Ortoterapia a Murisengo (AL) con SCI Piemonte e Cooperativa Sociale Panta Rei [3-4 dicembre]

Ortoterapia a Murisengo (AL) con SCI Piemonte e Cooperativa Sociale Panta Rei [3-4 dicembre]

Comunità Al Gallo MurisengoServizio Civile Internazionale Piemonte, in collaborazione con la Cooperativa Sociale Pantarei, organizza un  minicampo presso la Comunità “Al Gallo” di Murisengo (AL) nel week-end del 3-4 dicembre 2016.

Gli obiettivi principali del minicampo riguarderanno la cura e la pulizia del sottobosco, dei sentieri adiacenti la cascina e  le attività di manutenzione e cura dell’orto. Altro obiettivo importante del minicampo è inoltre quello di socializzare e creare relazioni con gli ospiti della Comunità.

Per partecipare è prevista una quota di 5€ più la tessera socio SCI (20€).

Luogo: Cooperativa Pantarei – Cascina Al Gallo – via Torino 110, Murisengo (AL).

Quota campo: 5 € più tessera associativa SCI 2016 (20€).

Numero volontari: 10.

Pernottamento: all’interno della struttura (portare materassino e sacco a pelo!).

Cosa portare: vestiti, guanti e scarpe da lavoro, materassino e sacco a pelo.

Informazioni: .

Iscrizioni: mandare una mail all’indirizzo minicampi@sci-piemonte.it ENTRO MERCOLEDI’ 30 NOVEMBRE.

Evento Facebook del minicampo.

 

“La Cooperativa PANTA REI  si propone di realizzare iniziative di appoggio educativo ed assistenziale attraverso l’organizzazione e la gestione di strutture e servizi volti a soddisfare i bisogni della collettività ed in particolare a favore di persone a vario titolo portatrici di disagio.

Ancora oggi, per scelta, la Cooperativa gestisce micro-strutture ritenendo che la dimensione “familiare” possa essere un modello capace di rispondere in modo più flessibile alle diverse esigenze degli ospiti ed anche di chi all’interno della Cooperativa lavora.
In particolare nella Comunità di tipo Famigliare denominata “Cascina al Gallo” è nato nell’ultimo anno un progetto di “Ortoterapia”, intesa come attività terapeutica legata alla coltivazioni di ortaggi ma anche come cura e tutela del paesaggio e del territorio (ad esempio con la pulizia del sottobosco e dei sentieri adiacenti la comunità…)”.

www.pantareiscs.it

“Peace Games”: conflitti e strategie di lotta nonviolenta [19-20 novembre, Torino]

“Peace Games”: conflitti e strategie di lotta nonviolenta [19-20 novembre, Torino]

workshop Peace GamesIl Centro Studi Sereno Regis e il Servizio Civile Internazionale organizzano il workshop dal titolo “Peace Games – Conflitti e strategie di lotta non violenta”, un weekend per ragionare sui temi del conflitto, della nonviolenza e della lotta nonviolenta, a partire da esempi, situazioni e attività che si ispirano ai contesti territoriali del progetto “Building Inclusive Paths”, coordinato da SCI-Italia in cooperazione con SCI Catalunya, SCI Sri Lanka, VWAN Nigeria e SCI India.

Per partecipare al workshop è necessario iscriversi, mandando una mail all’indirizzo franci17@libero.it

Contributo spese struttura ospitante: 5 euro.

Indirizzo: Centro Studi Sereno Regis, via Garibaldi, 13, Torino.

 

Vai all’evento Facebook.

Social Café – Presentazione de “La zona rossa” di Simona Sanzò [9/11, La Città dell’Utopia]

Social Café – Presentazione de “La zona rossa” di Simona Sanzò [9/11, La Città dell’Utopia]

La zona rossa, Simona Sanzò

Ore 19.30: apericena

Ore 20.30: presentazione del libro “La zona rossa – Diario di un’attivista civile in Croazia e in Palestina”, di Simona Sanzò.

La Città dell’Utopia, via Valeriano 3F (metro San Paolo), Roma.

A seguire, dibattito con l’autrice e volontari e volontarie di rientro dal progetto “Interventi Civili di Pace in Palestina”, portato avanti da SCI-Italia in partenariato con Un ponte per…Assopace PalestinaPopular Struggle Coordination Committee, Rete IPRI, Centro Studi Sereno Regis.

È possibile leggere tutti gli articoli scritti dai/dalle volontari/ie sul blog www.raccogliendolapace.wordpress.com.

“Questo libro è ispirato a quell’esercito silenzioso di persone che fanno dell’impegno civile una ragione di vita, con la speranza che altri possano trovare in queste pagine lo spunto o lo stimolo per unirsi a loro”. Con queste parole l’autrice ci propone le sue esperienze sul campo a Pakrac, nel 1994, e a Nablus, nel 2003. Il tempo della ricostruzione in Croazia, a ridosso della guerra, in una delle prime città della ex-Jugoslavia in cui si manifestarono tensioni interetniche tra la comunità serba e quella croata, teatro di eventi sanguinosi nel 1991. Il tempo dell’Intifada Al-Aqsa in Palestina, dove dal 1948 i palestinesi vivono sotto l’occupazione militare israeliana. Una testimonianza che ci interroga sulle nostre responsabilità di europei e sollecita una coscienza collettiva capace di interporsi nei conflitti e promuovere un’educazione alla pace, al rispetto delle differenze e dei diritti umani fondamentali. Le guerre, che continuano a mietere vittime nell’indifferenza generale, per quanto distanti ci appaiano, riguardano infatti tutti noi.

www.libreriasensibiliallefoglie.com

Qui il link all’evento Facebook.

 

 

bool(false)