Minicampo in movimento: due giorni a supporto di un progetto di inclusione e promozione sociale

Minicampo in movimento: due giorni a supporto di un progetto di inclusione e promozione sociale

Il campo:

Da venerdì 28 a domenica 30 settembre 2018 un minicampo a supporto del progetto della Casa in Movimento.

Il progetto nasce nel settembre 2002 a Cologno Monzese, nell’hinterland di Milano, dall’incontro di diversi gruppi giovanili e altre associazioni del territorio, per la semplice ragione che non c’era nessun luogo dove potersi incontrare, discutere e agire insieme. C’era infatti il sentimento diffuso di voler intervenire a livello locale per far fronte a problemi globali.

Per questo è nato il progetto della Casa in Movimento, che vuole essere un luogo dove persone e attività diverse interagiscono per assumere un ruolo attivo e di trasformazione nella città, in maniera da farla diventare un po’ più accogliente, giusta, vivibile. Oggi la Casa in Movimento è sede di due associazioni: l’Associazione Cultura Popolare (ACP) e il Laboratorio contro la guerra Infinita.

L’ACP nasce nel 1992 per organizzare lavoro di base con bambini, adolescenti, donne, realtà svantaggiate del territorio. L’obiettivo è di rendere tutte le persone coinvolte capaci di contribuire al progetto di trasformazione della propria condizione e del contesto. Attualmente i progetti dell’ACP sono la Scuola popolare donne migranti e la Scuola di arabo per bambin* e ragazz* di seconda generazione.

Il Laboratorio contro la guerra Infinita nasce nel 2003 in seguito all’esperienza condivisa da diversi soggetti locali del G8 di Genova. Realtà affini per pratiche e obiettivi, ma soprattutto unite dalla forte esigenza di avere uno spazio autogestito per continuare a fare attività di movimento e controinformazione. Insieme al purtroppo non più attivo circolo di Legambiente e all’Associazione Cultura Popolare, è stato promotore di una campagna per coinvolgere la cittadinanza di Cologno e fare  pressione sull’amministrazione comunale per ottenere uno spazio tra quelli del Comune a delle condizioni accettabili per le attività associative, tutte gratuite e portate avanti da volontari. Molte sono le iniziative portate sul territorio: serate di controinformazione, cineforum, spettacoli teatrali, presentazione di libri, gruppi di studio e serate di aggregazione.

Attività

Lavori di manutenzione di una parte dei locali della Casa, come ad esempio: tinteggiatura delle pareti, montaggio mobili, piccoli interventi di manutenzione, allestimento angoli per attività specifiche delle associazioni.
Parte studio: la storia della Casa e gli strumenti per incoraggiare partecipazione collettiva e coesione sociale in un contesto periferico.

Informazioni Pratiche

I/le volontari/e alloggeranno presso le case degli/delle attivist* situate sul territorio di Cologno Monzese o comuni limitrofi. A partire dalla giornata di sabato i pasti saranno garantiti dalle diverse realtà che animano la Casa in Movimento.

Requisiti di partecipazione

Per partecipare al minicampo è richiesta la tessera di iscrizione allo SCI (20 euro), che consente di partecipare alle attività dell’associazione per tutto il 2018 e fornisce inoltre un’assicurazione di base durante il minicampo (sarà possibile fare la tessera direttamente all’inizio del minicampo per chi ne è sprovvisto).
È richiesto inoltre un contributo di 10 euro per supportare le attività della Casa in Movimento e la gestione del minicampo.

Partecipanti

Il minicampo è aperto a 10 volontari/e.

Cosa portare

Portare vestiti e scarpe comodi per lavorare (NB: potrebbero facilmente sporcarsi durante le fasi di tinteggiatura), guanti da lavoro.

 Come raggiungere il minicampo

La Casa in Movimento si trova a Cologno Monzese in via Neruda 5, sotto la scuola elementare. Si può raggiungere:

  • Con i mezzi pubblici; dalla fermata Cologno Nord della linea verde della metropolitana: usciti dal treno andate verso l’uscita alla vostra destra, e una volta fuori dalla stazione proseguite dritto per circa 500 metri fin quando alla vostra destra vedete un parcheggio. Imboccate la via che vedete sulla vostra destra e proseguite per una cinquantina di metri, finché sulla vostra destra non vedete un’insegna arancione con la scritta “Casa in Movimento”.
  • In automobile; dalla tangenziale est, uscendo all’uscita 12 Cologno Nord: una volta fuori dalla tangenziale alla prima rotonda  che incontrate invertite il senso di marcia, girate a destra al primo incrocio e salite sul cavalcavia che incontrate. Una volta giù, sulla vostra destra trovate un parcheggio di fronte a una scuola. Potete posteggiare lì, e imboccare da lì via Neruda, la via che costeggia il parcheggio. Dopo pochi metri ci trovate alla vostra destra.

