“Smile Restaurant”: scopri il Vietnam attraverso il volontariato

“Smile Restaurant”: scopri il Vietnam attraverso il volontariato

Dal 5 al 17 giugno 2017, un campo di volontariato presso lo Smile Restaurant gestito dall’HCMC Charity Foundation, che offre pasti caldi a prezzi agevolati a studenti, migranti e lavoratori locali dell’area di Ho Chi Minh City, Vietnam.

I volontari e le volontarie saranno coinvolti in tutte le attività del ristorante. Se hanno esperienze come cuochi/e, potranno cucinare direttamente i pasti. Diversamente, parteciperanno alla loro preparazione, sistemeranno i tavoli e serviranno gli ospiti.

L’alloggio è previsto in un dormitorio con 7-9 persone per stanza, con bagno e docce condivise. La casa è provvista di wi-fi, televisione, frigorifero e spazio cucina.

La lingua del campo è l’inglese.

Si richiede che i volontari interessati abbiano una forte motivazione e siano preparati al lavoro, entusiasti e capaci di portare avanti con attenzione le mansioni che verranno loro affidate. Precedenti esperienza nell’ambito della ristorazione – specialmente come chef – sono estremamente gradite.

Leggi qui la scheda completa del campo.

Attenzione: per partecipare a questo campo, è necessario avere almeno 20 anni e prendere parte agli incontri di formazione pre-partenza organizzati da SCI-Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Spagna: volontariato in un centro di riabilitazione con Basida

Spagna: volontariato in un centro di riabilitazione con Basida

Dal 2 al 19 luglio 2017, un campo di volontariato ad Aranjuez, Spagna, in un centro di riabilitazione per persone affette da HIV, tossicodipendenti o con bisogni speciali di altro tipo, gestito dall’associazione Basida.

Dal 1987, Basida ha aperto tre diversi centri di riabilitazione fisica, psicologica e sociale, gestiti da uno staff di professionisti, che cerca di aiutare gli ospiti dei centri a riconquistare speranza e autostima.

I volontari e le volontarie parteciperanno alle attività quotidiane del centro di Aranjuez, supportando lo staff nella gestione della cucina e degli spazi interni ed esterni. Una componente importante del campo saranno i momenti di socialità con gli ospiti del centro.

Il campo prevede, inoltre, un workshop sulle droghe e sull’HIV, che si terrà durante la prima settimana.

L’alloggio è previsto all’interno del centro stesso.

La lingua del campo è lo spagnolo.

Questo campo richiede una lettera di motivazione addizionale per spiegare più dettagliatamente perché vuoi partecipare. Il/la volontario/a sarà poi sottoposto a un colloquio conoscitivo.
Si ricorda che qualsiasi tipo di droga, bevanda alcoolica o sigarette è severamente vietata all’interno del centro.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Un’estate in Mongolia: agricoltura ecologica nelle steppe

Un’estate in Mongolia: agricoltura ecologica nelle steppe

Dal 10 al 23 luglio 2017, un campo di volontariato a Buhug, a una quarantina di km dalla capitale Ulaanbaatar, nelle steppe della Mongolia.

Il progetto prevede diverse attività in una fattoria ecologica che dalla sua nascita (2000) si propone di essere, allo stesso tempo, un centro di formazione e divulgazione di buone pratiche per i contadini della zona.

Con i volontari e le volontarie ci si occuperà di costruire sistemi di irrigazione artigianali, gestire il compost, rimuovere le erbacce e prendersi cura del terreno. Non mancheranno momenti in cui si discuterà insieme di agricoltura ecologica, con riferimenti anche ad altri paesi.

Si alloggerà in una casa condivisa oppure nelle tradizionali tende mongole, dette “ger”.

La lingua del campo è l’inglese, ma la conoscenza della lingua mongola è più che apprezzata.

Se ami l’agricoltura e hai un buono spirito di adattamento, questo è il campo che fa per te!

