fbpx

Grassroots Change

Il training europeo su volontariato, leadership ed emancipazione attraverso il lavoro pratico e il mentoring a Roma
Sul progetto

Dal 19 al 26 giugno 2022 si è svolto a Roma presso “La Città dell’Utopia” il training europeo di formazione per coordinatorǝ di campo di volontariato all’interno del progetto “Grassroots Change: Volontariato, leadership ed emancipazione attraverso il lavoro pratico e il mentoring”. Per una settimana, 17 partecipantǝ provenienti da 8 diversi paesi, attraverso l’educazione non formale, hanno discusso su come creare cambiamento dal basso e su come le organizzazioni e le comunità locali possono trarre vantaggio dalle esperienze di volontariato incentrate sul cambiamento climatico.

Durante lo scambio ci si è confrontati sullo scambio di volontarǝ tra i paesi europei e africani, affrontando la prospettiva del “voluntourism” nel lavoro delle nostre organizzazioni. Inoltre, si è individuata l’importanza della trasmissione di conoscenze alle generazioni più giovani, al fine di costruire organizzazioni dinamiche e resilienti con una capacità trasformativa. 

Dorcas, partecipante dal Sud Africa e coordinatrice del progetto presso South Africa Volunteer Workcamp Association, ci ha raccontato: “Volevo ottenere più informazioni pratiche e capacità di apprendimento sui campi di volontariato.”

Visita a Semi di Comunità

Uno degli obiettivi dello scambio era la scritture di linee guida sulla giustizia climatica da dare ai futuri coordinatorǝ di campo o partners, al fine di organizzare dei campi di volontariato sostenibili. Per questo motivo è stata effettuata una visita a Semi di Comunità, uno dei partner di SCI Italia, per lavorare su questo tema. Semi di Comunità è una CSA (Comunità che Supporta l’Agricoltura) alle porte di Roma. Il team ha trascorso l’intera giornata nella cooperativa.

Marie, volontaria presso SCI Italia e una delle responsabili del training, ci racconta: “Abbiamo incontrato uno dei nostri contatti, Davide, e il gruppo ha imparato come organizzarsi. Oltre a visitare la cooperativa, abbiamo anche avuto l’opportunità di aiutare con l’orto, raccogliendo frutta e verdura. È stata davvero una bella esperienza e una grande fonte di ispirazione incontrando i contadini che lavorano lì, un momento molto interessante con l’opportunità di scambiare idee e fare domande.” 

L’Attività

Durante la settimana si sono svolte attività e workshop sulla giustizia climatica. L’intero team è stato diviso in piccoli gruppi che hanno lavorato su una tematica in particolare: rifiuti, energia, cibo e viaggi.

Luisa, una partecipante italiana, ci dice: “Mi è piaciuto il fatto anche che siamo sempre 16 persone, siamo sempre divisi in squadre diverse. Penso che sia la cosa più preziosa perché non si lavora sempre con le stesse persone. Così il risultato cambia ogni volta nelle attività. La cosa più interessante del progetto è stata la condivisione di idee con persone di tutto il mondo che di solito non accade perché a volte abbiamo progetti italiani, mentre in questo caso abbiamo avuto una possibilità unica di parlare e condividere idee con persone provenienti da background differenti”.

Dorcas, partecipante dal Sud Africa, ci raccontava: “Mi sto godendo ogni momento. Lo spazio e anche le vibes tra il gruppo è molto buono si vede l’impegno, evidente anche dalle intense discussioni all’interno del gruppo. Quindi il training è molto buono secondo me. Quello che porterò a casa è la possibilità di dare un cambiamento alla comunità, grazie a tutto ciò che ho raccolto e imparato da questo gruppo.“ 

Inoltre, si è tenuta un’attività per far comunicare coloro che hanno coordinato un campo di volontariato prima e coloro che non hanno mai coordinato un campo prima, dove si sono intervistati a vicenda.

Luisa dice: “Una delle cose più grandi che ho imparato da questa formazione è l’ascolto. Ascoltare altre persone ed essere un ascoltatore attivo, essere in grado di capire le persone con idee completamente diverse. Vorrei parlare di più di giustizia climatica nel modo in cui l’abbiamo fatto qui, attraverso l’uso dei giochi, con attività che non erano solo di studio, non erano come il seminario standard che siamo abituati a fare ogni giorno.”

Allo stesso tempo, il gruppo ha avuto l’opportunità di partecipare alle attività a “La Città dell’Utopia”, con una lezione di yoga organizzata da Marie. Lei ci spiega: “È stata una grande esperienza e una grande opportunità per i partecipantǝ di frequentare la lezione di yoga. È stata una piacevole occasione per fare un’attività rilassante con tutti i partecipantǝ dopo una lunga settimana.”

Questo training a Roma è stato organizzato all’interno del progetto “Grassroots Change: Volunteering, leadership and emancipation through hands-on work and mentoring”, finanziato dal programma Erasmus+ dell’Unione Europea in partenariato tra: Voluntary Workcamps Association of Nigeria (VWAN), Associacao de Jovens Voluntarios (AJOV Mozambique), South Africa Volunteer Work Association (SAVWA), Servei Civil Internacional, SCI International, SCI Italia, e KVT Finland.