fbpx

Nessuna guerra in Ucraina! Nessuna guerra ovunque! – Comunicato Service Civil International

Comunicato di diverse branche e partner del Servizio Civile Internazionale (SCI) sul pericolo di una guerra su larga scala in Ucraina.
Manifestazione “Stop alla guerra in Ucraina” a Milano, 26 febbraio 2022.

Noi, le sottoscritte organizzazioni membri del SCI, condanniamo fermamente i preparativi fisici per la guerra da parte della NATO e della Russia in Ucraina. Una guerra su larga scala porterebbe ad un enorme numero di vittime e morti, feriti e gravi disagi emotivi tra i civili e i militari nei paesi interessati. Causerebbe un significativo deterioramento delle infrastrutture e dell’ecosistema, una crisi economica e l’evacuazione di massa delle persone.

Una guerra minerebbe gli sforzi di cooperazione globale. Porterebbe ad un aumento delle spese militari, mentre le risorse sono molto necessarie per affrontare questioni globali urgenti, come la crisi climatica e la pandemia di COVID-19. Date le tecnologie disponibili oggi per la guerra, tra cui enormi arsenali di armi nucleari, descalare è l’unico modo per andare avanti.

Condanniamo anche la retorica sempre più ostile e infiammatoria così come gli attuali media che riportano informazioni sulla crisi in Ucraina. Il sovraccarico di informazioni, i titoli sensazionalistici delle notizie e informazioni fuorvianti confondono le nostre società civili, fanno sembrare che la guerra sia inevitabile e qualsiasi opposizione ad essa sia inutile.

Manifestazione “Contro la guerra per una Europa di Pace” a Roma, 26 febbraio 2022 ©

Chiediamo ai paesi della NATO, alla Russia e all’Ucraina di impegnarsi in sostanziali e sinceri negoziati diplomatici negoziati in conformità con gli accordi internazionali. Questo dovrebbe includere un immediato e duraturo cessate il fuoco nell’Ucraina orientale, dove dal 2014 diverse migliaia di persone hanno già perso la vita in questo tragico conflitto e milioni di persone hanno bisogno di assistenza umanitaria. assistenza umanitaria. In conformità con il diritto internazionale umanitario, tutte le parti in conflitto dovrebbero garantire che i civili e le infrastrutture civili, in particolare scuole, ospedali, sistemi elettrici e idrici, siano protetti dalla violenza armata.  Gli sfollati dovrebbero poter tornare alle loro alle loro case.

Esprimiamo la nostra solidarietà e il nostro sostegno ai movimenti per la pace in Ucraina, Russia e internazionali, che resistono al passaggio alla guerra. Chiediamo un cambiamento da una cultura di militarismo verso una cultura di pace. Questo include la NATO, la Russia e l’Ucraina.

Invitiamo le persone all’interno della nostra rete e in tutto il mondo a schierarsi contro il pericolo di una guerra su larga scala in Ucraina. Vi chiediamo di unirvi o organizzare manifestazioni per una risoluzione diplomatica piuttosto che un’escalation militare del conflitto. Ricordatevi di essere critici e attenti ai media che riportano la crisi. Per favore non impegnatevi in una retorica unilaterale e non giustificate l’attuale escalation militare. Chiedete un immediato cessate il fuoco e una risoluzione pacifica e diplomatica del conflitto sui social media e con i decisori nei vostri paesi.

La pace è una scelta che tutte le parti in conflitto devono impegnarsi a fare ora! La diplomazia è l’unico vero metodo per la risoluzione del conflitto! No alla guerra in Ucraina!

Il Servizio Civile Internazionale è un’organizzazione internazionale per la pace attiva dal 1920. Ci impegniamo a promuovere una cultura di pace organizzando progetti di volontariato internazionale per persone di ogni età e provenienza. L’organizzazione è composta da 40 filiali e più di 90 organizzazioni partner. Ci opponiamo a tutte le forme di conflitto armato e di militarizzazione. Fin dai suoi inizi, lo SCI ha sviluppato il dialogo pacifico tra persone di tutte le nazioni, con la visione di un mondo senza conflitti armati, ostilità e con una pace positiva. Per molti anni abbiamo sostenuto la pace e di riconciliazione in Ucraina e in Russia.

Manifestazione “Stop alla guerra in Ucraina” a Padova, 26 febbraio 2022.

 

Branche e partner che supportano questo comunicato:

    1. SCI Hellas

    2. SCI Austria

    3. Stowarzyszenie Jeden Świat – SCI Poland

    4. ÚTILAPU Hungary

    5. Volonterski centar Vojvodine

    6. SCI IVS USA

    7. SCI Catalunya

    8. Mati Canada (not SCI)

    9. SCI Germany

    10. SCI Italy

    11. GAIA SCI Kosovo

    12. IVP Australia

    13. KVT Finland

    14. SCI Korea

    15. PVN Albania

    16. SCI Madrid