Gedong Songo, tra cultura e natura: un campo in Indonesia

Gedong Songo, tra cultura e natura: un campo in Indonesia

volontariato indonesia Gedong Songo ambienteIl Campo

Dal 1 al 14 Marzo 2019 un campo di volontariato in Indonesia per promuovere la tutela dell’ambiente nell’area dei templi di Gedong Songo, organizzato dal nostro partner IIWC.

Gedong Songo fa parte del patrimonio nazionale indonesiano e si trova nella parte centrale di Java. Si tratta di cinque templi Hindu che nel tempo sono diventati meta di vacanze, specialmente per i turisti regionali. Questo sito culturale esprime, oltre alla bellezza delle architetture, l’eredità intangibile di musica e  danza, attraverso l’organizzazione di festival che dovrebbero anche promuovere la conservazione del tempio. Tuttavia c’è bisogno di lavorare sulla tutela ambientale della zona! Infatti la poca consapevolezza dei/lle turisti/e e dei/lle venditori/trici hanno delle forti conseguenze negative sull’ecosistema del posto. Inoltre, il crescente numero di visitatori ha portato al ripetersi di gravi atti di vandalismo nei confronti del tempio.

Attività

I/le volontari/e sanno impegnati/e nella promozione di una cultura legata alla protezione ambientale, fornendo informazioni su pratiche come il riciclaggio dei rifiuti e l’introduzione dell’igiene personale attraverso un approccio sostenibile. Ci sarà anche la possibilità di svolgere delle attività pratiche come pulire il tempio, piantare alberi, fare giardinaggio o fare segni per i bidoni della spazzatura. Parte del campo di lavoro saranno anche le attività con i/le bambini/e, come organizzare lezioni di inglese, visite scolastiche e giochi didattici.

Come parte studio, oltre ai confronti formativi sulla sostenibilità e la protezione dell’ambiente, i/le volontari/e prenderanno parte ad uno scambio culturale di cultura Javanese sulla danza tradizionale e la musica locale.

Alloggio

I/le volontari/e saranno ospitati/e nelle case delle famiglie locali; è richiesto di portare il proprio sacco a pelo o un materassino. La cucina e le pulizie saranno autonome e autogestite.

La lingua del campo è l’inglese. Se non parli inglese, non preoccuparti! Molti volontari/e partecipano ai campi per migliorare il proprio inglese.

Leggi la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondoecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info

 

Adesione alla campagna “Riace premio nobel per la pace 2019”

Adesione alla campagna “Riace premio nobel per la pace 2019”

 

Il Servizio Civile Internazionale (SCI Italia) aderisce e promuove la campagna “Riace premio Nobel per la pace 2019” (qua il link per sottoscrivere la raccolta firme), strumento tangibile di solidarietà a Domenico Lucano, alla comunità di Riace e a tutte quelle realtà organizzate che si battono processi di interazione e condivisione tra persone che possano abbandonare i binari tracciati dalle forme di “ospitalità e integrazione” istituzionalizzate, causa parziale di tanta marginalizzazione delle persone migranti.
L’arresto di Domenico Lucano ci ha lasciato sgomenti ma non è giunto certo come una sorpresa, perché si inserisce all’interno di una costante campagna di criminalizzazione della solidarietà a persone migranti che da più di un anno colpisce singoli, associazioni e ONG da Ventimiglia a Catania, in mare come sulla terra ferma. Nel nostro piccolo continueremo a portare avanti progetti rivolti a persone a rischio di marginalità sociale, tra cui rifugiati e richiedenti asilo, che si basa sul loro coinvolgimento in attività al pari e senza distinzioni con altre volontarie e volontari provenienti da tutto il mondo, con l’obiettivo di estendere gli spazi di inclusione e interazione, nel tentativo di promuovere percorsi graduali e autonomi di protagonismo sociale.

