fbpx

Un campo per migliorare la pista ciclabile della città: direzione Scalenghe

Il Campo

In collaborazione con il comune di Scalenghe, proponiamo, dall’1 al 14 luglio, un campo di volontariato con lo scopo di migliorare le condizioni della pista ciclabile e restaurare la vecchia stazione ferroviaria della città.

Scalenghe è una città di 3500 abitanti, a 40 km da Torino. È attraversata dalla pista ciclabile risorgimentale che si trova sopra l’ex ferrovia Airasca-Saluzzo. Nei prossimi anni entrerà a far parte della rete di piste ciclabili europee, collegando la piccola città con l’Europa, ed è già parte delle strade valdesi – la via dell’esodo a cui questa minoranza religiosa è stata costretta alla fine del 1600.
Questo campo di lavoro ha lo scopo di migliorare le condizioni della pista ciclabile e renderla un importante punto di attraversamento del paese. Pertanto, la pista e la vecchia stazione ferroviaria devono essere restaurate e rinnovate al fine di riportare la loro utilità non solo ai cittadini della piccola città, ma a tutti coloro che attraverseranno il paese.

Attività

L’obiettivo principale del campo di lavoro sarà il restauro della vecchia stazione ferroviaria e dell’area circostante.
Le attività includeranno:

  • lavori manuali: giardinaggio e pulizia di piste ciclabili e edifici di stazioni.
  • attività sociali: durante il campo, la città ospiterà diversi eventi per bambini/e e ragazzi/e e i/le volontari/e saranno invitati/e a unirsi per contribuire con una prospettiva internazionale.
  • lavori quotidiani: cucinare, pulire, ecc. I/le volontari/e potrebbero aiutare a rendere il sito di Scalenghe più “internazionale”, e anche avere l’opportunità di entrare in contatto con gli agricoltori locali per capire meglio la loro realtà.

Parte studio: I/le volontari/e avranno l’opportunità di conoscere le strategie di comunicazione di Scalenghe con lo scopo di promuovere le sue peculiarità e attrarre visitatori internazionali. Inoltre, contribuiranno con le proprie idee ed esperienze al fine di internazionalizzare il concetto di “Via del Ciclo Integrato”.

Alloggio

I/le volontari/e dormiranno in un tendone. Docce e servizi igienici sono disponibili in un edificio, vicino al campo. Saranno forniti letti e sacchi a pelo. Tuttavia, dovrebbero portare le proprie lenzuola e asciugamani. Si alterneranno in cucina e pulizia. Nessuna connessione wifi nell’alloggio.

La lingua ufficiale è l’inglese, preferibile ma non necessario l’italiano.

Leggi la scheda del campo completa.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondoecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.sci.ngo.