Tutelare il tempio buddista più grande del mondo: un campo in Indonesia

Tutelare il tempio buddista più grande del mondo: un campo in Indonesia

Dal 20 marzo al 2 aprile 2018 un campo in supporto al Borobudur Village Heritage Project, situato presso il villaggio Karanganyar, dove si trova il tempio Borobudur, nel Java Centrale.

Il tempio di Borobudur è il più grande tempio buddista esistente al mondo; fa parte del Patrimonio Mondiale dell’Unesco ed è un luogo importante per il ritrovo della sua comunità. In un anno questo luogo viene visitato da circa 3 milioni di persone, attratte dalla sua storia e dalla sua filosofia. Ma, nonostante la notorietà internazionale del sito, la popolazione locale considera il tempio solo come un’attrazione turistica e non è impegnata a conservane la bellezza architettonica e naturale.

Per questo, dal 2016 l’obiettivo del Borobudur Village Heritage Project è di integrare comunità locale e partner esterni in un lavoro capillare di sensibilizzazione della società, coinvolgendola in prima persona delle attività di conservazione del sito culturale.

I/le volontari/e del campo lavoreranno principalmente coi i bambini e le bambine del villaggio: attraverso storie, giochi, disegni e la creatività, si cercherà di creare un’atmosfera ludica che possa trasmettere loro la storia e i valori del sito. Inoltre, attraverso l’utilizzo dei media, si creeranno campagne di sensibilizzazione rivolte alla popolazione locale.

La lingua del campo è l’inglese, quella locale l’indonesiano.

Leggi la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Ogni albero piantato è simbolo di speranza nel futuro: un campo in Palestina

Ogni albero piantato è simbolo di speranza nel futuro: un campo in Palestina

Dal 19 al 30 marzo 2018 un campo in Palestina, all’interno della fattoria dell’associazione The Tent of Nation, che cerca di raccogliere insieme, attraverso progetti di volontariato, persone provenienti da varie culture e nazionalità per costruire ponti di comprensione e riconciliazione.

L’obiettivo di The Tent of Nations è di contribuire alla formazione dei e delle giovani attraverso percorsi di dialogo interculturale e rispetto reciproco, con la speranza che questo bagaglio culturale venga restituito alla società per un futuro migliore e di pace. Questo viene fatto attraverso campagne di sensibilizzazione, progetti di scambio giovanile e campi di volontariato internazionali.

La fattoria si trova a sud-ovest di Betlemme, vicino al villaggio Nahalin. Questo territorio è sotto minaccia di sequestro da parte delle autorità israeliane: da più di 26 anni l’associazione resiste all’occupazione delle terre e porta avanti una battaglia giudiziaria, perché fermamente convinta di avere la giustizia dalla propria parte e perché saldamente legata ai valori della nonviolenza; per questo, il suo slogan è “rifiutiamo di essere nemici”.

Durante il campo, i/le volontari/e partecipanti lavoreranno alla semina degli alberi giovani e al mantenimento di quelli esistenti nella fattoria, imparando le tecniche agricole utilizzate in un territorio arido e secco.

Come parte studio, verranno approfondite questioni inerenti alla storia del territorio attraverso discussioni, letture, workshop, proiezioni e visite alle città e paesi vicini.

La lingua del campo è l’inglese.

Leggi la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Costruire ponti di comprensione a Donja Toponica: un campo in Serbia

Costruire ponti di comprensione a Donja Toponica: un campo in Serbia

Dal 9 al 20 maggio 2018 un campo a Donja Toponica, piccola località poco lontana da Niš nel cuore della Serbia rurale, insieme al partner locale Grupa Kobra, attivo da molti anni in percorsi di cittadinanza attiva.

Grupa Kobra ha lavorato duramente e per molti anni per lo sviluppo e miglioramento della qualità della vita della sua piccola comunità, in particolare su questioni riguardanti la protezione dell’ambiente e nell’incoraggiamento dell’attivismo giovanile. Si compone di un gruppo di 11 giovani, costituitosi nel 2007 di fronte alla consapevolezza di essere loro i primi a poter prendere in mano la situazione, diventare attivi e fare qualcosa per il proprio villaggio. Per ben due volte, nonostante la giovane età, hanno ricevuto premi dal Ministero della Gioventù. Da diversi anni organizzano campi di volontariato internazionale con l’obiettivo di promuovere lo scambio culturale tra i/le volontari/e internazionali e la comunità locale, che molto spesso non ha la possibilità di viaggiare.