Leggi qui la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Portogallo, volontariato nel villaggio di pescatori di Cova do Vapor

Portogallo, volontariato nel villaggio di pescatori di Cova do Vapor

Dal 13 al 21 aprile 2017, un campo di volontariato a Cova do Vapor, un villaggio di pescatori del Portogallo, con l’associazione Para Onde?”.

Sebbene estremamente affascinate, il viaggio di Cova do Vapor soffre di gravi carenze legate alla mancanza di trasporti pubblici, infrastrutture adeguate ed eventi culturali e comunitari. I volontari e le volontarie lavoreranno con gli abitanti di Cova do Vapor proprio per costruire insieme spazi comunitari – interni ed esterni – che possano essere utilizzati da tutti. Ci si accorgerà quanto lo scambio interculturale possa fare la differenza in una piccola comunità isolata come Cova do Vapor.

Si svolgeranno tanto attività manuali quanto attività socialmente utili con i bambini e i ragazzi del villaggio. Un grande classico: una partita di calcio tra la squadra dei volontari internazionali e quella dei giovani locali.

Nella costruzione degli spazi, i volontari saranno supportati da architetti e specialisti.

La lingua del progetto sarà l’inglese, ma la conoscenza del portoghese (o dello spagnolo) permetterebbe ai volontari di comunicare anche con quegli abitanti di Cova do Vapor che non parlano inglese.

Requisiti: per partecipare al campo è necessario inviare una lettera di motivazione. Sebbene non siano richiesti requisiti specifici, la conoscenza delle tecniche base di costruzione è più che gradita.

Leggi qui la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Volontariato in un Centro di Meditazione Buddhista nella campagna inglese

Volontariato in un Centro di Meditazione Buddhista nella campagna inglese

Dal 3 al 13 aprile, un campo di volontariato nel Centro di Meditazione di Tara Kadampa, nel Derbyshire, Gran Bretagna, a supporto delle attività dell’associazione.

Il Tara Kadampa Meditation Centernel cuore della campagna inglese, è un Centro di Meditazione Buddhista, nonché associazione internazionale di studio e meditazione, che segue la tradizione del Buddhismo Mahayana. Durante il campo di volontariato, lo staff di Tara Kadampa lavorerà all’organizzazione del festival buddhista “National Dharma Celebration” con i volontari e le volontarie. Tra le attività previste, la gestione e pulizia degli spazi interni ed esterni del centro. Immersi nella vita del TKMC, i volontari avranno l’opportunità di conoscere lo stile di vita buddhista e le sue peculiarità.

Alloggio: i volontari alloggeranno nei dormitori femminili e maschili del Centro. I pasti che saranno garantiti ai volontari sono tutti vegetariani o vegani. Disponibili connessione WI-FI e lavatrice a gettoni. I volontari dovranno portare i loro sacchi a pelo e asciugamani.

Il Centro è ubicato ad Ashe Hall, Derbyshire. Nei dintorni ci sono un paio di pubs e una linea autobus. Dal centro della città, sia Nottingham che Birmingham sono facilmente raggiungibili. Tara Kadampa provvederà a fornire tutte le informazioni necessarie.

Leggi qui la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Campo di volontariato a Diyarbakir: in cucina per i bambini della guerra

Campo di volontariato a Diyarbakir: in cucina per i bambini della guerra

Dal 14 al 23 marzo, un campo di volontariato a Diyarbakir, nella Regione Curda della Turchia, con l’obiettivo di raccogliere insieme fondi per i bambini dell’area, cucinando insieme piatti internazionali da vendere poi a Sur, il centro antico della città.

Il denaro raccolto verrà utilizzato per acquistare materiali per i centri dell’infanzia di Sur e alimenti per i bambini yazidi dei campi profughi di Diyarbakir.