L’arrivo è previsto per le ore 21:00 del venerdì. Dopo le presentazioni dello SCI e della Casa, inizieremo qualche attività di conoscenza reciproca. Le attività finiranno domenica verso le ore 16:00.

Le iscrizioni dovranno pervenire scrivendo a lombardia@sci-italia.it entro il 21 Settembre 2018.

Costruire ponti di comprensione a Donja Toponica: un campo in Serbia

Costruire ponti di comprensione a Donja Toponica: un campo in Serbia

Dal 9 al 20 maggio 2018 un campo a Donja Toponica, piccola località poco lontana da Niš nel cuore della Serbia rurale, insieme al partner locale Grupa Kobra, attivo da molti anni in percorsi di cittadinanza attiva.

Grupa Kobra ha lavorato duramente e per molti anni per lo sviluppo e miglioramento della qualità della vita della sua piccola comunità, in particolare su questioni riguardanti la protezione dell’ambiente e nell’incoraggiamento dell’attivismo giovanile. Si compone di un gruppo di 11 giovani, costituitosi nel 2007 di fronte alla consapevolezza di essere loro i primi a poter prendere in mano la situazione, diventare attivi e fare qualcosa per il proprio villaggio. Per ben due volte, nonostante la giovane età, hanno ricevuto premi dal Ministero della Gioventù. Da diversi anni organizzano campi di volontariato internazionale con l’obiettivo di promuovere lo scambio culturale tra i/le volontari/e internazionali e la comunità locale, che molto spesso non ha la possibilità di viaggiare.

I/le volontari/e del campo promuoveranno attività partecipate dalla gioventù locale: un’occasione unica per poter scambiare e conoscere cultura d’origine e cultura locale, tradizioni e costumi, promuovere l’attivismo, la mobilità internazionale e il dialogo interculturale.

Tra le attività del campo, verranno svolti dei lavori manuali (ad esempio la rimozione di un rudere e la costruzione al suo posto di una terrazza con una cucina all’aperto), delle attività legate alla tutela ambientale (la semina di un orto estivo e la sistemazione dei giardini) e delle attività artistiche, che verranno definite durante il campo in base alla creatività di ognuno/a.

Come parte studio, verrà organizzata una visita presso l’antica città di Niš e in altre località circostanti.

La lingua del campo è l’inglese, quella locale il serbo.

Leggi la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Scambio giovanile in Macedonia “Initialization in Progress”: call aperta

Scambio giovanile in Macedonia “Initialization in Progress”: call aperta

SCI-Italia è in cerca di 4 partecipanti per lo scambio giovanile che avrà luogo ad Ohrid, in Macedonia, dal 25 settembre al 2 ottobre 2017. Lo scambio è finalizzato a promuovere la capacità di iniziativa giovanile e rinforzare la consapevolezza dell’importanza di percorsi di cittadinanza attiva.

Tanti e tante giovani tra i 25 e i 30 anni provenienti da Estonia, Macedonia, Turchia, Italia e Regno Unito collaboreranno come gruppo multiculturale per rafforzare le proprie competenze e capacità, imparando come trasformare le idee in iniziative concrete.

L’obiettivo dello scambio è permettere di sperimentare in maniera collettiva le modalità attraverso cui trasformare un bisogno, un’idea, in azione reale: partendo dall’analisi della soluzione, si discuterà di come implementare le idee in pratiche concrete, di come affrontare le conseguenze dell’azione e come dare seguito ai risultati reali ottenuti.

Leggi qui la call completa.

I costi di viaggio, vitto e alloggio sono coperti.

Per candidarsi:

  • versare la quota di tesseramento SCI di 20 euro e ulteriori 30 euro per le spese amministrative e i costi dell’assicurazione sanitaria;
  • inviare CV e breve lettera di motivazioni (300 battute circa) all’indirizzo nordsud@sci-italia.it.

Scadenza candidature: 20 agosto 2017.