Insegnare l’informatica a bambini e ragazzi: un campo in Togo

Insegnare l’informatica a bambini e ragazzi: un campo in Togo

Il campo

Dal 16 luglio al 7 agosto 2018 un campo in Togo per insegnare a bambini/e e ragazzi/e l’informatica, come usare il computer e i social network.

Nonostante l’evoluzione incredibile delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione, l’accesso agli strumenti dell’informatica è molto limitato nelle scuole del Togo. Tuttavia, cercando di dare una risposta a questo problema, l’organizzazione non governativa Astovot ha organizzato dei corsi di base di informatica e nuove tecnologie.

Tre settimane di corso per scoprire il funzionamento di un computer, il suo utilizzo, il sistema di posta elettronica e l’uso dei social network.

Il lavoro

I/le volontari/e saranno quindi impegnati/e in diverse attività:

  • accoglienza degli studenti e delle studentesse che si iscrivono al corso;
  • implementazione di un programma di formazione (guida alla scoperta del computer, utilizzo della tastiera nei programmi Word e Excel, creazione di un account di posta elettronica; ricerca di informazioni su internet; come usare i social network);
  • valutazione del programma di formazione e rilascio di attestato ai partecipanti.

L’alloggio

I/le volontari/e alloggeranno presso un’abitazione rifornita di numerose camere da letto, poco distante dal luogo di svolgimento del progetto. I materassi sono creati con scarti di plastica o paglia, ma se si desidera si può portare un proprio materasso gonfiabile.

Oltre alle attività del progetto, i/le volontari/e incontreranno la comunità locale, visitando i villaggi circostanti e, se possibile, la capitale Lomé.

Requisiti

È richiesto ai/alle partecipanti del campo di portare i propri computer portatili, poiché sfortunatamente l’organizzazione non ne detiene a sufficienza.

La lingua del campo è l’inglese.

Leggi la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Un campo in Palestina a sostegno dell’agricoltura locale

Un campo in Palestina a sostegno dell’agricoltura locale

Il campo

Dal 30 luglio al 9 agosto 2018 The Tent of Nations promuove un campo di volontariato all’insegna della tutela ambientale e dell’agricoltura. Il campo si svolge all’interno di un progetto che da 26 anni riunisce volontari e volontarie, provenienti da tutto il mondo, in modo da sostenere il lavoro agricolo della fattoria The Tent of Nations Farm, situata a sud ovest di Betlemme, poco distante dal villaggio di Nahalin.

L’obiettivo del progetto mira a far incontrare persone provenienti da contesti e culture diverse, con lo scopo di ricostruire ponti di riconciliazione e di pace attraverso l’agricoltura. Inoltre, con campagne di sensibilizzazione, campi di volontariato e la promozione di percorsi dedicati ai e alle giovani, The Tent of Nations ha anche la missione di preparare le persone a dare un contributo positivo alla società attraverso i valori della comprensione e del rispetto.

Il lavoro

I/le volontari/e del campo supporteranno il lavoro di raccolta delle mandorle e delle mele, pronti intorno al mese di agosto. Oltre a questo, alternando il lavoro nei campi a quello di produzione, i/le volontarie aiuteranno anche nella trasformazione di questi prodotti, come ad esempio preparare marmellate di mele e di altri frutti precedentemente raccolti.

I pomeriggi, invece, saranno impegnati nello studio del contesto in cui si sta vivendo: verranno svolte discussioni sulla situazione generale dei territori palestinesi, facilitate da workshop e dalla visione di documentari. Non mancheranno anche approfondimenti relativi alle tecniche agricole utilizzate presso la fattoria e uno studio particolare del mandorlo. Inoltre, si svolgeranno delle visite conoscitive presso i luoghi circostanti, come Betlemme e i suoi dintorni.

L’alloggio

I/le volontari/e alloggeranno in tende equipaggiate con letti e materassi all’interno del perimetro della Tent of Nations Farm, distante un paio di chilometri da Betlemme.

Requisiti

Essere pronti fisicamente a svolgere lavori manuali e agricoli ed essere consapevoli del contesto politico del paese. È richiesta una lettera di motivazioni.

La lingua del campo è l’inglese.