Dopo il duro attacco dell’ISIS ai curdi yazidi del Sinjar, nel Kurdistan iracheno, migliaia di loro sono fuggiti, cercando riparo in Turchia. In molti hanno rifiutato di essere sistemati nei campi profughi gestiti dal governo turco che ospitano siriani, perché convinti che siano legati allo Stato Islamico ed essendo spaventati dai simboli islamici presenti in quei campi. Gli yazidi sono stati così alloggiati nei campi gestiti dalle municipalità curde. Da settembre 2016, però, decine di co-sindaci curdi sono stati arrestati e gli yazidi non hanno più potuto rifiutare il trasferimento nei campi profughi del governo turco, dove soffrono di una grave carenza di cibo.

Prima di iniziare le attività, i volontari e le volontarie parteciperanno a incontri preparatori focalizzati sulla situazione della popolazione curda, con indicazioni su come lavorare con i bambini nel corso del campo di volontariato.

Alloggio: la guest house di Youth and Change Association, partner curdo di SCI-Italia, distante dieci minuti a piedi da Sur.

Per partecipare al campo non è richiesto alcun requisito specifico, ma se sei un/a bravo/a cuoco/a sarà molto apprezzato.

Note: Tutti gli ingredienti principali saranno forniti dall’Associazione, ma i volontari e le volontarie sono caldamente invitati a portare alcuni ingredienti tipici del proprio paese.

Per partecipare al campo, sarà necessario accordarsi con SCI-Italia per un incontro di formazione pre-partenza. Se interessati, scrivere a nordsud@sci-italia.it.

Leggi qui la scheda completa del campo.

Volontariato in Giappone nelle foreste di bambù

Volontariato in Giappone nelle foreste di bambù

Dal 27 febbraio al 13 marzo, un campo di volontariato a Oda city, Giappone, per preservare la foresta di bambù dell’area.

Il campo è organizzato ogni anno, dal 2007, da Organization of Green and Water (OGW). OGW nasce nel 1992 per sostenere l’importanza dei prati e delle foreste nell’ecosistema giapponese. L’area di Oda include la miniera d’argento, patrimonio dell’umanità, di “Iwami Ginzan“, il parco nazionale di Mt. Sanbe e un mare bellissimo. La città soffre, però,  di una crescente emigrazione dei più giovani. Attraverso questo campo di volontariato, la popolazione locale spera che i/le partecipanti possano aiutare a far conoscere anche ad altri Oda city e il suo potenziale.

Tipologia di lavoro: il campo di volontariato prevede diverse attività per la conservazione della foresta di bambù che circonda Iwami Ginzan, come, ad esempio, la potatura degli alberi. Ci si occuperà anche dell’organizzazione di eventi locali, interagendo con i giovani che vivono nella città.

È prevista, inoltre, una parte studio dedicata alla storia e alla cultura di Oda – con un focus specifico sulla miniera di Iwami Ginzan – e sulle tecniche per preservare le aree verdi del Giappone.

Alloggio: stanze condivise presso il centro dell’Organizzazione. I pasti saranno cucinati, a turno, dai volontari e dalle volontarie.

Lingua: inglese…ma anche il giapponese è benvenuto!

Requisiti: forte interesse nella conservazione della natura.

Il campo di volontariato si terrà presso Oda city, Shimane prefecture, a circa 250 km a nord ovest di Osaka, vicino al Mar del Giappone.

Leggi qui la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

 

Foto di Marina De Zan da un campo SCI in Giappone, marzo 2016.

Spagna, campo archeologico nell’isola di Maiorca

Spagna, campo archeologico nell’isola di Maiorca

Dal 12 al 25 febbraio, un campo di volontariato a Maiorca presso un sito archeologico. I volontari e le volontarie si occuperanno di preservarne la pulizia e l’accessibilità. Svolgeranno, inoltre, un ruolo di sensibilizzazione all’importanza dell’area nei confronti della popolazione locale, sempre più eterogenea e spesso inconsapevole del patrimonio culturale che la circonda.

Le attività che si svolgeranno a Maiorca includono la pavimentazione e la pulizia dei resti archeologici. I volontari e le volontarie dovranno inoltre far sì che il sito sia di facile accesso per i visitatori, rimuovendo i massi, tagliando le erbacce e svolgendo tutti i lavori necessari a questo scopo.

