Testimonianza di un Servizio Volontario Europeo in itinere a Praga

Testimonianza di un Servizio Volontario Europeo in itinere a Praga

L’articolo è stato scritto da Rosemarie Di Blasio, attualmente volontaria per un anno a Praga, presso l’Ong INEX SDA.

Il mio inizio di SVE è stato alquanto freddo. Partita per Praga a Febbraio l’ho trovata ricoperta da un sottile velo bianco, più bella e magica che mai. Per fortuna il mio SVE ha la durata di un anno e avrò quindi l’opportunità di ammirarla durante ogni sua stagione. Adesso la primavera si è già fatta spazio tra le strette vie di Praga, dipingendo ogni angolo della città di rosa e di verde, arricchendola di baretti lungo il fiume, di turisti e locali sorridenti.

All’inizio devo ammettere non era questa la prima impressione che mi ero fatta degli abitanti praghesi. Tutt’altro. I primi incontri con loro mi hanno fatto credere che erano persone molto diverse da quelle “mediterranee” alla quale sono abituata. Erano freddi, sgarbati e con il broncio costante. Tra vita quotidiana e occasioni di scambio e confronto con i miei colleghi, mi ci sono voluti due mesi per iniziare ad ambientarmi e comprenderli; questa mia esperienza mi dà la prova che lo SVE è una tra le migliori scommesse che l’Unione Europea possa fare per i giovani. Lo SVE abbatte le barriere, smonta i pregiudizi e proprio in tal modo ti fa sentire appartenente a una comunità più ampia, come ad esempio quella europea.

Durante i primi mesi ci sono stati incontri tra persone locali e internazionali, tra lavoratori e volontari come me venuti da ogni angolo d’Europa, e questo stare insieme dimostra come tra un italiano e uno spagnolo non ci siano differenze, che un tedesco e un francese possono passare ore a chiacchierare senza dare peso alla loro nazionalità! Questo l’ho capito anche grazie all’opportunità che ho avuto durante i giorni di formazione, dove ho diretto un workshop proprio sul concetto dell’identità Europea, ed ho condiviso insieme agli altri volontari SVE la ricchezza di ciò che stiamo vivendo.

Il mio lavoro qui però si dedica a tutt’altro. Attualmente sto svolgendo il mio anno di volontariato a Praga presso INEX SDA. Un ramo di questa Ong si dedica al calcio, al potere che il calcio ha nel costruire ponti, nell’abbattere gli stereotipi e nel creare coesione sociale. Il mio lavoro consiste nell’organizzare tornei di calcio con bambini economicamente e/o socialmente disagiati e incentivare la loro partecipazione a giocare in modo giusto, un calcio fairplay con altri bambini come loro. A breve sarò in tour per un mese per tutta la Repubblica Ceca, accompagnata da ambasciatori del calcio fairplay del Kenya, e giocheremo a calcio affinché il nostro messaggio venga raccolto dai bambini locali.

Sono solo al mio terzo mese qui in Repubblica Ceca, ma sono curiosa di vedere quanto altro quest’anno mi può ancora offrire, quante opportunità di crescita avrò, e quanti ostacoli dovrò superare ancora, cosicché al mio rientro a Roma la mia valigia non sarà solo colma di cartoline e foto ma anche di apprendimento, nuove amicizie e nuove abilità lavorative.

AAA Cercasi due volontari/ie per uno SVE a Praga

AAA Cercasi due volontari/ie per uno SVE a Praga

Il nostro partner INEX cerca due volontari/ie per un progetto di Servizio Volontario Europeo a Praga, della durata di un anno, da febbraio 2017 a gennaio 2018.

Le posizioni aperte sono due:

  • La prima a supporto del progetto “Football for Development”, che prevede un torneo di calcio il cui scopo è unire nel gioco persone provenienti da differenti contesti culturali e sociali. Il/la volontario/a contribuirà alla varie fasi della sua realizzazione, dalla campagna promozionale fino al torneo finale.
  • La seconda a supporto delle attività dell’ufficio, quali meetings e promozione di eventi.

I/le volontari/ie vivranno in un appartamento di due stanze, completamente attrezzato, a Praga, a circa 30 minuti di distanza dall’ufficio con i mezzi pubblici. Ogni volontario avrà la propria stanza.

Per entrambi i progetti è necessaria una conoscenza medio-alta della lingua inglese.

Il termine ultimo per candidarsi è il 28 agosto 2016, inviando CV e motivation letter in inglese all’indirizzo inclusione@sci-italia.it , specificando per quale delle due posizioni ci si desidera candidare.

Prima di candidarsi, leggere i dettagli della call completa.

bool(false)