Call aperta: Coordinamento progetto “La Città dell’Utopia” a Roma

Call aperta: Coordinamento progetto “La Città dell’Utopia” a Roma

Il Servizio Civile Internazionale ricerca un/una collaboratore/ice per l’incarico di Coordinamento del progetto “La Città dell’Utopia” a Roma.

Job Description:

Il/la candidato/a coordinerà le attività legate al progetto locale del Servizio Civile Internazionale “La Città dell’Utopia”, ospitato presso il Casale Garibaldi di via Valeriano 3F a Roma. Nello specifico:

  • Gestirà le relazioni con le varie realtà organizzate e informali legate al progetto “La Città dell’Utopia”, nonché con quelle territoriali (associazioni, spazi sociali, istituzioni locali);
  • Faciliterà e valorizzerà le attività promosse dal Servizio Civile Internazionale presso La Città dell’Utopia, curando le relazioni con la Segreteria Nazionale SCI e l’associazione tutta;
  • Faciliterà e valorizzerà le attività promosse dalle attiviste e attivisti de La Città dell’Utopia;
  • Pianificherà e organizzerà il lavoro delle/dei volontari locali e internazionali coinvolti nel progetto “La Città dell’Utopia” attraverso il Servizio Volontario Europeo, i campi di volontariato internazionale e altre attività legate al Servizio Civile Internazionale;
  • Coordinerà la promozione e la comunicazione del progetto e delle sue attività a livello locale e internazionale;
  • Ricercherà fondi per l’implementazione delle attività e i lavori di manutenzione della struttura, in collaborazione con la Segreteria Nazionale SCI;
  • Supporterà le attività ordinarie del Servizio Civile Internazionale e quelle legate a iniziative e progetti specifici di rilevanza internazionale, con tutte/i gli altri collaboratori della Segreteria Nazionale SCI.

Requisiti obbligatori:

Il/la candidato/a – oltre alla capacità di svolgere in autonomia tutte le mansioni elencate – dovrà possedere i seguenti requisiti:

  • Conoscenza del Servizio Civile Internazionale;
  • Capacità di coordinamento, progettazione e logistica;
  • Conoscenza della lingua inglese scritta e parlata (livello min. C1);
  • Buona conoscenza dei sistemi operativi Windows/Linux;
  • Conoscenza di editing grafico e video;
  • Esperienza nell’organizzazione di attività di tipo socio-culturale;
  • Capacità di lavorare in gruppo, sia all’interno di dinamiche associative che di cittadinanza attiva;
  • Capacità di valorizzare l’operato dei singoli e della collettività;
  • Capacità nella gestione delle risorse umane;
  • Conoscenze di base della gestione amministrativa dei progetti (contabilità, rendicontazione ecc…);
  • Disponibilità a lavorare in orari flessibili e nel weekend;
  • Disponibilità a partecipare all’Assemblea Nazionale SCI (03-05.11.2017)

Requisiti preferenziali:

  • Abilità manuali;
  • Conoscenza delle realtà associative e di attivismo della città di Roma e italiane;
  • Esperienza nel settore del volontariato internazionale;
  • Conoscenza di altre lingue;
  • Conoscenze base della stesura di proposte progettuali e dei programmi di finaziamento europei.

Tipologia di contratto:

Co.co.co (D.Lgs. 81/2015)

Compenso:

900 euro lordi mensili

Inizio attività:

01.12.2017 con precedente periodo di affiancamento da concordare (1 mese ca.)

Durata incarico:

12 mesi (rinnovabili)

Sede di lavoro:

La Città dell’Utopia, via Valeriano 3F, Roma

Candidatura:

I/le candidati dovranno inviare la propria candidatura via e-mail con oggetto “La Città dell’Utopia_Servizio Civile Internazionale” allegando:

  • CV
  • Lettera di motivazione

Il mancato rispetto dei criteri di cui sopra comporta automaticamente l’esclusione dalle selezioni.

Le candidature dovranno pervenire all’indirizzo coordinamento@sci-italia.it entro il 24.09.2017.

I colloqui si terranno nel mese di ottobre 2017.

SVE di un anno ad Atene nel Greek Forum of Refugees

SVE di un anno ad Atene nel Greek Forum of Refugees

Il nostro partner greco SCI Hellas cerca un/a volontario/a tra i 18 e i 30 anni per un progetto già
approvato di Servizio Volontario Europeo ad Atene (Grecia) dal 1 ottobre 2017 al 30 settembre 2018, per la durata complessiva di 12 mesi.

