Casa dei Venti presenta: “Le nuove procedure degli hotspot” a La Città dell’Utopia

Casa dei Venti presenta: “Le nuove procedure degli hotspot” a La Città dell’Utopia

Dibattito su “Le nuove procedure degli hotspot : il ruolo dell’UNHCR, delle organizzazioni governative e non, la detenzione e l’identificazione”

Locandina "Le nuove procedure degli hotspot"Giovedì 26 maggio, a La Città dell’Utopia, Casa dei Venti presenta “Le nuove procedure degli hotspot : il ruolo dell’UNHCR, delle organizzazioni governative e non, la detenzione e l’identificazione”, dibattito con gli avvocati di ASGI Lucia Gennari e Giulia Crescini e con Giulio Ricotti (via skype), di Ass. Etnie, Bari.

L’evento sarà preceduto, a partire dalle 19.30, da un aperitivo preparato dalle amiche e dagli amici di Makì – sapori del mondo. Il dibattito inizierà poco dopo e durerà fino alle 22.30 circa.

Casa dei Venti è un progetto di Laboratorio 53, Servizio Civile Internazionale e ASGI, all’interno de La Città dell’Utopia. Esso vuole essere una risposta a ciò che caratterizza il sistema di accoglienza italiano e territoriale: esclusione sociale, marginalizzazione, passivizzazione, razzismo, criminalità organizzata e business in violazione dei diritti fondamentali dei migranti. Per proporre una visione alternativa delle migrazioni e delle politiche migratorie. Uno spazio di dibattito, un luogo familiare e di incontro per tutti i migranti che vivono nella città di Roma.

Nel corso della serata, i partecipanti avranno la possibilità di confrontarsi con gli avvocati dell’ASGI e potranno ottenere maggiori informazioni sul progetto e sulla partecipazione al medesimo.

Tra le attività promosse da Casa dei Venti, “Laboratorio Asilo: diritto, prassi, partecipazione” è un percorso di auto-formazione, approfondimento e confronto che ha l’obiettivo di stimolare un dibattito critico sulle migrazioni e sul diritto d’asilo. Tutte le persone interessate sono invitate a partecipare e a contribuire al percorso: studenti, avvocati o praticanti, operatori del settore, attivisti. Una volta al mese, verranno discussi gli aggiornamenti più importanti ed attuali in merito al diritto d’asilo, sia a livello nazionale che europeo, e chi vorrà collaborare potrà avere modo di confrontarsi con il gruppo di lavoro.

Memory beyond Rhetoric

Memory beyond Rhetoric

remembranceWWI and the growth of the pacifist movement in Europe: looking back 100 years to understand the present we face and build the future we yearn

World War I changed the course of the history for ever, and marked the start of the 20th century in many ways. One of its main consequences was the growth of nationalism and violent contraposition between the European countries. But at the same time, some thinkers and visionaries dreamed about a unified Europe.

World War I aftermaths
Images from International Archives SCI

Today Europe is mired in a deep crisis. Citizens no longer trust the European project, and quick solutions for the social and economic problems are sought without success. It’s in this context that remembrance became inspiration for our future. And it’s in this context too, that the project “Memory beyond Rhetoric, the WWI and the growth of the pacifist movement in Europe” wants to raise awareness about and remembrance of WWI, and promote a mature idea of peace, anti-militarism and non-violence. At the same time SCI will deepen the link between WWI and the origins of the organisation, which arose (indeed) from those who dream a peaceful Europe. Or as a slogan in one of the activities of the project says: Paths which once separated us, shall unite us today.

Objectives

Starting from a deep reflection on WWI and its catastrophic effects, developed in crucial locations connected to the war itself, SCI remembrance project aims at:

  • promoting peace, anti-militarism and non-violence
  • encouraging active participation at European Level
  • contributing to citizens’ understanding of the Union, its history and diversity

Its main purpose is to endow citizens with significance knowledge about that part of our history, exploring the links between WWI and the creation of bodies that would avoid such a tragedy to happen again.