I/le volontari/e del campo promuoveranno attività partecipate dalla gioventù locale: un’occasione unica per poter scambiare e conoscere cultura d’origine e cultura locale, tradizioni e costumi, promuovere l’attivismo, la mobilità internazionale e il dialogo interculturale.

Tra le attività del campo, verranno svolti dei lavori manuali (ad esempio la rimozione di un rudere e la costruzione al suo posto di una terrazza con una cucina all’aperto), delle attività legate alla tutela ambientale (la semina di un orto estivo e la sistemazione dei giardini) e delle attività artistiche, che verranno definite durante il campo in base alla creatività di ognuno/a.

Come parte studio, verrà organizzata una visita presso l’antica città di Niš e in altre località circostanti.

La lingua del campo è l’inglese, quella locale il serbo.

Leggi la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Minicampo a Granara (PR), venerdì 16 – domenica 18 marzo 2018

Minicampo a Granara (PR), venerdì 16 – domenica 18 marzo 2018

SCI Lombardia e Alekos Lab vi invitano a partecipare a un minicampo di volontariato a Granara (PR), da venerdì 16 marzo (sera) a domenica 18 marzo 2018.

Il contesto:

Granara è un ecovillaggio, un cantiere aperto, un insieme di case e persone abbarbicate nella Val di Taro, sull’Appennino Parmense, un intreccio di attività e associazioni operose. Ha una struttura organizzativa a rete, proprio come un ecosistema, di cui fanno parte diversi gruppi: Alekoslab, Centopassi, GATT, Teatro e Granara.

Negli anni sono state organizzate tantissime attività: dal Festival dedicato al Teatro e all’Ecologia ai campi di volontariato, dai seminari di studio sulle energie rinnovabili ai campi di immersione naturale per bambini e adolescenti.

Per maggiori informazioni: www.granara.org e www.alekoslab.org

Attività previste:

Le attività di lavoro saranno principalmente dedicate alla manutenzione della laguna e dell’area lacustre, oltre che alla preparazione dei pasti.

Parte studio:

Durante la visita a Granara verranno illustrate alcune questioni teoriche e pratiche relative all’ecologia e ai modi in cui sono state affrontate al villaggio.

Durante i momenti di lavoro verranno illustrate le soluzioni realizzate a Granara rispetto all’uso dell’acqua (fitodepurazione e raccolta acqua piovana).

Durante l’incontro serale si proporrà un confronto relativo alla produzione dell’energia rinnovabile, aspetto sul quale abbiamo esperienza sia tecnica, sia didattica.

Vitto e alloggio:

I volontari saranno ospitati presso l’ecovillaggio in una struttura pensata appositamente per gli ospiti. Sarà necessario portare un sacco a pelo.

A turno i volontari prepareranno i pasti.

Informazioni pratiche:

Per partecipare al minicampo è richiesta la tessera di iscrizione allo SCI (20 euro) che consente di partecipare alle attività dell’associazione per tutto il 2018 e fornisce inoltre un’assicurazione di base durante il minicampo.

E’ richiesto inoltre un contributo di 20 euro per supportare le attività dell’Ecovillaggio di Granara e la gestione del minicampo.

L’arrivo a Granara è previsto nella serata di venerdì per cena. Le attività termineranno alle 16:30 di domenica.

Le iscrizioni dovranno pervenire scrivendo a: lombardia@sci-italia.it entro il 10 marzo. Inoltre occorre compilare il form di tesseramento ad Alekos Lab a questo link.

Il numero massimo di volontari è di 11 persone.

In base alle adesioni e alle località di partenza ci organizzeremo con macchine e treni (la stazione più vicina all’Ecovillaggio è quella di Berceto sulla linea Parma – La Spezia) in modo da rendere il più agevole e il più sostenibile per tutti e tutte la salita all’Ecovillaggio.

Cliccando qui trovate il PDF con un approfondimento sull’Ecovillaggio di Granara e sulle attività previste durante il minicampo.

Vi aspettiamo!

Supportare il centro riabilitativo di Ruwa: un campo in Zimbabwe

Supportare il centro riabilitativo di Ruwa: un campo in Zimbabwe

Dall’11 aprile al 1 maggio 2018 un campo in Zimbabwe presso il centro di riabilitazione per persone con disabilità di Ruwa, a 30 chilometri dalla capitale Harare.