Servizio Civile Internazionale

Capacity building: un campo a Hong Kong nell’ambito della formazione

Capacity building: un campo a Hong Kong nell’ambito della formazione

hong kong capacity building formazione educazione campo di volontariatoIl campo

Dal 12 al 22 Marzo 2019 un campo di volontariato a Hong Kong dedicato alla capacity building, per migliorare la comprensione globale della creatività e l’arricchimento della vita dei giovani, organizzato dal nostro partner SCI-Hong Kong.

SCI Hong Kong lavora attualmente con sette scuole secondarie all’interno di un progetto di educazione globale. I seminari che avranno luogo durante il campo sono dedicati al potenziamento delle capacità dei/lle giovani e promuovono la creatività, la coesione sociale e la costruzione di uno sguardo comune verso il futuro.

Attività

I/le volontari/e si occuperanno di accompagnare due formazioni di tre giorni e due notti per 25 studenti/esse ciascuna. Durante queste formazioni saranno utilizzati metodi di educazione non formale e implementate attività come il teatro e il disegno. I/le volontari/e supporteranno il lavoro dei workshop ed aiuteranno nella preparazione del cibo.
Inoltre, durante il periodo di permanenza i/le volontari/e visiteranno due scuole in cui saranno protagonisti di piccoli seminari dedicati allo human library.

Come parte studio, i/le volontari/e approfondiranno, attraverso dei dibattiti, tematiche relazionate alla cittadinanza globale.

Alloggio

I/le volontari/e saranno ospitati/e presso il Mt. Davis Youth Hostal, YHA.

La lingua del campo è l’inglese, le persone locali parleranno anche mandarino e cantonese.

Leggi la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondoecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Call aperta per collaborazione Settore Comunicazione

Call aperta per collaborazione Settore Comunicazione

call tirocinante comunicazioneLa Segreteria Nazionale del Servizio Civile Internazionale cerca una persona di supporto per le attività del settore Comunicazione.
Il/candidato/a ideale ha una forte motivazione legata alla visione dell’associazione e alle azioni che mette in campo, ha delle conoscenze base nel settore della comunicazione, e ha voglia di accrescerle, praticandole in un contesto strutturato.

Mansioni

  •  Supporto all’implementazione della campagna di comunicazione per la promozione dei progetti di volontariato internazionale e delle attività del Servizio Civile Internazionale;
  • supporto nell’elaborazione del materiale grafico promozionale in collaborazione con lo staff SCI;
  • supporto nell’ideazione e implementazione della campagna comunicativa per la promozione delle attività e degli eventi collegati al XI Festival Internazionale della Zuppa di Roma, che include social network, ufficio stampa e gestione di un blog/sito dedicato all’evento;
  • partecipazione alle riunioni del gruppo di attivisti per l’organizzazione del XII Festival Internazionale della
    Zuppa di Roma;
  • risposta a generiche richieste di informazione sull’evento e sulle attività di SCI-Italia;
  • supporto alla creazione del sito del progetto “Edumapping: Alternative Pedagogy for capacity building&social inclusion”.

Requisiti

  • buona capacità redazionale e di sintesi;
  • interesse per il settore del no-profit e della comunicazione;
  • intraprendenza e voglia di mettersi in gioco;
  • autonomia lavorativa e capacità di lavorare in team;
  • flessibilità di orari;
  • capacità utilizzo strumenti fotografici;
  • conoscenza dei social media, in particolare facebook e instagram;
  • esperienza pregressa nell’uso della piattaforma WordPress;
  • conoscenza di software di grafica (preferenziale).

Opportunità formativa

L’esperienza darà opportunità di lavorare in un contesto complesso e di professionalizzare le prime competenze già maturate nell’ambito della comunicazione, partecipando attivamente alla realizzazione di campagne
comunicative e alla ideazione e creazione di un sito web.
Gli obiettivi formativi e i compiti specifici saranno concordati fra il/la collaboratore/trice, la Referente del Settore Comunicazione e la Coordinatrice de La Città dell’Utopia.
Sono previsti un momento di pianificazione, fasi di monitoraggio e una valutazione conclusiva.
Inoltre sarà offerta al/alla collaboratore/trice la possibilità di partecipare gratuitamente a incontri di formazione legati alle tematiche del volontariato e della cittadinanza globale e ad un corso base di progettazione. Avrà modo di prender parte a sessioni di seminari e training in programma al La Città dell’Utopia sui temi dell’inclusione sociale, della sostenibilità ambientale e dell’educazione non-formale.

