SCI-Italia cerca un/a coordinatore/rice per il campo Oasis of Care, per i bambini e le bambine Sahrawi

SCI-Italia cerca un/a coordinatore/rice per il campo Oasis of Care, per i bambini e le bambine Sahrawi

Ti piacerebbe coordinare un campo di volontariato? SCI-Italia è in cerca di un coordinatore o una coordinatrice per il campo Oasis of Care, in collaborazione con l’associazione Shanti Sahara, che avrà luogo tra Lavagna e Genova (Liguria) dal 16 agosto al 1 settembre 2018.

L’obiettivo del campo è permettere ai bambini e le bambine Sahrawi affetti da disabilità di venire in Italia, ed avere così accesso ai servizi diagnostico-terapeutici e riabilitativi della provincia di Genova ai quali, nel campo profughi algerino da cui provengono, non avrebbero altrimenti accesso.

Leggi la scheda completa del campo.

Il coordinatore o la coordinatrice del campo dovrà gestire il gruppo di volontari internazionali che vi prenderà parte per garantire un’assistenza adeguata ai/alle bambini/e, affiancando i medici per l’aspetto terapeutico e organizzando momenti ludici e ricreativi.

Per candidarsi, contattare all’indirizzo workcamps@sci-italia.it o chiamare la Segreteria Nazionale al numero 06 5580644.

Un’oasi di cura per i bambini e le bambine Saharawi: un campo in Lombardia

Un’oasi di cura per i bambini e le bambine Saharawi: un campo in Lombardia

Il campo

Dal 3 al 17 luglio 2018 un campo di volontariato a Cernusco sul Naviglio (Lombardia), in sostegno dei bambini e delle bambine Saharawi con disabilità.

Il progetto nasce dall’associazione Shanti Sahara, che supporta i rifugiati Saharawi del Sahara occidentale. Questa comunità di rifugiati è affetta da una grave crisi sanitaria. Ogni anno, infatti, sempre più bambini/e nascono con problemi di disabilità.

Contestualmente al progetto “Young Peace Ambassadors”, ogni estate l’associazione ospita un gruppo di bambini/e Saharawi presso strutture idonee. In questo modo, i bambini possono ricevere le cure e terapie adeguate alla loro condizione almeno una volta l’anno. Cure che altrimenti non hanno la possibilità di ricevere.

Attività

I/le volontari/e lavoreranno 5 o 6 giorni a settimana, alternando la mattina o il pomeriggio. Ciascun volontario/a farà una o due volte a settimana anche il turno notturno. I giorni liberi a settimana saranno uno o due, concordati in base alle reciproche esigenze.

I/le volontari/e saranno responsabili di controllare i/le bambini/e, accompagnarli in ospedale affiancandoli durante la visita medica e, inoltre, dovranno avere cura di organizzare i momenti ricreativi dei bambini/e stessi.

Infine, i/le volontari/e avranno la responsabilità dell’igiene dei bambini, della preparazione dei pasti per essi e per il gruppo di volontari e la pulizia della degli ambienti in cui si svolgeranno le attività.

Come parte studio, i/le volontari/e riceveranno una formazione specifica per comprendere la patologia e la disabilità di ciascun bambino/a e le procedure igienico/sanitarie da seguire. Inoltre, verrà studiata la storia del Sahara occidentale e le dinamiche che hanno portato alla situazione attuale. Temi quali la religione, la musica e le tradizioni Saharawi saranno esplorate attraverso attività di gruppo e proiezioni di film e documentari.

Alloggio

I/le volontari/e alloggeranno presso camerate miste insieme ai/alle volontari/e locali (su materassi e non su letti). Alcuni bagni sono riservati al gruppo dei volontari/e, mentre altri spazi andranno condivisi con i bambini/e. Il wifi non è presente nella struttura.

La lingua del campo è l’inglese, mentre è utile conoscere l’italiano e lo spagnolo perché sono lingue conosciute dai bambini, insieme all’Hassanya.

Requisiti

Non è necessario avere conoscenze o competenze pregresse. Ciò che viene richiesto è una buona predisposizione al lavoro impegnativo, tanta voglia di imparare ed essere aperti mentalmente verso altre culture.