The project reflects on the importance of memory but also on how memory is built and transmitted, trying to deconstruct the myth of the sacrifice of soldier-hero and bringing the idea of war back to where it belongs: mass-destruction and eruption of violence.

Activities

The combination of practical and theoretical work carried on in a wide and open European environment, also in key places connected with WWI, fosters intercultural dialogue and mutual understanding, establishing a common ground for looking at the future of Europe.

World War I people
Images from International Archives SCI

More information

Contact us if you are looking for more information about this project or you are intested in taking part in any activity: communication@sciint.org

Link to Remembrance Project Chart (EU website)

SCI International Archives (photos and materials)

Memoric twitter account:  twitter.com/SciMemoric

 

Cofinanziato dall?Unione Europea

Torno Subito 2016 – Call aperta per lavorare nel mondo

Torno Subito 2016 – Call aperta per lavorare nel mondo
Il Programma Torno Subito offre a 5 studenti/studentesse universitari/e o neo-laureati/e un percorso di un anno con un periodo all’estero.

Il Servizio Civile Internazionale aderisce per il terzo anno al Programma Torno Subito promosso dalla Regione Lazio, offrendo a 5 studenti/studentesse universitar* o neo-laureat* un percorso di un anno all’interno del suo network strutturato in questa maniera:

torno_subitoPrima fase: 15 settembre – 15 febbraio → Periodo di tirocinio all’estero in una delle seguenti branche/partner del Servizio Civile Internazionale: SCI Catalunya, SCI Sri Lanka, VCV Serbia, Baladna (Haifa), SCI Madrid.

Seconda fase: 1 marzo – 31 agosto → Reimpiego sul territorio della regione Lazio presso la Segreteria Nazionale di SCI Italia o presso La Città dell’Utopia, progetto locale di SCI Italia che affronta i principali temi legati ad un nuovo modello di sviluppo locale e globale.

Gli ambiti riguardanti il percorso all’interno del network SCI sono quelli che caratterizzano il nostro movimento: promozione del volontariato internazionale, cooperazione internazionale e disuguaglianze nord-sud del mondo, comunicazione sociale, migrazioni e diritti, inclusione sociale, progettazione europea per il terzo settore.

In questo documento si possono trovare le descrizioni delle attività che le branche SCI propongono al/alla tirocinante.

Il reimpiego nella Regione Lazio sarà così strutturato:

  • n°2 persone presso La Città dell’Utopia
  • n°1 persona presso la Segreteria Nazionale SCI a supporto del settore Inclusione Sociale
  • n°1 persona presso la Segreteria Nazionale SCI a supporto del settore Comunicazione
  • n°1 persona presso la Segreteria Nazionale SCI a supporto del settore NordSud

Gli/le interessat* dovranno inviare la propria candidatura via e-mail con oggetto “Torno Subito_Servizio Civile Internazionale” allegando:

  • CV
  • Lettera di motivazione

La lettera di motivazione dovrà fare riferimento all’ambito di interesse e alla possibilità di reimpiego nella Regione Lazio, evidenziando eventualmente anche la branca/partner SCI dove si vorrebbe svolgere la prima fase del progetto.

Le candidature dovranno pervenire entro le ore 18 del 05 giugno 2016 all’indirizzo: coordinamento@sci-italia.it

Il 07 giugno saranno chiuse le selezioni.

La Segreteria di SCI Italia supporterà poi l’ideazione dei progetti formativi individuali che i/le tirocinanti dovranno presentare al fine di accedere ai finanziamenti stanziati dal programma Torno Subito.

