Call aperta: Coordinamento progetto “La Città dell’Utopia” a Roma

Call aperta: Coordinamento progetto “La Città dell’Utopia” a Roma

Il Servizio Civile Internazionale ricerca un/una collaboratore/ice per l’incarico di Coordinamento del progetto “La Città dell’Utopia” a Roma.

Job Description:

Il/la candidato/a coordinerà le attività legate al progetto locale del Servizio Civile Internazionale “La Città dell’Utopia”, ospitato presso il Casale Garibaldi di via Valeriano 3F a Roma. Nello specifico:

  • Gestirà le relazioni con le varie realtà organizzate e informali legate al progetto “La Città dell’Utopia”, nonché con quelle territoriali (associazioni, spazi sociali, istituzioni locali);
  • Faciliterà e valorizzerà le attività promosse dal Servizio Civile Internazionale presso La Città dell’Utopia, curando le relazioni con la Segreteria Nazionale SCI e l’associazione tutta;
  • Faciliterà e valorizzerà le attività promosse dalle attiviste e attivisti de La Città dell’Utopia;
  • Pianificherà e organizzerà il lavoro delle/dei volontari locali e internazionali coinvolti nel progetto “La Città dell’Utopia” attraverso il Servizio Volontario Europeo, i campi di volontariato internazionale e altre attività legate al Servizio Civile Internazionale;
  • Coordinerà la promozione e la comunicazione del progetto e delle sue attività a livello locale e internazionale;
  • Ricercherà fondi per l’implementazione delle attività e i lavori di manutenzione della struttura, in collaborazione con la Segreteria Nazionale SCI;
  • Supporterà le attività ordinarie del Servizio Civile Internazionale e quelle legate a iniziative e progetti specifici di rilevanza internazionale, con tutte/i gli altri collaboratori della Segreteria Nazionale SCI.

Requisiti obbligatori:

Il/la candidato/a – oltre alla capacità di svolgere in autonomia tutte le mansioni elencate – dovrà possedere i seguenti requisiti:

  • Conoscenza del Servizio Civile Internazionale;
  • Capacità di coordinamento, progettazione e logistica;
  • Conoscenza della lingua inglese scritta e parlata (livello min. C1);
  • Buona conoscenza dei sistemi operativi Windows/Linux;
  • Conoscenza di editing grafico e video;
  • Esperienza nell’organizzazione di attività di tipo socio-culturale;
  • Capacità di lavorare in gruppo, sia all’interno di dinamiche associative che di cittadinanza attiva;
  • Capacità di valorizzare l’operato dei singoli e della collettività;
  • Capacità nella gestione delle risorse umane;
  • Conoscenze di base della gestione amministrativa dei progetti (contabilità, rendicontazione ecc…);
  • Disponibilità a lavorare in orari flessibili e nel weekend;
  • Disponibilità a partecipare all’Assemblea Nazionale SCI (03-05.11.2017)

Requisiti preferenziali:

  • Abilità manuali;
  • Conoscenza delle realtà associative e di attivismo della città di Roma e italiane;
  • Esperienza nel settore del volontariato internazionale;
  • Conoscenza di altre lingue;
  • Conoscenze base della stesura di proposte progettuali e dei programmi di finaziamento europei.

Tipologia di contratto:

Co.co.co (D.Lgs. 81/2015)

Compenso:

900 euro lordi mensili

Inizio attività:

01.12.2017 con precedente periodo di affiancamento da concordare (1 mese ca.)

Durata incarico:

12 mesi (rinnovabili)

Sede di lavoro:

La Città dell’Utopia, via Valeriano 3F, Roma

Candidatura:

I/le candidati dovranno inviare la propria candidatura via e-mail con oggetto “La Città dell’Utopia_Servizio Civile Internazionale” allegando:

  • CV
  • Lettera di motivazione

Il mancato rispetto dei criteri di cui sopra comporta automaticamente l’esclusione dalle selezioni.

Le candidature dovranno pervenire all’indirizzo coordinamento@sci-italia.it entro il 22.09.2017.

I colloqui si terranno nel mese di ottobre 2017.

