Tutela di un ecosistema a rischio: campo in Ecuador

Tutela di un ecosistema a rischio: campo in Ecuador

Dal 2 luglio al 22 luglio un campo di volontariato in Ecuador, nella regione a sudovest di Quito, presso la Fondazione Proyecto Ecológico Chiriboga.

In questa regione, dove flora e fauna sono a rischio di estinzione, la Fondazione protegge una Riserva e supporta un lavoro di riforestazione, di tutela delle specie animali e di decontaminazione delle acque sorgive che vi si trovano. Tra le Ande e il bacino di Esmeraldas River si trova anche il villaggio Atacames, fortemente sofferente in seguito all’ultimo terremoto.

Le attività organizzate durante il campo saranno varie, tra cui: ripulire i sentieri nella foresta, potare gli alberi, mungere le mucche e produrre del formaggio, sviluppare attività nella riserva naturale; fondamentale sarà anche il contributo ai lavori di ricostruzione del villaggio di Atacames.

I volontari si sposteranno tra le seguenti locations: Quito, Chiriboga e il villaggio di Atacames.

La lingua del campo è lo spagnolo.

Qui la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

 

Campo in Palestina: costruire ponti di riconciliazione

Campo in Palestina: costruire ponti di riconciliazione

Dal 19 al 30 giugno un campo di volontariato in Palestina, nei pressi del villaggio di Nahalin, nella zona a sudovest di Betlemme.

Il campo si inserisce nel più ampio progetto The Tent of Nations, che ha l’obiettivo di far incontrare persone di culture diverse per costruire inseme ponti di comprensione e dialogo, riconciliazione e pace. Sul più lungo periodo, il progetto si propone di formare le persone a dare un contributo di valori positivi alla società futura, quali la tolleranza e il rispetto dell’altro. Questi obiettivi sono perseguiti attraverso campagne d’informazione, l’empowement dei giovani e attraverso i campi di lavoro, in un territorio che sin dal 1991 è sotto minaccia di occupazione militare da parte dell’esercito israeliano.

I volontari saranno impegnati in attività quali il rinnovo e il restauro delle grotte della zona agricola collinare Daher’s Vineyard, vecchie di centinaia d’anni e ricche di storia. L’obiettivo è di farle tornare abitabili e risplendere nella loro bellezza. Un’altra attività centrale sarà quella della raccolta dei frutti delle piantagioni della zona. La parte studio sarà incentrata sulla sostenibilità e sull’auto sufficienza.

Questo campo richiede una lettera di motivazione addizionale per spiegare più dettagliatamente perché si vuole partecipare.

La lingua ufficiale del campo è l’inglese, opzionali arabo e tedesco.

Qui trovate tutte le informazioni più dettagliate.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Immersione in una cooperativa agricola in Senegal

Immersione in una cooperativa agricola in Senegal

Dal 20 luglio al 10 agosto un campo di volontariato in Senegal, nelle vicinanze di Dakar, presso l’organizzazione non governativa “Les Ententes“.

“Les Ententes” è formata da gruppi di agricoltori, e supporta le comunità dei villaggi locali. Attraverso la proposta di un’economia alternativa, l’associazione ha come obiettivo la promozione dell’educazione al lavoro, la riduzione delle ineguaglianze tra gli abitanti dei villaggi e la riduzione dell’abbandono di massa delle compagne verso le grandi città. Contadini e agricoltori parte della cooperativa “Les Ententes” sono sparsi in tutto il Senegal.

Questo campo di lavoro si caratterizza come immersione in un piccolo villaggio agricolo; per questo i volontari si ritroveranno immersi nella vita di tutti i giorni degli abitanti dello stesso, condividendo il lavoro nei campi, in cucina, etc. Inoltre, i volontari potranno organizzare progetti con la comunità locale, come attività per i bambini, visite… e durante la parte studio approfondiranno la questione della sovranità alimentare e gli aspetti culturali del Senegal.