Leggi la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Together Stronger: call aperta per uno SVE in Grecia a sostegno del Greek Forum of Refugees

Together Stronger: call aperta per uno SVE in Grecia a sostegno del Greek Forum of Refugees

SCI Hellas, in partenariato con Mtü Noortevahetuse Arengu Ühing Estyes (Estonia), Voluntary Service International (VSI Ireland), Service Civil International – Deutscher Zweig E.V. (SCI Deutschland), Servizio Civile Internazionale (SCI Italy), Genclik Turizmi Dernegi (Genctur, Turchia), VCZ Volunteers Centre Zagreb (VCZ Croatia), Interregional Voluntary Organization IVO (SVIT-Ukraine), Servicio Civil Internacional (SCI Madrid), International Voluntary Service (IVS GB – United Kingdom) e Perm regional branch of the International historical-enlightenment charity and human rights society “Memorial” (Perm, Russian Federation), apre un progetto SVE della durata di 2 mesi in supporto al progetto del Greek Forum of Refugees.

Come per ogni progetto SVE, sono garantite le spese di alloggio, vitto, viaggio, corso di lingua ed assicurazione.

Durata del progetto:  1 luglio – 31 agosto 2018.

Attività A1

Visita preliminare del progetto: dal 7 al 10 giugno 2018. Un/a partecipante per ogni branca o partner del progetto, il/la volontario/a SVE o il/la coordinatore/trice del settore Servizio Volontario Europeo parteciperanno ad un incontro preliminare per discutere i dettagli del progetto.

La visita serve a rendere i/le partecipanti e i partner consapevoli del contesto in cui opereranno, delle sue peculiarità e del metodo di lavoro che verrà messo in campo, in modo da rendere i/le partecipanti il più preparati/e possibile già in anticipo.

Attività A2

Un gruppo di 10 volontari/e (1 per ogni partner) trascorrerà due mesi ad Atene, presso il Greek Forum of Refugees, sviluppando attività creative con i/le rifugiati/e, in particolare con i bambini, i ragazzi e le donne. Inoltre, insieme ai membri dello staff di SCI Hellas, i/le volontari/e organizzeranno workshop su tematiche differenti (diritti umani, questioni di genere, diritti dei minori, etc) secondo le esigenze e i bisogni espressi sia dei/delle rifugiati/e che dei/delle partecipanti.

Verranno inoltre svolte visite della città, per incontrare e conoscere altre realtà che fanno un lavoro simile sul territorio e sviluppare reti e connessioni future.

Programma di implementazione del progetto

1 luglio: arrivo.

2/6 luglio: orientamento, introduzione al progetto, metodi e pratiche utilizzati.

9 luglio – 26 agosto: attività con i/le rifugiati/e in cooperazione con le comunità migranti e le organizzazioni locali.

27/29 agosto: apertura al pubblico con eventi di disseminazione dei risultati.

30 agosto: valutazioni finali, termine del progetto.

31 agosto: partenza.

Orari di lavoro: 5 giorni a settimana (dal lunedì al venerd’), 5-7 ore al giorno, a seconda delle attività svolte. In caso di lavoro extra nel fine settimana, si avrà la possibilità di prendere dei giorni off durante la settimana lavorativa.

I/le volontari/e lavoreranno in piccoli gruppi e, laddove necessario, in luoghi differenti.

Vitto e alloggio: due appartamenti con camere condivise. I/le volontari/e avranno inoltre cura di pensare autonomamente ai pasti e alla pulizia dell’appartamento.

Candidatura

Inviare CV e lettera di motivazioni in inglese all’indirizzo evs@sci-italia.it entro il 9 maggio 2018.

Portare alla luce un antico insediamento iberico: un campo in Catalunya

Portare alla luce un antico insediamento iberico: un campo in Catalunya

Il campo

Dal 2 al 20 luglio 2018 un campo in Catalunya per portare alla luce un antico villaggio iberico, situato nel Parc Natural de la Tinença de Benifassà, utilizzando in particolare tecniche archeologiche sperimentali.

