lavorare in inglese;
  • essere interessati/e negli argomenti trattati durante il traning ed avere una forte motivazione a riportare indietro i contenuti;
  • impegnarsi a tradurre in pratica concreta le cose apprese durante il traning;
  • scrivere e inviare un report alla propria organizzazione di invio;
  • impegnarsi a prendere parte a tutti gli appuntamenti del progetto;
  • essere motivati/e a lavorare con persone provenienti da contesti e culture differenti.

Logistica e costi

I costi dei pasti, dell’alloggio e della formazione, saranno coperti dalla branca SCI Germania.

I viaggi saranno rimborsabili a persona, previa presentazione della documentazione, fino ad un massimo di 80 euro.

Al partecipante è richiesto il tesseramento al Servizio Civile Internazionale per l’anno 2019.

Candidatura

Per candidarsi, compilare l’application form a questo link e inviarla a coordinamento@sci-italia.it, inserendo come oggetto “Training_Roma_Sharing_Food”, entro e non oltre il 25 Gennaio 2019.

Conoscere i diritti umani dalla A alla Z: corso di formazione a Sofia (Bulgaria), 1-7 novembre

Conoscere i diritti umani dalla A alla Z: corso di formazione a Sofia (Bulgaria), 1-7 novembre

CVS-Bulgaria apre le iscrizioni al corso di formazione “Diritti Umani dalla A alla Z”, che avrà luogo in Bulgaria dal 1 al 7 novembre 2018.

Al progetto prenderanno parte 34 partecipanti provenienti da 12 paesi europei: Austria, Belgio, Bulgaria, Inghilterra, Germania, Grecia, Ungheria, Italia, Polonia, Portogallo, Slovenia e Spagna.

Sul progetto “Diritti Umani dalla A alla Z”

Il progetto “Diritti Umani dalla A alla Z” è centrato sul tema dei diritti umani nel contesto delle migrazioni forzate e durerà in tutto 9 mesi (dal 1 agosto 2018 al 30 aprile 2019).

Il corso di formazione è strutturato in due momenti: l’introduzione teorica sul tema e l’elaborazione di competenze pratiche, in modo da consolidare le conoscenze acquisite dai/dalle partecipanti e facilitarne la traduzione in pratiche concrete una volta tornati nel contesto di provenienza.

L’obiettivo generale del progetto è di conoscere le nozioni di base relative ai diritti umani ed ispirare i/le partecipanti a contribuire attivamente ad un cambiamento nella comunità in cui agiscono, in Europa come nel mondo.

Gli obiettivi specifici sono relativi alle seguenti tematiche:

  • Diritti umani: conoscere i concetti chiave e i termini connessi a questa tematica; comprendere lo sviluppo storico dei diritti umani e valutarne lo stato attuale; ampliare le conoscenze relative ai meccanismi esistenti di tutela dei diritti umani.
  • Migrazioni forzate e rifugiati: ampliare le conoscenze dei/delle partecipanti sulle migrazioni forzate in Europa e nel mondo.
  • Il ruolo delle organizzazioni non governative: comprendere l’importanza delle organizzazioni non governative e della società civile, in particolare il ruolo che entrambe ricoprono per la tutela e il rispetto dei diritti umani, nello specifico delle persone migranti e rifugiate.
  • Lavoro pratico: organizzazione e svolgimento di workshop sul tema dei diritti umani e delle migrazioni forzate; acquisire la competenza di utilizzare gli strumenti acquisiti in attività di sensibilizzazione dei/delle giovani e di prevenzione dei fenomeni di radicalizzazione.

Date di arrivo e partenza del corso

Il corso inizierà il 1 novembre e durerà fino al 7 novembre compresi; avrà luogo in Bulgaria, presso il Red Cross Training Centre a Dolni Lozen, vicino Sofia. Ai/alle partecipanti è richiesto di arrivare entro il pomeriggio del 1 novembre e di partire nel pomeriggio del 7 novembre.

Profilo dei/delle partecipanti

Il corso è aperto a coloro che:

  • lavorano come operatori nel sociale, ai/alle formatori/trici e agli/alle attivisti/e con interesse ed esperienza sul tema dei diritti umani e delle migrazioni;
  • hanno più di 18 anni;
  • desiderano imparare e condividere la propria esperienza;
  • desiderano mettere in pratica ciò che verrà appreso durante il corso;
  • sono in grado di comprendere e parlare l’inglese;
  • si impegnano a seguire il corso per tutta la sua durata

Per visualizzare la call completa e prendere visione delle condizioni di rimborso dei costi di viaggio, cliccare qui.

Come candidarsi

Ai/alle partecipanti è richiesto di versare la quota di 20 euro di tessera annuale SCI e di compilare l’application form che trovate a questo link, indicando “Servizio Civile Internazionale Italia” come sending organization.

Scadenza candidature: 20 settembre 2018.