No Border Fest – IX edizione: libertà di movimento oltre ogni confine [16-17/06]

No Border Fest – IX edizione: libertà di movimento oltre ogni confine [16-17/06]

Nei giorni 16 e 17 giugno torna a Roma il No Border Fest, organizzato da La Città dell’Utopia, Servizio Civile Internazionale, Laboratorio 53, Echis – incroci di suoni, Eduraduno, Casa dei Venti.
Il festival, giunto quest’anno alla nona edizione, è dalla sua nascita un momento di confronto e di convivialità sul tema delle migrazioni con laboratori sensoriali, esposizioni, dibattiti, musica e teatro.

La nona edizione del No Border Fest si inserisce in un quadro sociale e politico in cui i dispositivi lesivi dei diritti hanno fatto un ulteriore “salto di qualità” con le leggi Minniti-Orlando, che prevedono la moltiplicazione dei centri di detenzione ed espulsione di persone migranti, l’abolizione del secondo grado di giudizio per i richiedenti asilo, la cancellazione dell’udienza e la repressione di ogni dissenso e “diversità”. A queste derive fortemente autoritarie, valide per chiunque proprio perché sperimentate in primis sulla pelle delle persone migranti, il No Border Fest vuole rispondere con suggestioni basate sulla libertà di movimento e sulla cittadinanza universale, e lo farà attraverso narrazioni alternative, decostruzione degli stereotipi e laboratori.

 

Venerdì 16 giugno, dalle 18.00 presso La Città dell’Utopia (via Valeriano 3F), il festival darà spazio al confronto “Guerra alla diversità: le leggi Minniti-Orlando”, che ha l’obiettivo di raccontare la genealogia di entrambe le leggi, il loro radicamento nel tessuto sociale e le conseguenze che avranno. A partire dagli aspetti comunicativi online, che permettono a queste misure repressive di fare presa in un clima politico sempre più apertamente accusatorio, ghettizzante e ammiccante al fascismo, si approfondiranno le ripercussioni sociali interne ed esterne, come ad esempio l’esternalizzazione del controllo alle frontiere.
Alla discussione parteciperanno Enrica Rigo (Docente di Filosofia del Diritto, impegnata nella Legal Clinic di Roma Tre e attivista), Sara Prestianni (ARCI, curatrice del report “Le tappe del processo di esternalizzazione del controllo alle frontiere in Africa, dal Summit della Valletta ad oggi”), Giovanni Baldini (ANPI, curatore dell’inchiesta “La galassia nera su facebook”).

 

Sabato 17 giugno, a partire dalle 09.30 (sempre presso La Città dell’Utopia), il festival affronterà i temi dell’autodeterminazione, dell’inclusione sociale e della libertà di movimento attraverso workshop culinari, educativi e ludici (la cui partecipazione è aperta ma è richiesta la prenotazione):

  • “Yeppo!”, incontro di gioco con il metodo della Ludopedagogia a cura di Liscìa e Laboratorio 53;
  • Laboratori di cucina internazionale a cura de La Città dell’Utopia;
  • “Il movimento non ha barriere”, laboratorio di danza creativa per bambini e genitori a cura dell’associazione Eduraduno;
  • “Riskio! – Gioco migramondo a squadre” a cura de La Città dell’Utopia.

La giornata sarà poi caratterizzata dalla performance “Vita In-Attesa #2” a cura del Laboratorio Teatrale dell’Utopia, con la chiusura affidata alla musica di Nosenzo a suon di balkan folk reggae.

Il festival sarà inoltre la cornice per tre percorsi audio/visivi. Il primo, “Guide invisibili – Passeggiate sonore di e con i nuovi cittadini” a cura di Echis – incroci di suoni, vuole raccontare due quartieri romani attraverso le storie dei nuovi cittadini della Capitale. Due passeggiate audio che disegnano per la città itinerari inesplorati e permettono di osservarla con occhi diversi, con occhi stranieri. Migranti, profughi, rifugiati sono ospiti o abitanti di questa città? Il secondo, “Anime migranti. Al di qua delle parole” è invece la proiezione di un laboratorio di danza movimento terapia con rifugiati e studenti. Infine il terzo, “Come mi vedo, come mi vedi. Narrazioni e altre narrazioni dal quotidiano migrante” è una mostra a cura di Alessandra Cedri e Damir Bojic, che tocca gli argomenti dell’inclusione attraverso l’autoproduzione della dimensione quotidiana, che si scontra con la propaganda mediatica.



> DURANTE IL FESTIVAL <

“Guide invisibili” – Passeggiate sonore di e con i nuovi cittadini, a cura di Echis – incroci di suoni (venerdì 16 e sabato 17, 11:00 – 12.00 @Piazza Vittorio)

Info e iscrizioni: info@echis.org

“Anime migranti. Al di qua delle parole” – Installazione visiva di un laboratorio di danza movimento terapia con rifugiati e studenti, di L. Piermartieri.

