Scambio giovanile “Intercultural Learning” a Diyarbakir: call aperta

Scambio giovanile “Intercultural Learning” a Diyarbakir: call aperta

SCI-Italia cerca 5 partecipanti per lo scambio giovanile “Intercultural Learning” che si terrà a Diyarbakir (Turchia) dal 3 al 14 settembre 2017.

42 partecipanti provenienti da Spagna, Italia, Portogallo, Bulgaria, Latvia, Turchia e Germania lavoreranno insieme all’ideazione di progetti di educazione non formale e sostenibile per bambini e bambine, sui metodi e le pratiche per organizzare e realizzare tali progetti in ottica interculturale. L’obiettivo è di formare i/le partecipanti sia sulla teoria che nella pratica; proprio per questo, sono previsti due giorni di progetto educativo interculturale con circa 80/100 bambini/e di un villaggio curdo adiacente, durante i quali i/le partecipanti allo scambio vivranno nel villaggio come ospiti di alcune famiglie e affiancheranno la popolazione locale nelle attività quotidiane (di raccolto, vendemmia, sfornare il pane, mungitura delle capre, etc.).

I/le partecipanti devono avere un’età compresa tra i 20 e i 30 anni. È consigliato aver avuto precedenti esperienze con i bambini, per poter così condividere con gli/le altri/e partecipanti le proprie conoscenze e competenze.

Per partecipare, è necessario sottoscrivere la quota di tesseramento SCI (20 euro) e il versamento di ulteriori 20 euro di assicurazione sanitaria.

Tutte le spese di viaggio sono rimborsate, entro il limite specificato nella call.

È inoltre obbligatorio aver preso parte alla formazione I+II livello che si terrà a Roma presso La Città dell’Utopia il 14, 15 e 16 luglio 2017.

Candidarsi: inviare CV e lettera di motivazioni a nordsud@sci-italia.it entro il 2 luglio. Gli esiti saranno comunicati entro il 5, in modo da permettere la partecipazione dei selezionati/e alla formazione a Roma.

Leggi qui la call completa.

SCI-Italia cerca un/a coordinatore/rice per i campi Oasis of Care, per i bambini e le bambine Sahrawi

SCI-Italia cerca un/a coordinatore/rice per i campi Oasis of Care, per i bambini e le bambine Sahrawi

Ti piacerebbe coordinare un campo di volontariato? SCI-Italia è in cerca di un coordinatore o una coordinatrice per i due campi Oasis of Care, in collaborazione con l’associazione Shanti Sahara.

L’obiettivo di entrambi i campi è permettere ai bambini e le bambine Sahrawi affetti da disabilità di venire in Italia, ed avere così accesso ai servizi diagnostico-terapeutici e riabilitativi delle provincie di Milano e Genova ai quali, nel campo profughi algerino da cui provengono, non avrebbero altrimenti accesso.

Il coordinatore o la coordinatrice di questi due campi dovrà gestire due gruppi di volontari internazionali che parteciperanno ai campi per garantire un’assistenza adeguata ai/alle bambini/e, affiancando i medici per l’aspetto terapeutico e organizzando momenti ludici e ricreativi. Vista la delicatezza della situazione, riteniamo sia più funzionale che sia la stessa persona a coordinare entrambi i campi, garantendo così non solo un elemento di continuità essenziale per la buona riuscita degli stessi ma anche una conoscenza adeguata del contesto in cui i/le volontari/e andranno ad operare. In caso non fosse possibile partecipare ad entrambi, accettiamo anche candidature per uno singolo.

Per candidarsi, contattare l’indirizzo mail incoming@sci-italia.it

Leggi qui le schede complete del primo campo (Lombardia) e del secondo (Lombardia/Liguria).


Se sei interessato/a, partecipa alla formazione per coordinatori e coordinatrici di campi a Cesano Maderno (Monza e Brianza) il 9, 10 e 11 giugno 2017.

L’incontro sarà un momento indispensabile per acquisire le competenze e le capacità necessarie per coordinare un campo di volontariato con lo SCI, come la gestione di un gruppo internazionale, la capacità di gestione dei conflitti attraverso una modalità nonviolenta, sviluppare creatività, flessibilità, pazienza, e molto altro.

