Call aperta: SCI Italia cerca 2 partecipanti per un seminario sull’educazione non-formale, a Vienna

Call aperta: SCI Italia cerca 2 partecipanti per un seminario sull’educazione non-formale, a Vienna

SCI Italia cerca 2 partecipanti per il seminario “The bigger picture: NFE for a global perspective”, che avrà luogo dall’8 al 13 Febbraio a Vienna.

“The bigger picture: NFE for a global perspective” è un seminario della durata di 6 giorni organizzato dalla branca austriaca dello SCI, che riunirà 39 partecipanti da 18 paesi europei e non solo (Armenia, Austria, Repubblica Ceca, Germania, Italia, Macedonia, Portogallo, Svezia, Spagna, Tunisia, Slovenia, Ungheria, Finlandia, Lituania, Polonia, Svizzera e Croazia), a discutere insieme di educazione non-formale, condividendo e scambiando pratiche e metodi acquisiti.

I/le partecipanti impareranno come portare i/le giovani a ragionare e interconnettere le sfide globali con la propria vita e la propria società; non a caso, le organizzazioni partecipanti al seminario sono già attive in molti ambiti riguardanti l’educazione globale: alcune preparano formazioni pre-partenza per i/le volontari/e, altre portano avanti campagne di sensibilizzazione sulle ingiustizie globali, altre ancora organizzano sessioni di teatro dell’oppresso per contrastare il razzismo, e via dicendo. Durante il seminario, metodi e pratiche esistenti e nuove verranno discussi, provati, criticati, trasformati, valutati e condivisi attraverso pratiche di educazione non-formale.

Profilo dei partecipanti:

  • avere precedenti esperienze di educazione non-formale ed essere disposti/e a discuterle e condividerle col gruppo;
  • aver compiuto almeno 18 anni;
  • essere attivi/e o essere interessati/e ad attivarsi nella propria sending organization;
  • essere capaci di comunicare in inglese;
  • essere interessati/e ai temi trattati e avere forte motivazione ad imparare e a riportare nel proprio contesto di provenienza ciò che si è appreso.

Tutte le spese sono coperte dal programma Erasmus+. Qualora selezionati, si richiede il tesseramento SCI (20 euro).

Leggi la call completa.

Per candidarsi, inviare CV e breve lettera di motivazioni a nordsud@sci-italia.it entro il 20 dicembre. Gli esiti della selezione saranno comunicati il 22 dicembre.

Testimonianza dallo scambio giovanile in Catalunya “Open Borders for Diversity”

Testimonianza dallo scambio giovanile in Catalunya “Open Borders for Diversity”

Pubblichiamo la testimonianza di Jonathan Angelilli, group leader dello scambio giovanile avvenuto in Catalunya dal 17 al 25 luglio 2017. Lo scambio aveva come obiettivo la promozione del dialogo condiviso sui temi dell’immigrazione, l’intercultura e sulle prospettive moderne di democrazia europea.

Dal 17 al 25 luglio 2017 ho avuto il piacere e la responsabilità di partecipare allo scambio giovanile “Open Borders for Diversity”, organizzato da SCI Catalunya, in qualità di group leader italiano e facilitatore.

Cosa vogliono dire le parole immigrazione e intercultura? Come dovrebbero essere le moderne democrazie europee?

Lo scambio giovanile ha risposto a queste domande facendo convivere per una settimana 24 giovani da 4 zone diverse (Catalunya, Portogallo, Ucraina e Italia) a Mura, uno splendido paesino a 50 chilometri da Barcellona.

Abbiamo chiesto ai ragazzi di mettersi in gioco e di esplorare i temi proposti con le metodologie proprie dell’educazione non formale: dibattiti, teatro e giochi. Ogni attività ha sempre avuto lo scopo di arrivare a un dialogo condiviso. Chi è l’altro? Chi sono io?

Non si comunica solo con discussioni in cerchio e conversazioni, ma anche e soprattutto nel fare insieme. Siamo stati a stretto contatto 24 ore al giorno imparando a comprendere e a tollerare di più noi stessi e gli altri, sparecchiando un tavolo, aspettando che si liberi il bagno e mettendoci d’accordo per andare al bar la sera. Siamo così diversi?

Dopo aver vissuto la mia prima volta in questa tipologia di progetti Erasmus+, non posso che ritenerli fondamentali per educarci e per prevenire la discriminazione, di qualunque forma essa sia. Questo scambio inoltre, facendo riferimento al network YUWG (Youth and Unemployment Working Group), ha favorito la partecipazione di giovani con minori opportunità.

Nei seguenti link potete vedere alcuni dei progetti artistici realizzati dai partecipanti durante lo scambio.

Video 1 – Video 2 – Video 3 – Video 4 – Video 5 – Video 6

Arte e musica per i bambini della strada: un campo in Indonesia

Arte e musica per i bambini della strada: un campo in Indonesia

Dal 1 al 14 febbraio 2018 un campo in Indonesia presso il Mercato Tradizionale di Johar, nella città di Semarang.

Il campo si colloca all’interno del progetto “Rumpin (Rumah Pintar) Bangjo” che, dal 2010, si occupa dell’istruzione e delle attività quotidiane svolte dai bambini e le bambine che vivono nella zona del Mercato Tradizionale di Johar, i/le quali soffrono della carenza di istruzione adeguata e provengono da contesti problematici, in quanto passano la maggior parte del loro tempo in un’area insalubre, fisicamente e psicologicamente. Il progetto Rumpin è stato fino ad ora portato avanti con un programma di educazione non-formale: arte, musica, costruzione personale, e via dicendo.

