“Semplicemente… Saharawi”: testimonianza dal campo Oasis of Care

“Semplicemente… Saharawi”: testimonianza dal campo Oasis of Care

Pubblichiamo la testimonianza di Donato Masi, coordinatore del campo di volontariato internazionale “Oasis of Care” realizzato in collaborazione con l’associazione Shanti Sahara, la quale si occupa dei bambini e delle bambine Sahrawi diversamente abili provenienti dai campi profughi di Tindouf (Algeria).

.\ La bacheca scorre veloce verso il basso come una slot machine /.

“E’ stato ieri:
…arrivarono e ci privarono della nostra casa, della nostra terra… da quel giorno il verde, che una volta era il primo colore della nostra bandiera, è rivolto verso il basso […]”
poi il racconto si ferma e muore,
nel disincantato interesse della gente

#POPOLOSAHARAWILIBERO
Scriverlo in un post
così scontato ma, così strano …
Ma qual è il confine fra pubblico e privato quando ti capitano incontri così speciali,
così inattesi e veri …?!

C’è poi invece, un altro confine quello fra Marocco e Sahara occidentale
C’è ma non si vede, perché nessuno ne parla
C’è chi è costretto a vivere da più di 40anni nei campi profughi dell’Hammada *
“ E’ stato ieri…” sembrerebbero i più svantaggiati ma non è così

i veri svantaggiati siamo noi
quando non sappiamo ammettere i nostri vantaggi,
non sappiamo schiodarci dalle nostre comodità, dai nostri “vitalizi quotidiani”.
Sappiamo giudicare quello sì, senza però mettere in discussione media e informazione
e respingiamo al mittente la proposta di modifica del #regolamentodiDublino

C’è poi chi ci prova: Shanti Sahara
non salva il mondo, non come ce lo immaginiamo noi.
Quello che fanno i volontari di Shanti Sahara è…
accarezzare un broncio e poi aspettare, aspettare… fino a che non si trasformi in sorriso
sul viso di un bambino ma spesso anche su tutte quelle facce stanche dei volontari!
con semplicità
e lo vedi!
Non hanno nessuna attitudine se non quella di imparare da questi ‘piccoli ambasciatori di pace’
dalla loro voglia di crescere pur non sapendo da dove cominciare

Shanti lo fa, con l’aiuto di organizzazioni come Service Civil International (SCI) e Servizio Civile Internazionale Italia che dal 1920 promuovono attività e campi di lavoro su temi di pace, diritti umani, solidarietà internazionale e inclusione sociale, mobilitando migliaia di volontari internazionali
Senza barriere e senza confini

C’è chi nella vita è audace ma è inetto sui social,
chi qui, non è bravo a condividere qualcosa di personale…

Eppure
spesso è chi conosce cosa davvero vuol dire ‘sociale‘, cosa significa ‘condividere
perché vive sulla propria pelle, ogni giorno, il vero significato di queste parole…

“[…] E’ stato oggi: sono venuti e hanno preso le nostre parole, i nostri sentimenti…”
Ce li hanno rubati

il racconto non si ferma… Se vuoi, continua…

C’è chi tenta di toglierci la libertà
ma la speranza di essere liberi è già la nostra vendetta

#capovolgiamola #FreedomforSaharawiPeople #WesternSahara #MaroccoAgainstJustice
Saharawi Voice Free Saharawi SaharawInsieme Onlus

* Per approfondimenti sulle vicende nel Sahara Occidentale:
http://www.ilpost.it/2017/02/26/sahara-occidentale-tensioni/
https://www.economist.com/news/middle-east-and-africa/21717383-back-spotlight-fate-western-sahara-no-closer

** Per approfondimenti su Shanti Sahara e le altre organizzazioni:
https://www.shantisahara.com/
https://www.shantisahara.com/chi-sono-i-saharawi
SCI (Service Civil International): http://www.sci.ngo/ http://sci-italia.it/

“Oasis of Care for Saharawi Children”: minicampo in Lombardia

“Oasis of Care for Saharawi Children”: minicampo in Lombardia

ll Servizio Civile Internazionale – Gruppo Lombardia, in collaborazione con l’Associazione Shanti Sahara, organizza un minicampo sabato 8 e domenica 9 luglio a Cernusco sul Naviglio (MI) con l’obiettivo di preparare e rendere operativa la struttura che accoglierà, per tutto il mese di luglio, 10 bambini/e Saharawi con bisogni speciali provenienti dai campi profughi di Tindouf (Algeria).