La lingua ufficiale del campo è il francese.

Leggi qui la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Costruire comunità solidali: campo di volontariato in Portogallo

Costruire comunità solidali: campo di volontariato in Portogallo

Dal 17 al 25 giugno un campo di volontariato a Estoril, città costiera vicino Lisbona, capitale del Portogallo.

Estoril è anche un quartiere dov’è attivo un progetto di case popolari per famiglie migranti, provenienti in particolare da paesi africani come la Guinea Bissau e Capo Verde. I volontari internazionali, insieme ai giovani locali e alle loro famiglie, progetteranno e costruiranno degli spazi comunitari in sinergia con la popolazione locale. Gli obiettivi principali saranno il rinnovo del centro giovanile e di quello sportivo, oltre alla costruzione di più piccoli spazi sociali per permettere ai gruppi della comunità di incontrarsi ed organizzare attività insieme. Non mancherà l’occasione di organizzare e sviluppare attività, specialmente per i bambini. Inoltre, i volontari avranno modo di immergersi nelle bellezze culturali e naturali delle città di Estoril, Cascais e Lisbona.

Il progetto è gestito dall’associazione Para Onde, attiva dal 2014 come sito d’informazione e dal 2016 come ONG, che promuove l’inclusione sociale attraverso il volontariato.

La lingua ufficiale del campo è l’inglese; l’eventuale conoscenza del portoghese o dello spagnolo può essere un aiuto in più.

Poiché il campo è rivolto ai giovani della comunità, si richiede un limite massimo di età di 30 anni. Verrà richiesto ai partecipanti di avere una Skype call con gli organizzatori prima della partenza.

Per partecipare a questo campo non è necessario, ma rimane consigliato, prendere parte agli incontri di formazione pre-partenza organizzati da SCI-Italia.

Per tutte le informazioni sul campo, questa è la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

 

Festival Internazionale della Zuppa di Roma: partecipa al campo!

Festival Internazionale della Zuppa di Roma: partecipa al campo!

Dal 3 all’11 aprile 2017 un campo di volontariato, a Roma, in occasione del X Festival Internazionale della Zuppa di Roma, presso La Città dell’Utopia, progetto locale di SCI Italia per la promozione della cittadinanza attiva, per lo sviluppo locale e l’inclusione sociale.

Presso La Città dell’Utopia hanno luogo eventi diversi, iniziative, corsi e laboratori incentrati su temi quali lo scambio interculturale, un modello di vita sostenibile e l’attivismo sociale.

Il Festival della Zuppa risale a un’iniziativa nata a Lille nel 2001, successivamente propagatasi per tutta l’Europa. Compare per la prima volta in Italia a Bologna, nel 2004, e da allora, per ormai 10 anni, col festival di Roma ci si propone di creare ogni anno un momento gioioso di scambio di culture e tradizioni popolari (culinarie e non solo!).

Quest’anno i temi principali che caratterizzeranno l’evento saranno il riciclo, il riuso e il risparmio, tra gli altri. Le attività che si svolgeranno durante il campo includeranno il supporto organizzativo alla preparazione del festival, come la costruzione e l’assemblaggio della scenografia, l’allestimento degli spazi, ma anche la raccolta e il riuso di tutti gli scarti e degli elementi riciclabili prodotti dai visitatori durante il suo svolgimento, in ottica di creare sensibilizzazione sul tema; infine, la risistemazione dello spazio del Casale dopo la chiusura dell’evento.

La lingua del campo è inglese.

Per maggiori informazioni su questo campo, qui trovate la pagina dedicata.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Milano: volontariato con Olinda per l’integrazione sociale

Milano: volontariato con Olinda per l’integrazione sociale

Dall’11 al 18 maggio 2017 un campo di volontariato nell’area suburbana di Milano, nell’ex Ospedale Psichiatrico “Paolo Pini”.