Il campo fa parte di un più ampio progetto di rafforzamento dell’eredità storica della città e continua, negli anni, ad essere portato avanti sotto la supervisione di un archeologo.

Il campo prevede poi una parte studio sulla natura del sito archeologico e sulla possibilità che esso diventi un canale per unire la comunità locale. L’opportunità di discutere di tutto ciò sarà fornita ai volontari e alle volontarie anche attraverso periodici spostamenti.

L’alloggio previsto per il campo è un ostello di campagna con stanze doppie e bagno interno. È necessario portare il proprio sacco a pelo. La cucina sarà chiusa perché i pasti saranno forniti già pronti.

La lingua del progetto è l’inglese. Le lingue parlate localmente sono invece il catalano e il castigliano.

Il campo è aperto anche a bambini e bambine, accompagnati dai proprio genitori o familiari, e di età comunque superiore ai dieci anni.

Attenzione: sebbene il campo non preveda alcuna esperienza pregressa, SCI-Catalunya richiede una lettera di motivazione aggiuntiva che spieghi più dettagliatamente le ragioni per le quali si desidera prendere parte al progetto.

Leggi qui la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

 

Islanda, maratona fotografica. Parti subito per la terra dei ghiacci

Islanda, maratona fotografica. Parti subito per la terra dei ghiacci

Dal 17 al 26 gennaio 2017, vivi la magia dell’Islanda con il campo di volontariato Photo Marathon – Icelandic Midwinter festival.

Dai dieci anni, SEEDS organizza a Reykjavik periodiche maratone fotografiche che raccolgono partecipanti da tutto il mondo. Migliorando la loro tecnica di scatto attraverso workshops e lezioni, i volontari e le volontarie avranno allo stesso tempo l’opportunità di esplorare la cultura islandese nel periodo più affascinante dell’anno.

Terminati i laboratori, il gruppo selezionerà alcuni scatti per un’informale esposizione locale.

I/Le partecipanti dovranno essere provvisti di macchine fotografiche digitali e, se possibile, pc.

Lingua del campo: inglese.

Leggi qui la scheda completa del campo.

Il Cile delle comunità mapuche: partecipa alla feria Walung

Il Cile delle comunità mapuche: partecipa alla feria Walung

donne mapucheCoordinación Feria Walung de Kurarewe è un’organizzazione composta principalmente da donne mapuche, impegnata nella difesa e nella divulgazione della cultura indigena. Quest’anno organizza due campi di volontariato, uno a gennaio e uno a febbraio, a Curarrehue (Kurarewe), in Cile, con l’obiettivo di far conoscere e valorizzare le tradizioni mapuche, attraverso incontri, eventi e laboratori di cucina.

In particolare, i volontari prenderanno parte all’organizzazione o alla realizzazione della sagra “Walung” (tempo del raccolto) che si svolge a Curarrehue, un villaggio nel sud del Paese, ai piedi delle Ande. Qui, tra boschi e fiumi, vive una delle più grandi comunità mapuche del Cile. Ogni anno, tutta la comunità lavora alla realizzazione del festival, che diventa così un momento di incontro e discussione su tematiche sociali ed economiche, in un clima di collaborazione e rispetto.

Età: 20-99 anni. Richiesta la conoscenza della lingua spagnola.

Come in tutti i progetti Nord/Sud, per poter partecipare al campo i candidati dovrebbero aver preso parte alle formazioni di Feria Walungprimo e secondo livello organizzate da SCI-Italia in preparazione alla partenza o aver avuto precedenti esperienze di volontariato.

Leggi qui la scheda completa del campo a supporto dell’organizzazione del festival [8-29 gennaio].

Leggi qui la scheda completa del campo a supporto della realizzazione del festival [30 gennaio-26 febbraio].

 

Per maggiori informazioni scrivere a campisud@sci-italia.it

bool(false)