Anche l’attività di coordinamento è realizzata in modo volontario; proprio per questo, come SCI sosteniamo i/le candidati/e durante la loro esperienza anche oltre alla formazione, fornendo:

  • un kit di materiale informativo per accompagnare il coordinatore durante tutta la sua esperienza;
  • la quota campo gratuita per il coordinatore;
  • un rimborso integrale delle spese di viaggio (dal domicilio al campo, andata e ritorno);
  • il rilascio di un attestato/certificato che riconosce l’esperienza realizzata, spesso utilizzabile
  • nell’acquisizione di crediti formativi o a fini curricolari.

Leggi qui la call completa.

Per candidarsi o ricevere informazioni scrivere a workcamps@sci-italia.it o contattare la Segreteria Nazionale al numero 06 5580644.

 

“Travelling for Peace”: aperta la call per lo SVE in Palestina

“Travelling for Peace”: aperta la call per lo SVE in Palestina

Il Servizio Civile Internazionale, in collaborazione con il centro Al Shmoh di Al Masara, Betlemme, è alla ricerca di 4 volontari/e per un progetto di Servizio Volontario Europeo (SVE) nei Territori Palestinesi Occupati.

Al Shmoh è un centro di aggregazione giovanile nel villaggio di Al Masara, vicino Betlemme, ed ha avviato da due anni circa un percorso di turismo sostenibile nell’area. Al Shmoh è stato fondato dagli stessi attivisti palestinesi del comitato di resistenza popolare nonviolenta di Al Masara, che rientra nel Popular Struggle Coordination Committee (PSCC), ovvero il cappello di comitati di resistenza popolare nonviolenta della Cisgiordania.

Descrizione del progetto:

Il progetto “Travelling for Peace. Intercultural paths and sustainable tourism” prevede la permanenza in loco di due coppie di volontari/e SVE per una durata di 6 mesi ciascuna, mentre nei 6 mesi in Italia i/le volontari/e rimarranno aggiornati/e sugli sviluppi del lavoro dell’altra coppia che in quel momento si trova in loco.

Primo periodo (2 volontari/e): 1 settembre 2017 – 28 febbraio 2018 (6 mesi)

Secondo periodo (2 volontari/e): 1 aprile 2018 – 30 settembre 2018 (6 mesi)

Luogo di realizzazione del progetto: Al Masara, Betlemme, Territori Palestinesi Occupati.

I/le volontari/e saranno alloggiati/e presso una casa attigua al centro Al Shmoh, composta da due camere da letto, un salone, una cucina e un bagno.

Tutti e 4 i/le volontari/e selezionati/e saranno chiamati/e a partecipare ad una formazione residenziale della durata di 4 giorni, dal 20 al 23 luglio, a Roma.

Requisiti obbligatori:

  • avere tra i 18 e i 30 anni;
  • precedenti esperienze significative (volontariato e/o professionali) in paesi del sud del mondo, preferibilmente in Medio Oriente;
  • conoscenza approfondita della storia della questione palestinese;
  • conoscenza di ed esperienza con tecniche e mezzi di comunicazione digitale (grafica, reportistica, radio, ecc…);
  • forte capacità di adattamento, flessibilità e spirito di iniziativa;
  • capacità di gestire situazioni di stress;
  • capacità di lavorare in gruppo;
  • buon livello di inglese scritto e parlato.

Requisiti preferenziali:

  • precedente esperienza con lo SCI e/o di volontariato/attivismo;
  • precedenti esperienze nei Territori Palestinesi Occupati.

Costi di viaggio, vitto, alloggio, trasporti interni e assicurazione sanitaria: coperti dal progetto.

Scadenza invio candidature: tutti gli/le interessati/e dovranno inoltrare CV e dettagliata lettera di motivazione in inglese (indicare, se si vuole, la preferenza rispetto al primo o al secondo periodo del progetto) entro il 25 giugno 2017 all’indirizzo nordsud@sci-italia.it.