I/le volontari/e del campo svolgeranno attività ludiche con i/le bambini/e basate sulla costruzione di un evento musicale. Si occuperanno di pianificare l’evento, promuoverlo nella popolazione locale e prepareranno insieme ai bambini la performance finale.

Come parte studio, si apprenderà come insegnare ai bambini e alle bambine nozioni di arte, musica, disegno e come lavorare in gruppo.

La lingua del campo è l’inglese, quella locale l’indonesiano.

Leggi la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Risoluzione dei conflitti: corso di formazione a Puszczykowo, Polonia [25-31/07]

Risoluzione dei conflitti: corso di formazione a Puszczykowo, Polonia [25-31/07]

In arrivo la seconda parte del corso di formazione One Last Chance, volto a favorire l’acquisizione di strumenti pratici per la gestione e la risoluzione dei conflitti attraverso pratiche ludiche e di gioco.

In particolare, il corso è rivolto a chi lavora con e per i/le giovani per dar loro strumenti per affrontare situazioni di conflitto in generale.

Dei giochi da tavolo, pensati proprio per far emergere e simulare numerosi aspetti riguardanti le origini del conflitto, faranno anche emergere le maniere di risolverlo – come la comunicazione, l’interculturalità, il rispetto reciproco, l’empatia, la diplomazia, la mediazione e molto altro.

Gli obiettivi del progetto sono i seguenti:

  • incrementare le capacità di chi lavora con i/le giovani attraverso strumenti pratici e la sperimentazione di attività non formali su conflitto, gestione del conflitto, pregiudizi e questioni migratorie;
  • migliorare la qualità del lavoro in questi contesti accrescendo il ruolo dei/delle operatori/rici e delle Ong in quanto facilitatori sociali e portatori della cultura di pace;
  • sviluppare le competenze empatiche come qualità strettamente connessa ad una gestione positiva del conflitto;
  • accrescere l’attitudine dei/delle partecipanti a trasformare le situazioni di conflitto in situazioni di crescita collettiva;
  • condividere e discutere tra operatori/rici e partner le preoccupazioni legate a queste tematiche, favorendo lo scambio di buone pratiche e strumenti utili;
  • aumentare la cooperazione internazionale, inclusa la fiducia tra partecipanti e organizzazioni;
  • amplificare l’importanza dei valori educativi in direzione di costruire una società più consapevole e comprensiva.

Leggi qui la call completa.

Per partecipare, è necessario inviare la propria candidatura con allegato CV e lettera motivazionale a: coordinamento@sci.italia.it

Verranno selezionate 2 persone, le quali dovranno poi versare il contributo richiesto per la tessera SCI (20 euro) e quello per la quota amministrativa (30 euro). I costi del viaggio saranno rimborsati dal partner ospitante, e le spese di vitto e alloggio sono ugualmente coperte.

La deadline per candidarsi è il 2 giugno.

“Open Borders for Diversity”: aperta la call per lo scambio giovanile in Catalunya

“Open Borders for Diversity”: aperta la call per lo scambio giovanile in Catalunya

SCI-Italia cerca 5 partecipanti ed 1 group leader per uno scambio giovanile che si svolgerà dal 17 al 25 Luglio 2017 a Mura, Catalunya.

Lo scambio giovanile “Open Borders for Diversity” coinvolgerà 24 ragazz*, tra cui giovani con minori opportunità, provenienti da Italia, Catalunya, Portogallo e Ucraina. Lo scambio intende promuovere il dialogo condiviso sui temi dell’immigrazione, l’intercultura e sulle prospettive moderne di democrazia europea. La metodologia prevalente sarà quella partecipativa dell’educazione non formale (teatro, dibattiti, giochi, etc.), attraverso la quale ci si metterà in gioco esplorando i concetti di identità culturale.

Profilo partecipanti – È l’esperienza giusta per te:

  • Se hai tra i 18 e i 25 anni
  • Se sei interessat* al tema della migrazione e della democrazia
  • Se sei interessat* a lavorare insieme ad altre persone in un ambiente creativo
  • Se sei interessat* a trascorrere una settimana straordinaria a Mura, un suggestivo paese medioevale a 50 km da Barcellona.

Profilo group leader – È l’esperienza giusta per te:

  • Se hai un’età minima di 25 anni
  • Se sei disponibile a partecipare alla formazione preparatoria per group leaders con SCI italia
  • Se sei disponibile a partecipare alla visita preliminare sul posto dal 13 al 15 Giugno 2017
  • Se sei interessat* al tema della migrazione e della democrazia
  • Se sei interessat* a lavorare insieme ad altre persone in un ambiente creativo
  • Se sei interessat* a trascorrere una settimana straordinaria a Mura, un suggestivo paese medioevale a 50 km da Barcellona.


Le spese di viaggio, vitto ed alloggio (incluse quelle della visita preliminare per group leaders) saranno coperte al 100% dall’associazione ospitante SCI Catalunya. Prima della partenza deve essere effettuato il tesseramento annuale di 20 euro a SCI-Italia.

Per partecipare, inviare una lettera di motivazione a evs@sci-italia.it entro il 12 Maggio 2017, indicando se ci si candida per il profilo di partecipante o di group leader.