Il centro è la casa di persone con disabilità, in particolare per quelle colpite da lesioni alla spina dorsale, e provvede per loro cure e assistenza riabilitativa. Inoltre, il centro offre delle formazioni per gli/le operatori/trici sanitari/e.

I/le volontari/e lavoreranno insieme allo staff del centro nelle attività di cura e in quelle di riabilitazione. Aiuteranno inoltre nelle attività di mantenimento del giardino, in quelle di preparazione dei pasti e di pulizia, oltre ad essere a disposizione per ulteriori mansioni da svolgere. I fine settimana sono liberi e a disposizione per i/le volontari/e di organizzare visite nelle zone circostanti.

Chi sceglie di partecipare a questo campo deve essere consapevole della propria capacità di gestione delle emozioni ed essere preparato/a a lavorare con persone con diversi gradi di disabilità.

La lingua del campo è l’inglese.

Leggi la scheda completa del campo.

Questo progetto fa parte dei programmi Nord/Sud. I volontari devono avere almeno 20 anni e aver preso parte alle formazioni (primo incontro e 2 livello) di preparazione organizzate dallo SCI Italia.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Sud del mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Protezione delle foreste di faggi di Shirakami: un campo in Giappone

Protezione delle foreste di faggi di Shirakami: un campo in Giappone

Dal 25 aprile al 5 maggio 2018 un campo in Giappone, in supporto alle attività di tutela dell’ambiente dell’associazione Shirakami Mountains Preservation Society (SMPS), attiva dal 2006.

Le montagne Shirakami sono uno dei siti naturali dove resistono delle antichissime foreste di faggi, riconosciute come Patrimonio Naturale Mondiale nel 1993. La SMPS ha come obiettivo la conservazione e la tutela delle bellezze conservate presso i monti Shirakami, attraverso la semina e la crescita di nuovi faggi, l’offerta di formazione per guide turistiche del sito e attività di sensibilizzazione della popolazione locale. Ogni giugno l’associazione organizza la cerimonia della semina, per alimentare la forestazione e promuovere il valore della foresta stessa. Allo stesso modo, la SMPS tutela la foresta vicina alla baia di Mutsu, famosa per la raccolta della capa santa. A causa del cambiamento climatico, la temperatura del mare sta salendo enormemente e le cape sante si stanno estinguendo; per questo SMPS ha iniziato un’attività di tutela della foresta adiacente, in modo da preservarne il rilascio di sostanze nutritive nel mare.

I/le volontari/e del campo svolgeranno diverse attività di protezione ambientale, come seminare le piante germogliate, favorire il trapasso della luce solare all’interno della foresta tramite interventi di potatura, creare piccole serre per i nuovi semi, e molto altro.

Come parte studio, i/le volontari impareranno la storia e la cultura di Shirakami, ed apprenderanno le pratiche di conservazione delle foreste utilizzate in Giappone.

La lingue del campo è l’inglese, quella locale il giapponese.

Leggi la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Supportare un festival di cultura psy-trance: un campo in Umbria

Supportare un festival di cultura psy-trance: un campo in Umbria

Dal 5 al 14 agosto 2018 un campo a sostegno dell’associazione WAO Sustainable Solutions, fondata nel 2015 con l’obiettivo di promuovere e sensibilizzare la società su questioni relative alla sostenibilità ambientale.

L’associazione nasce sulla necessità, espressa da un gruppo variegato di persone, di sperimentare pratiche di sensibilizzazione in materia di ecologismo e rispetto dell’ambiente; questa sperimentazione ha iniziato a darsi attraverso l’organizzazione di seminari, workshop ed eventi. Tra quest’ultimi, il più riuscito è il WAO (We Are One) Festival di musica e cultura psy-trance, che dal 2015 rappresenta uno dei momenti più partecipati del processo di attivazione in senso eco-sostenibile che l’associazione cerca di portare avanti. Ogni anno migliaia di persone da tutto il mondo e di tutte le età partecipa al festival, godendo dello stare insieme, dei momenti comunitari, condividendo conoscenze e il piacere della musica.

I/le volontari/e del campo supporteranno i lavori di preparazione del festival. Nello specifico, le attività riguarderanno la costruzione delle strutture, dell’impianto elettrico e idrico, la creazione di decorazioni scenografiche, segnaletiche ed istallazioni con materiali di riciclo e naturali (come il bambù), preparare i sentieri e l’area campeggio, supportare le attività della cucina.