I/le volontari/e parteciperanno alla costruzione di una riproduzione dello scavo archeologico; in tal modo, prenderanno parte al progetto più ampio che mira da un lato alla promozione della storia locale e del patrimonio culturale iberico, dall’altro a stimolare la partecipazione della comunità locale e il coinvolgimento di volontari/e interazionali.

Il lavoro

I/le volontari/e del campo lavoreranno alla creazione di un manufatto che riprodurrà interamente gli scavi del villaggio iberico La Morranda; inoltre, prepareranno riproduzioni della pianta architettonica con materiali eco-sostenibili, al fine di non creare un impatto negativo con l’ambiente circostante.

Il processo di elaborazione di questi materiali prevede le seguenti attività:

  • estrazione della creta e dell’argilla dal suolo;
  • creazione di mattoni con questi stessi materiali;
  • modellamento ulteriore degli stessi prima dell’essiccazione;
  • costruzione del muro.

L’alloggio

I/le volontari/e verranno accolti/e in alcune abitazioni della cittadina Ballestar. La più grande contiene fino a 20 persone, ed altre sono disponibili. Anche i pasti si svolgeranno in questa abitazione. Non c’è bisogno di portare il sacco a pelo.

I requisiti

Non sono richieste competenze o professionalità acquisite in materia di archeologia, benché ogni conoscenza ed esperienza pregressa è ben accetta. È richiesta una buona prestanza fisica, in quanto le attività che verranno svolte durante il campo prevedono momenti di lavoro fisico intenso.

La lingua del campo è l’inglese, quella locale il catalano.

L’organizzazione ospitante il campo si occuperà inoltre di fare in modo che i/le volontarie vengano coinvolti dalla cultura locale. Infatti, verranno pianificate diverse attività con quest’obiettivo, come visite in luoghi di interesse culturale, in siti naturali, presso festival locali, e così via.

Leggi la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Promuovere l’integrazione delle persone con disabilità: un campo in Croazia

Promuovere l’integrazione delle persone con disabilità: un campo in Croazia

Il campo:

Dal 19 al 28 agosto un campo di volontariato in Croazia a sostegno dell’associazione Vretenac .

Le loro attività sono mirate a favorire l’ integrazione di  persone con disabilità intellettive nella comunità locale.

Tutto ciò verrà sviluppato attraverso una serie di laboratori creativi ed educativi, il cui scopo sarà quello di ridurre l’esclusione sociale di queste persone.

La proposta di progetto include anche la manutenzione e la gestione degli spazi associativi che ospiteranno il soggiorno dei volontari.

Tipo di lavoro:

I/Le volontari/e saranno attivi nella pulizia e nell’allestimento dell’area. Ciò ovviamente includerà l’uso di spazi esterni e interni, che dovranno essere sempre in condizioni da poter svolgere le attività con ospiti affetti da disabilità della struttura.

Inoltre i/le volontari/e saranno coinvolti quotidianamente in workshop creativi e sociali  con i beneficiari, dove costruiranno degli oggetti da esporre in occasione di fiere, eventi e presentazioni.

Il lavoro sarà di quattro ore al mattino, tra le 9:00 e le 13:00 mentre nel pomeriggio i volontari potranno socializzare con i ragazzi della struttura.

Vi saranno inoltre 3 workshop specificatamente per i volontari: “conoscere la vita delle persone con disabilità intellettiva nelle comunità rurali”,”la mission dell’associazione Vretenac” e “tradizione locale e patrimonio della contea di Slatina”.

Alloggio

Il luogo esatto deve ancora essere confermato. L’alloggio sarà comunque in un ostello o in una casa privata affittata dall’Associazione.

Indipendentemente dal tipo di sistemazione, il luogo soddisferà tutte le esigenze dei volontari.

Sarà necessario portare i propri sacchi a pelo, mentre per ciò che riguarda la cucina, i volontari saranno divisi in squadre per la preparazione di 3 pasti al giorno.

Requisiti:

Insieme alla domanda, si prega di inviare una lettera di motivazione e una prova certificata che dichiari di non aver precedenti penali.

La lingua del campo è l’inglese, ma l’associazione Vretenac fornirà un traduttore quando necessario.

Posizione approssimativa:

Il campo si terrà nella città di Slatina, situata nella contea di Virovitica-Podravina.

