Promuovere lo sviluppo della comunità di Koriba: un campo in Burkina Faso

Promuovere lo sviluppo della comunità di Koriba: un campo in Burkina Faso

Dal 13 al 28 luglio 2017 un campo di volontariato nel villaggio di Koriba, Burkina Faso. La popolazione del villaggio raggiunge circa gli 8.500 abitanti, i quali affrontano ogni giorno numerosi problemi sociali, quali l’estrema povertà, la crisi alimentare, problemi infrastrutturali, l’analfabetismo, la discriminazione dei più deboli e poveri.

Ma tanta è la voglia degli abitanti di mobilitarsi per affrontare questi problemi che si pongono, di muoversi in direzione dello sviluppo. L’educazione e la sanità costituiscono due settori chiave, tali che la popolazione ha deciso di unire gli sforzi attorno a due attività: il rinnovo di un edificio scolastico e la riparazione dell’impianto stradale.

I/le partecipanti del campo aiuteranno quindi nella ricostruzione della scuola (il cui soffitto è in stato di disfacimento totale), mettendo così in totale sicurezza i bambini e le bambine; ripareranno banchi e sedie affinché essi/e possano seguire i corsi correttamente. Parallelamente, avranno luogo le attività di riparazione delle strade, in particolare dell’asse principale che collega Koriba alla città di Batié, ad oggi non percorribile nel periodo invernale, al fine di rendere possibile per i malati di recarsi in città più facilmente.

La lingua ufficiale del campo è il francese.

Leggi qui la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Dentro alla foresta degli orsi: campo a Kuterevo, Croazia

Dentro alla foresta degli orsi: campo a Kuterevo, Croazia

Dal 18 al 28 giugno 2017 un campo di volontariato a Kuterevo, in Croazia, nel cuore di un rifugio per orsi.

Il campo è realizzato in collaborazione con l’associazione Velebit Association Kuterevo, impegnata nella tutela e conservazione del patrimonio naturale e culturale della regione; da 15 anni, l’associazione ha in gestione un Rifugio per orsi, e persone. Fermarsi per qualche tempo presso questo luogo permette di imparare molto, sia della vita di questi animali protetti, che dei ritmi della natura; per questo il campo si svolgerà nella foresta, a 3km dal villaggio.

I/le partecipanti del campo si impegneranno in lavori di costruzione, quali la ristrutturazione del sito, il completamento della cisterna d’acqua e della zona campeggio. La parte studio sarà incentrata sull’ecosistema, sulla vita degli orsi e sulla flora della foresta.

La vita quotidiana del campo si svolgerà in maniera semplice: immersi nella foresta, senza elettricità, né acqua corrente, né connessione internet, cucinando sul fuoco e facendo la doccia con acqua riscaldata dal sole. Siate pronti/e a un soggiorno spartano e lontano dalla civilizzazione!

La lingua del campo è l’inglese.

Leggi qui la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

 

Organizzare un campo estivo per i/le ragazzi/e di Shatila: campo in Libano

Organizzare un campo estivo per i/le ragazzi/e di Shatila: campo in Libano

Dal 21 al 31 luglio 2017 un campo a Beirut, nel campo per rifugiati Shatila, in collaborazione con l’organizzazione non governativa The Children and Youth Center (CYC).

CYC si prende cura dei ragazzi e delle ragazze residenti nel campo, indipendentemente dalla loro nazionalità. Non solo quindi palestinesi, ma anche siriani e libanesi, poiché ogni bambino/a e ragazzo/a ha il diritto di imparare, crescere e giocare in pace e sicurezza. Il successo di CYC sta nella sua struttura orizzontale e collaborativa tra tutti i suoi membri: il comitato dei/delle bambini/e partecipa ai processi decisionali dell’organizzazione, alla gestione del centro e alla sua agenda futura.

Da molti anni, CYC organizza dei campi estivi per gli/le adolescenti residenti a Shatila. I/le volontari/e aiuteranno nell’organizzazione e nella gestione del campo, svolgendo attività quali l’accompagnamento dei/delle ragazzi/e, montare le tende, preparare i pasti, organizzare (in collaborazione con le persone dell’associazione) attività educative e ludiche, focalizzandole in particolare sulla Peace Education.

Come parte studio i/le volontari/e verranno accompagnati da CYC all’interno del campo per conoscerne le condizioni; a partire da quello che si sarà appreso si ragionerà insieme su come dare continuità alla collaborazione tra SCI-Italia, il Centro Studi Sereno Regis  e CYC, con focus principale sui beni comuni e l’intervento civile nonviolento.