Sharr Mountain: call aperta per uno SVE di breve durata in Kosovo

Sharr Mountain: call aperta per uno SVE di breve durata in Kosovo

Il nostro partner GAIA Kosovo cerca un/una volontario/a per un progetto SVE a breve termine che avrà luogo dal 1 al 20 agosto nelle suggestive Sharr Mountains, situate nei pressi del villaggio di Brezovica, a sud-est del Kosovo.

Il progetto abbraccia diverse tematiche, da quella ambientale a quella culturale, coinvolgendo 15 giovani da diversi paesi nella preparazione di un festival davvero speciale: il BREfest.

Tale festival, che prende il nome dal vicino villaggio di Brezovica e dall’intercalare “bre”, molto comune nell’aerea dei Balcani, sarò incentrato sull’educazione ambientale attraverso seminari e laboratori educativi, dibattiti, proiezione di film, musica e cibo locale, il tutto nel rispetto della natura e della sostenibilità. Durante i tre giorni del festival verranno svolte attività di vario genere con l’obiettivo di condividere nuove idee su come proteggere e sviluppare il patrimonio naturale e culturale, e incentivare il turismo sostenibile. Nondimeno ci saranno momenti dedicati alla condivisione interculturale attraverso la musica: concerti di musiche dal mondo e jam sessions aperte al pubblico, per agevolare un’interazione creativa ed inclusiva, oltre che divertente.

I/le volontari/e internazionali verranno coinvolti/e nella preparazione del festival, nella realizzazione del programma, nella documentazione video-fotografica della ricchezza e diversità naturale e culturale.

Oltre che un’opportunità per vivere tre settimane in un contesto variopinto ed interculturale, questo short term EVS a Sharr Mountain rappresenta una vera e propria opportunità di formazione nel campo dell’educazione ambientale!

Requisiti per la partecipazione:

  • avere tra i 18 e i 30 anni;
  • nutrire un forte interesse per l’educazione ambientale;
  • essere flessibili e motivati/e a coinvolgersi attivamente nel progetto;
  • essere disposti/e a disconnettersi dal mondo virtuale e connettersi a quello naturale, adattandosi a condizioni di vita spartane;
  • buona padronanza dell’inglese.

Le spese di vitto e alloggio sono coperte al 100% e quelle di viaggio verranno rimborsate entro una spesa massima di 275 euro. Per partire è necessario fare la tessera annuale a SCI Italia versando la quota di 20 euro.

Per candidarsi: inviare una motivation letter in inglese a evs@sci-italia.it, entro lunedì 5 giugno 2017.

In presenza di un/a candidato/a idoneo/a la selezione potrebbe essere chiusa anche prima.

Interventi Civili di Pace in Palestina 2017 – Call aperta

Interventi Civili di Pace in Palestina 2017 – Call aperta

Il Servizio Civile Internazionale, Un ponte per…, Rete IPRI, Centro Studi Sereno Regis e Assopace Palestina lanciano per l’ottavo anno il progetto “Interventi Civili di Pace in Palestina”.

Quattro settimane sul campo a sostegno delle attività della società civile palestinese e di associazioni impegnate nella difesa dei diritti umani quali i Comitati Popolari di Resistenza Nonviolenta di Betlemme e At Twani, Youth Against Settlements e Human Rights Supporters.

Il progetto è frutto della collaborazione con associazioni rappresentative della società civile palestinese che da anni lottano contro l’occupazione con metodi nonviolenti. L’accompagnamento alla raccolta delle olive, ostacolata e spesso impedita dalle forze militari israeliane, è mirata a tutelare il diritto dei contadini palestinesi ad accedere alle proprie terre e a mitigare le violenze dei coloni. Quest’anno saranno previste anche attività di accompagnamento e interposizione nonviolenta ai pastori e studenti delle colline a sud di Al Khalil (Hebron).
L’iniziativa si aggiunge alle altre azioni messe in campo dalla comunità internazionale come il boicottaggio (BDS), sostegni finanziari, solidarietà diretta e progetti di sensibilizzazione a supporto della resistenza per la libertà della Palestina.