E’ previsto un rimborso spese.

Periodo

18 febbraio – 18 luglio

Sede di lavoro

Segreteria Nazionale, Via Cruto 43, 000146, Roma

La Città dell’Utopia, Via Valeriano 3F, 00145 Roma

Per candidarsi:

Inviare CV e lettera di motivazione a coordinamento@sci-italia.it, specificando nell’oggetto “Supporto settore comunicazione SCI”, entro il 10 febbraio 2019. Le candidature incomplete non verranno prese in considerazione.

I colloqui si terranno nella sede di Via Cruto 43, Roma.

NB: per lettera motivazionale si intende l’esposizione delle ragioni per cui si applica, non si intende lettera d’introduzione o presentazione.

Call aperta per il progetto “Un pasto quotidiano di pace e nonviolenza”

Call aperta per il progetto “Un pasto quotidiano di pace e nonviolenza”

cibo nonviolenza servizio civile internazionale“Un pasto quotidiano di pace e nonviolenza: i nostri valori devono e possono essere rappresentati nel consumo alimentare”, è un progetto promosso da SCI Germania diviso in tre parti: un training dal 16 al 23 novembre 2018 a Witzenhausen, Germania; un seminario dal 10 al 17 marzo 2019 a Roma, Italia; infine, un seminario conclusivo dal 24 al 29 settembre 2019 a Vienna, Austria.

SCI Italia cerca 2 partecipanti per il secondo training che si terrà a Roma dal 10 al 17 Marzo 2019.

Tutte le spese di vitto e alloggio sono coperte, mentre quelle di viaggio verranno rimborsate previa presentazione della documentazione fino ad un massimo di 80 euro.

Background del progetto

Prima mangiamo, poi facciamo tutto il resto” M.F.K. Fisher

Mangiare è una delle cose più importanti che facciamo, e certamente lo è altrettanto durante i campi di volontariato e gli scambi giovanili. Cucinare e mangiare unisce e fortifica un gruppo, riesce a mostrare quanto le persone siano simili o diverse, aiuta a sentirsi soddisfatti e felici. Molti valori possono essere rappresentati dalle modalità di consumo di cibo – e il cibo è connesso con la questione del cambiamento climatico, delle ingiustizie sociali, del capitalismo e dello sfruttamento.

Come SCI, da 100 anni a questa parte, abbiamo sempre lavorato verso l’obiettivo di promuovere una cultura di pace e nonviolenza; in particolare, il consumo di cibo e l’impatto che questo ha sulle ineguaglianze sociali e sulla sostenibilità della vita sul pianeta ne fa parte, ed è necessario affrontare la questione con un approccio olistico. Perciò, grazie al progetto “Un pasto quotidiano di pace e nonviolenza” vogliamo rafforzare un modello di consumo alimentare più sostenibile e giusto all’interno delle attività del network. Infatti, con questo progetto si mira ad accrescere la consapevolezza e la riflessione critica sulle attuali pratiche di consumo alimentare negli scambi giovanili, nei seminari, nelle formazioni e nei campi di volontariato SCI.

I/le partecipanti al progetti saranno 23, provenienti da 9 paesi europei (Austria, Croazia, Germania, Ungheria, Italia, Irlanda, Olanda, Polonia e Spagna), e si incontreranno 3 volte nel periodo compreso tra novembre 2018 e settembre 2019.

Risultati attesi

  • un libro di ricette e linee guida sul consumo alimentare durante i campi, le formazioni, i seminari, gli incontri internazionali e via dicendo;
  • una “cassetta degli attrezzi” con i metodi dell’educazione non formale per workshop e attività di gruppo sulla tematica del consumo alimentare sostenibile.