Leggi la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Supportare percorsi di fisioterapia per persone con disabilità: un campo in Bangladesh

Supportare percorsi di fisioterapia per persone con disabilità: un campo in Bangladesh

Il campo

Dal 19 al 28 luglio 2018 un campo in Bangladesh, presso il Centro di Fisioterapia della Gono Unnayan Prochesta (GUP).

GUP è un’organizzazione non governativa che lavora per la promozione della pace e dello sviluppo sostenibile; infatti, lo fa sin dal 1973 attraverso pratiche e attività comunitarie.

Il cuore dell’organizzazione ha sede a Khalia, Rajoir e Madaripur e, ancora più importante, ha aperto un Centro di Fisioterapia che fornisce servizi interni ed esterni alle vittime di incidenti. I servizi sono garantiti per tutti e tutte e accessibili per quanto riguarda i costi.

Attività

I/le volontari/e affiancheranno i fisioterapisti e gli infermieri nel processo di riabilitazione dei pazienti. Organizzeranno inoltre varie attività ludico-culturali per i/le pazienti.

Come parte studio, i/le volontari/e apprenderanno elementi di primo soccorso e, attraverso discussioni di gruppo, nozioni di assistenza medica primaria.

Alloggio

I/le volontari/e alloggeranno presso il dormitorio della sede di GUP, in camere e bagni condivisi. I pasti verranno preparati e consumati insieme.

La lingua del campo è l’inglese, quella locale il bengali.

Leggi la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Lavorare in un centro per bambini con disabilità: un campo in Armenia

Lavorare in un centro per bambini con disabilità: un campo in Armenia

Il campo

Dal 18 al 31 luglio 2018 un campo in Armenia presso un centro per bambini con disabilità a Yerevan, vicino al lago artificiale che caratterizza la zona.

Lo spazio in cui si situa il centro di riabilitazione è una ex casa di riposo governativa. Quello di quest’anno è il 24° campo che si svolge in questo spazio, il che lo rende ormai una tradizione. Infatti, i bambini che qui vengono presi in cura ogni anno, attendono entusiasticamente il momento dell‘incontro estivo con i/le volontari/e internazionali.

Ai e alle volontari/e è richiesto di portare con se idee, energie, amore e gentilezza per far si che i bambini e le bambine possano passare delle vacanze felici. Quest’approccio positivo permette di facilitare l’inclusione sociale e la riabilitazione degli utenti, in quanto riescono a dare maggior valore a se stessi tramite gli occhi degli altri e a riscoprire i propri talenti e abilità.

Attività

L’obiettivo del campo è l’organizzazione del tempo ricreativo per i bambini e le bambine con disabilità, che al tempo stesso saranno ospitati nel centro per le attività di riabilitazione.

Tra le diverse attività, i/le volontari/e saranno impegnati anche nei lavori di mantenimento degli spazi esterni (giardinaggio, pulizia delle aree gioco, attività di manutenzione ordinarie e straordinarie). Finite le sessioni di fisioterapia, i/le volontari/e affiancheranno i bambini e le bambine in attività ludiche e creative. Al termine del campo, volontari/e e bambini/e, insieme, prepareranno una recita di addio.

Alloggio

I/le volontari/e alloggeranno in un cottage separato dalla struttura del centro fornito di letti e servizi.

Requisiti

I/le volontari/e dovranno avere una buona attitudine al lavoro con i bambini. Verrà chiesto di portare con se giochi da utilizzare durante il campo.

La lingua del campo è l’inglese.

Leggi la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

IVS GB cerca due volontarie lungo termine per il progetto Newton Dee a partire da gennaio 2018

IVS GB cerca due volontarie lungo termine per il progetto Newton Dee a partire da gennaio 2018

Hosting organization: IVS Great Britain
Area tematica: Disabilità
Luogo: Aberdeen, Scozia
Durata: 12 mesi
Candidatura: la candidatura dovrà avvenire attraverso la propria sending organization. In seguito si verrà ricontattati per un colloquio conoscitivo.

Lingua:
# del progetto: Inglese

La comunità di Newton Dee è una degli 11 centri in Inghilterra e Scozia gestiti dal Camphill Village Trust. In questi luoghi si provvede a dare una casa, un lavoro, delle opportunità di crescita personale, di amicizia, interazione sociale, educazione, di ispirazione culturale e spirituale a persone adulte con disabilità e bisogni speciali.