Descrizione:

Il progetto sarà diviso in più fasi, con la finalità di entrare in contatto e supportare le comunità palestinesi residenti nelle aree di Betlemme, Nablus, colline a sud di Al Khalil ed Hebron. Anche se il programma prevede queste aree di intervento, potrebbe comunque essere soggetto a cambiamenti in base alle necessità e alle richieste delle comunità locali.
I/le volontari/e saranno accompagnati/e da una facilitatrice rappresentante di una delle associazioni partner, guidati da coordinatori locali e in contatto costante con il coordinamento italiano dei promotori del progetto.

Periodo permanenza in loco:

01/10/17 – 31/10/17

Luogo:

Cisgiordania

Compiti:

  • Accompagnamento nonviolento disarmato dei contadini palestinesi nel lavoro agricolo quotidiano e dei pastori e studenti, relativamente all’area delle colline a sud di Al Kahlil.
  • Monitoraggio delle violazioni commesse nei confronti della popolazione civile da parte delle forze di occupazione militare israeliana (presenza costante di militari, check point, presenza di insediamenti di coloni, impedimento dell’accesso ai terreni, aggressioni, arresti indiscriminati).
  • Redazione di articoli per il blog raccogliendolapace.wordpress.com.
  • Sostegno attivo all’organizzazione di eventi di sensibilizzazione e raccolta fondi in Italia.

E’ chiesto fin da ora l’impegno, al rientro, a condividere e promuovere il materiale raccolto (video, foto, interviste) per diffondere una informazione più consapevole delle dinamiche dell’occupazione. Il materiale raccolto dai volontari sarà utilizzato per le campagne a sostegno della resistenza popolare in Palestina promosse da SCI Italia, Un ponte per…, Rete IPRI, Centro Studi Sereno Regis e Assopace Palestina.

Requisiti:

  • Precedente esperienza in Palestina/Israele e conoscenza approfondita del conflitto.
  • Precedenti esperienze di volontariato.
  • Adattabilità al lavoro di gruppo, alle situazioni di stress e di difficoltà.
  • Conoscenza della lingua inglese.
  • Età minima: 22 anni.
  • Condivisione di obiettivi e metodi delle associazioni promotrici e desiderio di impegnarsi anche oltre l’esperienza in sé.
  • Partecipazione alla formazione residenziale che si terrà dal 20 al 23 Luglio 2017.

Costi:

  • Formazione: 30 euro di contributo per ospitalità e vitto.
  • Viaggio: a carico del partecipante.
  • Missione: 50 euro, quota amministrativa e di copertura assicurativa.
  • Vitto e alloggio in loco: coperti dal progetto, anche se si invitano i volontari ad organizzare eventi di auto finanziamento per supportare le spese.

Formazione residenziale:

Sono previste quattro giornate formative volte a favorire una presenza in loco consapevole delle dinamiche del conflitto e rispettosa delle tradizioni locali. In seguito alla formazione verrà selezionato il gruppo definitivo che prenderà effettivamente parte al progetto in loco.
Periodo: 20/23 luglio 2017 a Roma, presso La Città dell’Utopia, Via Valeriano 3/f (Quartiere San Paolo).
Candidatura:

Per la candidatura è necessario inviare il CV e la lettera di motivazione** a: palestineolive@gmail.com entro e non oltre il 21 giugno.

**Si ricorda che la lettera di motivazione NON equivale ad una lettera di presentazione.

L’esito delle selezioni verrà comunicato il 7 luglio.

Leggi qui la call completa.

A Change For Media – Media For A Change: scambio giovanile, Budapest [18-27/08]

A Change For Media – Media For A Change: scambio giovanile, Budapest [18-27/08]

SCI-Italia cerca quattro partecipanti ed un/una Group Leader per lo scambio giovanile                     “A Change for Media, Media for a Change”, che si svolgerà dal 18 al 27 agosto in una piccola città vicino a Budapest, Ungheria. Lo stesso scambio l’anno scorso ha avuto un esito molto positivo, e siamo felici che questa opportunità possa aprirsi a nuovi partecipanti!