Richieste pre-partenza: i/le partecipanti al campo dovranno, prima di partire, prendere parte alla formazione specifica organizzata dal Centro Studi Sereno Regis e SCI-Italia su Peace Education, sulla pratica della nonviolenza e sulla condizione dei rifugiati palestinesi e siriani in Libano. Tale formazione avrà la durata di 3 giorni, da venerdì 23 a domenica 25 giugno, ed è richiesto un contributo di 30 euro per i costi di vitto e alloggio.

La lingua ufficiale del campo è l’inglese.

Leggi qui la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Portare la felicità in un centro per rifugiati: campo di volontariato a Emmen, Olanda

Portare la felicità in un centro per rifugiati: campo di volontariato a Emmen, Olanda

Dal 22 luglio al 5 agosto 2017 un campo di volontariato a Emmen, in Olanda, presso il centro per rifugiati “AZC Emmen”, che ospita circa 400 persone.  Tale centro è uno spazio particolare, in quanto ospita famiglie con figli minorenni la cui richiesta di asilo è stata respinta dal governo olandese. Per questo, saranno costretti a tornare nei loro paesi di origine.

Il campo è organizzato in partenariato con l’Agenzia Centrale per la Ricezione dei Richiedenti Asilo (in olandese: COA) e con la Fondazione Nazionale per la Promozione della Felicità. Quest’ultima è un network di artisti, scrittori, attori, musicisti e volontari, multiculturale e senza fini di lucro, che opera con bambini e ragazzi ospiti nei centri per rifugiati.

I/le partecipanti del campo organizzeranno attività basate sul gioco e sul divertimento per e con i/le bambini/e e i ragazzi del centro (i quali nei mesi estivi saranno in pausa dalla scuola), attraverso musica, sport, arte, sessioni di lingua, e tutto ciò che possa definirsi creativo. L’ideazione di tali attività sarà gestita in prima persone dai/dalle volontari/e del campo.

Viene richiesto, a chi sceglierà di partecipare al campo, di assumere un comportamento che tuteli e assicuri il rispetto dei rifugiati; una lettera motivazionale dovrà essere allegata alla domanda di partecipazione.

La lingua ufficiale del campo sarà l’inglese.

Leggi qui la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Riappropriazione e ripubblicizzazione di edifici storici: un campo a Torino

Riappropriazione e ripubblicizzazione di edifici storici: un campo a Torino

Dal 29 giugno all’11 luglio 2017 un campo di volontariato presso la “Cavallerizza Reale“, complesso reale d’epoca barocca situato nel cuore di Torino.

Il sito, riconosciuto nel 1997 come patrimonio mondiale dell’UNESCO, è occupato dal 2014 da un collettivo di cittadini e cittadine (Assemblea Cavallerizza 14:45) per impedirne la privatizzazione, con l’obiettivo di farne una risorsa condivisa, uno spazio aperto per sperimentazioni artistiche, sociali e culturali, un laboratorio di cittadinanza attiva. Nel tempo, si è costruita in questo luogo una comunità aperta, inclusiva ed autorganizzata che ha saputo generare un movimento di inclusione attiva dei/delle cittadini/e nell’autogoverno dei beni comuni.

I/le partecipanti del campo saranno impegnati/e in attività di ristrutturazione e restauro degli ambienti, di organizzazione e gestione degli eventi culturali, di gestione dello spazio tramite la partecipazione assembleare, di pianificazione del Festival delle Culture che avrà luogo il prossimo settembre.

La parte studio del campo sarà incentrata sui processi di partecipazione in una comunità autorganizzata e sulla gestione collettiva della cosa pubblica e dei beni comuni.

La lingua del campo sarà l’inglese, quella locale l’italiano.

Leggi qui la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Solidarietà con i bambini e le bambine curde di Sur: un campo a Diyarbakir

Solidarietà con i bambini e le bambine curde di Sur: un campo a Diyarbakir

Da l’8 al 18 giugno 2017 un campo a Sur, uno dei distretti della provincia di Diyarbakir, in Turchia.

In questo luogo, un duro conflitto (quasi una guerra civile) tra i giovani curdi e le forze di sicurezza turche si è perpetrato per mesi. Durante i 103 giorni di coprifuoco e scontri armati, centinaia di persone hanno perso la vita, migliaia la propria casa, centinaia di edifici sono stati ridotti in rovina e più di 10.000 bambini non sono potuti andare a scuola per mesi.

Il campo sarà realizzato in collaborazione con l’associazione Youth and Change Association, la quale da anni lavora per incrementare il senso di appartenenza della popolazione alla città, promuovendo percorsi di partecipazione alla vita cittadina, con particolare riguardo all’integrazione sociale di donne e bambini/e.