“Come mi vedo, come mi vedi. Narrazioni e altre narrazioni dal quotidiano migrante” Mostra a cura di Alessandra Cedri e Damir Bojic.
> VENERDÌ 16 Giugno, @La Città dell’Utopia (via Valeriano 3F, San Paolo) <

18.00 – 20.00

“GUERRA ALLA DIVERSITÀ: LE LEGGI MINNITI-ORLANDO”

Dibattito con: Enrica Rigo (Docente di filosofia del diritto presso Legal Clinic di Roma Tre e attivista), Sara Prestianni (ARCI), Giovanni Baldini (ANPI, curatore dell’inchiesta “La galassia nera su facebook”)

20.30

Cena a cura di Makì – Sapori dal mondo

Info e prenotazioni: 3295336212

21.15

Proiezione del documentario Và pensiero. Storie ambulanti (Italia, 2013), di Dagmawi Yimer
> SABATO 17 GIUGNO, @La Città dell’Utopia (via Valeriano 3F, San Paolo) <

dalle 09.30 alle 13.30

Mercatino contadino e dell’artigianato terra/TERRA

Durante il mercatino:

10.30 – 12.30

“Yeppo!”, incontro di gioco con il metodo della Ludopedagogia. Giocare per incontrarsi. Sorprendersi per conoscersi, a cura di Liscìa e Laboratorio 53.

Info e iscrizioni: ginevra.sam@gmail.com / 3487924055

11.00 – 13.00

Laboratorio di cucina internazionale a cura de La Città dell’Utopia.

Info e iscrizioni: lacittadellutopia@sci-italia.it

13.30

Pranzo a cura della Biosteria dell’Utopia.

16.00 – 18.00

“Il movimento non ha barriere”, laboratorio di danza creativa per bambini e genitori a cura dell’associazione Eduraduno.

Info e iscrizioni: eduraduno@libero.it

16.00 – 18.00

Riskio! – Gioco migramondo a squadre a cura de La Città dell’Utopia.

Info e iscrizioni: lacittadellutopia@sci-italia.it

19.00 – 20.00

“Vita In-Attesa #2”, performance a cura del Laboratorio Teatrale dell’Utopia.

20.30

Cena a cura della Biosteria dell’Utopia.

21.00 – 22.15

Concerto di Nosenzo (Balkan folk reggae)

Vai all’evento Facebook.

Il ruolo dei media mainstream nell’ascesa della propaganda fascista: un campo a Roma

Il ruolo dei media mainstream nell’ascesa della propaganda fascista: un campo a Roma

Dal 28 agosto al 4 settembre 2017 un campo a Roma, presso La Città dell’Utopia (progetto locale di SCI-Italia, un laboratorio di cittadinanza attiva e sviluppo locale).

Quest’anno avrà luogo per la seconda volta il campo “Into the cave…”, dedicato alla raccolta di storie e narrazioni mediatiche, modelli di propaganda locale e globale, attuale e storica. In particolare, si analizzerà a fondo il ruolo storico della propaganda nei sistemi totalitari, legandola al ruolo chiave che tutt’oggi svolge nei democratici media mainstream, poiché avere una lettura critica dei media è anche strumento di comprensione della società che viviamo e del flusso di informazioni a cui siamo sottoposti quotidianamente.

A un livello simbolico, assume rilevanza che questo campo si svolga a La Città dell’Utopia che, durante il periodo fascista, era usata come rifugio dai/dalle combattenti partigiani/e che combattevano contro il regime fascista; ancora oggi è il Casale simbolo della Resistenza.

I/le volontari/e presenti lavoreranno alla manutenzione degli spazi, all’ideazione e alla realizzazione di una mostra basata su contenuti portati da ogni volontario/a e alla esposizione di tali contenuti all’evento pubblico Renoize 2017. Prima di arrivare al campo, tutti/e i/le partecipanti sono invitati/e a portare una storia, un esempio di manipolazione mediatica di un evento del proprio paese.

La lingua del campo è l’inglese.