 

Leggi la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info .

 

 

Dare una mano e condividere un sorriso: un campo con bambini e ragazzi in Croazia

Dare una mano e condividere un sorriso: un campo con bambini e ragazzi in Croazia

Il campo:

SCI-Croazia insieme all’ organizzazione Volenterski Centre Zagreb promuove un campo di volontariato dal 17 al 26 agosto per lavorare con bambini e ragazzi con disagi comportamentali.

I/Le volontari/e lavoreranno direttamente con i giovani dell’istituto di istruzione minorile e con i bambini delle scuole elementari che sono inclusi nel programma.

Il lavoro sarà incentrato sulla prevenzione dei problemi comportamentali, con l’obiettivo di far conoscere il lavoro dell’associazione e sensibilizzare la comunità locale sulla prevenzione di questi disturbi. 

L’approccio con cui si continua a lavorare con i bambini e i ragazzi è stato riconosciuto dalle organizzazioni internazionali di volontariato come unico e moderno.

Il lavoro:

I/Le volontari/e dovranno preparare e partecipare a tutte le attività che includono la collaborazione e la condivisione con i bambini e i ragazzi del centro.

Le attività saranno basate principalmente su gruppi di lavoro suddivisi in :

1) Workshop interattivi, tra cui giochi  per conoscersi ed imparare a lavorare insieme, la conoscenza di  altre culture attraverso presentazioni di canzoni o piatti tipici dei paesi di provenienza dei volontari, ed altre attività destinate a migliorare la comunicazione e le capacità sociali.

2) Allestimento ed organizzazione di laboratori creativi di arte e musica, oltre che corsi di riuso e riciclo.

3) Partecipazione alle varie attività sportive e nello svolgimento nei giochi all’aperto.

I volontari durante il campo lavoreranno per un massimo di 6 ore al giorno e avranno ovviamente 1 giorno libero.

Alloggio

I/Le volontari/e saranno sistemati in camere con due letti  nei padiglioni all’interno della struttura. Non serve portare il sacco a pelo in quanto verranno fornite lenzuola e coperte.Ogni padiglione contiene 2 bagni, 2 docce e una piccola cucina.

I/Le volontari/e stessi saranno responsabili della pulizia del padiglione e prepareranno i pasti nella struttura (colazione, pranzo, cena).

Requisiti:

La lingua ufficiale del campo sarà ovviamente l’inglese. Sarà richiesta inoltre una lettera di motivazione che dovrà includere: precedenti esperienze di lavoro con i bambini e i giovani delle scuole (soprattutto nelle istituzioni di assistenza sociale), un piano per il  workshop che vorresti organizzare come volontario/a e i materiali necessari per allestirlo.

Dal momento che il target di questo campo è costituito  da bambini e giovani con problemi comportamentali ed emotivi, ci si aspetta che i volontari siano altamente responsabili e che  siano disponibili a lavorare a stretto contatto con gli educatori.

Obbligatorio : Dal momento che ci si dovrà confrontare con dei minori, dopo essere stati accettati al campo, i volontari dovranno fornire  una certificazione da parte della polizia dove si dichiari ufficialmente che non sono stati commessi reati

Si dovrà anche presentare un certificato medico che attesti di non soffrire di malattie contagiose, psicologiche o mentali; il tutto ovviamente per garantire la sicurezza e la salute degli ospiti della struttura.

Posizione approssimativa:

Bedekovčina è una piccola città, situata nella parte nord occidentale della Croazia, con circa 3.400 abitanti. Si trova a circa 50 km da Zagabria, raggiungibile in circa 1 ora di treno.

Leggi la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

 

Scoprire e promuovere la permacultura: un campo in Repubblica Ceca

Scoprire e promuovere la permacultura: un campo in Repubblica Ceca

 Il campo:

SCI-Italia promuove un campo di volontariato in Repubblica Ceca dal 3 al 10 Giugno 2018, supportando il lavoro dell’ong Tamjde, che da anni si impegna nella cooperazione e nel volontariato internazionale.

“Hvozd”  è una comunità di musicisti, erboristi e artigiani, che si sono stabiliti in un bellissimo villaggio, immerso nella natura e ricco di attrazioni culturali e architettoniche.