Attività:

  • fornire aiuto e supporto, quando necessario, nelle attività domestiche e in quelle all’aria aperta, nei workshop collettivi e nella cura degli spazi;
  • supportare e lavorare insieme alle persone con bisogni speciali nelle attività quotidiane, per aumentare la fiducia in se stessi e nelle proprie capacità;
  • affiancare gli e le utenti nei percorsi individuali.

Requisiti:

  • essere disposte ad immergersi con impegno nella quotidianità degli e delle ospiti del centro;
  • essere disposte ad imparare e ad aprirsi a percorsi di apprendimento collettivi;
  • avere un livello di inglese sufficiente a mantenere una conversazione.

Leggi la scheda completa del progetto.

Le volontarie interessate a partecipare a questo progetto in Scozia sono invitate a segnalarlo all’indirizzo ltv@sci-italia.it. Lo SCI Italia contatterà il partner ospitante per chiedere la disponibilità e la tempistica. A questo punto la volontaria compilerà l’application form e verrà contattata nel minor tempo possibile per un colloquio via Skype. Se la volontaria viene accettata, verserà la quota di iscrizione e la tessera a SCI Italia e provvederà a finalizzare gli ultimi accordi sulle tempistiche di arrivo e di visto se necessario.

VSI Ireland cerca un/a volontario/a lungo termine per 12 mesi di progetto

VSI Ireland cerca un/a volontario/a lungo termine per 12 mesi di progetto

Hosting organization: VSI Ireland
Area tematica: Disabilità
Luogo: Co. Kildare, Irlanda
Durata: 01/02/2018 – 31/01/2019
Candidatura: la candidatura dovrà avvenire attraverso la propria sending organization. In seguito si verrà ricontattati per un colloquio conoscitivo.

Lingua:
# del progetto: Inglese

La Camphill Community Grangebeg è una delle 15 comunità di Camphill esistenti in Irlanda. È una piccola fattoria dove abita una comunità di 20 persone, delle quali 11 con bisogni speciali. La Comunità di Camphill offre alle persone con bisogni speciali un ambiente accogliente dove ci si prende cura dei bisogni relativi all’educazione, alla terapia e alle relazioni sociali.

ATTIVITÀ:

  • mantenere la pulizia dello spazio interno ed esterno
  • partecipare alla preparazione dei pasti
  • supportare il lavoro degli operatori e delle operatrici
  • prendere parte alle attività culturali e a quelle di costruzione del gruppo

REQUISITI:

  • essere maggiori di 18 anni
  • avere un buon livello di inglese parlato
  • non avere precedenti penali
  • presentare 3 referenze scritte

I/Le volontari/ie interessat@ a partecipare a questo progetto in Irlanda sono invitati/e a segnalarlo all’indirizzo ltv@sci-italia.it. Lo SCI Italia contatterà il/i partner ospitanti per chiedere la disponibilità e la tempistica. A questo punto il/la volontario/a compilerà l’application form e verrà contattato nel minor tempo possibile per un colloquio via Skype. Se il/la volontario/a viene accettato/a, verserà la quota di iscrizione e la tessera a SCI Italia, e provvederà a finalizzare gli ultimi accordi sulle tempistiche di arrivo e di visto se necessario.

Intrattenimento e gioco per bambini con disabilità: campo in Togo

Intrattenimento e gioco per bambini con disabilità: campo in Togo

Dal 4 al 24 agosto 2017 un campo a Kpalime, presso un centro per bambini e bambine affetti/e da disabilità mentali, con l’obiettivo di favorirne lo sviluppo e la crescita attraverso attività ludiche e di intrattenimento.

In Togo sono presenti 10 istituti medico-psico-pedagogici, sparsi su tutto il territorio. Il primo tra questi centri nacque negli anni Ottanta, di fronte alla presa di consapevolezza del dramma quotidiano che molte famiglie vivevano con i propri figli e alla necessità di avere delle strutture essenziali per un livello minimo di welfare, salute, educazione e cure mediche.

I/le volontari/e partecipanti supervisioneranno i/le bambini/e e svilupperanno attività educative per fornire loro alcune nozioni di base; si occuperanno inoltre di pensare e proporre ai/alle bambini/e attività ludiche e di intrattenimento, quali laboratori di disegno e pittura, canto, ballo e attività sportive. L’importante è accompagnare i/le bambini/e nella scoperta di nuove modalità di apprendimento, anche apportando elementi tipici dei propri paesi di provenienza.