Leggi qui la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

 

Torno Subito 2017 – Call aperta per lavorare nel mondo

Torno Subito 2017 – Call aperta per lavorare nel mondo

Il Servizio Civile Internazionale aderisce per il quarto anno consecutivo al Programma Torno Subito promosso dalla Regione Lazio, offrendo a 3 studenti/studentesse universitar* o neo-laureat* un percorso di un anno all’interno del suo network, strutturato in questa maniera:

Prima fase: 1 Ottobre 2017 – 28 febbraio 2018 → Periodo di tirocinio all’estero in una delle seguenti branche/partner del Servizio Civile Internazionale: SCI Madrid, CVS Bulgaria, VWAN Nigeria.

Seconda fase: 1 Marzo 2018 – 31 Agosto 2018 → Reimpiego sul territorio della regione Lazio presso la Segreteria Nazionale di SCI Italia o presso La Città dell’Utopia, progetto locale di SCI Italia che affronta i principali temi legati ad un nuovo modello di sviluppo locale e globale.

Gli ambiti riguardanti il percorso all’interno del network SCI sono quelli che caratterizzano il nostro movimento: promozione del volontariato internazionale, cooperazione internazionale e disuguaglianze nord-sud del mondo, comunicazione sociale, migrazioni e diritti, inclusione sociale, progettazione europea per il terzo settore.

Nel documento allegato in fondo alla pagina si possono trovare le descrizioni delle attività che le branche SCI propongono al/alla tirocinante.

Il reimpiego nella Regione Lazio sarà così strutturato:

  • n°1 persone presso La Città dell’Utopia
  • n°1 persona presso la Segreteria Nazionale SCI a supporto del settore Comunicazione
  • n°1 persona presso la Segreteria Nazionale SCI a supporto del settore NordSud

Gli/le interessat* dovranno inviare la propria candidatura via e-mail con oggetto “Torno Subito_Servizio Civile Internazionale” allegando:

  • CV
  • Lettera di motivazione

La lettera di motivazione dovrà fare riferimento all’ambito di interesse e alla possibilità di reimpiego nella Regione Lazio, evidenziando eventualmente anche la branca/partner SCI dove si vorrebbe svolgere la prima fase del progetto.
Le candidature dovranno pervenire entro il 3 giugno all’indirizzo: coordinamento@sci-italia.it

L’iter successivo sarà il seguente:

05 giugno: chiusura selezioni

06-09 giugno: skype conoscitiva con le branche/partner SCI

12-16 giugno: scrittura dei progetti formativi individuali. La Segreteria di SCI Italia supporterà l’ideazione dei progetti formativi che i/le tirocinanti dovranno presentare al fine di accedere ai finanziamenti stanziati dal Programma Torno Subito.

Visualizza dettagli partner Torno Subito 2017

Thailandia: volontariato a lungo termine nel villaggio di pescatori di Kok Payom

Thailandia: volontariato a lungo termine nel villaggio di pescatori di Kok Payom

Hosting organization: DALAA Thailand
Area tematica: Ambiente
Luogo: Kok Payom village, La Ngoo district, Satun, Thailandia
Durata: Minimo 2 mesi

Lingua:
#del progetto: inglese
#locale: Pak Thai

Kok Payom è una comunità circondata da foreste di mangrovia ad pochi chilometri dalla costa Andamana, in Thailandia. Gli abitanti del villaggio vorrebbero preservare la natura e il loro stile di vita per la generazione futura. Volontari, visitatori ed attivisti sono vengono accolti ed invitati a partecipare alle attività della comunità. Tali attività possono essere di diverso genere, educativo come ambientale, di agricoltura sostenibile, sanitarie, tese alla promozione della solidarietà. La principale attività per molti volontari è quella di insegnare l’inglese, quale mezzo di unione per le comunità future.

ATTIVITÀ:

  • Supportare la scuola alternativa nella foresta di mangrovie vicino Kok Payom
  • Agricoltura su piccola scala
  • Insegnare inglese nella scuola locale
  • Contribuire al mantenimento delle foreste di mangrovie
  • Organizzare attività ludiche per i bambini del villaggio

REQUISITI:

  • Rispettare e voler comprendere altre culture e contesti
  • Essere flessibili ed aperti
  • Amare la natura
  • Amare i bambini e voler organizzare attività con e per loro
  • Amare il lavoro di squadra e la condivisione
  • Sapersi adattare alle condizioni di vita spartane del villaggio

I/Le volontari/e interessat@ a partecipare a questo progetto in Thailandia sono invitati a segnalarlo all’indirizzo ltv@sci-italia.it. Lo SCI Italia contatterà il/i partner ospitanti per chiedere la disponibilità e la tempistica. A questo punto il/la volontario/a compilerà l’application form e verrà contattato nel minor tempo possibile per un colloquio via Skype. Se il/la volontario/a viene accettato/a, verserà la quota di iscrizione e la tessera a SCI Italia, e provvederà a finalizzare gli ultimi accordi sulle tempistiche di arrivo e di visto se necessario.