Ancora oggi puoi trovare i suoi attivisti quasi sempre impegnati  nei loro boschi o nei loro giardini, comunque sempre circondati dalla natura.

Tutte le loro attività si basano prettamente su principi di permacultura, attraverso i quali cercano di educare la società al rispetto dell’ambiente e alla tutela del patrimonio naturale

Le attività:

L’associazione attende con ansia volontari, desiderosi di saperne di più sulla tutela e sulla sostenibilità ambientale.

I/Le volontari/e faranno vita comunitaria, lavoreranno nella manutenzione dei boschi e  nella pulizia degli ambienti. Dovranno anche aiutare a costruire un parco naturale totalmente eco-sostenibile: allestendo percorsi, sentieri e strutture per bambini.

Tutto ciò utilizzando solo materiali naturali e imparando quindi a conoscere l’ambiente e a promuovere la permacultura.

L’alloggio:

I/Le volontari/e alloggeranno in una casa con dei letti, ma chi vorrà ovviamente, potrà anche trascorrere la notte dormendo all’aperto.

I/Le volontari/e avranno libero accesso alla cucina e aiuteranno nella preparazione dei pasti. La dieta è rigorosamente vegetariana, con possibilità dell’opzione vegana.

La lingua:

L’inglese sarà la ufficiale lingua del campo, anche se verranno insegnate le parole  base in lingua ceca, dal momento che la maggior parte dei locali non parlano inglese.

Ubicazione approssimata:

Il campo è situato in una bellissima città nel nord della Repubblica Ceca.

Saranno previste anche delle visite guidate alla scoperta della cultura del posto.

È un luogo perfetto per escursioni nei boschi, ma anche per gite alla scoperta del patrimonio culturale, o anche semplicemente per praticare attività sportive.

Leggi la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

 

Premio “Amadou Wade”: vinci un campo di volontariato internazionale in materia ambientale

Premio “Amadou Wade”: vinci un campo di volontariato internazionale in materia ambientale

“Per ottenere un cambiamento radicale bisogna avere il coraggio di inventare l’avvenire. Noi dobbiamo osare inventare l’avvenire.” Thomas Sankara

Pochi mesi fa ci ha lasciato improvvisamente Amadou Wade, attivista e storico membro dell’associazione Fenagie (Fédération Nationale des Groupements d’Intérêt Economique de Pêche), partner senegalese del Servizio Civile Internazionale (SCI Italia). Dal 1990 Fenagie si occupa del supporto diretto a comunità locali di lavoratrici e lavoratori del settore della pesca, con l’obiettivo di migliorare le loro condizioni sociali, professionali e umane: una collettività di migliaia di persone impegnate nella valorizzazione delle risorse ittiche e nella loro gestione sostenibile.

Amadou ha lasciato una forte impronta nell’operato di Fenagie e di SCI Italia, grazie al suo costante impegno nella denuncia della pesca intensiva e a favore dello scambio di buone pratiche a livello internazionale, ad esempio attraverso l’ospitalità a volontarie e volontari internazionali in Senegal. Amadou era una persona molto generosa, un grande costruttore di avvenire, un mediatore tra la tradizione e la spinta verso il cambiamento, alla ricerca di nuove modalità di gestione delle risorse naturali in grado di rispondere ai bisogni presenti e quelli delle future generazioni, di rimettere al centro le comunità e contribuire a scardinare dal basso le dinamiche di sfruttamento che da troppo tempo colpiscono il continente africano.

Per saperne di più sull’operato di Fenagie:

  • Mare Nostrum (intervista ad Amadou Wade – a partire dal minuto 57 del video, Report, 16.11.2008)
  • Terra Made Grains (intervista ad Amadou Wade, Terra Madre, 25.07.2011)
  • Fenagie (sito web)

Per queste ragioni, SCI Italia ha scelto di promuovere un’azione in sua memoria, che prevede la copertura di 4 quote campo (2 in Italia/Europa, del valore di 100€ ciascuna; 2 in Africa/Asia/America Latina/Vicino Oriente, del valore di 120€ ciascuna) per campi di volontariato internazionale afferenti alle tematiche “Clima e stile di vita sostenibile”, “Protezione dell’ambiente”, “Vita comunitaria” (https://www.workcamps.info).