Il progetto garantisce al/alla volontario/a un alloggio (presso un appartamento vicino al centro di Atene) ed un pocket money mensile per far fronte a spese personali, vitto e trasporti.

Il/la volontario/a si occuperà di supportare le attività portate avanti all’interno del Greek Forum of
Refugees, un network di rifugiati, richiedenti asilo, cittadini greci e professionisti legali, che opera informalmente dal 2010 e dal 2012 è riconosciuto come soggetto giuridico.

In particolare, il/la volontario/a supporterà SCI Hellas nella cura e nello sviluppo dei partenariati, a livello nazionale ed internazionale, contribuirà ad implementare la comunicazione con le comunità locali di rifugiati e si occuperà di gestire ed aggiornare la pagina web, i social media e la newsletter mensile.

Per candidarsi a questo progetto di Servizio Volontario Europeo, è necessario avere una conoscenza
medio-alta della lingua inglese ed essere disponibili a frequentare corsi di lingua greca.
Sono essenziali, al fine della candidatura, un forte interesse per l’ambito delle migrazioni, dimestichezza nell’uso del computer e di internet ed interesse verso le competenze digitali.

Il termine ultimo per candidarsi è martedì 15 agosto, inviando CV e lettera di motivazioni (con Skype ID) in inglese all’indirizzo evs@sci-italia.it. Attenzione: la lettera di motivazione non è una lettera di presentazione.

SCI Hellas è un’organizzazione non governativa che lavora nell’ambito del volontariato internazionale
dal 1983. È una branca del network SCI (www.sci.ngo), da sempre attiva nella promozione del valore del volontariato (specie tra i giovani), della solidarietà, della giustizia sociale e della protezione
dell’ambiente.

Prima di candidarsi, leggere questo documento contenente informazioni dettagliate sul progetto.

Scambio giovanile in Macedonia “Initialization in Progress”: call aperta

Scambio giovanile in Macedonia “Initialization in Progress”: call aperta

SCI-Italia è in cerca di 4 partecipanti per lo scambio giovanile che avrà luogo ad Ohrid, in Macedonia, dal 25 settembre al 2 ottobre 2017. Lo scambio è finalizzato a promuovere la capacità di iniziativa giovanile e rinforzare la consapevolezza dell’importanza di percorsi di cittadinanza attiva.

Tanti e tante giovani tra i 25 e i 30 anni provenienti da Estonia, Macedonia, Turchia, Italia e Regno Unito collaboreranno come gruppo multiculturale per rafforzare le proprie competenze e capacità, imparando come trasformare le idee in iniziative concrete.

L’obiettivo dello scambio è permettere di sperimentare in maniera collettiva le modalità attraverso cui trasformare un bisogno, un’idea, in azione reale: partendo dall’analisi della soluzione, si discuterà di come implementare le idee in pratiche concrete, di come affrontare le conseguenze dell’azione e come dare seguito ai risultati reali ottenuti.

Leggi qui la call completa.

I costi di viaggio, vitto e alloggio sono coperti.

Per candidarsi:

  • versare la quota di tesseramento SCI di 20 euro e ulteriori 30 euro per le spese amministrative e i costi dell’assicurazione sanitaria;
  • inviare CV e breve lettera di motivazioni (300 battute circa) all’indirizzo nordsud@sci-italia.it.

Scadenza candidature: 20 agosto 2017.

Ti piacerebbe coordinare un campo a Sant’Ambrogio, in Piemonte?

Ti piacerebbe coordinare un campo a Sant’Ambrogio, in Piemonte?

SCI-Italia è in cerca di un coordinatore o una coordinatrice per il campo di volontariato che si svolgerà dal 25 agosto al 4 settembre 2017 presso la Cascina Pogolotti, a Sant’Ambrogio di Torino, in collaborazione con l’associazione Principi Pellegrini – diVangAzioni.

Il campo è a tematica ambientale e si occuperà del restauro della Strada dei Principi, che conduce fino alla Sacra di San Michele (abbazia candidata come bene dell’UNESCO), per effettuare interventi di manutenzione e prevenzione dagli incendi.

