LIVING OIL: gli effetti sull’ambiente dell’estrazione del petrolio nel delta del Niger

ENGLISH      ITALIAN

LIVING OIL – Estrazione di petrolio, devastanti fuoriuscite ed effetti sul clima nel delta del Niger

di Opeoluwa Obisesan*

Una panoramicaLiving Oil_ng1

Il greggio è stato per la prima volta scoperto nel 1956 a Olubiri, nella regione del delta del Niger, a sud della Nigeria.

Con la produzione di oltre 2 milioni di barili di greggio al giorno, la Nigeria è oggi all’8° posto tra i paesi produttori di petrolio nel mercato globale.

Le grandi multinazionali (Eni, BP, Shell, ExonMobil tra gli altri) hanno trovato una grande opportunità di investire in questo luogo ricco di petrolio aiutati dal governo federale. Tuttavia, l’estrazione di petrolio e gas ha avuto un costo per la vita sociale e per l’ambiente.

Gas flaring e fuoriuscite di petrolio

Ci sono state più di 5.000 grandi fuoriuscite nel delta del Niger e dintorni

Il petrolio non raffinato e’ un mix di greggio e gas, che puo’ passare nelle tubature sottomarine soltanto dopo che questi due sono stati separati.

Il gas flaring, ovvero la combustione in torcia del gas associato all’estrazione petrolifera, sta causando più danni che benefici. La popolazione eredita malattie respiratorie, malattie tumorali di tutti i tipi, ecc.

Il gas flaring è uno spreco di risorse: potrebbe essere convertito in energia per l’elettricità, cottura domestica, combustibile per automobili e per uso industriale o reinserito sotto terra per un uso futuro.

Fuoriscite di petroliooil-spill

Le fuoriuscite di petrolio sono un evento comune nel delta del Niger Regione.

La metà di tutte le fuoriuscite sono state causate da incidenti di oleodotti e petroliere (50%). Tra le altre cause si annoverano il sabotaggio (28%), l’attività di produzione del petrolio (21%) e un 1% delle fuoriuscite causato da impianti di produzione insufficiente o non funzionale.

Conseguenze

Devastazione delle foreste di mangrovie, distruzione di colture, animali, e acquacoltura attraverso la contaminazione delle acque sotterranee e dei terreni. Nemmeno una goccia di acqua potabile.

La reazione della Comunitàoilprotesters1-420x0

Dopo una serie di proteste di massa per fermare le fuoriuscite di petrolio, il gas flaring e restituire alla comunità ciò che gli è stato preso, il governo e le multinazionali hanno fatto ben poco.

A turno, la comunità’ di giovani si e’ buttata in proteste di massa, cimentandosi anche in attività’ criminali come rapimenti di internazionali al fine di chiedere dei riscatti (dell’ammontare di milioni di dollari).

Conclusioni

L’esplorazione petrolifera in Nigeria ha avuto gravi conseguenze ambientali e umane per gli abitanti. Il costo sociale ed ambientale della produzione di petrolio è stato grande e comprende la distruzione della fauna selvatica e della biodiversità, la scomparsa di terreno fertile, l’inquinamento dell’aria e dell’acqua potabile, il deterioramento dei terreni agricoli e danni all’ecosistema acquatico che a loro volta hanno determinato gravi problemi di salute per gli abitanti.

Gli ambientalisti e la gente in generale hanno dato la colpa alle compagnie petrolifere, ma è il governo federale che fornisce le leggi,  e le licenze a cui le compagnie petrolifere devono attenersi. Il governo federale dovrebbe prendere le misure necessarie, iniziate con NOSDRA, NDDC, UNEP, UN SPDC e ONG.

Un miglioramento è iniziato, in termini di uno sviluppo sostenibile nel delta del Niger e il governo dovrebbe continuare a stanziare maggiori fondi nel Delta del Niger verso una soluzione definitiva e duratura.

 

*Opeoluwa Obisesan è un attivista dell’associazione VWAN che ha sviluppato la passione per ‘il diritto a vivere’ con il desiderio di fare in modo che la società e l’ambiente vadano nella giusta direzione. Ha interessi in Capacity and Human development, Youth empowerment e Project Management.