Shanti Sahara nasce per supportare il popolo Saharawi e rispondere all’emergenza sanitaria in corso nei campi profughi Saharawi dove, ogni anno, aumenta esponenzialmente il numero di bambini/e affetti/e da disabilità. Il progetto “Piccoli Ambasciatori di Pace” nasce per accogliere alcuni/e bambini/e Saharawi con bisogni speciali in Italia durante i mesi estivi, garantendo loro accesso a cure mediche non disponibili nei campi profughi. Ogni anno, tra luglio e agosto, Shanti Sahara ospita in provincia di Milano e Genova un gruppo di 10 bambini e bambine (dai 6 ai 14 anni) affetti da patologie e disabilità di vario tipo e gravità. Per ogni bambino/a, l’associazione offre accesso a servizi medici, garantisce un miglioramento delle condizioni igienico-sanitarie e un’alimentazione completa e bilanciata.

Le attività comprenderanno lavori di preparazione della sede tra cui:

  • Pulizia della sede (palestra, bagni, cucina/sala da pranzo, giardino);
  • Sistemazione e allestimento (letti, armadi, spogliatoi bambini + volontari, disposizione tavoli/sedie, prodotti da bagno, angolo giochi);
  • Lavaggio e asciugatura (lenzuola/asciugamani/ vestiti per bambini);
  • Preparazione degli armadi (suddivisione vestiti, biancheria intima, asciugamani, costumi, scarpine);
  • Last but not least: incontro con i bambini e le bambine Saharawi!

Sabato pomeriggio è prevista una riunione per vecchi e nuovi volontari/e dell’associazione, durante la quale saranno presentati gli aspetti sanitari più rilevanti relativi alle patologie dei bambini e al comportamento da tenere in caso di crisi. Inoltre, verrà brevemente presentata l’associazione, il contesto in cui opera e la storia del popolo Saharawi. I/le volontari/e del mini campo sono invitati/e a partecipare a questa parte formativa specifica se lo desiderano. Durante la giornata è inoltre previsto l’arrivo dei 5 volontari internazionali del Servizio Civile Internazionale che prenderanno parte alle attività di Shanti Sahara per due settimane. E sabato sera…pizzata e festa con tutti i presenti!

Domenica si continuerà con le attività di allestimento della sede in attesa dell’arrivo dei bambini e delle bambine, previsto per il pomeriggio. Dopo la fine delle attività, i/le partecipanti al mini-campo sono invitati a fermarsi a fare merenda insieme ai bambini e a tutti i volontari dell’associazione presenti per conoscersi meglio. Il primo incontro con i bambini Saharawi non si scorda mai, è un momento ricco di emozioni e di scambio. La partecipazione al mini-campo offre una possibilità incredibile: il nostro consiglio è di non perdersi la magia dell’incontro con questi bambini speciali.


Informazioni pratiche: ritrovo sabato 8 luglio alle ore 10:00, presso l’Istituto Comprensivo in Piazza Unità d’Italia 1, Cernusco sul Naviglio, 20063 (MI). Il campo terminerà intorno alle 17:00 di domenica 9 luglio.
E’ necessario portare: abbigliamento leggero e scarpe comode, asciugamani, lenzuola e prodotti ad uso personale. Repellente antizanzare fortemente consigliato.

Vitto e alloggio: i/le volontari/e alloggeranno all’interno della palestra dell’Istituto Comprensivo in Piazza Unità d’Italia 1, Cernusco sul Naviglio, 20063 (MI). L’associazione mette a disposizione materassi per dormire: è necessario portare le proprie lenzuola e un cuscino se gradito.

Requisiti di partecipazione: ai/alle volontari/e non è richiesta nessuna competenza specifica; è importante avere voglia di lavorare, imparare e confrontarsi con persone e culture nuove. Le uniche capacità richieste ai volontari sono: buona capacità di adattamento; sensibilità socio-culturale; flessibilità.

Numero di volontar* previst*: 5

Quota di partecipazione: 10€ più la tessera socio SCI 2017 (20€, sarà possibile farla in loco).

Informazioni e iscrizioni: entro il 3 luglio a lombardia@sci-italia.it

Qui per tutte le info logistiche.

bool(false)