Verranno coinvolt@ 25 ragazz@ provenienti da Italia, Serbia, Spagna e Bulgaria; tra questi, saranno inclusi giovani migranti, la cui partecipazione è prioritaria, data la tematica del progetto.

Durante lo scambio verrà affrontata la tematica migratoria, con particolare focus su come l’uso dei media possa incidere su tale fenomeno; i/le partecipanti verranno invitati/e a tirare fuori la loro creatività e ad esprimere le proprie idee all’interno di uno spazio accogliente, stimolante ed interculturale.

Le spese di vitto e alloggio sono coperte dall’associazione ospitante “Utilapu Hungary”, mentre il trasporto sarà rimborsato al 100%, fino a un massimo di 170 euro per partecipante. Prima della partenza deve essere effettuato il tesseramento annuale di 20 euro a SCI-Italia.

I partecipanti dovranno avere un’età compresa tra i 18 e i 25 anni, avere una conoscenza basica della lingua inglese ed essere spinti a partecipare allo scambio da una forte motivazione verso i temi trattati.

Per il/la Group Leader sono richiesti i seguenti requisiti:

  • età minima 25 anni;
  • esperienze pregresse in ambito sociale/educativo;
  • interesse e/o esperienza in ambito migrazione e in ambito mediatico;
  • buona padronanza della lingua inglese;
  • attiv@, positiv@, paziente e di mentalità aperta;
  • disponibile a supportare il proprio gruppo e a coinvolgersi attivamente nell’organizzazione dello scambio;
  • disponibile a partecipare alla visita preliminare a Budapest il 29 e 30 luglio.

Per candidarsi è necessario mandare una motivation letter in inglese all’indirizzo:
evs@sci-italia.it, entro mercoledì 7 giugno, indicando per quale profilo ci si candida.

Risoluzione dei conflitti: corso di formazione a Puszczykowo, Polonia [25-31/07]

Risoluzione dei conflitti: corso di formazione a Puszczykowo, Polonia [25-31/07]

In arrivo la seconda parte del corso di formazione One Last Chance, volto a favorire l’acquisizione di strumenti pratici per la gestione e la risoluzione dei conflitti attraverso pratiche ludiche e di gioco.

In particolare, il corso è rivolto a chi lavora con e per i/le giovani per dar loro strumenti per affrontare situazioni di conflitto in generale.

Dei giochi da tavolo, pensati proprio per far emergere e simulare numerosi aspetti riguardanti le origini del conflitto, faranno anche emergere le maniere di risolverlo – come la comunicazione, l’interculturalità, il rispetto reciproco, l’empatia, la diplomazia, la mediazione e molto altro.

Gli obiettivi del progetto sono i seguenti:

  • incrementare le capacità di chi lavora con i/le giovani attraverso strumenti pratici e la sperimentazione di attività non formali su conflitto, gestione del conflitto, pregiudizi e questioni migratorie;
  • migliorare la qualità del lavoro in questi contesti accrescendo il ruolo dei/delle operatori/rici e delle Ong in quanto facilitatori sociali e portatori della cultura di pace;
  • sviluppare le competenze empatiche come qualità strettamente connessa ad una gestione positiva del conflitto;
  • accrescere l’attitudine dei/delle partecipanti a trasformare le situazioni di conflitto in situazioni di crescita collettiva;
  • condividere e discutere tra operatori/rici e partner le preoccupazioni legate a queste tematiche, favorendo lo scambio di buone pratiche e strumenti utili;
  • aumentare la cooperazione internazionale, inclusa la fiducia tra partecipanti e organizzazioni;
  • amplificare l’importanza dei valori educativi in direzione di costruire una società più consapevole e comprensiva.

Leggi qui la call completa.

Per partecipare, è necessario inviare la propria candidatura con allegato CV e lettera motivazionale a: coordinamento@sci.italia.it

Verranno selezionate 2 persone, le quali dovranno poi versare il contributo richiesto per la tessera SCI (20 euro) e quello per la quota amministrativa (30 euro). I costi del viaggio saranno rimborsati dal partner ospitante, e le spese di vitto e alloggio sono ugualmente coperte.

