Equitazione e inclusione: un campo in un maneggio nei pressi di Roma

Equitazione e inclusione: un campo in un maneggio nei pressi di Roma

Dal 14 al 31 agosto 2017 un campo insieme all’onlus Ciampacavallo e EquiAzione per organizzare attività di inclusione e riabilitazione, sportive e ludiche per le persone diversamente abili e per quelle con disordini mentali, relazionali o sociali.

Ogni attività che verrà svolta durante il campo è inclusiva, che significa organizzata e realizzata insieme, utenti e staff. Insieme verranno organizzate le attività per chiunque desideri approcciare i cavalli, nella maniera che desidera, diversamente dai tradizionali centri equestri. L’approccio che verrà tenuto con gli/le utenti non sarà assistenzialistico ma permetterà di creare una relazione di fiducia autentica.

Durante il campo saranno sempre presenti persone diversamente abili, bambini/e, operatori sociali, volontari/e e appassionati/e; le attività verranno organizzate in gruppi misti tra tutti questi partecipanti. Le attività quotidiane riguarderanno la pulizia dei cavalli, la cucina, la spesa e la pulizia della casa.

La parte studio sarà divisa in più momenti dilazionati per tutta la durata del campo, durante i quali verranno approfondite questioni inerenti la flora locale e gli animali, la storia degli insediamenti umani sul territorio locale e l’uso che nella storia è stato fatto dei cavalli.

La lingua del campo è l’inglese, quella locale l’italiano.

Leggi la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Ti piacerebbe coordinare un campo in un centro equestre vicino Roma?

Ti piacerebbe coordinare un campo in un centro equestre vicino Roma?

Insieme all’associazione Ciampacavallo Onlus ed EquiAzione, SCI-Italia organizza dei campi di volontariato internazionale per supportare le attività riabilitative, sportive e ludiche per persone disabili o persone con disturbi mentali, relazionali o sociali. Ogni attività è inclusiva, discussa e scelta insieme da utenti e organizzatori.

Anche durante il campo le attività saranno preparate in armonia tra volontari/e ed utenti, un gruppo composito di persone con disabilità, bambini/e, operatori/rici, volontari/e che si occuperà anche della gestione del maneggio e della cura dei cavalli.

Ti piacerebbe coordinare un campo come questo?

Partecipa alla formazione per coordinatori e coordinatrici di campi!

La prossima di terrà a Cesano Maderno (Monza e Brianza) il 9, 10 e 11 giugno 2017.

L’incontro sarà un momento indispensabile per acquisire le competenze e le capacità necessarie per coordinare un campo di volontariato con lo SCI, come la gestione di un gruppo internazionale, la capacità di gestione dei conflitti attraverso una modalità nonviolenta, sviluppare creatività, flessibilità, pazienza, e molto altro.

Anche l’attività di coordinamento è realizzata in modo volontario; proprio per questo, come SCI sosteniamo i/le candidati/e durante la loro esperienza anche oltre alla formazione, fornendo:

  • un kit di materiale informativo per accompagnare il coordinatore durante tutta la sua esperienza;
  • la quota campo gratuita per il coordinatore;
  • un rimborso integrale delle spese di viaggio (dal domicilio al campo, andata e ritorno);
  • il rilascio di un attestato/certificato che riconosce l’esperienza realizzata, spesso utilizzabile
  • nell’acquisizione di crediti formativi o a fini curricolari.

Leggi qui la call completa.

Per candidarsi o ricevere informazioni scrivere a workcamps@sci-italia.it o contattare la Segreteria Nazionale al numero 06 5580644.

bool(false)