L’associazione Olinda, nata nel gennaio 1996, da anni promuove in questo sito l’integrazione sociale di persone con problemi di salute mentale, attraverso l’organizzazione della rassegna culturale “Da vicino nessuno è normale”, il progetto teatrale “TeatroLaCucina”, e l’organizzazione di workshop teatrali. Allo stesso tempo è attiva La Fabbrica di Olinda (bar/ristorante, ostello, bistrot all’interno del teatro Elfo Puccini), dove le persone con problemi di salute mentale possono lavorare per raggiungere una migliore inclusione sociale e autonomia.

I volontari avranno la possibilità di collaborare al rinnovo degli spazi esterni e interni degli edifici dell’ex complesso ospedaliero, prendendosi cura del giardino, costruendo tavoli e panche con materiali di riciclo, inserendo nuove colture tra quelle esistenti, rinnovando la segnaletica che facilita il riconoscimento e raggiungimento dell’ostello.

In collaborazione con degli esperti forniti dall’associazione, i volontari avranno modo di imparare che cos’è la Legge Basaglia e come questa ha influito, nel contesto italiano, sulla chiusura degli ospedali psichiatrici e favorito l’apertura di centri più aperti e umani.

La lingua del campo è inglese, che insieme all’italiano sono le due lingue usate.

I requisiti apprezzati, ma non richiesti, sono competenze artistiche, decorative, e un tocco di pollice verde.

Per maggiori informazioni su questo campo, questa è la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Marocco: tutela e conservazione di beni archeologici attraverso il volontariato

Marocco: tutela e conservazione di beni archeologici attraverso il volontariato

Dal 1 al 15 agosto 2017 un campo di volontariato a Rabat, in Marocco.

Il progetto avrà luogo nell’affascinante sito archeologico di Chellah, una necropoli fortificata risalente all’epoca medievale, e sarà coordinato da CSM (Chantiers Sociaux Marocains) in collaborazione con il Ministero dell’Educazione e il Ministero della Gioventù e dello Sport. L’obiettivo è promuovere la conservazione e la valorizzazione del sito e lo scambio interculturale tra volontari e popolazione locale.

I volontari si occuperanno del mantenimento del sito (attraverso attività di giardinaggio, restauri murali e pulizia degli ambienti) per prepararlo all’ingresso di visitatori, e della conservazione dello stesso, tramite l’inventario e il monitoraggio delle sue risorse culturali e naturali; fuori dalle rovine non mancherà l’occasione di immergersi nella realtà marocchina, di essere coinvolti in molte attività condivise con le persone locali, imparandone abitudini e usanze.

La lingua del campo è inglese; la conoscenza di francese e arabo non è essenziale ma potrebbe tornare molto utile.

Per partecipare a questo campo è necessario avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e secondo livello) di preparazione organizzati dallo SCI-Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, questa è la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

 

“Smile Restaurant”: scopri il Vietnam attraverso il volontariato

“Smile Restaurant”: scopri il Vietnam attraverso il volontariato

Dal 5 al 17 giugno 2017, un campo di volontariato presso lo Smile Restaurant gestito dall’HCMC Charity Foundation, che offre pasti caldi a prezzi agevolati a studenti, migranti e lavoratori locali dell’area di Ho Chi Minh City, Vietnam.

I volontari e le volontarie saranno coinvolti in tutte le attività del ristorante. Se hanno esperienze come cuochi/e, potranno cucinare direttamente i pasti. Diversamente, parteciperanno alla loro preparazione, sistemeranno i tavoli e serviranno gli ospiti.

L’alloggio è previsto in un dormitorio con 7-9 persone per stanza, con bagno e docce condivise. La casa è provvista di wi-fi, televisione, frigorifero e spazio cucina.

La lingua del campo è l’inglese.

Si richiede che i volontari interessati abbiano una forte motivazione e siano preparati al lavoro, entusiasti e capaci di portare avanti con attenzione le mansioni che verranno loro affidate. Precedenti esperienza nell’ambito della ristorazione – specialmente come chef – sono estremamente gradite.