I/le volontari/e lavoreranno all’organizzazione di un workshop della durata di 10 giorni su “Linguaggio, Giochi Tradizionali di Strada e di Ritmo” per i bambini e le bambine di Sur. Idee e consigli da parte dei/delle volontari/e saranno ben accetti per immaginare e strutturare anche altre attività, pensate a partire dalle proprie competenze.

La parte studio del campo sarà focalizzata sulla conoscenza della storia della popolazione curda, in particolare legata al contesto di Sur.

Questo campo di lavoro si inserisce nel progetto più ampio Yazidi’s Voice, sostenuto da tante e tanti attraverso la campagna di crowdfounding, che ha come obiettivo il supporto e la difesa del diritto allo studio della lingua inglese delle bambine e dei bambini presenti nel campo profughi. La presenza di un/a volontario/a lungo termine sarà garantita in loco, per permettere la realizzazione di tale progetto.

La lingua del campo sarà l’inglese.

Leggi qui la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

 

Tour of Freedom: dal nord al sud del Kosovo, un campo di volontariato

Tour of Freedom: dal nord al sud del Kosovo, un campo di volontariato

Dal 20 luglio al 13 agosto 2017 un campo itinerante in Kosovo. In sella ad una bicicletta, l’obiettivo del campo è di connettere comunità diverse, da Nord a Sud: partendo da Mitrovica, il tour attraverserà l’intero paese fino a giungere a Brezovica.

I/le partecipanti soggiorneranno in ogni località per 3 o 4 giorni, di volta in volta promuovendo attività volte a riunire persone di provenienza e contesti diversi per condividere e discutere insieme di questioni riguardanti i diritti umani e ambientali, raccogliendo le storie locali. L’idea del viaggio in bici vuole essere messaggio di un modo alternativo e rispettoso dell’ambiente di muoversi e connettere le persone, in pace, creando spazi di dialogo e confronto.

Durante i primi 5 giorni a Mitrovica i/le volontari/e saranno impegnati/e in attività di ciclofficina, riciclo e riuso materiali. Attività educative, workshop su questioni ambientali, performance di strada, pitture murali, proiezioni e discussioni animeranno il viaggio fino a Brezovica, dove si prenderà parte all’Eco-Festival BREfest.

La lingua ufficiale del campo è l’inglese, oltre a l’albanese, il serbo e il romanì.

Leggi qui la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Narrazioni Jazz 2017: minicampo a Torino [20-21/05/17]

Narrazioni Jazz 2017: minicampo a Torino [20-21/05/17]

Il 20 e 21 maggio il Servizio Civile Internazionale (SCI) – Gruppo Piemonte e l’associazione Comala organizzano un minicampo in occasione dell’evento “Narrazioni Jazz 2017”.

Gli obiettivi principali del minicampo riguarderanno il supporto logistico e la preparazione degli eventi musicali che l’associazione Comala organizzerà in occasione del festival “Narrazioni Jazz 2017” nella propria sede e nelle vie adiacenti. In particolare nella giornata di Sabato verrà supportato l’evento “WalkAboutJazz“, un percorso narrativo strutturato in 4 stazioni dedicate a Origini, Swing, Bebop e Free Jazz e animate da musica dal vivo, reading e interventi teatrali. Smartrams, un tram ad accesso libero allestito per l’occasione, all’interno del quale si svolgeranno performance di musica jazz e reading a tema, collegherà le varie stazioni, portando un concerto itinerante lungo i binari.

Per partecipare è prevista una quota di 10€ più la tessera socio SCI 2017 (20€).

Date: da sabato 20 a domenica 21 Maggio 2017 (ci sarà la possibilità di arrivare già dal venerdì sera).

Luogo: Associazione Comala, corso Ferrucci 65/a a Torino.

Quota campo: 10 € più tessera associativa SCI 2017 (20€).

Numero volontari: 10

Pernottamento: i volontari dormiranno all’interno della struttura dell’associazione Comala (portare materassino e sacco a pelo!) o ospitati dagli attivisti del gruppo Piemonte dello SCI.

Cosa portare: materassino e sacco a pelo.

Informazioni e iscrizioni: entro mercoledì 17 maggio a minicampi@sci-piemonte.it

Per saperne di più: comala.it, walkaboutjazz.it, narrazionijazz.it

Minicampo per la tutela dell’ambiente e la promozione ecocompatibile della Val Codera

Minicampo per la tutela dell’ambiente e la promozione ecocompatibile della Val Codera

Sabato 13 e domenica 14 maggio un minicampo di lavoro in Val Codera (SO).