Minicampo lungo il Sentiero dei Principi [11-12 giugno, Sant’Ambrogio]

Minicampo lungo il Sentiero dei Principi [11-12 giugno, Sant’Ambrogio]
sentiero dei principill Servizio Civile Internazionale – Gruppo Piemonte, in collaborazione con l’associazione Principi Pellegrini – diVangAzioni organizza un minicampo a Sant’Ambrogio (TO) nel week end del 11-12 giugno 2016.
Il minicampo servirà a preparare i lavori estivi (campo SCI internazionale a luglio) di un progetto di valorizzazione del Sentiero dei Principi (itinerario a basso impatto che sale alla Sacra di San Michele tra Avigliana e Sant’Ambrogio di Torino) come percorso di conoscenza e consapevolezza ambientale.
Nell’estate 2015 l’associazione Principi Pellegrini : diVangAzioni (www. divangazioni.org) ha organizzato un campo di lavoro SCI nel quale sono stati puliti il sentiero ed i terrazzamenti a monte della sede. Ai momenti di lavoro pratico sarà affiancata una parte di formazione tenuta da Carlo Guerra, parte della Associazione ospite.
Continuiamo a rendere più bello e fruibile da tutti questo spazio: vi aspettiamo numerosi!
Per partecipare è obbligatoria la tessera socio SCI 2016 (20€) che si può fare sul posto + 5 € per coprire le spese di vitto ed alloggio.
Date: da sabato 11 a domenica 12 giugno 2016 (ci sarà la possibilità di arrivare già dal venerdì sera).

Luogo: Cascina Pogolotti – Sant’Ambrogio (TO)

Quota campo: 5 € più tessera associativa SCI 2016 (20€)

Numero volontari: 10

Pernottamento: all’interno della struttura (portare materassino e sacco a pelo!)

Cosa portare: vestiti comodi, guanti e scarpe da lavoro, materassino e sacco a pelo

Qui il link all’evento Facebook.

Informazioni e iscrizioni: entro mercoledì 8 giugno a

L’ Associazione diVangAzioni (www.divangazioni.org) nasce e opera all’interno del gruppo agricoltura di  Etinomia, (www.etinomia.org e parallelamente si occupa di sperimentare sistemi innovativi che conducano verso una gestione sostenibile delle risorse del pianeta, salvaguardare ed incrementare la biodiversità, stimolare la riscoperta del paesaggio rurale ed il presidio del territorio. Si occupa inoltre di turismo a basso impatto volto alla contemplazione del paesaggio naturale ed antropico, dell’utilizzo dei boschi dal punto di vista ricreativo e produttivo mediante la cura del micro-habitat e la creazione di filiere corte per i cicli di biomassa, energia, calore.

Le principali azioni messe in atto fin’ora sono la creazione di Un Cammino Biodiverso, che è il filo conduttore di tutte le future attività dell’Associazione, e l’organizzazione del Progetto di Autoproduzione Sementi Orticole (P.A.S.O).

“Building Bridges”: costruiamo ponti, non muri

“Building Bridges”: costruiamo ponti, non muri

Building Bridges è un gruppo di lavoro all’interno della rete internazionale SCI che coinvolge richiedenti asilo e rifugiati

Building Bridges è un gruppo di lavoro all’interno della rete internazionale SCI, avviato nel 2015 da attivist@ di diverse branche SCI con esperienza in progetti, locali e/o internazionali, che coinvolge migranti e nello specifico richiedenti asilo e rifugiati.

L’obiettivo del gruppo di lavoro è quello di coordinare a livello internazionale le azioni che lo SCI vuole intraprendere per sensibilizzare sul tema della migrazione forzata e per promuovere la pace e l’inclusione sociale.

Qui lo statement e gli obiettivi del gruppo.

Il gruppo ha ultimamente pubblicato il Toolkit Building Bridges, una piattaforma web pensata per condividere idee, progetti riproducibili e materiali utili per attività di volontariato che coinvolgono richiedenti asilo, rifugiati, minori non accompagnati, migranti in genere. La piattaforma mette a disposizione metodi, linee guida e casi studio per chiunque desideri riproporli nella propria comunità o utilizzarli a scopi informativi e/o di sensibilizzazione.