Cronologia del progetto

Lo sviluppo del progetto consisterà in 3 incontri internazionali, parallelamente ad attività locali:

  • “Preparare il nostro pasto” (https://sci-italia.it/pasto-pace-nonviolenza-call-training-germania/) – training: 16-23 novembre a Witzenhausen (vicino Göttingen);
  • “Condividere il nostro cibo” – seminario: 10-17 marzo 2019 a Roma;
  • “Valutazione, disseminazione e follow-up” – seminario: 24-29 settembre 2019 a Vienna.

Il training

“Condividere il nostro cibo” è il secondo appuntamento del progetto, un incontro di formazione e laboratorio che si svolgerà a Roma dal 10 al 17 Marzo 2019.

Il programma

Dopo aver rivisto in generale il lavoro svolto nel primo incontro in Witzenhausen, ci focalizzeremo sulle pratiche più efficaci e interessanti che si sono prodotte e attivate a seguito del training. Ci focalizzeremo sul tema della giustizia sociale e dei diritti umani e sul lavoro in relazione al settore della produzione alimentare e scopriremo temi quali la sovranità alimentare e la sua importanza nei percorsi pacifisti.

Una parte ampia del seminario sarà dedicata a lavorare attivamente sulle pubblicazioni che saranno l’obiettivo finale del training, un libro di ricette con linee guida sul consumo alimentare ed un vademecum dedicati ai metodi dell’educazione non formale per workshop e attività di gruppo sulla tematica del consumo alimentare sostenibile.

Dove

Il seminario si svolgerà presso la Città dell’Utopia, un progetto del Servizio Civile Internazionale Italia. La Città dell’Utopia è uno spazio reso vitale da molte attività promosse da attivisti/e e abitanti del quartiere, un laboratorio aperto in cui si svolgono diversi corsi e si ospitano, in modalità collaborativa, diverse associazioni dedicate alla promozione di una cultura dell’accoglienza e della condivisione. Ad esempio, è uno spazio in cui rifugiati ed richiedenti politici possono interagire e incontrare il quartiere, ma è anche un luogo in cui quotidianamente si promuovono iniziative legate alla produzione di un rapporto sostenibile (e gustoso) con l’alimentazione, attraverso gruppi di acquisto solidali, mercatini ed incontri. La Città dell’Utopia offre inoltre un servizio di ostello.

Dalla teoria alla pratica

Dopo il seminario a Roma è il momento di trasformare la teoria in pratica! Avrai l’opportunità di supportare lo Sci-Italia nell’organizzazione dei training dedicati ai/alle Coordinatori/trici di campo e le attività di coordinamento dei campi di volontariato implementando pratiche inerenti la sostenibilità alimentare e la condivisione del cibo.

Profilo dei/delle partecipanti

  • avere più di 18 anni;
  • provare a raggiungere il training in treno o autobus, a causa del forte impatto climatico dell’aereo (in caso non ci fosse altro modo di viaggiare se non in aereo, si prega di contattare gli organizzatori);
  • essere attivi/e nella propria organizzazione di invio;
  • avere le competenze linguistiche necessarie per comunicare e lavorare in inglese;
  • essere interessati/e negli argomenti trattati durante il traning ed avere una forte motivazione a riportare indietro i contenuti;
  • impegnarsi a tradurre in pratica concreta le cose apprese durante il traning;
  • scrivere e inviare un report alla propria organizzazione di invio;
  • impegnarsi a prendere parte a tutti gli appuntamenti del progetto;
  • essere motivati/e a lavorare con persone provenienti da contesti e culture differenti.

Logistica e costi

I costi dei pasti, dell’alloggio e della formazione, saranno coperti dalla branca SCI Germania.

I viaggi saranno rimborsabili a persona, previa presentazione della documentazione, fino ad un massimo di 80 euro.

Al partecipante è richiesto il tesseramento al Servizio Civile Internazionale per l’anno 2019.

Candidatura

Per candidarsi, compilare l’application form a questo link e inviarla a coordinamento@sci-italia.it, inserendo come oggetto “Training_Roma_Sharing_Food”, entro e non oltre il 15 febbraio 2019.