Quattro posizioni aperte per lo SVE di un anno in Slovenia

Quattro posizioni aperte per lo SVE di un anno in Slovenia

Il nostro partner sloveno Zavod Voluntariat cerca quattro volontar@ per quattro ruoli diversi all’interno di un progetto di Servizio Volontario Europeo a Lubiana, Slovenia. Il progetto si svolgerà da gennaio 2018 per la durata di 12 mesi.

Si ricercano nello specifico; una figura di coordinamento per il Club of Volunteers, incaricato/a di sviluppare e gestire workshop educativi in aree rurali; un/a assistente di coordinamento per attività con i giovani nel territorio locale; un/a grafico/a motivato/a a sviluppare il settore comunicativo della ONG; un/a placement officer a supporto del settore campi, per facilitare le esperienze di volontariato internazionali e implementare le relazioni tra la ONG e le varie organizzazioni partner.

Tutti i progetti garantiscono ai/alle volontari/e la coperture delle spese di alloggio, vitto, viaggio, corso di lingua e assicurazione.

Prima di applicare, leggere attentamente qui la call ufficiale, all’interno della quale vengono descritti i profili ricercati per ogni singolo progetto e tramite cui è possibile scaricare la infopack contenente tutte le informazioni nel dettaglio.

Per candidarsi, inviare CV e motivation letter in inglese all’indirizzo evs@sci-italia.it, con oggetto “SVE in Slovenia”, entro domenica 24 settembre 2017.

Promuovere l’espressione artistica della comunità locale: un campo in Slovenia

Promuovere l’espressione artistica della comunità locale: un campo in Slovenia

Dal 24 agosto al 5 settembre 2017 un campo in Slovenia, presso Kranj (a circa 20 chilometri da Ljubljana), per supportare il festival artistico Art diStrict.

Art diStrict coinvolge artisti, architetti, ricercatori urbani e persone con spiccato senso di creatività nel rinnovo di un edificio abbandonato, situata nel quartiere artistico e alternativo dell’antica città di Kranj. Il campo avverrà nel contesto del festival artistico “Sasso, carta, forbice” organizzato dal centro di arte e cultura Layer House. L’obiettivo del campo e del festival è di recuperare l’edificio abbandonato e farne un intervento artistico a tutto tondo, che possa essere d’ispirazione agli/alle artisti/e locali nel continuare a rinnovarlo, facendone una casa d’artista, una galleria e uno spazio d’arte urbana.

I/le partecipanti del campo supporteranno l’organizzazione del festival, il lavoro degli artisti, cureranno il giardino della casa, documenteranno l’evento con foto e video, discuteranno collettivamente del potenziale creativo dello spazio.

Come parte studio, i/le volontari/e approfondiranno la storia della città e i motivi per i quali alcuni edifici sono abbandonati, reinventando progetti per il recupero di tali spazi. Elemento centrale per l’elaborazione di tali progetti sarà la relazione col tessuto sociale, i cittadini e le cittadine di Kranj.

La lingua del campo è l’inglese, quella locale lo sloveno.

Leggi la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Il mio SVE in Slovenia, a pochi passi da casa

Il mio SVE in Slovenia, a pochi passi da casa

L’articolo è stato scritto da Cristina Tosone, che dal gennaio 2017 sta partecipando a un progetto di Servizio Volontario Europeo di un anno a Lubiana, Slovenia.

Sono ormai due mesi che vivo a Lubiana, piccola capitale europea a soli cento chilometri dal confine italiano.

Sono arrivata una domenica sera di metà gennaio, con due grosse valigie piene e tanto entusiasmo per il mio nuovo progetto: un Servizio Volontario Europeo della durata di un anno presso Zavod Voluntariat, la sezione slovena del Servizio Civile Internazionale.

L’accoglienza da parte della città non è stata delle migliori: i primi giorni ho dovuto affrontare strade coperte di neve, temperature sotto lo zero e una lingua piuttosto incomprensibile. Fortunatamente i miei nuovi colleghi hanno saputo recuperare: ho trovato un benvenuto caloroso e persone molto disponibili a darmi una mano, a lavoro e non solo. Anche adesso che e passato un po di tempo c’è sempre qualcuno che si offre di aiutarmi, non importa se per rispondere ad una email di lavoro o per ricaricare la mia nuova sim slovena.

Da un mese inoltre sto seguendo un corso di lingua, che è parte del mio progetto SVE: certamente lo sloveno ora risulta meno spaventoso rispetto all’inizio, ma sono ancora lontana dal riuscire a formulare una frase di senso compiuto! In compenso il mio inglese sta nettamente migliorando, non solo perché qui tutti lo parlano benissimo, ma anche perché l’altra volontaria europea che è qui con me parla inglese con un perfetto accento “british”.

Alla fine non ci ho messo molto ad amare la “mia” nuova città: è bastato qualche giorno perché la neve si sciogliesse e rivelasse graziosi vicoletti, palazzi in stile art nouveau, numerosi bar e ristoranti sulla riva del fiume che la attraversa. Il tutto con le meravigliose Alpi sullo sfondo.

Mi è servito poco tempo anche per conoscere delle persone, una delle principali difficoltà che normalmente chi si trasferisce all’estero è costretto ad affrontare. A una settimana dal mio arrivo infatti sono partita per il cosiddetto “on-arrival training”: ho trascorso una settimana con altri volontari sparsi tra Slovenia e Croazia, e siamo stati preparati tutti insieme ad affrontare il nostro SVE. Ognuno è stato chiamato a svolgere compiti diversi in località differenti, ma le ansie, le difficoltà e le aspettative sono ovviamente comuni a tutti.

A proposito di aspettative, il lavoro che svolgo presso Voluntariat si sta rivelando esattamente quello che pensavo: mandare e ricevere volontari dall’estero è stimolante e a volte anche divertente, sopratutto perché volontaria sono stata e sono anche io.

Sicuramente è presto per fare un bilancio o esprimere un giudizio, ma non per iniziare a raccomandare ad altri la mia esperienza.

SVE di un anno in Slovenia: due posizioni aperte

SVE di un anno in Slovenia: due posizioni aperte

SCI SloveniaIl nostro partner sloveno Zavod Voluntariat cerca due volontari/ie, tra i 18 e i 30 anni, per un progetto di Servizio Volontario Europeo a Lubiana da gennaio 2017.

Uno/a volontario/a sarà responsabile della progettazione grafica per Voluntariat, mentre l’altro/a volontario/a assumerà il ruolo di placement officer per i campi di volontariato SCI. Inoltre, i volontari lavoreranno insieme alle attività del Club of Volunteers.

Il progetto ha una durata di 12 mesi per entrambe le posizioni e garantisce al/alla volontario/a la coperture delle spese di alloggio, viaggio e assicurazione. Sarà inoltre garantito un pocket money mensile per spese personali, vitto e trasporti locali.

Il termine ultimo per candidarsi è il 17 agosto 2016, inviando CV e motivation letter in inglese agli indirizzi email inclusione@sci-italia.it e programi@zavod-voluntariat.si, specificando nell’oggetto della mail per quale delle due posizioni ci si desidera candidare: “EVS Slovenia graphic” o “EVS Slovenia placement officer”.

Prima di candidarsi, leggere i dettagli della call completa.

 

 

bool(false)