La deadline per candidarsi è il 2 giugno.

Torno Subito 2017 – Call aperta per lavorare nel mondo

Torno Subito 2017 – Call aperta per lavorare nel mondo

Il Servizio Civile Internazionale aderisce per il quarto anno consecutivo al Programma Torno Subito promosso dalla Regione Lazio, offrendo a 3 studenti/studentesse universitar* o neo-laureat* un percorso di un anno all’interno del suo network, strutturato in questa maniera:

Prima fase: 1 Ottobre 2017 – 28 febbraio 2018 → Periodo di tirocinio all’estero in una delle seguenti branche/partner del Servizio Civile Internazionale: SCI Madrid, CVS Bulgaria, VWAN Nigeria.

Seconda fase: 1 Marzo 2018 – 31 Agosto 2018 → Reimpiego sul territorio della regione Lazio presso la Segreteria Nazionale di SCI Italia o presso La Città dell’Utopia, progetto locale di SCI Italia che affronta i principali temi legati ad un nuovo modello di sviluppo locale e globale.

Gli ambiti riguardanti il percorso all’interno del network SCI sono quelli che caratterizzano il nostro movimento: promozione del volontariato internazionale, cooperazione internazionale e disuguaglianze nord-sud del mondo, comunicazione sociale, migrazioni e diritti, inclusione sociale, progettazione europea per il terzo settore.

Nel documento allegato in fondo alla pagina si possono trovare le descrizioni delle attività che le branche SCI propongono al/alla tirocinante.

Il reimpiego nella Regione Lazio sarà così strutturato:

  • n°1 persone presso La Città dell’Utopia
  • n°1 persona presso la Segreteria Nazionale SCI a supporto del settore Comunicazione
  • n°1 persona presso la Segreteria Nazionale SCI a supporto del settore NordSud

Gli/le interessat* dovranno inviare la propria candidatura via e-mail con oggetto “Torno Subito_Servizio Civile Internazionale” allegando:

  • CV
  • Lettera di motivazione

La lettera di motivazione dovrà fare riferimento all’ambito di interesse e alla possibilità di reimpiego nella Regione Lazio, evidenziando eventualmente anche la branca/partner SCI dove si vorrebbe svolgere la prima fase del progetto.
Le candidature dovranno pervenire entro il 3 giugno all’indirizzo: coordinamento@sci-italia.it

L’iter successivo sarà il seguente:

05 giugno: chiusura selezioni

06-09 giugno: skype conoscitiva con le branche/partner SCI

12-16 giugno: scrittura dei progetti formativi individuali. La Segreteria di SCI Italia supporterà l’ideazione dei progetti formativi che i/le tirocinanti dovranno presentare al fine di accedere ai finanziamenti stanziati dal Programma Torno Subito.

Visualizza dettagli partner Torno Subito 2017

“Open Borders for Diversity”: aperta la call per lo scambio giovanile in Catalunya

“Open Borders for Diversity”: aperta la call per lo scambio giovanile in Catalunya

SCI-Italia cerca 5 partecipanti ed 1 group leader per uno scambio giovanile che si svolgerà dal 17 al 25 Luglio 2017 a Mura, Catalunya.

Lo scambio giovanile “Open Borders for Diversity” coinvolgerà 24 ragazz*, tra cui giovani con minori opportunità, provenienti da Italia, Catalunya, Portogallo e Ucraina. Lo scambio intende promuovere il dialogo condiviso sui temi dell’immigrazione, l’intercultura e sulle prospettive moderne di democrazia europea. La metodologia prevalente sarà quella partecipativa dell’educazione non formale (teatro, dibattiti, giochi, etc.), attraverso la quale ci si metterà in gioco esplorando i concetti di identità culturale.

Profilo partecipanti – È l’esperienza giusta per te:

  • Se hai tra i 18 e i 25 anni
  • Se sei interessat* al tema della migrazione e della democrazia
  • Se sei interessat* a lavorare insieme ad altre persone in un ambiente creativo
  • Se sei interessat* a trascorrere una settimana straordinaria a Mura, un suggestivo paese medioevale a 50 km da Barcellona.