La campagna Building Bridges sarà supportata a livello internazionale anche attraverso attività specifiche all’interno dei campi di volontariato SCI.

Sono previste due tipologie di campi di volontariato che aderiscono alla campagna e riportano la dicitura “Building Bridges” (scoprili qui):

  1. Campi sul tema delle migrazioni, della libertà di movimento e dell’inclusione sociale che in alcuni casi prevedono il coinvolgimento diretto di richiedenti asilo e rifugiati. Attraverso metodi di apprendimento non formale, i partecipanti saranno in grado di condividere conoscenze, esperienze e progetti di volontariato in merito alla tematica a livello locale e/o internazionale, nonché confrontarsi e partecipare all’attività specifica proposta dal campo.
  2. Campi che includono una parte studio legata alla questione migratoria e che possa stimolare una riflessione in merito all’interno di un gruppo internazionale di volontari.

La campagna Building Bridges include inoltre seminari e training. Il primo training Building Bridges si terrà a Ginevra dall’11 al 17 giugno, e coinvolgerà chi lavora o desidera lavorare con richiedenti asilo e rifugiati in differenti contesti, dal campo di volontariato ai progetti a breve o lungo termine fino alle campagne di sensibilizzazione o altre iniziative simili.

Il gruppo di lavoro Building Bridges ha infine preso parte alla stesura del comunicato SCI sull’attuale situazione migratoria per denunciare la responsabilità politica che l’Unione Europea ha riguardo la crisi umanitaria che si sta verificando in particolare lungo la rotta balcanica ma non solo.

Sulla pagina della Segreteria Internazionale SCI potete trovare ulteriori informazioni sulla campagna.

Pace e comunicazione nonviolenta: training in Francia [1-7 giugno]

Pace e comunicazione nonviolenta: training in Francia [1-7 giugno]

2256853633_01198c2993_zLAST CALL: cercasi un volontari* per il training ‘Peace Builders Training Course‘, che si terrà inFrancia dall’1 al 7 giugno 2016, organizzato da CCIVS, network di collegamento del volontariato internazionale di cui anche lo SCI fa parte.

Il training si occuperà principalmente di partenariati dell’area mediterranea, questione migratoria, promozione di buone pratiche legate alla pace e alla comunicazione non-violenta ed è rivolto a 26 giovani motivati a portare avanti, anche una volta tornati nei loro paesi d’origine, quanto appreso durante l’incontro.

I partecipanti saranno ospitati da Concordia Le Mans, CENTRE DU GUE BERNISSON, 102 rue de l’Estérel, 72000 LE MANS.

E’ richiesta una buona conoscenza della lingua inglese.

Sarà necessario effettuare il tesseramento a SCI-Italia (20 euro).

Per candidarsi inviare CV e motivation letter in inglese a coordinamento@sci-italia.it entro le ore 18 del 25 maggio 2016.

Leggi qui la call completa.

Training sulla tutela ambientale in Kosovo [25 giugno-3 luglio]

Training sulla tutela ambientale in Kosovo [25 giugno-3 luglio]

gaia kosovoGAIA Kosovo e WWF Adria organizzano un training di 9 giorni per giovani, volontari e attivisti interessati ai programmi a lungo termine sulla tutela ambientale con un approfondimento sul volontariato e sui progetti nelle aree rurali e del sud del mondo.

Il training si svolgerà nella città di Peja, situata nell’area occidentale del Kosovo.

I principali temi trattati sono:

  • pratica e teoria sulla tutela ambientale
  • movimenti dal basso e volontariato sulla tutela ambientale
  • riconnessione con la natura attraverso l’ecologia spirituale

Inviare CV e lettera motivazionale a: coordinamento@sci-italia.it

Termine massimo per l’invio dell’application: 16 Maggio 2016.

Quota amministrativa: 30 Euro

Quota tessera Sci: 20 Euro

Qui per leggere la call completa e gli approfondimenti.

bool(false)