Sperimentare modelli di vita comunitaria: un campo in Grecia

Sperimentare modelli di vita comunitaria: un campo in Grecia

Dal 28 agosto al 10 settembre 2017 un campo in Grecia presso la comunità per persone adulte diversamente abili Estia Agios Nikolaos.

Estia Agios Nikolaos è l’unica comunità in Grecia dedicata ad adulti con disabilità progressive: in questo posto si vive, si lavora e ci si gode il tempo libero insieme, utenti e operatori. Tutti/e i/le residenti sono di origine greca e per molti di loro Estia diventa il luogo dove rimarranno per il resto delle loro vite. Lo staff, i volontari e le volontarie che gestiscono tale spazio provengono da tutti gli angoli della Grecia, mossi dalla volontà di contribuire al funzionamento di tale comunità e alla felicità di ogni membro della stessa.

I/le partecipanti del campo saranno impegnati/e nella costruzione di cisterne d’acqua, costruendo degli incavi di pietra in cui posizionarle. I materiali che verranno utilizzati per tale lavoro saranno tutti provenienti dalla zona, in modo da non creare un impatto negativo per l’ambiente. L’obiettivo è di estendere la capacità di raccolta d’acqua per l’irrigazione del giardino.

La lingua del campo è l’inglese, quella locale il greco.

Leggi la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Motivare e supportare la comunità di Mekong Delta: campo in Vietnam

Motivare e supportare la comunità di Mekong Delta: campo in Vietnam

Dall’8 al 16 agosto 2017 un campo a sostegno della scuola pubblica Ngai Tu D, una delle quattro scuole pubbliche della provincia di Vinh Long, in Vietnam.

Da quando Ngai Tu è considerata una zona del Vietnam economicamente in via di sviluppo, le scuole sono libere di incoraggiare i propri alunni a completare il livello base di istruzione, nonostante i problemi finanziari siano elevati e la possibilità per i giovani di lasciare dalla propria comunità sia molto bassa. Proprio per questo, anche la fortuna di confrontarsi con culture nuove e diverse è molto rara.

È per tali ragioni che i campi di volontariato internazionale sono una ricchezza per il territorio: anche se l’interazione tra volontari/e e bambini e ragazzi dei villaggi locali è di durata breve, lo scambio e l’incontro sono un’opportunità e una forte motivazione per i/le giovani del villaggio e una speranza per il futuro.

I/le volontari/e del campo saranno impegnati/e in diverse attività: presso Ho Chi Minh parteciperanno ad alcuni workshop con gli studenti dell’università; a Vinh Long saranno impegnati/e in lavori manuali, di restauro e rinnovo degli edifici scolastici, e parallelamente insegneranno ai/alle bambini/e l’inglese e promuoveranno il confronto tra culture.

Come parte studio, verrà approfondita la questione della comunicazione interculturale e delle pratiche di gestione dei conflitti in contesti di gruppi misti.

La lingua del campo è l’inglese, quella locale il vietnamita.

Leggi la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Restaurare il monastero di Draganac: un campo in Kosovo

Restaurare il monastero di Draganac: un campo in Kosovo

Dal 13 luglio al 29 luglio 2017 un campo in Kosovo, presso il villaggio abbandonato Draganac, famoso per il suo monastero e la fortezza risalenti al XIV secolo. Tutta l’area circostante, che include circa 10 ettari di foresta e diversi edifici storici, appartiene al monastero.

Nel tempo, tale proprietà è divenuta un villaggio etnico, con giardini, frutteti, serre e animali, oltre che un posto di ritrovo per pellegrini. Dallo scorso anno GAIA e alcune organizzazioni locali si sono impegnate nell’organizzazione di campi di volontariato internazionale, in partenariato col monastero. Durante il campo i/le volontari/e hanno aiutato nei lavori di rinnovo degli edifici abbandonati, nel mantenimento dei giardini e dei frutteti, nella costruzione di strutture per ospitare gli animali e hanno affiancato i monaci durante le celebrazioni dello Slava.

Quest’anno, i/le volontari/e partecipanti continueranno il lavoro avviato di rinnovo del villaggio, prendendosi cura degli spazi, assistendo i monaci nelle funzioni quotidiane, facendo lavori di giardinaggio e costruendo nuove strutture. Vi sarà l’occasione di celebrare insieme lo Slava, che si terrà il 26 luglio: in quanto evento importante per le comunità ortodosse, quel giorno il monastero si riempirà di fedeli provenienti da tutta la regione, e i/le volontari/e aiuteranno nella preparazione e nella gestione della giornata.