I volontari che usufruiranno della copertura della quota dovranno sviluppare, in base alle proprie competenze, un prodotto comunicativo (articolo, mostra fotografica, video, evento pubblico ecc…) legato alla tematica del campo al quale parteciperanno, con l’obiettivo di valorizzare il ruolo del volontariato internazionale.

Per candidarsi è necessario inviare una mail a presidente@sci-italia.it, allegando una lettera di motivazione in cui esplicitare e approfondire:

I volontari vincitori del concorso dovranno partecipare all’incontro di formazione di I livello più vicino al loro luogo di residenza (partecipazione obbligatoria anche all’incontro di formazione di II livello per i 2 in Africa/Asia/America Latina/Vicino Oriente).

Scadenza per l’invio delle candidature: 6 maggio 2018.


Per maggiori informazioni sulle condizioni specifiche di partecipazione ai campi:

SVE a Madrid di 10 mesi : ancora pochi posti disponibili

SVE a Madrid di 10 mesi : ancora pochi posti disponibili

Obiettivi dello SVE

Questo SVE di dieci mesi si svolgerà da Ottobre 2018 a Luglio 2019 ed è organizzato da SCI-Madrid , la branca spagnola del Servizio Civile Internazionale, un’organizzazione che dal 1920 si impegna attivamente nella cooperazione per promuovere la pace e il dialogo tra i popoli attraverso progetti di volontariato.

L’obiettivo principale del progetto è prima di tutto: promuovere il volontariato internazionale attraverso la partecipazione e il lavoro dei/lle volontari/e stessi/e.
Il/la volontario/a collaborerà quindi a portare avanti le attività associative, innanzitutto lavorando secondo la pianificazione annuale dello SCI e conseguentemente impegnandosi  nella promozione di un volontariato, visto non solo come aiuto e servizio, ma anche e soprattutto come fattore di cambiamento e miglioramento sociale.

Attività

Le attività saranno essenzialmente quelle di preparazione ed organizzazione dei progetti e degli eventi che verranno decisi dall’organizzazione.

Tra le tante attività, sarà molto importante supportare il processo di invio e ricezione dei volontari a livello internazionale. Un’altra attività fondamentale sarà quella di aiutare lo staff nell’organizzazione dei laboratori di consapevolezza interculturale, affinché questi incontri risultino alla fine partecipati da molte persone.
Partecipare agli incontri con altre organizzazioni di volontariato a livello regionale e nazionale e collaborare nella preparazione di materiale informativo e di divulgazione.
Assistere e supportare a fiere e/o forum di volontariato ed ovviamente garantire la partecipazione ai campi di volontariato internazionali che si organizzeranno nel Paese.

Requisiti richiesti

Saper essere ovviamente una persona positiva e aperta di mente e soprattutto dimostrare un forte interesse nel multiculturalismo e nel volontariato.

Avere una buona propensione al lavoro d’ufficio e possibilmente possedere un livello alto di conoscenza della lingua spagnola

Contatti

Per candidarsi, inviare  il prima possibile CV e lettera di motivazioni in spagnolo all’indirizzo: evs@sci-italia.it, entro il 16 aprile 2018.

Il tuo 5XMille in sostegno del volontariato e della solidarietà internazionale

Il tuo 5XMille in sostegno del volontariato e della solidarietà internazionale

Perché sostenere lo SCI con il tuo 5xMille

Cara amica, caro amico,

a quasi un secolo dalla nascita del nostro movimento, che ha visto ogni anno migliaia di volontarie e volontari contribuire alla costruzione di risposte concrete ai conflitti e alle ingiustizie che caratterizzano il mondo, la nostra missione continua ad essere imprescindibile. Tanto più lo è oggi, quando il volontariato assume sempre meno i tratti di impegno civico e sempre più quelli di un prodotto da consumare, un’esperienza estemporanea di solidarietà slegata da una reale volontà di partecipare al cambiamento dello status quo.