Leggi qui la scheda completa del campo.

Attenzione: per partecipare a questo campo, è necessario avere almeno 20 anni e prendere parte agli incontri di formazione pre-partenza organizzati da SCI-Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Ecuador, volontariato tra riserve naturali e comunità cittadine

Ecuador, volontariato tra riserve naturali e comunità cittadine

Dal 2 al 22 luglio 2017, un campo di volontariato nella riserva Chiriboga e ad Atacames, in Ecuador.

La Fundazione Proyecto Ecológico Chiriboga protegge una riserva naturale dove fauna e flora sono in via d’estinzione, e procede a lavori di riforestazione. Nella riserva, si può incontrare una straordinaria varietà di uccelli e mammiferi, come orsi, cuchuchos, piccoli giaguari, cervidi.

I volontari parteciperanno alle attività quotidiane dell’associazione nella riserva. Si occuperanno, ad esempio, di ripulire i sentieri, potare gli alberi, mungere le mucche, fare il formaggio, seminare nel giardino.

Ad Atacames invece, nella Provincia di Esmeraldas, i volontari aiuteranno alla ricostruzione delle case delle famiglie colpite dai terremoti.

Durante la prima parte del campo, si alloggerà nelle case della Fundazione Proyecto Ecológico Chiriboga, dove i volontari condivideranno dormitori e servizi igienici. Ad Atacames, saranno delle famiglie locali a provvedere ai volontari con vitto e alloggio.

La lingua del campo è lo spagnolo.

Se ti piace la natura e vorresti scoprire l’Ecuador immergendoti nella sua quotidianità, questo campo è fatto per te!

…………………..

Leggi qui la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Zanzibar: volontariato nelle foreste di mangrovie dell’isola

Zanzibar: volontariato nelle foreste di mangrovie dell’isola

Dal 26 giugno al 14 luglio 2017, un campo di volontariato in Tanzania, nell’Isola di Zanzibar.

Il progetto è stato pensato come supporto ai comitati locali di gestione dell’ambiente. Le foreste di mangrovie sulla costa sud ovest dell’Isola di Zanzibar sono state duramente danneggiate dalle attività umane, come discariche di rifiuti, cattive pratiche di pesca, incendi, tagli significativi nei boschi per usi commerciali e attività di costruzione. Ne risultano un aumento del livello dell’acqua, l’estinzione di più specie di alberi, siccità, mutazione dell’acqua dolce in acqua salata, etc.

Tra le varie attività, i volontari e le volontarie saranno coinvolti nella sensibilizzazione sui temi ambientali, nella raccolta dei semi di mangrovia, e nella piantagione di alberi (a seconda del tempo).

In più, avranno l’opportunità di familiarizzare con la cultura e la lingua locali. I volontari proporranno anche loro corsi di lingua, volti all’empowerment delle donne e dei giovani del posto, la cui conoscenza di lingue straniere contribuisce allo sviluppo delle attività economiche locali.

Durante il loro tempo libero, i volontari avranno l’opportunità di visitare le varie attrazioni di Zanzibar. Possono essere organizzate visite di gruppo. Possibili attività sono: Safari blue (nuotare, snorkeling, pranzo pesce e frutti di mare, sports sui banchi di sabbia), Beach & Nature trip (visita della foresta Jozani, spezie tour, nuoto coi delfini) e il tour di Stone town.

La lingua del campo è l’inglese, ma i volontari avranno l’opportunità di imparare il Kiswahili, la lingua nazionale a Zanzibar – Tanzania – e in alcuni altri paesi dell’Africa.

Se hai l’anima di un ecologo, foreste e banchi di sabbia ti fanno impazzire, e vorresti avvicinarti all’Africa, questo è il campo che fa per te!

Leggi qui la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

bool(false)