L’obiettivo dell’associazione e del campo è di stimolare la società civile a riconsiderare il proprio rapporto con l’ambiente naturale. Per questo si svolgeranno anche incontri sull’interazione sostenibile tra essere umano e ambiente, coinvolgendo gli agricoltori locali che già utilizzano tecniche di coltivazione a basso impatto.

Ti piacerebbe coordinare un campo come questo?

Se hai precedenti esperienze in campi di volontariato o nella gestione di gruppi, conosci l’inglese e la tematica del campo ti appassiona, contattaci subito all’indirizzo workcamps@sci-italia.it e parti!

Vorresti coordinare un campo nel Parco Naturale del Monte Tre Denti – Freidour?

Vorresti coordinare un campo nel Parco Naturale del Monte Tre Denti – Freidour?

SCI-Italia è in cerca di un coordinatore o una coordinatrice per il campo di volontariato che si svolgerà dal 22 al 31 agosto 2017 presso il Parco Naturale del Monte Tre Denti – Freidour (Cumiana, TO) in collaborazione con l’Associazione Vivere la Montagna.

L’Associazione si è costituita nel 2012 per la promozione, lo sviluppo e la valorizzazione culturale, turistica, economica, ambientale e sociale del territorio montano, compreso il Parco Naturale del Monte Tre Denti – Freidour. In questo territorio ci sono decine di piccole sorgenti naturali che emettono acqua di qualità altamente pura; per essere apprezzate al meglio, queste sorgenti necessitano manutenzione e cura, sia ordinaria che straordinaria.

Il campo ha come obiettivo riportare alla giusta fruibilità le sorgenti, impiegando anche ore di lavoro nella manutenzione e nella realizzazione di percorsi di passeggiata e didattici, atti a valorizzare le fonti naturali e a fornire nuovi spunti turistici.

Ti piacerebbe coordinare un campo come questo?

Se hai precedenti esperienze in campi di volontariato o nella gestione di gruppi, conosci l’inglese e la tematica del campo ti appassiona, contattaci subito all’indirizzo workcamps@sci-italia.it e parti!

Vorresti coordinare un campo al Làbas di Bologna?

Vorresti coordinare un campo al Làbas di Bologna?

SCI-Italia è in cerca di un coordinatore o una coordinatrice per il campo di volontariato che si svolgerà dal 6 al 19 agosto 2017 presso lo spazio occupato Làbas di Bologna, a supporto delle attività di Accoglienza Degna.

Si tratta di un progetto di dormitorio sociale autorganizzato, di uno spazio accogliente per le persone senza un tetto sulla testa perché escluse dalle strutture pubbliche, per una ragione o un’altra. Vi vengono offerti dei servizi, come l’assistenza e il supporto legale, ma è anche luogo di discussioni e dibattiti di approfondimento su tematiche specifiche, come le politiche migratorie e la difesa dei diritti delle persone migranti.

Il campo avrà il compito di supportare nella quotidianità il dormitorio nelle sue attività disparate, e sperimentare nella pratica un’alternativa di accoglienza degna delle persone migranti.

Ti piacerebbe coordinare un campo come questo?

Se hai precedenti esperienze in campi di volontariato o nella gestione di gruppi, conosci l’inglese e la tematica del campo ti appassiona, contattaci subito all’indirizzo workcamps@sci-italia.it e parti!

Qui per informazioni più dettagliate sul campo.

“Free to be you and me”: seminario sulle questioni di genere, call aperta

“Free to be you and me”: seminario sulle questioni di genere, call aperta

Dal 5 al 12 novembre 2017 si terrà a Berlino un training/seminario dal titolo “Free to be you and me: Courage and tools to create peace and safety for people of all genders and sexualities” centrato sulle questioni di genere.

Lo SCI si è sempre contraddistinto per il suo lavoro di promozione della pace, della nonviolenza, per la difesa dei diritti umani e il valore dello scambio internazionale come percorso di comprensione reciproca. Attraverso questa iniziativa si cerca di porre l’attenzione, sia all’interno che all’esterno del movimento, sull’intricata questione che riguarda moltissimi/e giovani che quotidianamente sono soggetti/e a discriminazione, vittime di stereotipi, di esclusione sociale, spesso esposte a vari gradi di violenza; quella stessa questione che spesso viene ignorata dai media mainstream, dal dibattito pubblico e da quello politico: la violenza di genere nei confronti delle donne e dei soggetti con orientamento sessuale differente dalla norma eterosessuale.