“No Border Fest”: campo di volontariato a Roma

“No Border Fest”: campo di volontariato a Roma

Dal 12 al 21 giugno 2017 un campo di volontariato a Roma, all’interno del progetto locale La Città dell’Utopia, che promuove percorsi di cittadinanza attiva e sviluppo locale. Eventi, iniziative, workshop e corsi ruoteranno attorno a tre temi principali: interculturalità, stili di vita sostenibili e cittadinanza attiva.

Durante il campo, come ogni anno, avrà luogo il festival “No Border Fest”, tre giorni di dibattiti, musica ed eventi culturali intorno al tema delle migrazioni e della libertà di movimento.

I volontari e le volontarie contribuiranno all’organizzazione del festival, partecipando all’allestimento degli spazi e alla promozione dell’evento. Avranno altresì la possibilità di approfondire le tematiche del progetto incontrando l’assocazione Laboratorio 53, partner del festival, che da anni supporta richiedenti asilo e rifugiati nel territorio romano.

I/Le partecipanti alloggeranno presso l’ostello de La Città dell’Utopia in stanze condivise. Saranno provvisti letti, materassi, lenzuola e coperte.

La lingua del campo è inglese.

Leggi qui la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

 

Ludopia: il Casale delle bambine e dei bambini

Ludopia: il Casale delle bambine e dei bambini

Nei mesi di aprile, maggio e giugno 2017 avrà luogo il progetto Ludopia – il Casale dei bambini presso La Città dell’Utopia in via Valeriano 3F (Metro B – San Paolo).

Si tratta di 5 laboratori di gioco, creazione e divertimento completamente liberi e gratuiti, rivolti a bambine e bambini dai 3 agli 11 anni e gestiti da educatori dell’Associazione Eduraduno in collaborazione con i Volontari Internazionali SCI.

Questi laboratori, che tratteranno diverse tematiche, nascono all’interno del progetto Casa dei Venti e promuovono l’idea di uno spazio aperto a bimbi/e di ogni età dove, attraverso il gioco e l’incontro, le diversità culturali possano convivere nel rispetto e nella valorizzazione reciproca.

I laboratori:

Domenica 9 aprile: “Alla ricerca della zuppa misteriosa!

h. 10-12 in occasione del X Festival Internazionale della Zuppa di Roma

…viaggio lungo la via delle spezie
Sabato 22 aprile: “Costruiamo Ludopia!”

h. 11-13

…creazione dello spazio bimbi con materiali di riciclo
Sabato 6 maggio: “FiabOfficina”

h.11-13

…costruzione di fiabe dal mondo
Sabato 20 maggio: “Riciclando Suoni”

h.11-13

…costruzione di strumenti musicali con materiali di recupero e sperimentazione sonora
Sabato 17 giugno: “Il movimento non ha barriere”

h. 16-18 in occasione del No Border Fest

…laboratorio di danza creativa per bambini e genitori
SI CRESCE SOLO ESSENDO BAMBINI/E!!!

Leggi la locandina di Ludopia.

Per Info: 3465019887, 3402430039

Mail: info@eduraduno.it e lacittadellutopia@sci-italia.it

Fb: Eduraduno Roma – fb: La Città dell’Utopia
Il progetto è sostenuto dall’8xMille della Tavola Valdese

X Festival Internazionale della Zuppa di Roma [9 aprile 2017]

X Festival Internazionale della Zuppa di Roma [9 aprile 2017]

Domenica 9 aprile 2017, presso il Casale Garibaldi, sede de La Città dell’Utopia (Via Valeriano 3f, San Paolo, Roma), si terrà la decima edizione del Festival Internazionale della Zuppa di Roma, un evento rivolto agli abitanti dell’VIII municipio e a tutto il territorio di Roma.

Le origini del Festival Internazionale della Zuppa risiedono nella città di Lille, nel lontano 2001, ottenendo poi una grande diffusione in tutta Europa: Berlino, Cracovia, Barcellona, Madrid, Francoforte, Bologna e, grazie al Servizio Civile Internazionale, finalmente anche a Roma nel 2008 presso la Città dell’Utopia, nel cuore del quartiere San Paolo.

