The Forgotten among the forgotten 2

Un progetto sostenuto dalla Commissione Europea e incentrato sul ricordo della persecuzione nazi-fascista contro i popoli rom e sinti

“I dimenticati tra i dimenticati 2” (“The Forgotten among the forgotten 2”) è un progetto promosso dalla branca italiana del Servizio Civile Internazionale (SCI Italia) insieme a Rom? onlus (Italia), Romedia Foundation (Ungheria), Centrul National de Cultura al Romilor (Romania) e alle branche tedesca e rumena del Servizio Civile Internazionale. È sostenuto dalla Commissione Europea nell’ambito del programma “Europa per i cittadini”.

Il progetto è incentrato sul ricordo della persecuzione nazi-fascista contro i popoli rom e sinti. L’intento di questo progetto è quello di contribuire a ricordare ciò che è accaduto a coloro che sono stati perseguitati ma che raramente vengono menzionati come vittime del nazi-fascismo. Attraverso il ricordo, il nostro obiettivo è anche quello di aiutare a riflettere sulla attuale situazione di discriminazione delle persone rom e sinti, contribuendo così a costruire la coesione futura. Nell’ambito di questo progetto verranno organizzati 4 eventi nel corso del 2010: a Cagliari in giugno, a Berlino ad agosto, a Bucarest a settembre e a Roma a ad inizio ottobre.

Il progetto è il follow-up di “I dimenticati tra i dimenticati”, promosso nel corso del 2009 da SCI Italia insieme a CESD (Centro Europeo Studi sulla Discriminazione) e SCI Romania e incentrato sul ricordo della persecuzione nazi-fascista contro le persone LGBT (lesbiche, gay, bisessuali e transessuali) e contro i popoli rom e sinti.

 

Link utili

www.osservazione.org
Centro di ricerca azione contro la discriminazione di rom e sinti

sucardrom.blogspot.com
Blog dell’Istituto di Cultura Sinta

www.sivola.net/dblog/default.asp
Blog su “rom e sinti da tutto il mondo” (in rumeno)

www.ushmm.org
Il sito del Museo statunitense per la memoria dell’olocausto. Il Museo ha prodotto molte fonti eccellenti sulla persecuzione nazista di rom, sinti e omosessuali (in inglese)

www.romsintimemory.it
Educazione e rieducazione nei campi per “nomadi”: una storia

www.homocaust.org
sito dedicato alla memoria delle vittime gay dell’olocausto (in inglese).

Countryside Crisscrossing City

Il progetto europeo “Countryside crisscrossing city – When the common European identity fills the gap between ‘rural’ and ‘urban'” si è svolto tra settembre 2009 e luglio 2010 tra Roma, Budapest e Huelva in Spagna

Countryside Crisscrossing CityIl progetto europeo “Countryside crisscrossing city – When the common European identity fills the gap between ‘rural’ and ‘urban’“, coordinato dal Servizio Civile Internazionale, in collaborazione con il Centro Internazionale Crocevia, l’organizzazione spagnola De Amicitia e l’associazione ungherese Messzelato, si è svolto tra settembre 2009 e luglio 2010 tra Roma, Budapest e Huelva in Spagna.

Nel corso dei vari eventi si è trattato il tema dei rapporti tra città e campagna dal punto di vista dei cittadini, discutendo di buone prassi nei vari paesi e dell’influenza delle politiche europee. Si è parlato di PAC (Politica Agraria Comunitaria), gruppo di acquisto, mercati contadini, orti urbani, cittadinanza europa e tradizioni rurali, alternando workshop (in)formativi, momenti di scambio e discussione a eventi ed iniziative pubbliche e di sensibilizzazione.

Sul sito web www.crisscrossing.eu è possibile trovare tutti i materiali e le informazioni dettagliate sul progetto. Sono stati inoltre prodotti un DVD e una pubblicazione cartacea scaricabili dal sito.

Il progetto è stato realizzato con il contributo del programma “Europe for Citizens“.
Link utili
www.crisscrossing.eu
sito del progetto “Countryside Crisscrossing City

www.croceviaterra.it
Centro Internazionale Crocevia

www.deamicitia.org
De Amicitia

Bridges on Air

Il Servizio Civile Internazionale ha partecipato all’iniziativa Restore Trust , Rebuild Bridges, vedendo approvato il proprio progetto denominato “Bridges on Air”

Bridges on AirIl Servizio Civile Internazionale, proseguendo nella sua attività di sostegno della società civile palestinese e israeliana impegnata per una risoluzione non violenta e giusta del conflitto, ha partecipato all’iniziativa RESTORE TRUST, REBUILD BRIDGES, co-finanziata dalla Anna Lindh Foundation, vedendo approvato il proprio progetto denominato “Bridges on Air”.

Tra gli obiettivi dell’iniziativa, la crescita di legami umani e di fiducia tra la popolazione israeliana e quella palestinese, promuovendo una cultura di pace.

Nel proprio progetto lo SCI ha voluto sostenere e dare voce ad una straordinaria esperienza già avviata di costruzione di legami e di fiducia tra i popoli, quella che si porta avanti con la resistenza congiunta e nonviolenta alla costruzione del muro di separazione, nei villaggi palestinesi di Bil’in, Ni’lin e Al Masara. Tale resistenza vede la popolazione locale agire accompagnata da attivisti israeliani, uniti da obiettivi comuni come la fine dell’occupazione e l’abbattimento del muro.

Pertanto si è pensato, in partenariato con la Agenzia radiofonica AMISnet, a documentari radiofonici che possano essere facilmente diffusi e che permettano la promozione di questa unica esperienza a livello locale, italiano e internazionale.

Sono stati prodotti 3 documentari radiofonici, in inglese, arabo e italiano, che verranno diffusi a partire dal 21 settembre.

Per ascoltare il documentario “Popolare non violenta” clicca qui.

La serata di presentazione ufficiale dei documentari sarà il 21 settembre a “La Città dell’Utopia”, alla presenza di ospiti provenienti dai tre villaggi palestinesi e da Israele.

Link utili

www.euromedalex.org/restoretrust
www.euromedalex.org/restoretrust/bridge-air
www.amisnet.org
www.awalls.org
www.bilin-village.org

Per ulteriori dettagli contattare:

Segreteria Nazionale SCI
Via Cruto 43, 00146 Roma
tel. 065580644-661
e-mail: info@sci-italia.it

bool(false)