Tenendo bene a mente la complessità del terreno su cui si vuole agire, il seminario è un tentativo di fare un passo in avanti nel rinforzare i percorsi già avviati sul campo e renderli più visibili in tutti i progetti internazionali dello SCI, dai campi di volontariato agli scambi giovanili; per fare questo, ci si è posti il raggiungimenti di tre obiettivi:

  • Raccogliere e condividere le esperienze dei/delle volontari/e partecipanti, sia degli/delle attivisti/e del Gender Blender International Working Group che dei/delle nuovi/e partecipanti, in modo di accrescere le proprie competenze, capacità e conoscenze sul tema ed elaborare insieme un nuovo workshop da riportare nei propri contesti di provenienza, che possa essere da un lato strumento di sensibilizzazione, dall’altro possa fungere da sprono ai/alle giovani nel divenire attivi/e nella lotta contro la violenza, gli stereotipi, le discriminazioni e le esclusioni di gruppi di persone.
  • Mettere in pratica le conseguenze di questa accresciuta consapevolezza, creando una “scatola degli attrezzi” per i coordinatori e le coordinatrici di campi di volontariato in modo da portare le questioni di genere all’interno dei campi, degli scambi e dei progetti internazionali.
  • Dar seguito alla fase di implementazione con l’obiettivo di incontrarsi nuovamente a settembre 2018 in Grecia per confrontarsi su risultati e conseguenze dei singoli percorsi avviati, dalle pratiche adottate ai risultati ottenuti, discutere come migliorare la “cassetta degli attrezzi” e come rilanciare su nuovi appuntamenti di discussione internazionale.

Al termine del seminario i/le partecipanti saranno in grado di strutturare nuovi workshop sui seguenti temi:

  • la sensibilità della società contemporanea rispetto alle questioni di genere;
  • la sensibilità collettiva rispetto alle questioni di genere in contesti quali i campi di volontariato, scambi giovanili, seminari e progetti internazionali;
  • che cosa significa amore romantico, il significato di termini quali queer, gender, etc, violenza di genere, diritti riproduttivi, salute e LGBTIQ.
  • l”importanza del coraggio civico in situazioni riguardanti donne e soggetti LGBTIQ.

Leggi qui la call completa e scarica il modulo per la candidatura.

La quota di partecipazione è 30 euro, più 20 euro di tesseramento SCI.

Per candidarsi, inviare il modulo in allegato all’indirizzo coordinamento@sci-italia.it entro il 20 agosto 2017.

Training per educatori e educatrici in Armenia “iNTERACT & iLEARNING”: call aperta

Training per educatori e educatrici in Armenia “iNTERACT & iLEARNING”: call aperta

Dal 18 al 26 settembre 2017 a Dilijan, in Armenia, si terrà un training dedicato a tutti/e coloro che lavorano come educatori/educatrici, in contesti giovanili e di gruppo, che desiderano sviluppare le proprie competenze, le proprie capacità di gestione di un gruppo e dei conflitti all’interno di esso.

Dinamiche di gruppo, regole, attività introduttive, presentazioni, guidare le discussioni, gestire comportamenti provocatori, comunicazione non verbale, il ruolo degli energisers, l’uso di giochi e di momenti creativi, sono solo alcuni dei temi che verranno affrontati durante i 7 giorni di corso.

Il training è rivolto a chi ha già accumulato dell’esperienza sul campo, ma anche e soprattutto a chi sta iniziando a lavorare nel settore giovanile come educatore, operatore, coordinatore o volontario.

Alle sessioni di discussione più teoriche seguiranno esercitazioni pratiche, durante le quali si farà l’esperienza di gestione di un gruppo di giovani, condivisa tra tutti/e i/le partecipanti del corso.

Leggi qui la call per informazioni più dettagliate.

Per partecipare, è necessario sottoscrivere la quota di tesseramento SCI (20 euro) e il versamento di ulteriori 10 euro di quota di partecipazione.

Le spese di viaggio sono rimborsate, entro i limiti specificati nella call.

Per candidarsi: inviare CV e lettera di motivazione a coordinamento@sci-italia.it entro il 16 luglio.

Scambio giovanile “Intercultural Learning” a Diyarbakir: call aperta

Scambio giovanile “Intercultural Learning” a Diyarbakir: call aperta

SCI-Italia cerca 1 partecipante per lo scambio giovanile “Intercultural Learning” che si terrà a Diyarbakir (Turchia) dal 3 al 14 settembre 2017.