La zuppa è un piatto presente in tutte le tradizioni culinarie del mondo, quasi un filo conduttore che lega tra loro culture differenti senza però renderle uguali, anzi sottolineando la propria unicità. La zuppa è un piatto semplice e popolare, può essere preparata con gli ingredienti più umili e basilari e risultare comunque unica e gustosissima: come una comunità in cui ciascuno apporta il suo contributo per il raggiungimento di un risultato comune, senza che nessuno prevarichi l’altro!

Per noi la zuppa è quindi un alimento che viene dal basso, per questo motivo non possiamo concepire il Festival senza un legame con il mondo e con i territori, con le loro resistenze e loro sfide. Due anni fa ci eravamo soffermati sul grande bluff di Expo, prima ancora sulla questione dell’acqua come diritto universale a gestione pubblica. Lo scorso anno abbiamo dedicato il Festival a tutte quelle realtà associative e spazi sociali di Roma colpiti da ingiunzioni di sgombero, alcuni dei quali portati a termine, nonostante negli anni abbiano creato socialità, recuperato luoghi degradati dall’abbandono, promosso cultura e sport accessibili a chiunque, continuando a rendere vivi i quartieri della città di Roma: una questione che ancora oggi rischia di cancellare il patrimonio sociale e culturale della città.

La decima edizione del Festival della Zuppa vuole essere dedicata e sostenere il movimento globale “Non una di meno”. Crediamo che l’autodeterminazione femminile sia uno strumento fondamentale per porre fine a discriminazione, violenza e ingiustizia di genere. In una società chiusa e bigotta in cui la violenza sulle donne assume forme strutturali (sul lavoro, nella sanità, nell’istruzione, …), vogliamo contribuire all’apertura di uno spazio libero in cui sia possibile rivoluzionare relazioni e dinamiche di genere, anche attraverso giornate come questa. Ci rivolgiamo quindi a tutte quelle realtà sociali che operano per una trasformazione della società nell’ottica dell’autodeterminazione femminile, che l’8 marzo hanno gridato a gran voce “Non una di meno!”, e le invitiamo a gareggiare al contest zuppesco, a raccontarsi e a portare tutta la loro ricchezza.

Anche quest’anno i temi del riuso e del riciclo saranno fondamentali, messi in pratica attraverso l’utilizzo di bibite alla spina e acqua gratis per ridurre gli imballaggi e una raccolta differenziata ben impostata.

Il Festival Internazionale della Zuppa di Roma è un evento a cui possono partecipare tutti: associazioni, collettivi, famiglie e singoli cittadini. Vi aspettiamo, sia come assaggiatori, che come cuochi!

I cuochi partecipanti si contenderanno quattro premi molto ambiti: il mestolo d’oro, il mestolo d’argento, il cucchiaio di legno e il premio del riciclo assegnato dalla giuria bambini. Inoltre le zuppe in gara potranno creare dei “Network Zuppeschi”, ovvero dei gruppi di zuppe che si coalizzeranno per vincere il premio “N”.

Ad arricchire la giornata ci saranno concerti, artisti di strada, laboratori per tutte le età, spettacoli di teatro, giochi per grandi e piccini.

#ZuppeDiOgniGenere

Per informazioni e pre-iscrizioni: zuppa@lacittadellutopia.it

La Città dell’Utopia

(Via Valeriano 3f, Metro B San Paolo, Roma)

FB: Festival Internazionale della Zuppa di Roma

FB2: La Città dell’Utopia

PROGRAMMA WORK IN PROGRESS:
dalle 10.00 – “Alla ricerca della zuppa misteriosa”, laboratorio di gioco e divertimento per bimbe/i di ogni età (a cura dell’Associazione Eduraduno)

– Apertura LUDOTECA ITINERANTE (costruire con le tavolette, disegnare con le calamite)

– “MINI-SELFIE dei 10 anni”, Angolo fotografie bimbi

Ore 12.00 – Apertura iscrizione delle zuppe in gara presso lo Zuppen Desk

– “DIVAGAZIONI” – clown, giocoleria e distrazione a cura de La Compagnia della Settimana Dopo

Ore 12.30 – Chiusura festosa della mattina con il Laboratorio Samba Precario e consegna delle felpe serigrafate

Ore 13.00 – Pranzo a cura della Biosteria dell’Utopia

Ore 15.00 – “VITA IN-ATTESA”, performance a cura del Laboratorio Tertrale dell’Utopia

Ore 15.30 – Chiusura Zuppen Desk

Ore 15.45 – Concerto dei NO FUNNY STUFF (“musica fatta in casa” – country blues, ragtime, early swing, bluegrass e skiffle.)

