fbpx

Evento finale del progetto Chapter: due giorni di antifascismo a Roma

 

Antifascisti e antifasciste di tutto il mondo, unitevi (a Roma)!

Il progetto “Chapter-Changelling Propaganda Through Remembrance” nasce e si sviluppa dalla volontà di mettere in relazione passato e presente, prendendo in esame forme e discorsi delle propagande fasciste della storia e quelle attuali, tra loro così pericolosamente vicine, e di cercare di individuare il modo migliore per opporsi ad esse e combatterle.

L’analisi degli eventi del passato e la lettura, attraverso essi, dei fatti del presente permette di comprendere la pericolosità del linguaggio fascista, sia come fonte autonoma di violenza, sia come primo passo di campagne di odio capaci di innescare fenomeni di gravità inaudita. Il linguaggio fascista si nutre sempre degli stessi stereotipi e utilizza elementi ricorrenti per rafforzare, attraverso le strategie della propaganda, la sua penetrazione nella società.

Chapter ha permesso a venticinque partecipanti, provenienti da dieci nazioni europee, di partecipare a cinque Remembrance Weeks in altrettanti paesi che hanno vissuto il fascismo nella loro storia.
In particolare, si è studiato il ruolo dei media e delle associazioni che lavorano sui temi della pace e del pacifismo per sfidare le propagande attuali con strumenti e metodologie non-formali.

La fase finale del progetto Chapter si terrà a Rome nel weekend del 6 e 7 novembre: storici e storiche, intellettuali e soggetti militanti, provenienti da diverse esperienze e diverse zone del mondo si riuniranno in tre eventi aperti al pubblico, in diversi spazi della città.

 

Programma

Sabato mattina, presso CSOA La Strada (Via Passino 24, Roma) si svolgerà una tavola rotonda che riunirà storici e intellettuali (Davide Conti, Elia Rosati, Augusto Illuminati) con collettivi e militanti antifascisti da diversi paesi europei e non (Italia, Grecia, Germania, Kurdistan) per discutere di cosa significhi essere “internazionalisti” nel contesto attuale. Qui l’evento nel dettaglio: Non avevamo detto mai più? Le nuove destre e i movimenti antifascisti

 

Verso le ore 18 dello stesso giorno, il dibattito si sposta al Csoa La Strada (Via Passino 24, Roma) con un incontro che vedrà dialogare l’attivista e traduttrice Marie Moïse, una rappresentante della Casa delle Donne capitolina Lucha y Siesta, la giornalista e co-autrice del podcast “Sulla razza” Maria Catena Mancuso. Modera la ricercatrice Enrica Rigo e a seguire durante l’evento ci sarà un dj set a cura di Mc S outta Radio Torre Sound System. Qui tutti i dettagli: Genere e minoranze. La strumentalizzazione di vecchie e nuove destre sui corpi di donne e migranti

 

Nel pomeriggio di domenica (ore 15), infine, negli spazi di Esc Atelier (Roma) avrà luogo una giornata di conferenze e dibattito su propaganda e contro-propaganda, sul ruolo dell’informazione di movimento nel contesto di crescita delle nuove destre. Saranno invitati a parlare rappresentanti dei media di diversi paesi europei. Qui per maggiori dettagli: Contropropaganda nella rete.

 

Per ulteriori informazioni sul progetto è possibile visitare il sito Chaptermedia.eu.