Profilo group leader – È l’esperienza giusta per te:

  • Se hai un’età minima di 25 anni
  • Se sei disponibile a partecipare alla formazione preparatoria per group leaders con SCI italia
  • Se sei disponibile a partecipare alla visita preliminare sul posto dal 13 al 15 Giugno 2017
  • Se sei interessat* al tema della migrazione e della democrazia
  • Se sei interessat* a lavorare insieme ad altre persone in un ambiente creativo
  • Se sei interessat* a trascorrere una settimana straordinaria a Mura, un suggestivo paese medioevale a 50 km da Barcellona.


Le spese di viaggio, vitto ed alloggio (incluse quelle della visita preliminare per group leaders) saranno coperte al 100% dall’associazione ospitante SCI Catalunya. Prima della partenza deve essere effettuato il tesseramento annuale di 20 euro a SCI-Italia.

Per partecipare, inviare una lettera di motivazione a evs@sci-italia.it entro il 12 Maggio 2017, indicando se ci si candida per il profilo di partecipante o di group leader.

Call aperta per un/a volontario/a di lungo periodo a Diyarbakir, sud-est della Turchia

Call aperta per un/a volontario/a di lungo periodo a Diyarbakir, sud-est della Turchia

Il Servizio Civile Internazionale Italia (SCI Italia), in collaborazione con l’associazione Youth and Change Association, ricerca un/a volontario/a che svolga un periodo di volontariato a lungo termine di due mesi a Diyarbakir, nel sud-est della Turchia, con partenza immediata tra il 15 e il 20 maggio 2017.

Questo progetto è stato reso possibile grazie alla campagna di crowdfunding “Yazidi’s Voice” avviata dallo SCI Italia nei mesi scorsi e volta alla raccolta di una somma di denaro finalizzata all’avviamento di corsi di lingua inglese sia per i bambini di Sur, quartiere centrale di Diyarbakir, sia per quelli Yazidi rifugiati in Turchia ed ospitati al momento nel campo di Midyat.

Durante il periodo di due mesi, il/la volontario/a svolgerà attività di insegnamento della lingua inglese nel quartiere di Sur, affiancato/a da personale specializzato locale, con l’organizzazione di corsi rivolti sia a bambini in età pre-scolare e scolare che ad adolescenti. Supporterà inoltre Youth and Change Association nell’organizzazione di un campo di volontariato SCI, che accoglierà volontari internazionali con il fine di supportare lo svolgimento dei corsi di lingua inglese. Accompagnerà, infine, i membri di Youth and Change Association al campo rifugiati di Midyat, al fine di consegnare materiale di cancelleria per i bambini Yazidi ospitati nel campo.

 
REQUISITI RICHIESTI:

  • buona conoscenza della lingua inglese, sia parlata che scritta
  • buona conoscenza del contesto socio-politico dell’area
  • buone doti comunicative e di relazione
  • buone doti di scrittura di report e articoli, sia in italiano che in inglese
  • ottima capacità di lavorare a stretto contatto con bambini e adolescenti
  • ottima capacità di lavorare in contesti difficili e sotto pressione

Il/la volontario/a selezionato/a dovrà partecipare obbligatoriamente ad una formazione organizzata dal Servizio Civile Internazionale, in date e luogo da concordare.

 

CONDIZIONI ECONOMICHE:

A carico del/la volontario/a:

  • biglietto aereo a/r Italia-Diyarbakir
  • 20 euro di tesseramento annuale al Servizio Civile Internazionale

A carico del progetto:

  • polizza assicurativa sanitaria
  • spese di alloggio nella guest house di Youth and Change Association (Diyarbakir)
  • un pocket money mensile di 150 euro

Per candidarsi, inviare CV e Motivation Letter, entrambi in lingua inglese, all’indirizzo nordsud@sci-italia.it entro e non oltre domenica 7 maggio.

 

bool(false)