fbpx

Non perdere la memoria della Guerra dell’Acqua: un campo in Bolivia

Il campo

Dal 2 all’11 gennaio 2019 un campo in Bolivia, presso la città di Cochabamba, per ricordare e far vivere la memoria di quella che fu la cosiddetta Guerra dell’Acqua.

La piazza centrale della città di Cochabamba, Piazza 14 Settembre, si caratterizza sin dagli eventi del 2000 con tante attività sociali e culturali. Infatti, l’associazione Red Tinku si è attivata nella “Plaza del Agua” nel promuovere informazione, educazione, cultura, fiere e festival, proiezioni, letture, workshop e molto altro per mantenere viva la memoria degli avvenimenti.

Il prossimo gennaio, durante la stagione estiva e vacanziera, la Piazza 14 Settembre accoglierà centinaia di visitatori e per questo sarà un’ottima opportunità di diffondere e sensibilizzare un potenziale molto alto di persone.

La Guerra dell’Acqua

Nel 1999 la compagnia statunitense Bechtel assunse la gestione del servizio idrico a Cochabamba, la terza città della Bolivia. Il prezzo dell’acqua venne triplicato e l’accesso a questo bene di prima necessità reso estremamente difficile alla maggior parte della popolazione. Nell’aprile del 2000 centinaia di migliaia di persone scesero in piazza contro il governo, costringendolo a revocare la legislazione sulla privatizzazione del servizio idrico.

La vicenda, conosciuta in seguito come “Guerra dell’Acqua”, assunse un alto valore simbolico in tutte le lotte successive per la difesa dei beni comuni e la gestione del patrimonio pubblico.

Le attività

I/le volontari/e supporteranno la gestione logistica e l’organizzazione dell’evento in piazza. Affiancheranno inoltre lo staff locale nell’attività di promozione e pubblicizzazione dell’evento.

Durante il festival, i/le volontari/e parteciperanno allo svolgimento delle attività culturali e affiancheranno il servizio di accoglienza.

L’alloggio

I/le volontari/e alloggeranno presso il centro sociale La Tinkuna, situato ad ovest della città di Cochabamba, a 15 minuti a piedi dalla Piazza 14 Settembre.

La lingua del campo è lo spagnolo, quella opzionale l’inglese.

Leggi la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.