42 partecipanti provenienti da Spagna, Italia, Portogallo, Bulgaria, Latvia, Turchia e Germania lavoreranno insieme all’ideazione di progetti di educazione non formale e sostenibile per bambini e bambine, sui metodi e le pratiche per organizzare e realizzare tali progetti in ottica interculturale. L’obiettivo è di formare i/le partecipanti sia sulla teoria che nella pratica; proprio per questo, sono previsti due giorni di progetto educativo interculturale con circa 80/100 bambini/e di un villaggio curdo adiacente, durante i quali i/le partecipanti allo scambio vivranno nel villaggio come ospiti di alcune famiglie e affiancheranno la popolazione locale nelle attività quotidiane (di raccolto, vendemmia, sfornare il pane, mungitura delle capre, etc.).

I/le partecipanti devono avere un’età compresa tra i 20 e i 30 anni. È consigliato aver avuto precedenti esperienze con i bambini, per poter così condividere con gli/le altri/e partecipanti le proprie conoscenze e competenze.

Per partecipare, è necessario sottoscrivere la quota di tesseramento SCI (20 euro) e il versamento di ulteriori 20 euro di assicurazione sanitaria.

Tutte le spese di viaggio sono rimborsate, entro il limite specificato nella call.

Candidarsi: inviare CV e lettera di motivazioni a nordsud@sci-italia.it entro il 16 agosto.

Leggi qui la call completa.

SCI-Italia cerca un/a coordinatore/rice per i campi Oasis of Care, per i bambini e le bambine Sahrawi

SCI-Italia cerca un/a coordinatore/rice per i campi Oasis of Care, per i bambini e le bambine Sahrawi

Ti piacerebbe coordinare un campo di volontariato? SCI-Italia è in cerca di un coordinatore o una coordinatrice per i due campi Oasis of Care, in collaborazione con l’associazione Shanti Sahara.

L’obiettivo di entrambi i campi è permettere ai bambini e le bambine Sahrawi affetti da disabilità di venire in Italia, ed avere così accesso ai servizi diagnostico-terapeutici e riabilitativi delle provincie di Milano e Genova ai quali, nel campo profughi algerino da cui provengono, non avrebbero altrimenti accesso.

Il coordinatore o la coordinatrice di questi due campi dovrà gestire due gruppi di volontari internazionali che parteciperanno ai campi per garantire un’assistenza adeguata ai/alle bambini/e, affiancando i medici per l’aspetto terapeutico e organizzando momenti ludici e ricreativi. Vista la delicatezza della situazione, riteniamo sia più funzionale che sia la stessa persona a coordinare entrambi i campi, garantendo così non solo un elemento di continuità essenziale per la buona riuscita degli stessi ma anche una conoscenza adeguata del contesto in cui i/le volontari/e andranno ad operare. In caso non fosse possibile partecipare ad entrambi, accettiamo anche candidature per uno singolo.

Per candidarsi, contattare l’indirizzo mail incoming@sci-italia.it

Leggi qui le schede complete del primo campo (Lombardia) e del secondo (Lombardia/Liguria).


Se sei interessato/a, partecipa alla formazione per coordinatori e coordinatrici di campi a Cesano Maderno (Monza e Brianza) il 9, 10 e 11 giugno 2017.

L’incontro sarà un momento indispensabile per acquisire le competenze e le capacità necessarie per coordinare un campo di volontariato con lo SCI, come la gestione di un gruppo internazionale, la capacità di gestione dei conflitti attraverso una modalità nonviolenta, sviluppare creatività, flessibilità, pazienza, e molto altro.

Anche l’attività di coordinamento è realizzata in modo volontario; proprio per questo, come SCI sosteniamo i/le candidati/e durante la loro esperienza anche oltre alla formazione, fornendo:

  • un kit di materiale informativo per accompagnare il coordinatore durante tutta la sua esperienza;
  • la quota campo gratuita per il coordinatore;
  • un rimborso integrale delle spese di viaggio (dal domicilio al campo, andata e ritorno);
  • il rilascio di un attestato/certificato che riconosce l’esperienza realizzata, spesso utilizzabile
  • nell’acquisizione di crediti formativi o a fini curricolari.

Leggi qui la call completa.

Per candidarsi o ricevere informazioni scrivere a workcamps@sci-italia.it o contattare la Segreteria Nazionale al numero 06 5580644.

 

bool(false)