La lingua del campo è il francese, quella locale l’Éwé.

Leggi la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Un campo in Sri Lanka per i bambini diversamente abili: la Blue Rose School

Un campo in Sri Lanka per i bambini diversamente abili: la Blue Rose School

Dal 27 luglio al 4 agosto 2017 un campo presso la Blue Rose School, che si occupa di bambini/e diversamente abili, a Kandy, nel cuore dello Sri Lanka.

La scuola è nata nel 1981, composta da un ristretto numero di studenti e un solo insegnante. Attualmente conta circa 50 studenti, raggiungendo la capacità massima per provvedere ai bisogni di tutti i bambini e le bambine presenti. Le attività svolte e gli orari di svolgimento delle stesse sono simili a quelli di una scuola normale, per permettere ai/alle bambini/e di passare del tempo con la propria famiglia come tutti gli altri.

L’idea alla base di svolgere un campo di volontariato internazionale per organizzare un campo estivo per i bambini e le bambine della Blue Rose è di promuoverne l’inclusione sociale, sperimentare forme nuove di educazione non formale, condividere le conoscenze e le competenze tra persone locali e internazionali che si occupano di persone affette da disabilità.

I/le volontari/e partecipanti del campo saranno impegnati/e in lavori di rinnovo e pulizia dell’edificio scolastico; inoltre, organizzeranno diverse attività ludiche per i bambini, favorendo lo scambio interculturale e processi di comprensione reciproca.

Nella parte studio verrà approfondito il tema della disabilità mentale e dei bisogni speciali che ne conseguono: i/le partecipanti del campo sono invitati/e a portare nella discussione contributi propri o temi da approfondire insieme, in base al portato esperienziale di ognuno/a .

La lingua del campo è l’inglese, quelle locali lo sinhala e il tamil.

Leggi la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Oasis of Care: un campo in Lombardia per i bambini e le bambine Sahrawi

Oasis of Care: un campo in Lombardia per i bambini e le bambine Sahrawi

Dall’8 al 22 luglio 2017 un campo a Cernusco sul Naviglio, nell’area metropolitana di Milano, in collaborazione con l’associazione Shanti Sahara, che si occupa di bambini e bambine Sahrawi (provenienti dai campi profughi di Tindouf, in Algeria) affetti da disabilità.

Di anno in anno le condizioni sanitarie dei campi vanno peggiorando, e sempre più nuovi/e bambini/e nascono disabili. Contestualmente al progetto “Young Peace Ambassadors”, la principale attività dell’associazione è quella di organizzare ogni estate l’accoglienza di 10 bambini/e disabili Sahrawi e di garantire loro servizi diagnostico-terapeutici e riabilitativi nelle province di Milano e di Genova, servizi a cui non avrebbero altrimenti modo di accedere. I gradi di disabilità di cui i/le bambini/e sono affetti/e sono più o meno gravi a seconda dei casi, e l’associazione garantisce cure e terapie specifiche per ognuno/a di loro.

I/le volontari/e partecipanti del campo lavoreranno 5/6 giorni a settimana, dividendosi in turni mattutini (08.00-15.00) e pomeridiani (15.00-22.00), e garantendo uno o due turni notturni settimanali (22.00-08.00); sono inoltre previsti, a seconda delle necessità, uno o due giorni off. Tutti/e saranno responsabili dell’assistenza ai/alle bambini/e, di garantire la presenza in ospedale e partecipare agli appuntamenti coi dottori, di prendere parte e organizzare momenti ricreativi per i/le bambini/e.

Come parte studio, i/le volontari/e riceveranno una formazione specifica sulle patologie e disabilità che affliggono ogni bambino/a presente e sugli standard igienico-sanitari da mantenere; impareranno inoltre la storia del Sahara Occidentale, le dinamiche della sua evoluzione e la questione Sahrawi. Temi quali la religione, la musica, le tradizioni della cultura Sahrawi saranno approfonditi tramite attività di gruppo e la visione di documentari.

La lingua del campo è l’inglese, quella locale l’italiano.

Leggi qui la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.