Yazidi’s Voice – English for Refugees

Nel 2014 centinaia di yazidi sono fuggiti dalle loro case quando l’ISIS ha invaso Shengal, in Iraq. Sono rimasti nel campo profughi istituito dalla municipalità curda a Diyarbakir (Kurdistan turco) e da gennaio 2017 sono stati esiliati nel campo AFAD di Midyat.

Il Servizio Civile Internazionale Italia, una delle poche organizzazioni italiane presenti sul territorio, vuole realizzare attraverso un crowdfunding una scuola di inglese per supportare le bambine e i bambini yazidi rifugiati nel campo di Midyat nel rafforzamento di uno strumento unico di diritto, denuncia e libertà che nessuno potrà portargli via: la voce.

Una voce che, attraverso lo studio dell’inglese, riesca ad andare oltre le frontiere e che possa essere universalmente comprensibile.

Saranno selezionati due insegnanti volontari, uno locale e uno internazionale, ai quali verranno garantiti vitto, alloggio e un rimborso spese. I bambini riceveranno libri, quaderni, matite e altro materiale utile per le lezioni.

Le lezioni dureranno tre mesi. Non potendo entrare nel campo profughi, avremo bisogno di affittare uno spazio.

Il lunedì, unico giorno della settimana in cui i rifugiati possono uscire dal campo, sarà dedicato alle lezioni di inglese. Durante la giornata di scuola i ragazzi e le ragazze condivideranno il pranzo insieme ai volontari locali e internazionali.

Saranno presenti altri volontari internazionali che parteciperanno ai campi di volontariato a breve termine, organizzati nel corso dei tre mesi dal Servizio Civile Internazionale Italia.

Insieme, grazie alla tua donazione, possiamo superare il muro del silenzio.

 

Ridiamo voce agli yazidi! Dona ora!

 

Visita il sito della campagna Yazidi’s Voice – English for Refugees.

Segui tutti gli aggiornamenti sulla pagina Facebook.

bool(false)