Come saprai, il Servizio Civile Internazionale si autofinanzia per mezzo delle libere donazioni dei propri soci e simpatizzanti, del 5xMille e di contributi pubblici di sempre minore entità per progetti specifici. Non accettiamo finanziamenti da fondazioni bancarie ed altri soggetti privati legati all’industria della guerra o alle dinamiche di sfruttamento umano ed ambientale contro cui lottiamo quotidianamente. Per questi motivi, il tuo sostegno è fondamentale.

I progetti realizzati grazie al tuo 5xMille

Nel 2017, la quota del 5xMille ci ha consentito di sostenere alcuni tra i nostri progetti più rilevanti. Tra questi ricordiamo:

  • Basket Beats Borders”, scambio giovanile tra la squadra di basket femminile del Campo profughi di Shatila (Libano) e altre squadre di basket popolare italiane, nell’ottica di presentare lo sport come strumento universale di condivisione, cittadinanza attiva e superamento delle frontiere.
  • Tutti Inclusi!”, programma riguardante l’inserimento protetto nei campi di volontariato in Italia di giovani in situazione di svantaggio e di emarginazione sociale. Per questi giovani, la partecipazione a un campo SCI è stata l’opportunità di crescere dal punto di vista personale e intraprendere percorsi di attivazione sociale, interagendo con altri giovani per la realizzazione di micro-progetti locali, tutti caratterizzati da un forte impatto sociale e dal legame con il territorio ospitante.

Sempre nel 2017, grazie invece alle libere donazioni dei soci e simpatizzanti, abbiamo realizzato iniziative altrettanto importanti come il progetto “Yazidi’s Voice”, che ha permesso l’invio di materiale didattico nel Kurdistan turco e la permanenza in loco di un nostro attivista impegnato nell’insegnamento della lingua inglese a bambine e bambini curdi e yazidi, questi ultimi scampati al genocidio dell’ISIS in Iraq. Aggiornamenti sul progetto sono reperibili sul sito dedicato.

Anche nel 2018, la quota del 5xMille e le donazioni ci consentiranno di sostenere iniziative sperimentali, come quelle citate in precedenza, così come di realizzare le nostre attività storiche: l’organizzazione ogni anno di oltre 30 campi di volontariato in Italia su tematiche ambientali, sociali e culturali; l’accoglienza nei nostri campi di oltre 250 volontari internazionali; l’invio di più di 350 volontari italiani in progetti di volontariato internazionale in tutto il mondo; la formazione di centinaia di giovani sui temi della pace e dell’inclusione sociale.

Come fare per contribuire?

È facile! Nella dichiarazione dei redditi puoi scegliere di destinare il 5xMille a sostegno del Servizio Civile Internazionale (legge del 23 dicembre 2005 n. 266, art. 1, comma 337). Basta inserire il codice fiscale 97004220584 e firmare nel riquadro apposito dei modelli di dichiarazione riguardante il sostegno del volontariato e delle organizzazioni senza scopo di lucro.

Il sistema è simile a quello dell’8×1000, ma con il 5xMille è possibile identificare il soggetto beneficiario e diventare davvero consapevole delle proprie scelte. Conferire il 5xMille a un ente non-profit non comporta la rinuncia alla destinazione dell’8 per mille, come stabilito dalla legge n. 222 del 1985.

Ti ricordiamo inoltre che è in corso la campagna tesseramento 2018. Puoi fare o rinnovare la tua tessera socio versando un contributo minimo di 20 euro attraverso cc Bancario IT71F0501803200000011014412, postale n. 79042008 o rivolgendoti ai nostri gruppi presenti nelle principali Regioni. Nel caso non potessi partire per un campo, ti invitiamo a partecipare alle formazioni ed alle altre attività rivolte ai soci, costantemente promosse sul nostro sito e attraverso la nostra newsletter, e a contribuire attraverso una donazione – sempre con le medesime modalità previste per il tesseramento – alla copertura dei costi di partecipazione ai campi di giovani con minori opportunità.

Fiduciosi del tuo sostegno, continueremo il nostro impegno per la promozione del volontariato come strumento di partecipazione civile e attivismo nella società.

Un caro saluto,

Yamine Kamal Massimiliano

Presidente SCI Italia