Per informazioni, contattare trainings@cvs-bg.org

Posizione aperta per uno SVE di 12 mesi in Bulgaria per la promozione dei diritti umani

Posizione aperta per uno SVE di 12 mesi in Bulgaria per la promozione dei diritti umani

Descrizione del progetto:

L’associazione Infinite Opportunities Association – Bulgaria cerca un/a volontario/a tra i 18 e i 30 anni per un progetto SVE della durata di 12 mesi (ottobre 2018 – ottobre 2019).  Come per ogni progetto SVE, sono garantite le spese di alloggio, vitto, viaggio, pocket money mensile ed assicurazione.

Le Attività:

l/la volontario/a si occuperà delle seguenti mansioni :

  • Preparare e realizzare presentazioni per i giovani su vari temi legati ai diritti umani.
  • Creare supporti visivi per i progetti dell’associazione (banner, info-grafiche, poster ecc.);
  • Creare nuovi partenariati con scuole e università in tutta la Bulgaria, al fine di pianificare e realizzare attività di street action dedicati alla campagna del Consiglio d’Europa “No Hate Speech Campaign”.
  • Realizzare sessioni informative e workshop per bambini e giovani dedicati alla tolleranza e anti-discriminazione nei confronti dei rom, LGBTIQ+, rifugiati, minoranze etniche ecc.

Per maggiori informazioni sui progetti portati avanti dalla Infinite Opportunities Association, clicca qui.

Requisiti:

Il/La volontario/a dovrà avere una buona conoscenza della lingua inglese. È richiesta una buona motivazione a lavorare con i/le giovani e con volontari/e di diverse culture.

Per candidarsi, inviare CV e motivation letter in inglese all’indirizzo evs@sci-italia.it, indicando nell’oggetto dell’email la dicitura “SVE in Bulgaria”.

Termine ultimo per candidarsi: 31 ottobre 2018.

Training Course on Media applied to Peace and Human Rights: call aperta

Training Course on Media applied to Peace and Human Rights: call aperta

SCI-Italia cerca due partecipanti per il training che si terrà a Holloko, in Ungheria, dal 18 al 25 settembre 2017, che tratterà dell’uso dei media nella promozione della pace e la difesa dei diritti umani.

Il progetto si inserisce nella campagna Raising Peace Campaign, coordinata dal network CCIVS. L’obiettivo del training è di permettere ai partner partecipanti di prendere parte alla settimana del Global Human Right Week (GHRW) che avrà luogo dal 16 al 21 ottobre 2017, dando così un’opportunità concreta di mettere in pratica le competenze acquisite durante il training in Ungheria.

Il training, al quale prenderanno parte 26 partecipanti, ha come principale obiettivo quello di formare i/le partecipanti per diventare “blogger” e “vlogger” in difesa dei diritti umani, attivisti/e con competenze comunicative utili a creare compagne video relative alla pace e ai diritti umani. Il training fornirà ai/alle partecipati un quadro generale sui progetti di volontariato internazionale, sui campi di lavoro e sulle azioni in difesa della pace e dei diritti umani portate avanti negli ultimi anni, oltre che fornire strumenti pratici per comprendere il funzionamento dei media a tutto tondo. In seguito alla formazione teorica, i/le partecipanti produrranno contenuti mediatici in base ai temi trattati. Tali contenuti verranno poi inclusi nella Rasising Peace Campaign e nell’evento della Global Human Rights Week.

Per informazioni più dettagliate, vedi qui la call completa.

Per partecipare, occorre versare la quota di tesseramento SCI di 20 euro e inviare CV e lettera di motivazioni a coordinamento@sci-italia.it entro il 20 agosto 2017.

Tour of Freedom: dal nord al sud del Kosovo, un campo di volontariato

Tour of Freedom: dal nord al sud del Kosovo, un campo di volontariato

Dal 20 luglio al 13 agosto 2017 un campo itinerante in Kosovo. In sella ad una bicicletta, l’obiettivo del campo è di connettere comunità diverse, da Nord a Sud: partendo da Mitrovica, il tour attraverserà l’intero paese fino a giungere a Brezovica.

I/le partecipanti soggiorneranno in ogni località per 3 o 4 giorni, di volta in volta promuovendo attività volte a riunire persone di provenienza e contesti diversi per condividere e discutere insieme di questioni riguardanti i diritti umani e ambientali, raccogliendo le storie locali. L’idea del viaggio in bici vuole essere messaggio di un modo alternativo e rispettoso dell’ambiente di muoversi e connettere le persone, in pace, creando spazi di dialogo e confronto.

Durante i primi 5 giorni a Mitrovica i/le volontari/e saranno impegnati/e in attività di ciclofficina, riciclo e riuso materiali. Attività educative, workshop su questioni ambientali, performance di strada, pitture murali, proiezioni e discussioni animeranno il viaggio fino a Brezovica, dove si prenderà parte all’Eco-Festival BREfest.

La lingua ufficiale del campo è l’inglese, oltre a l’albanese, il serbo e il romanì.

Leggi qui la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.