Come parte studio, i/le partecipanti del campo faranno l’esperienza di momenti di vita comunitaria in luoghi remoti, delle pratiche che rendono questo modello di esistenza sostenibile e in armonia con la natura. Verrà approfondita anche la storia del patrimonio culturale e naturale della regione, della vita monastica e delle tradizioni della Chiesa Ortodossa.

La lingua del campo è l’inglese.

Leggi la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

“Mission: Wolf”: prendersi cura dei lupi e dei cani-lupo nati in cattività

“Mission: Wolf”: prendersi cura dei lupi e dei cani-lupo nati in cattività

Dal 21 agosto all’11 settembre 2017 un campo nelle riserve del sud-ovest del Colorado (USA), tra Gardner e Westcliffe, per prendersi cura dei lupi e dei cani-lupo nati e cresciuti in cattività.

Mission: Wolf (M:W) è un rifugio riabilitativo per i lupi e i cani-lupo che, essendo nati in gabbia e cresciuti segregati, maltrattati e trascurati, spesso non sopravvivono al primo anno di vita. M:W lavora con i lupi per educare e sensibilizzare le persone riguardo all’importanza della libertà per gli animali selvaggi, cercando di dissuaderle dal trattarli come dei cuccioli domestici; l’opera di convincimento è uno sforzo collettivo di persone con lo stesso fine: rispettare gli animali e vivere in maniera eco-sostenibile. L’obiettivo del progetto è tutelare un ambiente sano e aperto che promuova la crescita personale degli individui che lo attraversano, ispirando modelli positivi che possano far diventare ogni persona un/una nuovo/a difensore dell’ecosistema.

I/le volontari/e partecipanti saranno impegnati/e in attività di cura e assistenza a circa 30 tra lupi e cani-lupo, come preparare i pasti, nutrirli, portare l’acqua, organizzare e mantenere gli spazi per gli animali; ma anche organizzare le donazioni, gli accessi di eventuali visitatori, le aree ristoro, riparazione e manutenzione di veicoli, costruzioni, e via dicendo.

La parte studio sarà centrata sulle caratteristiche dei lupi e dei cani-lupo, dal comportamento all’ambiente naturale, sui modelli di vita ecologicamente sostenibile e vita comunitaria.

La lingua del campo è l’inglese.

Leggi qui la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Emancipazione femminile e vita comunitaria: un campo in Bulgaria

Emancipazione femminile e vita comunitaria: un campo in Bulgaria

Dall’8 al 19 luglio 2017 un campo a sostegno dell’emancipazione femminile nel piccolo villaggio di Rumyancevo, in Bulgaria. In questo luogo, la mancanza di pari opportunità espone un gruppo di giovani donne (tra i 15 e i 30 anni) ad una condizione di estrema vulnerabilità. Terminati gli anni scolastici la maggior parte di loro non persegue una carriera personale o un livello di educazione superiore, ma diventa madre, e trasmette ai propri figli quella stessa tradizione che alimenta il circolo vizioso della povertà nelle regioni bulgare più piccole e povere.

Tra queste, c’è un gruppo di donne che desidera costituirsi in un Club, in modo da poter strutturare ed organizzare attività per i bambini e le bambine del villaggio che ancora vanno a scuola e iniziare così a lavorare in direzione di un cambiamento nella loro comunità. Il campo di volontariato servirà a supportarle.

I/le volontari/e e le donne organizzeranno insieme workshop creativi, come il riciclo e la trasformazione di vecchi vestiti in nuovi, o di oggetti di scarto in accessori. I pomeriggi saranno invece dedicati a sviluppare giochi e attività con l’obiettivo di creare legami solidali tra le donne del Club, aiutandole ad aprirsi e a scoprire i loro talenti ed interessi. Il campo terminerà con un grande evento pubblico che coinvolgerà tutta la cittadinanza, durante il quale verranno presentati i risultati delle attività creative svolte.

La parte studio sarà centrata sulla questione dell’emancipazione femminile, l’uguaglianza di genere e il diritto alla salute. Durante il tempo libero i/le volontari/e avranno la possibilità di fare escursioni e campeggiare presso i siti naturali poco distanti, come grotte, fiumi, vallate e pareti da scalare.

La lingua del campo è l’inglese, quella locale il bulgaro.

Leggi qui la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

bool(false)