VWANVWAN

VOLUNTARY Workcamps Association Of Nigeria (VWAN) è una organizzazione no-profit fondata nel 1963. Le attività sono svolte attraverso il servizio di giovani volontari attraverso la promozione di una cultura di pace e il Community Building. L’Associazione è un gruppo del Service Civile International in Nigeria, è affiliata al CCIVS (Coordinating Committee for International Voluntary Service) e all’NYCN (National Youth Council of Nigeria).

 

 

LIVING OIL – Oil Exploration, Spillage and Effect on Climate in the Niger Delta

by Opeoluwa Obisesan*

 

An Overview

Crude Oil was first discovered in 1956 in Olubiri of Niger Delta Region, South of Nigeria.

With the production of over 2Million Barrel of Crude oil per day, Nigeria is the 8th largest  Oil Producing Country in the Global Market.

Multinational Enterprise (Eni, BP, Shell, ExonMobil among others) found great opportunity to invest in this oil rich environment with their operations aided by the Federal Government. However, the exploration of Oil and Gas has Cost the Social and Environmental life.

Gas Flaring and Oil Spillage

There have been over 5,000 major oil spill in the Niger Delta and environGas Flaring
s. Crude Oil is a mixture of Oil and Gas and cannot travel in the pipe underwater hence the need to separate the two. However, the Gas flaring is causing more harm than good.

The people in the community inherited respiratory diseases, cancerous diseases of all kind etc.

Gas flaring is a waste of resources, it could be converted to energy for electricity, domestic cooking, automobiles, and industrial use or stored back into the earth for future use.

Oil Spillage

Petrolio nel fiume NigerOil spills are a common event in Niger Delta Region. Half of all spills occurred due to pipeline and tanker accidents (50%), other causes include sabotage (28%) and oil production operations (21%), with 1% of the spills being accounted for by inadequate or non-functional production equipment.

Consequences

Immense depletion of the mangrove forests, destruction of crops, Animals, and aquacultures through contamination of the groundwater and soils. Not even a drop of good water to drink.

Reactions from the Communitiesoilprotesters1-420x0

After series of Mass Protest to Stop Oil Spillage, Gas flaring and to give back to community what has been taking from them, there has been little intervention from both Government and the multinational enterprises. The community youth in turn resolved in Mass protest, engaged in unlawful activities such as kidnapping expatriate in demand for ransom (in Millions of Dollars).

Conclusion

Oil exploration in Nigeria has had sever environmental and human consequences for the indigenous people who inhabit the area surrounding oil extractions. The social and environmental cost of oil production has been extensive.

They include destruction of wildlife and biodiversity, loss of fertile soil. Pollution of air and drinking water, degradation of farmland and damage to aquatic ecosystem, all of which have caused serious health problems for the inhabitants of the area surrounding oil production.

Environmentalist and people generally give blame to the oil companies but the Federal Government provides the laws, legislation and license, which the oil companies must adhere too. The Federal Government has to take steps, which they have started with NOSDRA, NDDC, UNEP, UN SPDC and NGOs. Improvement have begun in terms of achieving sustainable development in the Niger Delta, the government should continue to allocate more revenue into the Niger Delta for steps toward finding a permanent and lasting solution.

*Opeoluwa Obisesan is an activist with VWAN who has developed passion for ‘living right’ a desire to ensure the society and environment is in order. He has kin interest in Capacity and Human development, Youth empowerment and Project Management.

 VWAN

VOLUNTARY Workcamps Association Of Nigeria (VWAN)VWAN

Mission is to build an egalitarian society devoid of degradation.

Voluntary Workcamps Association of Nigeria (VWAN) is a registered non-profit organisation founded in 1963. Our activities are carried out through the service of youth volunteers towards community building and promoting a culture of peace. The Association is a group of Service Civil International in Nigeria, affiliate to CCIVS (Coordinating Committee for International Voluntary Service) and NYCN (National Youth Council of Nigeria) we also have corresponding relationship with the partners and stakeholders on the local, national and regional levels.

bool(false)