Tutela del patrimonio ambientale: un campo nella Val Codera

Tutela del patrimonio ambientale: un campo nella Val Codera

tutela del patrimonio ambientale valcodera

Il Campo

Dal 26 luglio al 4 agosto 2019 un campo dedicato alla tutela del patrimonio ambientale nella Val Codera, una località immersa tra le Alpi Retiche e scolpita nel granito. Un presidio naturale, selvaggio e incontaminato nonostante i danni dovuti al cambiamento climatico e allo sviluppo industriale della città di Novate Mezzola, che ha causato l’erosione del suolo e delle rocce ai piedi della vallata.

L’associazione “Amici della Val Codera ONLUS” è impegnata da 35 anni nella tutela del patrimonio ambientale della valle e nella promozione di un approccio ecologista e sostenibile. Con questo obiettivo sostengono la valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale della valle (tipico esempio di civiltà alpina) a beneficio dei residenti e di un turismo sostenibile che sappia apprezzare le peculiari attrattive del luogo. Le attività si svolgono soprattutto nei dintorni del borgo di Codera, raggiungibile solo a piedi con 2 ore di cammino dal fondovalle.

Attività

I/le volontari/e del campo si occuperanno di ripulire e sistemare i campi coltivati, incrementando la coltura di patate, fagioli e cavoli, costruendo sistemi di irrigazione, eliminando le piante infestanti, raccogliendo la legna e molto altro sotto la guida dell’associazione. Inoltre, contribuiranno alla riapertura di sentieri escursionistici e della pulizia e del recupero della viabilità pedonale antica.

La parte di studio comprende l’analisi della situazione della montagna italiana ed alpina, con particolare riguardo alle aree marginali come la Val Codera, dove è più presente il fenomeno dello spopolamento, con conseguente perdita di identità della popolazione, perdita di tradizioni ed abbandono e dissesto del territorio. La parte di studio sarà incentrata sulle attività di valorizzazione e rilancio del territorio nell’ottica di mantenere le caratteristiche proprie dello stesso e di sviluppare un turismo ecosostenibile rispettoso del patrimonio ambientale e storico-culturale della montagna. E’ previsto inoltre un workshop di confronto tra i volontari sullo sviluppo ecosostenibile e sull’impatto dei cambiamenti climatici e dell’industrializzazione sull’ambiente. Il workshop si aprirà l’ultimo giorno di campo a tutta la comunità della valle: crediamo infatti che i giovani volontari internazionali, le loro idee e il loro coinvolgimento nel campo possano rappresentare una grossa spinta di sensibilizzazione e crescita per gli abitanti della valle.

Alloggio

I/le volontari/e alloggeranno in camere dotate di letti a castello provvisti di materasso, cuscino e coperte (occorre portare però il proprio sacco lenzuolo); nella struttura saranno a disposizione bagni e docce con acqua corrente calda e fredda. Il borgo di Codera è situato a 825 di altitudine e non sono presenti negozi. Il borgo è abitato stabilmente e dista dalla strada più vicina circa 2 ore di panoramico cammino sui laghi di Como e di Mezzòla. I pasti saranno preparati da soci volontari dell’Associazione Amici della Val Codera e serviti con l’indispensabile ausilio dei/delle volontari/e del campo.

La lingua del campo è l’inglese, quella locale l’italiano.

Leggi la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.