Speciale Centofiori TuttInclusi: volontariato e inclusione sociale si incontrano.

 

CLICCA QUA PER LEGGERE LA PUBBLICAZIONE

Questa pubblicazione nasce come ringraziamento per chi, in vista dello scorso Natale, ha deciso generosamente di sostenere il nostro lavoro ed in particolare il progetto “TuttInclusi”.

In realtà è sempre molto difficile pensare di scorporare le nostre attività per settore e tantomeno quantificare il lavoro che c’è dietro, frutto com’è dell’impegno di molti/e. Soci/e, Segreteria Nazionale, Gruppi locali e regionali, attivisti/e, partner nazionali e internazionali, volontari e volontarie: la nostra rete è fluida ma allo stesso tempo unita dal desiderio di collaborare al miglioramento della nostra società.

A maggior ragione, è difficile scorporare le nostre attività così come sarebbe scorretto tralasciare i nessi che mettono in relazione questioni fondamentali del nostro presente: è impensabile pensare a soluzioni capaci di affrontare, ad esempio, il cambiamento climatico senza tener conto della dimensione strutturale che evidenzia disuguaglianze sociali interconnesse tra loro. Povertà, razzismo, differenze di genere e guerre, riflettono gli stessi meccanismi di assoggettamento e sfruttamento che questo sistema applica al mondo naturale e animale di cui facciamo parte.

Ed in questo quadro, ognuno e ognuna di noi rappresenta un/a protagonista essenziale del cambiamento che vorremmo e ogni alleanza in questo senso è preziosa. E’ per questo che vogliamo cogliere l’occasione per ringraziare, oltre a chi ha deciso e decide ancora oggi di sostenere il nostro lavoro, i partner che rendono possibile TuttInclusi.

Ringraziamo quindi Civico63, Laboratorio53 e Sead Milano (Servizio Educativo Adolescenti in Difficoltà), per averci dato l’occasione di entrare in contatto con i ragazzi e le ragazze coinvolte nel progetto, così come esprimiamo la nostra gratitudine a La Città dell’Utopia, Casa Chiaravalle e Provilla Capricchia per averli/e ospitati/e organizzando nell’ultimo anno ben 9 campi. Assieme a loro, ringraziamo i partner internazionali SCI Catalunya, Utilapu (Ungheria) e Real Sensation Association (Portogallo), con cui nel 2019 abbiamo realizzato ben 3 scambi incentrati sul tema dell’inclusione sociale che hanno coinvolto circa 60 giovani fra i 18 e i 25 anni (di cui 12 dall’Italia).

Ma quest’esperienza non è scorporabile anche perché, come leggerete voi stessi/e nello speciale Centofiori, il 2019 è stato un anno difficile per TuttInclusi a causa delle conseguenze derivate dalle nuove leggi Sicurezza e dal clima di odio che ha caratterizzato, e purtroppo continua a caratterizzare, il dibattito politico del paese.

Nonostante ciò, sono proprio le parole dei e delle beneficiari/e del progetto, che troverete nelle testimonianza di seguito, ad accrescere la nostra motivazione e a renderci soddisfatti/e e fiduciosi/e.

Convinti e convinte che i risultati contageranno anche voi,

buona lettura!

Segreteria Nazionale