Il progetto è portato avanti dall’Associazione Amici della Val Codera ONLUS, con sede a Codera, impegnata da 35 anni nella tutela e nella promozione ecocompatibile della val Codera. La valle si trova nelle Alpi Retiche (provincia di Sondrio), è scavata nel granito ed è ancora selvaggia ed intatta.

L’obiettivo principale delle attività dell’associazione è la tutela e la valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale della valle (tipico esempio di civiltà alpina) a beneficio dei residenti e di un turismo di tipo culturale ed ambientale che sappia apprezzare le peculiari attrattive del luogo. Le attività si svolgono soprattutto nei dintorni del borgo di Codera, situato a 800 metri e raggiungibile solo a piedi con 2 ore di cammino dal fondovalle.

Attività previste:  

Le attività previste nel minicampo riguarderanno soprattutto il recupero e la pulizia di prati da sfalcio abbandonati, la cura di terreni coltivati a patate, fagioli e granoturco, la pulizia e il recupero della viabilità pedonale antica.

Parte studio: 

A Codera è presente un piccolo Ecomuseo della Valle in cui sono ricostruiti ambienti interni tipici delle case di montagna alpine e sono presenti inoltre reperti etnologici, geologici e storici che ricostruiscono la storia della valle e dei suoi abitanti. I volontari SCI, accompagnati da volontari dell’Associazione Locale, potranno così prendere consapevolezza della storia e dell’ecosistema di questa valle, rimasta ancora totalmente intatta e lontana dal turismo di massa.

Vitto e alloggio: 

I volontari saranno ospitati presso il Rifugio Osteria Alpina, situato a Codera. Sarà necessario portare un sacco a pelo. I pasti saranno consumati presso il Rifugio e i volontari daranno una mano nella preparazione degli stessi.

Requisiti di partecipazione: 

Il minicampo è aperto a 10 volontari. Per partecipare al minicampo è richiesta la tessera di iscrizione allo SCI (20 euro) che consente di partecipare alle attività dell’associazione per tutto il 2017 e fornisce inoltre un’assicurazione di base durante il minicampo (sarà possibile fare la tessera direttamentre sabato mattina per chi ne è sprovvisto).

E’ richiesto inoltre un contributo di 15 euro per supportare le attività dell’associazione Amici della Val Codera e la gestione del minicampo.

Le iscrizioni dovranno essere fatte scrivendo a: lombardia@sci-italia.it entro il 10 Maggio.

 

Informazioni pratiche: 

Il ritrovo è previsto a fondo valle, a Novate Mezzola (SO) alle ore 8:20, all’inizio del sentiero per Codera. Saliremo insieme al borgo di Codera camminando per circa 2 ore nei boschi. Il dislivello è dl circa 600 metri; il sentiero è facile, ma occorre comunque avere scarponi (o scarpe comode da montagna), acqua e una giacca impermeabile con sé in caso di pioggia. L’arrivo al villaggio è previsto per le  ore 10:15 circa; dopo le presentazioni inizieremo la giornata di lavoro. Se qualcuno lo desiderasse è possibile arrivare a Codera già dal venerdì sera: in questo caso vi chiediamo di avvisarci, in modo da contattare i volontari locali dell’associazione. Le attività finiranno domenica verso le 16.00

Come arrivare al sentiero (punto di ritrovo):

Novate Mezzola si trova sulla SS36 che da Milano arriva al Passo dello Spluga; il viaggio in macchina da Milano dura circa 1 ora e 30. Si può arrivare anche in treno con la linea Milano-Lecco-Chiavenna. Una volta arrivati in paese si seguono le indicazioni Val Codera: una strada asfaltata in salita porta in circa 15 minuti al parcheggio da cui parte il sentiero vero e proprio per Codera.

 

Heritage needs You(th): conservazione del paesaggio di Idanre

Heritage needs You(th): conservazione del paesaggio di Idanre

Dal 16 al 30 settembre 2017 un campo a Idanre (Nigeria) presso il sito naturale Oke Idanre, contestualmente alla campagna World Heritage Volunteers 2017.

Oke Idanre è una riserva naturale presente sulla lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, che comprende un altopiano, molte valli spettacolari e monti-isola alti fino a 3,000 piedi sopra il livello del mare. La popolazione locale storicamente viveva su queste formazioni rocciose, fino all’emigrazione a valle del 1923.

Nel campo di lavoro i volontari saranno impegnati nella protezione, nella conservazione e nella valorizzazione della cultura locale e del suo patrimonio. Tra le attività è compreso il supporto locale nei progetti di sensibilizzazione e coinvolgimento degli abitanti della città di Idanre, come workshops, riunioni, Living Library ed eventi socioculturali.

La lingua ufficiale del campo è l’inglese, la lingua locale è Yoruba.

Leggi qui la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

bool(false)