Ore 16.00 – ASSAGGI ZUPPESCHI: GARA DELLE ZUPPE con ricchi premi e cotillón

Ore 17.00 – “The Shay Street Show”, spettacolo di giocoleria e arte circense

Ore 17.30 – PremiazionI

Ore 18.00 – Festa di chiusura con FIMMENE FIMMENE (musiche e danze popolari del centro e sud italia)

Apericena e racconti dai cinque continenti! [28/03, La Città dell’Utopia]

Apericena e racconti dai cinque continenti! [28/03, La Città dell’Utopia]

SCI Italia organizza a Roma, martedì 28 marzo alle 19, presso La Città dell’Utopia, un evento di presentazione dei campi di volontariato internazionale di quest’anno.

Un’introduzione racconterà che cos’è lo SCI e qual’è la sua storia, mentre in seguito attivisti e volontari saranno a disposizione come Human Library a cui rivolgere domande e curiosità sui campi, per raccogliere informazioni sui paesi e le organizzazioni partner, o per ascoltare racconti e testimonianze di chi è già partito.

L’incontro è rivolto a tutte le persone interessate a fare un campo di volontariato internazionale SCI, che sia la prima volta o meno; inoltre sarà attivo un punto informativo anche per chi fosse interessato a coordinare un campo.
Qui trovate l’evento con tutte le informazioni necessarie, vi aspettiamo!

CAMPI NEL NORD DEL MONDO
Esperienza di volontariato internazionale dai 10 giorni alle 3 settimane in Italia, Europa, America del Nord.
Si supportano diverse attività dalla tutela ambientale all’animazione con i bambini, dall’organizzazione di festival culturali alle attività con i rifugiati e richiedenti asilo.
Info su www.sci-italia.it o scrivi a workcamps@sci-italia.it

CAMPI NEL SUD DEL MONDO
Offrono l’opportunità di vivere per 2/4 settimane in una comunità completamente diversa dalla tua in Asia, Africa, America Latina e Medio Oriente.
Sono un occasione di scambio e conoscenza, un modo per essere attivi nella società, di prendere parola in merito agli squilibri tra Nord e Sud del mondo diversamente da come proposto dalla cooperazione classica e dal turismo.
Incontri obbligatori di formazione pre-partenza:
campisud@sci-italia.it

Festival Internazionale della Zuppa di Roma: partecipa al campo!

Festival Internazionale della Zuppa di Roma: partecipa al campo!

Dal 3 all’11 aprile 2017 un campo di volontariato, a Roma, in occasione del X Festival Internazionale della Zuppa di Roma, presso La Città dell’Utopia, progetto locale di SCI Italia per la promozione della cittadinanza attiva, per lo sviluppo locale e l’inclusione sociale.

Presso La Città dell’Utopia hanno luogo eventi diversi, iniziative, corsi e laboratori incentrati su temi quali lo scambio interculturale, un modello di vita sostenibile e l’attivismo sociale.

Il Festival della Zuppa risale a un’iniziativa nata a Lille nel 2001, successivamente propagatasi per tutta l’Europa. Compare per la prima volta in Italia a Bologna, nel 2004, e da allora, per ormai 10 anni, col festival di Roma ci si propone di creare ogni anno un momento gioioso di scambio di culture e tradizioni popolari (culinarie e non solo!).

Quest’anno i temi principali che caratterizzeranno l’evento saranno il riciclo, il riuso e il risparmio, tra gli altri. Le attività che si svolgeranno durante il campo includeranno il supporto organizzativo alla preparazione del festival, come la costruzione e l’assemblaggio della scenografia, l’allestimento degli spazi, ma anche la raccolta e il riuso di tutti gli scarti e degli elementi riciclabili prodotti dai visitatori durante il suo svolgimento, in ottica di creare sensibilizzazione sul tema; infine, la risistemazione dello spazio del Casale dopo la chiusura dell’evento.

La lingua del campo è inglese.

Per maggiori informazioni su questo campo, qui trovate la pagina dedicata.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

bool(false)