Come parte studio, verranno svolti approfondimenti teorici e pratici sugli stili di vita sostenibili, sulle soluzioni architettoniche a basso impatto ambientale e le tecniche di riciclaggio di vari tipi di materiali. Tutte le attività che i/le volontari/e svolgeranno durante il campo saranno guidate da esperti che supporteranno il processo di apprendimento learning by doing.

La lingua del campo è l’inglese.

Leggi la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Scoprire percorsi di inclusione sociale attraverso l’equitazione: un campo a Roma

Scoprire percorsi di inclusione sociale attraverso l’equitazione: un campo a Roma

Dal 1 al 14 luglio 2018 un campo insieme a Ciampacavallo e EquiAzione per organizzare attività di inclusione e riabilitazione, sportive e ludiche per le persone diversamente abili e per quelle con disordini mentali, relazionali o sociali.

Ogni attività che verrà svolta durante il campo è inclusiva: ciò significa che viene organizzata e realizzata insieme, utenti e staff. Il percorso di avvicinamento ai cavalli sarà differente e rispettoso delle necessità di ognuno/a, superando il classico approccio assistenzialista e mirando a creare una relazione di fiducia autentica.

Le due settimane del campo non saranno mai uguali a se stesse, di volta in volta gli/le utenti saranno diversi: persone con disabilità, bambini/e, operatori sociali, volontari/e, appassionati di cavalli, e via dicendo. Le attività verranno organizzate in gruppi misti tra tutti questi partecipanti. Le attività quotidiane riguarderanno la pulizia dei cavalli, la cucina, la spesa e la pulizia della casa.

La parte studio sarà divisa in più momenti dilazionati per tutta la durata del campo, durante i quali verranno approfondite questioni inerenti la flora locale e gli animali, la storia degli insediamenti umani sul territorio locale e l’uso che nella storia è stato fatto dei cavalli.

La lingua del campo è l’inglese, quella locale l’italiano.

Leggi la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Navigare lungo i fiumi della memoria: un campo in Russia

Navigare lungo i fiumi della memoria: un campo in Russia

Dal 29 aprile al 7 maggio 2018 un campo in Russia durante il quale esplorare le tradizioni locali e la storia della regione. I/le partecipanti del campo ricercheranno e raccoglieranno materiale relativo alla storia del regime sovietico, calata particolarmente nel contesto specifico della regione di Perm.

Il tema principale del campo è la raccolta di materiali relativi alla storia della repressione politica durante il periodo del Soviet, conservando così la memoria delle vittime di quel periodo di terrore. Il progetto include anche dell’attività di rafting lungo i fiumi della regione di Perm, per giungere poi in visita a posti storici come gli insediamenti dei Gulag nella taiga degli Urali.

Come parte studio, si approfondirà la storia della repressione politica sotto il regime sovietico.

La lingua del campo è l’inglese, quella locale il russo.

Leggi la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.

Rinnovare un centro di aggregazione giovanile: un campo in Germania

Rinnovare un centro di aggregazione giovanile: un campo in Germania

Dal 26 marzo al 6 aprile 2018 un campo di volontariato in Germania, presso la località di Projekt – und Begegnungsstätte.

Questo posto, immerso nella foresta sulle rive del lago Langer See, vicino Berlino, è il centro operativo locale della Union of Young Volunteers (VJF). È un posto sereno, immerso nella natura, distante dal centro cittadino berlinese (ma ben connesso tramite trasporto pubblico), funzionale ad ospitare gruppi di giovani impegnati in progetti di volontariato e, all’occasione, è anche una residenza per le vacanze estive degli studenti.

I/le volontari/e del campo supporteranno il gruppo locale nelle attività di preparazione degli spazi per la prossima stagione campi. Il centro ha bisogno di alcuni lavori di mantenimento, come la pulizia dei locali e del giardino circostante, e degli interventi di rinnovo di alcune sale interne.

Durante il campo si farà l’esperienza di vita comunitaria, sarà possibile imparare come svolgere lavori manuali e non mancheranno le occasioni per fare visita a Berlino ed altri centri vicini.

La lingua del campo è l’inglese, quella locale il tedesco.

Leggi la scheda completa del campo.

Per maggiori informazioni sui campi SCI nel Nord nel mondo, ecco la pagina dedicata.

Tutti i campi di volontariato del Servizio Civile Internazionale sono consultabili sul database www.workcamps.info.